lunedì 22 ottobre 2012

Parcheggio di Piazza Cavour. Una lettera per parlarne, alcune foto per vederlo







Ho finalmente provato il parcheggio di Piazza Cavour per cinema pomeridiano con bambini sabato pomeriggio. Opera necessaria e moderna da città avanzata. Entrando noto con stupore che nonostante la giornata fosse quella da grandi folle il parcheggio ha molti posti liberi. Poi dopo circa un'ora e mezza di cinema ho capito il perché. 5 euro 5!! 2.80 per la prima ora e 2.20 per la seconda. Così la battaglia Propup (di cui sono un grande sostenitore) è persa in partenza si ricade sempre negli stessi errori se realizzi un parcheggio in zone molto frequentate la tariffa deve essere equilibrata e comunque abbordabile ai più per decongestionare l'esterno e per rendere la sosta una trafila normale come in tutte le città che hanno ripensato l'assetto urbanistico dei centri storici proprio in funzione dell'utilizzo della macchina. Penso a Bolzano e Madrid ad esempio.
Altri esempi oltre lo stesso Cavour sono il parcheggio dell'Auditorium (parcheggio semivuoto e macchine in tripla fila fuori + vigili inesistenti) e quello di Villa Borghese che è sempre vuoto
La soluzione potrebbe essere una maggiore vigilanza da parte di vigili urbani latitanti (risolverebbero il problema delle casse municipali) e una drastica revisione delle convenzioni che il comune stipula con i privati realizzatori. Voi che ne pensate?
Commento


*Non so, parliamone. Non sono certo che 5 euro siano un prezzo così alto per stare due ore parcheggiati. Non ne sono certo affatto. Ma parliamone. Capiamo. Ah, una cosa: ma sopra i parcheggi gli amici del No Pup non ci avevano detto che non potevano crescere gli alberi e che ci sarebbero stati solo piazze d'asfalto? Roba che Piazza Cavour da quando ha riaperto è talmente frequentata che è diventata un 'caso' per la movida cittadina. Ma i parking interrati non lasciavano solo disperazione, degrado, speculazione e dissesto? Avevano detto una serie di clamorose minchiate loro o avevamo capito male noi? Qui qualche alberello, beh, si vede...

- Pro Pup Roma

21 commenti:

  1. 5 euro sono intollerabili soprattutto se intorno regna la sosta selvaggia e la doppia fila. E' così ogni giorno, gli autobus restano bloccati per la sosta da cani lungo tutte le strade della zona, mentre a 50 metri ci sono 200 posti disponibili sottoterra.
    Facendo le multe, il parcheggio si riempirebbe e si potrebbe anche abbassare il prezzo a 2€ l'ora.

    Cmq piazza Cavour è uno dei punti più collegati di Roma, passano 15 linee di autobus, e si potrebbe anche fare uno sforzo per andarci coi mezzi.

    RispondiElimina
  2. Esatto: intollerabili se attorno c'è la sosta selvaggia. Esatto, hai centrato il punto.

    RispondiElimina
  3. Dai siamo seri, 5 euro sono tanti per 2 ore di parcheggio, specie se si tratta di domenica pomeriggio. A proposito dei mezzi, piazza Cavour sarà anche ben collegata, ma è il resto di Roma a non esserlo, per cui spesso si rende necessario comunque prendere l'auto non fosse altro che per raggiungere una stazione metro. Inoltre, io se avessi due bambini non so quanto vorrei portarli sugli autobus ATAC, vecchi, sporchi e poco sicuri.

    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei bambini di 1 e 4 anni viaggiano felicemente sull'auobus ogni giorno.
      Se non cominciamo ad usarli sempre di più è inutile lamentarsi che poi gli autobus non ci sono.

      Elimina
    2. Bravi, anche io viaggio sui mezzi tutti i giorni per lavoro e spesso anche nel tempo libero, ma i miei figli sulla metro B, sul 719 o il 128 francamente non ce li porterei.
      Gli autobus a Roma sono terribilmente vetusti, scomodi, sporchi, è un dato di fatto.

      Elimina
  4. La tariffa di 2-3 euro l'ora è bassissima. Roma infatti ha le tariffe per i garage tra le più basse del mondo. Lamentarsi su questo punto è puerile.

    Per quanto riguarda gli alberi sul parcheggio, la palma non è proprio l'albero che ci vuole in città. Non dà ombra, non assorbe CO2 e nemmeno produce tanto ossigeno. De gustibus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma infatti io non mi lamentavo
      segnalavo il fatto che queste tariffe sono dovute ad un calcolo dei flussi programmati nelle convenzione di concessione stipulata dal gestore per enne anni con il comune. probabilmente tariffe più basse potrebbero incentivare i cittadini all'uso del parcheggio

      Elimina
  5. Forse 5 euro per 2 ore sono troppe, forse dovrebbe essere 2€/h vista la centralità del parcheggio.
    Ma ricordiamo che i garage INTORNO piazza Cavour picchiano pesante con le tariffe...e in più è necessario lasciare le chiavi al gestore!
    se permettete meglio sostare al Park Cavour!

    Fac

    RispondiElimina
  6. certo che sono tanti 2,80 euro x 1 ora.
    sti scemi se facessero pagare di meno, tipo 1,50 euro avrebbero il parcheggio sempre pieno e forse avrebbero più piene anche le loro tasche .

    RispondiElimina
  7. Ma di cosa stiamo parlando? Sul marciapiede davanti all'ingresso del cinema si può parcheggiare gratis sicuri di non prendere nessuna multa. Quale dovrebbe essere il prezzo del parcheggio? 50 centesimi compreso il caffè ed il lavaggio della macchina? La gente ormai parcheggia sugli attraversamenti pedonali per non pagare un Euro di strisce blu.

    RispondiElimina
  8. http://www.parkopedia.it/parcheggi/piazza_cavour_roma/

    provare per credere: guardate le tariffe!

    E' necessario l'intervento dei vigili, è innegabile

    Fac

    RispondiElimina
  9. Cosa si aspetta a iniziare i lavori del PUP a Piazza della Radio???

    RispondiElimina
  10. La domenica è gratis sulle strisce blu e 5 euro per 2 h è eccessivo!
    I vigili non ci sono mai e se ci sono fanno finta di lavorare quindi, purtroppo, è "normale" che la gente parcheggi dove vuole.
    Piazza Cavour collegata bene? Sì, certo, ma da dove?Se per arrivarci, in 3 per esempio, si impiegano 2 ore, pagando anche 4.50 euro a viaggio l'auto è di sicuro più conveniente!

    RispondiElimina
  11. Le tariffe sono ACCETTABILI e CONGRUE.
    Pochi mesi fa ho fatto 15 giorni di vacanza a Parigi e davanti al mio hotel c'era un parking sotterraneo a pagamento.
    Ebbene guardate voi stessi le tariffe :

    http://www.saemes.fr/parking/Parking_sevres-babylone.php

    Bisogna capire che ormai prendere l'auto per andare in ufficio è un lusso e come tale va pagato caro.
    Ovviamente nel contempo si deve inasprire la sosta selvaggia in superficie...come accade in tutte le città europee.

    RispondiElimina
  12. Anonimo caro, è inutile che fai dei confronti con Parigi:
    A) Lì hanno una rete metro che noi ce la sogniamo
    B) I loro stipendi sono molto più alti dei nostri, quindi il prezzo va raffrontato
    C) Lì i vigili urbani fanno il loro dovere

    E allora...de che stamo a parlà?

    RispondiElimina
  13. A) Si prende il trasporto di superficie, si ripristinano tutte le corsie preferenziali con cordoli eliminate negli ultimi disgraziati anni
    B) Falso
    C) I vigili Urbani non servono a Parigi perchè le strade e i marciapiedi sono disegnati e palettati ovunque in modo da impedire fisicamente la sosta a cazzo

    RispondiElimina
  14. A) prima di dirci usate i mezzi pubblici le facessero 'ste cose
    B) No? Davvero? Informati!
    C)Qui la sosta è "permessa" ovunque visto che nè l'arredamento urbano nè i vigili funzionano da deterrente.
    Aggiungerei
    D)Ma perchè dobbiamo NOI adattarci sempre, viaggiare come bestie, pagare prezzi dei parcheggi altissimi?
    Perchè non provano a far funzionare i mezzi pubblici prima di venirci a fare la morale?

    RispondiElimina
  15. Facciamo una simulazione. Immaginiamo di essere un laureando in giurisprudenza che per la tesi da via wolf ferrari (infernetto) deve andare al palazzaccio.
    Con i mezzi (fonte atac.roma.it): costo 3 euro, tempo 30 min. attesa + 2min. per 7 fermate del bus 070= 14 min. + metro B 5 min. attesa (ma quando mai? sono molti di più, ora con la B1 ci metto il doppio del tempo...) + 2*6 fermate= 12 min. + attesa del bus 30 (CLODIO) 8 min. + 2*8 min.= 16 min. più diciamo un totale di 15 min. a piedi da casa alla cassazione contando il cambio dei mezzi e il dover raggiungere le fermate fa in totale 100 min. andata e altrettanti al ritorno (scioperi e doppia fila che blocca il bus permettendo).
    Con l'auto: secondo google maps sono 30 min. (traffico escluso, stima che a quest'ora siano 41, ma al mattino con i pendolari sono almeno 60), escludendo il tempo necessario a trovare parcheggio (almeno all'andata) grazie al parking nuovo nuovo.
    Ora il dilemma: perdere 40 minuti+40 minuti o pagare la benzina e una giornata di parcheggio? E se dovessi fare una sosta di mezz'ora? Quanto vale il mio tempo? Stiamo parlando di un sacco di soldi che non guadagno.
    Come vedete il punto a Roma non è se fare il parcheggio o no, o se andare coi mezzi o no. Il tempo dei mezzi andrebbe ridotto di almeno il trenta per cento (non del cinque per cento, del trenta, non essendo possibile ridurlo del cinquanta).

    RispondiElimina
  16. Altrimenti che succede: comunque vada sono nervoso, frustrato, in ritardo e/o senza quattrini. Se a un disoccupato offrissero un lavoro in zona Piazza Cavour il viaggio lo renderebbe talmente gravoso che su uno stipendio di 10 Euro l'ora per 40 ore di lavoro, totale 1600 Euro e 160 ore, netti 1200 (quanto sono ottimista!), sprecherebbe in un mese altre 60 ore di mezzi (il 37% in più!) con la tessera da 35 Euro (cioè guadagnerebbe 1165 Euro in 220 ore, cioè poco più di 5 Euro l'ora!) o 40 ore con l'auto ma pagherebbe almeno 450 euro al mese (ho simulato 5 Euro a viaggio di benzina e 18 euro di parcheggio giornaliero, venerdì solo 6 ore) senza contare la manutenzione. Guadagnerebbe cioè 750 Euro in 200 ore, cioè 3,75 Euro l'ora! Le venti ore di risparmio di tempo mi frutterebbero 415/20= 20.75 cioè si viene pagati il doppio per il tempo che si spende sul bus rispetto a quanto si prende al lavoro! Quindi si è tassati automaticamente di 20 ore della nostra vita, oltre alle 40 già necessarie per raggiungere il posto di lavoro e ricordo che il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo. Allora, parcheggio o no, anche se il viaggio in auto divenisse più celere e comodo, si devono comunque prendere i mezzi perché non possiamo permetterci la tariffa e la benzina, ed il divario crescerebbe ancor di più. Adesso immaginate di abitare a selva candida, a dragona, a marco simone e ditemi se coi mezzi o con l'auto la cosa funziona. Io dico che non funziona né con il mezzo pubblico né con quello privato: perdiamo talmente tanto tempo e/o denaro per spostarci che attualmente la quantità di lavoro, consumo e risparmio SPRECATI anche solo a Roma ogni anno pagherebbero una finanziaria. Allora che si fa: si cerca lavoro sotto casa, anche a costo di rinunciare alle proprie qualifiche ed attitudini, con spreco enorme di professionalità, diminuzione del reddito ed ovviamente di soddisfazione. E ci sentiamo dire che siamo "choosy". Oppure si parcheggia sul marciapiede, per risparmiare il tempo ma non pagare il costo dell'uso dell'automobile.
    A che serve un giardino di superficie se:
    1) il marciapiede per andarci è invaso dalle auto
    2) non posso andarci con i miei figli perché esco alle 6.30, rientro alle 18.30 e sono pure infuriato? Per guadagnare un'ora con loro devo andare in auto e spendere i soldi che potevo dare a loro per mandarli a fare sport... o prendere un lavoro degradante in nero vicino casa ma senza pensione e malattia che non mi permette comunque di mandarli da nessuna parte, ma almeno sto con loro... è proprio lo spreco che fa rabbia. Chi di dovere dovrebbe rendersi conto di quanto la gente di periferia (che aumenta giorno dopo giorno per via dei costi delle abitazioni dentro al GRA) non riesca, pur volendo, a contribuire al benessere collettivo a causa del traffico e dell'inefficienza dei mezzi pubblici.
    Risolvete questo, avrete ridotto il problema della sosta selvaggia.
    Poi ci sono ancora il problema dei SUV arroganti e quello delle SMART messe in verticale... ma prima cominciamo ad aiutare chi lavora onestamente.

    RispondiElimina
  17. Ho anche un altro esempio. Tempo fa accompagno mio padre alla asl di via vaiano (magliana) per una visita alle ore 8.30 e lo lascio lì per recarmi al lavoro (appuntamento alle 9.00 presso la metro policlinico). Devo spostare l'auto da via vaiano a viale egeo, e parcheggiare nel multipiano della stazione magliana per prendere la metro b. Teoria: 8 minuti di distanza. Pratica: quasi sessanta minuti (traffico congestionato, almeno venti minuti solo per arrivare alla sopraelevata, giro tutto il multipiano ma è pieno fino all'inverosimile, alla fine parcheggio a tipo tre chilometri a piedi, per fortuna trovo un posto regolare - cosa che molti altri come me non hanno fatto, un po' per inciviltà ma soprattutto per la fretta di arrivare puntuali al lavoro). Aggiungiamoci quel quarto d'ora di metro (10 fermate) e cinque minuti di attesa, per fortuna non dovevo superare P.za Bologna con il suo terribile scambio B-B1). Risultato uno: arrivo quasi alle dieci, mi devo scusare con il cliente. Il ritardo lo recupero in uscita, quindi torno a casa tardissimo. Risultato due: quando papà mi chiede "mi accompagni dal dottore?" ... rabbrividisco (non per lui, per il viaggio).

    RispondiElimina
  18. probabilmente i parcheggi sotto terra sono l'unica via per risolvere una situazione così complicata

    RispondiElimina