venerdì 8 febbraio 2013

Vi ricordate il Parking di Via Giulia. Beh tranquilli, si va avanti e si palifica

Ricordiamolo a tutti: un parcheggio che ci vede favorevolissimi se e solo se servirà a riqualificare tutte le strade circostanti (Monserrato, Pellegrino, Banchi Nuovi, Montoro) oggi umiliate dalle lamiere. Coraggio!

13 commenti:

  1. AVANTI COSI' se serve a liberare le strade limitrofe!

    RispondiElimina
  2. e le stalle di augusto? E la musealizzazione tanto decantata da marinelli (vedi cam, vedi caltagirone)?

    RispondiElimina
  3. Sono passato qulche giorno fa è ho visto movimento nei cantieri. Molto bene. Speriamo che il tutto si accompagni ad una palettatura di via giulia per finalemente riuscire a camminare e godere del centro storico senza le auto accatastate. Magari un giorno riuscirò a portarci a passeggio mia figlia

    RispondiElimina
  4. parcheggio bloccato dalla soprintendenza. leggete repubblica di oggi cronaca di roma
    al posto del parcheggio un progetto misto improbabile
    morale ennesimo cantiere aperto infinito (vedi lungotevere arnaldo da brescia o via panama). spero di sbagliarmi

    RispondiElimina
  5. Ma su via Giulia ci provate un gusto particolare a prendere tranvate?
    Dopo i ritrovamenti archeologici l'idea che li' si possa ancora fare un parcheggio interrato e' di una stupidita' colossale!
    E la mossa della CAM di presentare un progetto del tutto diverso risulta addirittura ridicola. Ma che si credono che per averci messo stabilmente le tende in quel posto esso sia diventato di loro proprieta'? Poveri illusi ...
    L'unica soluzione realistica per quel luogo e' ripartira da zero, rifondendo alla CAM le spese affrontate (soldi che dovrebbero pagare Veltroni e Alemanno per quanto male hanno gestito la cosa), indicendo un concorso internazionale per trovare una soluzione definitiva e prestigiosa.
    Riguardo le auto in sosta vietata su via Giulia, non ci vuole mica il parcheggio interrato per portarle via con cadenza giornaliera, basta un po' di coraggio.

    RispondiElimina
  6. Non dite scemenze e leggete bene l'articolo. Il parcheggio si fara' e avra' addirittura piu' posti (oltre 400) del previsto!!! Cosa andate dicendo? Avete letto? Inoltre si fara' una grande edificazione sopra, al posto di un orrido buco urbano che veniva usato dall'Ama per compattare la monnezza, con una firma di un bravo architetto e con un museo verticale lungo Via Giulia. CHE ANDRA' MONDATA DALLE AUTO IN SOSTA!!!

    RispondiElimina
  7. Si fara' ... si fara' ... e chi lo decide cosa e come si fara'? La CAM in virtu' del fatto che ormai si e' stabilita sul posto? E con quale "bravo architetto"??? Ma non siate troppo ridicoli!?!
    La verita' e' che a forza di difendere progetti indifendibili come quello di via Giulia, portati avanti da bande di dilettanti (sia al Comune che alla CAM), dimostrate di non avere alcuna credibilita' e competenza.
    E, ancora una volta, a via Giulia le auto in divieto di sosta si possono rimuovere oggi, basta volerlo.
    Non e' molto diverso dai tavolini e dagli arredi abusivi: l'amministrazione comunale ci ha messo quattro anni a decidersi ma alla fine i risultati dimostrano che le cose basta volerle.

    RispondiElimina
  8. al di là di come uno la pensi è indubbio che sia necessario liberare quella parte della città delle auto in superficie. parcheggiare a via delle zoccolette in garage costa 40 euro al giorno!!! così negli altri garage lì dietro. hanno il monopolio della sosta e sono veri ladri. Qualcuno ha notizie dei progetti di lungotevere arnaldo da brescia e largo zanardelli (di fronte alla corte di cassazione)??

    RispondiElimina
  9. Il parcheggio c'è nel progetto ma aumentando il numero dei residenti e anche quello degli utenti delle nuove strutture, si avrebbe un corrispondente aumento della domanda di sosta... 400 posti sono una barzelletta il progetto è un'orroreeee!!!
    piantala di perorare le cause di una ditta (la CAM) mafiosa e speculatrice!!
    Non si costruiscono palazzi sopra siti archeologici di questa importanza... su questo non si deve transigere!
    Ma soprattutto: un progetto deve prevedere la reale partecipazione dei cittadini, come previsto dalla Delibera 57 del 2006 - regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbane.

    RispondiElimina
  10. Se non si fossero costruiti palazzi su siti archeologici a Roma non avremmo mai avuto Palazzo Farnese. Piantatela di dire orrendezze. Chiudete la bocca!

    RispondiElimina
  11. Quindi per pagare il restauro del Mauseoleo di Augusto ci possiamo costruire sopra un ristorante panoramico, oppure per far fronte alle spese per la pedonalizzazione dei Fori Imperiali possiamo edificare un centro commerciale negli spazi vuoti tra le rovine?
    cmq alle altre cose non hai risposto ma si sa...

    RispondiElimina
  12. Il 14 marzo u.s. il Consiglio del Municipio Roma Centro Storico, preso atto della grande preoccupazione e contrarietà di cittadini e associazioni, ha votato all'unanimità CONTRARIETA' ASSOLUTA ALLA COSTRUZIONE DI NUOVE CUBATURE. SI A UN'AREA A VERDE CON SPAZIO MUSEALE, motivando dettagliatamente la suddetta decisione e ritenuto, tra l'altro, che "il progetto non risponde ad alcun interesse pubblico ma al solo bisogno di profitto della ditta costruttrice".
    CFR. mOZIONE 16 DEEL 14.3.2013
    Un progetto deve prevedere la reale partecipazione dei cittadini, come previsto dalla Delibera 57 del 2006 - regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbane.

    RispondiElimina
  13. Esiste già un parcheggio vicino, sotto il gianicolo, facilmente accessibile a piedi o col bus elettrico 116

    RispondiElimina