lunedì 18 marzo 2013

Via Giulia. Non date retta a chi parla di "speculazione edilizia", è solo gente che vuole prolungare all'infinito questa situazione di prepotenza e degrado che sta uccidendo la strada


Video realizzato dall'Associazione Amici di Via Giulia

9 commenti:

  1. Non capisco cosa c'entrino i sampietrini sconnessi con una megaspeculazione edilizia criminale?
    comunque la CAM si metta l'anima pace. Se si vorrà fare qualcosa in quel vuoto urbano, cosa che peraltro auspico, si farà un concorso internazionale di architettura e poi una realizzazione tramite gara in project financing. E questo valga anche per i vari mercati rionali.
    Imparate a rispettare le regole! Ancora non siamo nella repubblica delle banane!
    http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/03/20/news/urban_centre_in_via_giulia_lo_stop_del_ministro-54940421/

    saluti!

    RispondiElimina
  2. Anzitutto attenti a giocare con le parole: se non e', tecnicamente parlando, una speculazione edilizia quella tentata dalla CAM in via Giulia, cos'altro lo e'?

    Riguardo il video, mah ... melenso e insignificante. Peraltro le tante auto in sosta vietata che vengono mostrate potrebbero essere rimosse OGGI, non serve certo il parcheggio (anzi, come e' sistematicamente dimostrato su questo blog, i parcheggi interrati non servono mai ad eliminare la sosta vietata in superficie).
    Se via Giulia ha amici di questo livello sta fresca ...

    Come ha giustamento scritto l'anonimo che mi precede, la CAM e tutti i suoi accoliti devono farsene una ragione: il colpo che avevano tentato su via Giulia, complici l'attuale e la passata amministrazione, non gli e' riuscito.
    Qualsiasi soluzione per quel luogo tanto prezioso non potra' che scaturire da un concorso d'idee internazionale, che prima si fara' meglio sara' per tutti. Non e' comunque roba per l'attuale amministrazione comunale che con gente del calibro, si fa per dire, di Gasperini, Mollicone e lo stesso Alemanno ha dato a vedere, per l'ennesima volta, quanto imbarazzante e' il suo livello culturale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ne dite di lasciar parlare il ministero dei beni culturali prima di dire tutte queste fesserie ? Vogliamo tenerci un cantiere aperto per i prossimi 10 anni ?

      Elimina
  3. Direi che prima bisognerebbe informarsi per bene,sullo stato della strada, i sampietrini sconnessi,il manto dissestato,le buche, rendono difficoltoso il transito pedonale,i residenti non riescono più neanche ad uscire di casa per la sosta selvaggia,invece qui si sparano commenti ottusi di persone che evidentemente preferiscono la politica del non FARE.Mi auguro che il vuoto urbano che si è creato venga ripristinato, che il parcheggio si faccia (lo vogliono tutti)sopratutto si riqualifichi Via Giulia. Se per avere tutto ciò ci sarà bisogno di un iniziativa privata (con concorso pubblico/internazionale o senza)ben venga, l'importante che si faccia.

    RispondiElimina
  4. Ha un bel coraggio, caro il mio anonimo, a dare dell'ottuso agli altri.
    Vuole disturbarsi a spiegare cosa c'entra lo stato del manto stradale di via Giulia con il suo amato parcheggio? Oppure che connessione potra' mai esserci tra il suo parcheggio-che-mai-si-fara' con le auto in sosta vietata che gia' ora (ORA), se solo l'amministrazione lo volesse, potrebbero essere rimosse tutte in una volta?
    Se come dice conosce bene la strada, si sara' accorto che quello che lei chiama 'vuoto urbano' non e' stato creato dalla sua diletta CAM ma dall'intetrvento demolitorio degli anni '30.
    Puo' star certo che il parcheggio siete in quattro gatti a volerlo, anche perche' per quattro privilegiati gatti sarebbe a disposizione. Inoltre la differenza tra lei ed il sottoscritto non e' tra chi le cose le vuole fare e chi no. La differenza e' tra chi le cose le vuole fare senza criterio, dando mano libera a speculatori di bassa lega, e chi invece pretende che anzitutto sia rispettata la legge, eppoi che si seguano le normali pratiche adottate in tutti i paesi civili.
    E se non vuole fidarsi del sottoscritto, si dia una letta alla lettera al seguente link

    E ci pensi due volte prima di dare gratuitamente dell'ottuso agli altri, che non ci fa una bella figura, sa?

    RispondiElimina
  5. L'ottuso si offende perché non sá di esserlo vive nel proprio io è non vede un cazzo.
    Chi dice che i parcheggi non servono non conosce la matematica :uomo-auto, strade invase da auto come discariche, mi chiedo dove vive questo str.strano.

    RispondiElimina
  6. Pensare che tutto deve rimanere così com'é é desolante,questa città é oppressa dal qualunquismo e dall'ignoranza del pensare che una buca é meglio di un museo.
    Coraggio dobbiamo intervenire. A sostegno del progetto.
    Amico di via Giulia

    RispondiElimina
  7. Non sarà un grosso nuovo palazzo a cambiare il destino di Via Giulia, che peraltro non sta affatto morendo ed è anzi meta di moltissimi visitatori. Semmai, la strada sta ritrovando l'antica natura storico-monumentale, a scapito di una vocazione commerciale che, nonostante la buona volontà dei negozianti della via, non ha mai pienamente sfondato. Il panorama da via Giulia e Piazza della Moretta del profilo del gianicolo con i suoi pini è uno dei più affascinanti dell'intera Capitale. Il grosso nuovo palazzo ne priverebbe noi e tutti i romani

    RispondiElimina
  8. vi informo che l'associazione di via Giulia, come tale non esiste. E' solo il residuato di un comitato composto nel 2005 per finalità diverse da quelle del parcheggio. Vedi ducumento al link http://www.viagiulia2013.com/#!news/c1nk1 , dove peraltro non appaiono ne il nome del presidente ne quelli degli associati.
    Piuttosto leggete qui lre ultime news e fatevi sentire presso la Presidente del 1° Municipio:
    http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_19/pup-parte-cantiere-il-parcheggio-via-giulia-0eddcdd4-0f27-11e4-a021-a738f627e91c.shtml

    RispondiElimina