domenica 9 dicembre 2012

Ma il delegato ai parcheggi Alessandro Vannini da che parte sta?

"Pratiche giacenti da anni che non avevano mai visto aprirsi i cantieri". E così il simpatico delegato ai parcheggi di Roma Capitale ha espunto dal piano urbano dei parcheggi una serie di proposte che, così, non si faranno più. Impedendo a quelle strade e a quelle piazze la possibile riqualificazione che (quando i processi sono gestiti come si deve) può derivare da questi interventi. A costo completamente zero per il Comune. Cosa poteva fare Vannini, il delegato ai parcheggi appunto che sta lì ed è pagato da noi per applicare (applicare!) il piano urbano parcheggi? Poteva sfruttare queste posizioni incagliate per rimetterle sul mercato, ma con una modalità finalmente virtuosa: non aspettando proposte più o meno corretto di società più o meno corrette, ma mettendo queste postazioni a bando. Un pubblico incanto e si prende gli spazi chi offre di più sia in termini economici sia in termini di servizi sia in termini di prezzi sia in termini di velocità sia in termini di di riqualificazione superficiale. Questo doveva fare Vannini e questo non ha fatto. Dopo la sciocchezza del parcheggio di Cornelia (che ripartirà, forse, convogliando lì altri pup che dunque non si faranno in altre strade che ne rimarranno sprovviste mentre rimarranno ampliamente provviste di sosta selvaggia), eccone un'altra. 

3 commenti:

  1. peccato per via marsala, ne aveva bisogno visto che è un budello sempre intasato di "bacarozzi de fero"

    RispondiElimina
  2. Perchè se avessero costruito il PUP a via Marsala sicuro che avrebbero liberato la strada. Sicuro sicuro, proprio come a piazza Cavour. Spero salti anche quella buffonata di Villa borghese. Quelli della Saba hanno già cominiciato a pubblicizzare la vendita delle loro 360 cantine dentro villa Borghese.

    RispondiElimina
  3. Qualcuno ti ascolta Tonelli

    http://arvalia.romatoday.it/marconi/parcheggi-viale-marconi-gara-municipio-xv.html

    RispondiElimina