giovedì 10 gennaio 2013

Roma, grande città del Lazio in provincia di Rieti




Altro che abolizione delle provincie o fusione con Viterbo. Rieti ci dà lezioni di civiltà. Da qualche tempo una delle piazze centrali del capoluogo sabino ha subito un grandioso intervento di riqualificazione. Sotto Piazza Oberdan e Piazza Mazzini sono stati realizzati grandi parcheggi interrati gestiti da una grande multinazionale spagnola (la Saba, quella che gestisce con mille grattacapi il parking di Villa Borghese). Sopra cosa c'è? Lamiere a casaccio e alla rinfusa come piace nella capitale? Niente di tutto questo: una bellissima piazza in laterizio e travertino, un ottimo arredo urbano a costo zero per l'amministrazione che si dirama anche nelle vie adiacenti, una perfetta illuminazione notturna, sicurezza, decoro, pulizia e rispetto. E, attenzione, tanti alberi: ma i parcheggi interrati non erano quella cosa che faceva scomparire le piante e generava, secondo il terrorismo no-pup, grandi spiazzi di "cemento" da "speculazione edilizia" (tra virgolette le parole che questi militanti civici da bar utilizzano con frequenza).
A Rieti, insomma, si è fatto come si fa in Europa e come, a Roma, si potrebbe fare, subito, in 70 piazze. Generando decine di migliaia di posti di lavoro, generando qualità, sicurezza, decoro e dunque turismo, rispetto, investimenti. E soprattutto ripristinando le regole e il Codice della Strada in ambiti che oggi sono peggio del far west e che provocano, ogni anno in città, la morte di 300 persone e il ferimento di 20mila...

3 commenti:

  1. roma prima di tutto è gestita da cani
    ha sempre avuto pessimi amministratori
    forse rutelli si è salvato
    ma veltroni e alemanno sono stati un disastro, entrambi di una stupidità disarmante;
    quest'ultimo invece di pensare a opere suddette pensa alle statue del papa. se a questo ci aggiungi l'inciviltà del romano
    la pessima manutenzione di strade, marciapiedi arredo urbano ecc
    il fatto che roma è una città adagiata sugli allori
    o che comunque a roma i turisti ci vengono lo stesso perchè c'è il papa, è una città dove non c'è passione per il decoro, per l'arredo urbano, per l'ordine e dove l'itelligenza latita
    sia nei romani che negli amministratori

    RispondiElimina
  2. Tonelli, dopo aver celebrato e magnificato gli aspetti del pup di Roma ora indichi il parcheggio interrato di Rieti come esempio?

    Ma se sono, ormai, anni che cerco di farti capire che il pup di Roma da te lodato in questo blog è il peggio che l'umano ingegno bacato degli amministratori romani potevano concepire.

    Il pup di Roma è garantito da una legge per coprire situazioni "temporanee" di emergenza legate a cataclismi. in questo caso il cataclisma sarebbe "il traffico" (come nel film di Johnny Stecchino). I provvedimenti, osannati in questo blog, erano
    dare senza regole l'autorizzazione a costruire parcheggi, anche dove non servono, al fine di aumentare i posti auto, non di favorire l'estetica o la vivibilità dei quartieri dove si insediavano. Con questo sistema sono stati tenuti fuori tutti i costruttori di parcheggi non romani, figurarsi spagnoli. Infatti, l'effetto è proprio quello di aumentare il volume di lamiere. Nessuna città europea ha adottato il modello "pup di Roma", e nessuno nel mondo ha il fegato di utilizzarlo come modello positivo, tranne questo blog che per anni ci ha propinato le meraviglie di questo Piano Urbano Parcheggi di Roma e dei miti da sfatare e le leggende metropolitane. Questo blog ha difeso acriticamente e bovinamente ogni singolo aspetto di questo PUP de Roma, paragonandolo a Parigi, Barcellona, Madrid e quant'altro. Bastava averci lavorato per solo una settimana, invece delle gite per lo shopping, per rendersi conto che il modello di Parigi e Madrid (e pure Londra) è all'opposto di quello di Roma. E non bastava nemmeno varcare i confini, bastava andare a Rieti, dove quel parcheggio è stato fatto senza nemmeno una regola del PUP di Roma. Nemmeno una. L'unica cosa degna che il blogger può fare è un atto di ravvedimento operoso, e ridenominare il blog "no al pup di Roma".

    RispondiElimina
  3. a tonelli, vacci a vivere a rieti...datti alla macchia che è meglio...rompi rompi ma non proponi nulla. Mi ricordi tanto chi sta all'opposizione, critica solo ma non propone.

    RispondiElimina