martedì 1 gennaio 2013

Oggettivamente una delle piazze più belle di Roma. E tutto grazie ad un parcheggio. Si potrebbe fare lo stesso in 50 altre piazze in città, cosa si aspetta?


19 commenti:

  1. Veramente di qualità la manutenzione dell'arredo urbano. E meno male che i parcheggi uccidevano la vegetazione...Però la sosta selvaggia persiste nelle vie limitrofe (e sulla piazza) grazie ad un arredo urbano condizionato dai soliti noti (municipio, vigili, etc.) . Vanno costruiti dei cordoli in cemento e delle isole salvagente.

    RispondiElimina
  2. I parcheggi uccidono gli alberi dicono i ciarlatani del no pup. Hai visto che foresta di palme? Pare di stare a Tripoli!!!

    RispondiElimina
  3. Il vero killer delle palme non sono i parcheggi, bensì l'odioso punteruolo rosso.

    RispondiElimina
  4. Più che le palme avrei messo dei pini..

    RispondiElimina
  5. bisogna essere senza vergogna per scrivere menzogne simili. in quella piazza c' era un bel giardino PRIMA che l' assurdo cantiere pup lo distruggesse e lo togliesse al quartiere per qualcosa come SETTE ANNI. SETTE ANNI CAZZO! ora l' hanno ripristinato, lasciando intorno lo stesso identico schifo di prima con le auto in sosta selvaggia e voi lo considerate un bel risultato?!? l' emblema della piu' schifosa speculazione dovrebbe essere pure replicato? non hanno allargato un marciapiede . non hanno fatto un metro di ciclabile. non hanno eliminato un posto auto in superficie, neanche la doppia fila sugli attraversamenti pedonali! dobbiamo ringraziare che non hanno lasciato una spianata di cemento al posto del giardino? voi siete fuori di testa! fwc

    RispondiElimina
  6. la piazza è molto rumorosa a causa dei sanpietrini che hanno stupidamente lasciato sulla carreggiata che amplificano i rumori di rotolamento e che inoltre provocano vibrazioni nei palazzi circostanti e danno un idea di disordine perchè comunque sono dissestati e imbrattati (come tutti i sanpietrini soggetti a traffico pesante); i marciapiedi della piazza inoltre sono ancora quelli originali , ma sono disastrati perchè non li hanno mai rifatti (molte lastre di basalto originali sono ancora intatte, ma quando e se li rifaranno, sicuramente come stronzi, le porteranno in discarica invece di riutilizzarle, come hanno fatto con quelle di via del corso verso p venezia che erano lastre spettacolari). gli spartitraffico sono quelli provvisori , osceni in plastica bianca e rossa e non so quanto dureranno,
    ma se penso a porta metronia ....
    poi intorno alla cassazione poi è uno schifo
    praticamente è tutto un parcheggio riservato ai dipendenti

    RispondiElimina
  7. Caro FWC,

    Io mi ricordo un giardino degradato dove non ho mai avuto il coraggio di sedermici di sera.

    Ora, con questo arredo, l'ho fatto.

    Avete ragione sul mancato restringimento degli spazi riservati alla sosta selvaggia. Ma per questo rivolgetevi ai responsabili: la presidenza del municipio, i tecnici del municipio e i vigili del relativo gruppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alex ci rivediamo tra 2 anni, forse anche meno, scommetti che ritorna lo schifo di prima? La manutenzione non ci sarà, scommetti?
      Alessia

      Elimina
  8. "... tutto grazie ad un parcheggio": partire il nuovo anno con un'idiozia simile e' un pessimo viatico per il resto dell'anno.
    Il giardino era gia' presente sulla piazza e, come ha giustamento segnalato fwc, il parcheggio l'ha semplicemente sottratto ai cittadini per ben 7 anni.
    Se poi volete far passare l'idea che per tenere in ordine un giardino c'e' bisogno di costruirci un parcheggio sotto, auguri, ma non lamentatevi se qualcuno vi prende per matti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di auto ce ne sono tante e da qualche parte le devi mettere. se vuoi pedonalizzare e liberare le strade dalle lamiere devi fare i parcheggi, interrati o sopraelevati che siano.fare un parcheggio poi è anche un occasione per riqualificare
      a meno che tu non sia il tipico masochista romano
      a cui piace la situazione cosi com'è.

      Elimina
    2. ok. a piazza cavour sono stati realizzati 700 posti auto. posso sapere dove sono le strade liberate dalle auto? e le strade pedonalizzate? e le strade liberate dalle decine di pup gia' realizzati dove sono? a roma non ci sono tante auto, ci sono troppe auto. il motivo non e' solo lo scarso trasporto pubblico, come dicono tutti. il vero motivo e' che a roma le auto sono come le vacche sacre, intoccabili. si sventra un parco senza l'obiettivo di riqualificare niente, con il solo scopo di creare posti auto AGGIUNTIVI. geniale! un obeso che risolve il problema allargando la cintura dei pantaloni. fwc

      Elimina
    3. non basta farne 1 parcheggio ce ne vogliono tanti in porporzione al numero di macchine
      poi ci vuole un arredo urbano che impedisca la sosta selvaggia
      a barcellona il centro è pieno di parcheggi interrati
      infatti non c'è una macchina per i vicoli e te lo puoi girare tutto in bici

      Elimina
    4. A Barcelona le famiglie possiedono meno macchine rispetto a noi perchè utilizzano i trasporti pubblici che funzionano! Se non si parte da questo qualsiasi parcheggio sarà solo un palliativo.
      Senza un incremento del servizio pubblico e di altre forme di mobilità, senza inncentivare l'uso della bicicletta, del car sharing, dei percorsi pedonali non si va da nessuna parte! C'è solo altro cemento a disposizione dei palazzinari speculatori!

      Elimina
  9. Molto meglio la Piazza Cavour di oggi che la Via Fermi di oggi!

    RispondiElimina
  10. Barcellona è uno dei modelli. Riusciamo a farlo capire ai cafoni del NO PUP?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qua di cafone, nello stile e nel pensiero, ci sei solo tu. Il pup ha lo scopo di aumentare i posti auto e non di togliere le auto dalla strada o di fare giardini. Infatti, il giardino c'era pure prima, e pure migliore, e le auto continuano ad esserci. Anzi vi è un bonus: se il parcheggio verrà utilizzato, il numero di auto che graviterà in quella area sarà superiore, l'inquinamento pure, e tutti avranno avuto una ragione in più per comprarsi un'auto e abbandonare l'abbonamento di metrobus.
      A Parigi hanno ridotto i posti auto, ridotto le auto, e i privati che vogliono costruire un parcheggio sotto il supermercato lo devono fare su terreno privato e non pubblico, altrimenti le regole del bando sono esattamente contrari a quelli di Roma, cioè chi prima arriva meglio alloggia.
      A Parigi i cafoni propup sono stati sbattuti fuori da un pezzo. A Roma abbiamo invece gli pseudointellettuali che non sanno mettere quattro numeri in colonna.

      Elimina
  11. Ottimo: diciamo la stessa cosa. Occorre che ci siano meno macchine, che i posti creati nel sottosuolo vengano tolti dalla superficie e che i parcheggi vengano assegnati non a chi arriva prima, ma con evidenza pubblica. Grazie del tuo contributo ma cerca di non bestemmiare la città di Parigi, lì è impossibile tenersi tre o quattro vetture a famiglia sotto casa nello spartitraffico, sui marciapiedi o sulle aiuole. In un contesto simile potresti sentirti poco bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, a Parigi arriva rapidamente la polizia per farti la multa, a Roma no. E conviene a molti che la Polizia Roma Capitale sia lenta perché così è possibile vaneggiare di una emergenza parcheggi PER aumentare i parcheggi che non fa altro che incoraggiare il possesso, e quindi l'uso, della quarta auto.
      Comunque non diciamo la stessa cosa. Il pup vuole più parcheggi in totale e non vuole sostituire parcheggi in superficie con parcheggi sotterranei. Due direzioni opposte e inconciliabili.

      Elimina
  12. Basta con ste sciocchezzeeeee.
    A Barcellona usano meno la macchina per un solo motivo: non hanno posteggi gratis dove metterla. Se la vogliono, devono pagare il posteggio e allora ci pensano due volte. I mezzi pubblici c'entrano fino ad un certo punto! E proprio i mezzi pubblici sono il RISULTATO, non il PRESUPPOSTO della lotta alla sosta su strada.

    Tu togli la tua cazzo di macchina da affianco al marciapiede e io ti ci faccio una tranvia, una preferenziale, una ciclabile. Non (NON) il contrario.

    E' chiaro o dobbiamo mettere su un master?

    RispondiElimina