mercoledì 22 agosto 2012

Ue, ma il Pincio non doveva crollare a causa del terribile parking?



E a quanto pare no. A quanto pare il Pincio crolla lo stesso. L'altro giorno Villa Medici, oggi Viale D'Annunzio, le famose rampe del Valadier. Crolla proprio perché non si è fatto il parcheggio che avrebbe permesso la stabilizzazione e il consolidamento di tutta l'area. Crolla perché gli animali (partiti, comitati) che hanno impedito la realizzazione del parcheggio non hanno fatto nulla per impedire che le rampe del Valadier (che andavano difese) si trasformassero in un enorme autorimessa a cielo aperto. Con tanto di strisce blu. Questo ha minato la stabilità di questo ecosistema architettonico delicatissimo, assolutamente non compatibile con la continua sosta di veicoli pesantissimi, con il continuo andirivieni di vetture alla ricerca di un posto libero. Giorni fa pubblicammo una immagini che vale più di mille parole: auto parcheggiate, proprio su Viale D'Annunzio, anche sulle aiuole. Questo è il Pincio come piace a loro. E hanno pure culo: perché quando finalmente il Pincio si è ribellato, le loro cazzo di macchine manco c'erano. Tutti a Capalbio e a Sabaudia, eh?

14 commenti:

  1. Il problema e' che se si continua a non toccare nulla, come dicono i comitati, e a forza di parcheggiare addosso ai muri, questi vengono giù. Il Pincio e' uno dei posti più belli di Roma ma andrebbe tutto riqualificato. Il parcheggio avrebbe tolto la orribile sosta, trasformando le rampe in percorsi pedonali e ciclabili, e finanziato i lavori di ristrutturazione delle mura.

    RispondiElimina
  2. Bravo! Ad oggi di fatto non è possibile camminare lungo le rampe del Valadier (le stesse rampe che il parcheggio avrebbe minacciato - ???). Le foto lo dimostrano: ogni percorso pedonale è occupato da sosta, peraltro manco abusiva. Regolarizzata. Per i pedoni restano le scorciatoie che tagliano i tornanti, le scalette. Il resto delle rampe è tutto per le vetture.
    Come abbiamo sempre detto, il parcheggio del Pincio, in realtà, E' STATO FATTO!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che paragoni fate???Se si continua a non toccare nulla come dicono i comitati...se si continua a parcheggiare vicino ai muri questi vengono giù??? Ma non sarà che anni/decenni d'incuria stanno lasciando il segno? Il pup avrebbe reso tutto più bello? Una devastazione totale, altro che!
    La soluzione è sempre la stessa: restauri, controllo repressione...ma a Roma non si fa nulla! Vedi dopo settimane di rimozioni e multe se continuano a parcheggiare dove non si può...altro che pup!

    RispondiElimina
  4. Il problema è che non puoi multare o rimuovere macchine parcheggiate nella striscia blu e le rampe del Valadier sono piene di macchine posteggiate regolarmente nella striscia blu (e a pagamento pure). Se vuoi riqualificare la zona devi eliminare quei parcheggi e fare marciapiedi per i pedoni (che oggi non riescono nemmeno a camminare). Le macchine andavano messe sottoterra. La devastazione è vedere le macchine parcheggiate li in modo regolare

    RispondiElimina
  5. Il pup non avrebbe toccato nulla?Non avrebbe rovinato niente?Capirai, visti molti altri pup, abbandonati,in realizzazione da anni e anni si può dire che se semo salvati!

    RispondiElimina
  6. Ci siamo salvati come piace salvarvi a voi. Come in un campo rom: ci siamo salvati con un cumulo di macerie, un sacco de monnezza e decine di vetture abbandonate o posteggiate lungo le rampe del Valadier. Ma non erano sacre, per gli anti-parcheggio? Perché nessuna crociata contro l'ignominia delle strisce blu sulle rampe? Ripa di Meana, se ci sei batti un copo (in fronte!!!).

    RispondiElimina
  7. Tonelli, la diagnosi è giusta (ci sono troppe auto), ma la terapia è sbagliata (metterci un parcheggio che moltiplica le auto che già stanno in superficie). Quell'area è abbandonata come il resto "de Roma" e per ridurre i danni si dovrebbe se non altro ridurre il passaggio di auto. Tal cosa è invisa ai residenti di pregio che vivono lì (tutti parlamentari, ex parlamentari e boiardi vari) che si sono accaparrati una casa a poco prezzo da qualche ente pubblico e non avendo sudato per quei mattoni se ne fottono di quello che succede lì attorno. L'ìmportante è che la propria auto passi e trovi pure posto comodamente. Le strisce blu sono una presa per il sedere, visto che i residenti sono esentati.

    RispondiElimina
  8. Tonelli, me sa che il sole te fa male...perchè continui a travisare? Se uno non vuole il pup per te significa che ama le doppie file, il caos lo sfascio...non potrebbe essere che non voglia il pup ma che VOGLIA il rispetto delle regole, il controllo dei vigili, la diminuzione delle auto che passano/parcheggiano lì? Per te o pup o morte, nulla da fare! La monnezza, lo schifo, i muri che cadono come li avrebbe salvati il pup, dimmi? Oltre al fatto che, visti molti altri pup, abbandonati, fatiscenti, lasciati a metà, in lavorazione da anni e anni non è che si aveva la certezza(io non ce l'ho mai avuta) che il pup "aiutasse il Pincio" ma solo le tasche dei costruttori...oltre a questo, sul quale tu sarai certamente contrario(pup salvatori di qualunque bruttura), mi dici che legame c'è fra la monnezza tra gli alberi, i muri mai puliti/restaurati, gli zozzoni che girano indisturbati lasciando graffiti e sozzume vario e il pup??? Come leghi il pup alla risoluzione di questi problemi? Tonelli, please dammi almeno qualche risposta e non ti celare, anche 'sta volta in: zozzoni, ve piaceno le maghine,zingheri puzzoni...
    Prova, almeno UNA volta, a controbattere: se hai tutta 'sta convinzione non ti dovrebbe venir difficile, no?Tks

    RispondiElimina
  9. Se sono io un mitomane allora come te lo spieghi che nascono comitati contro i parcheggi regolari e non nascono comitati contro la sosta selvaggia e i parcheggi irregolari?

    RispondiElimina
  10. A) parcheggi regolari, come li chiami tu, sono i pup(che spessisimo di regolare non hanno nulla se non il guadagno dei costruttori(si potrebbe portare esempi su esempi inconfutabili...via Volpato?Via Pietro Blaserna?Via Albalonga?Lungotevere Tor di Nona...di cui ho anche allegato foto, settimane fa, tratte da Repubblica)Regolari senza regole, o con regole QUASI(ci sono belle eccezioni) MAI rispettate!

    B)Non dico che sei un mitomane, ho detto che non rispondi con i fatti, con le tue ragioni...senza essere sempre fumoso...rispondi, confuta, dialoga!!! Invece nulla...fumo, accuse generiche, epiteti verso gli altri(zozzoni, zingheri,co le maghine sotto arc culo sempre).Questo, secondo te, è un modo civile di dialogare?

    RispondiElimina
  11. Tonelliiiii, quando devi confrontarti, dare risposte PUUFF sparisci...ma com'è?
    Smentiscici, facce ricrede, strabiliaci!

    RispondiElimina
  12. Vuoi far finire la conversazione(se si può chiamarla così) con tonelli & friends? Fai domande, porta esempi e, magicamente, tutti svaniranno...nessuno ti risponderà più, ahahahahhahahaha!

    RispondiElimina
  13. Cerchiamo di ragionare in maniera alta, tra noi.

    Tonelli & friends

    RispondiElimina
  14. sono daccordo con flavio
    anche per me il parcheggio del pincio era una stronzata proprio in quanto ecosistema architettonico delicatissimo.
    il degrado del pincio non c'entra con la presenza o meno del parcheggio ma dipende dal fatto che i romani non sanno valorizzare il loro patrimonio. basterebbe fare dei marciapiedi lungo la salita con dei dissausori ed ecco risolto il problema

    RispondiElimina