giovedì 9 agosto 2012

Strisce blu. Quello che i comitati non dicono...

La storia orrenda dei parcheggi a pagamento a Ostia (leggete le riflessioni, amarissime, su Romafaschifo; ovviamente anche qui zero commenti da parte dei soliti comitati che dicono di occuparsi di sosta e di mobilità ma che in realtà preferiscono mille volte un parcheggiatore abusivo gestito dalla mafia piuttosto che un parcheggio a pagamento regolare) ha fatto emergere un tema ingiustamente trascurato: quello delle strisce blu. E del loro prezzo, fondamentale per incentivare/disincentivare l'utilizzo del mezzo privato.
Le strisce blu costavano negli anni Novanta 2000 lire, al passaggio dell'euro, dieci anni fa, tutto aumentò ma qui vi fu un insensato sconto: un euro, circa il 3% di sconto. Da quell'epoca tutto rincarò compresi asili, matrimoni e funerali. Di più: il costo per chi prende il mezzo pubblico è passato a 1,5 € (+ 50%), mentre chi piglia la macchina paga le stesse cifre di 15 anni fa con in più il regalo di moltissime strade rimaste free grazie alla follia da quarto mondo della Fiunta Bordoni-Alemanno.
Una enorme quantità di gente che era passata al mezzo pubblico è tornata alla maghina e così l'amministrazione ha potuto massacrare i mezzi scontentanti il minor numero di persone possibile. Intanto i crolli degli introiti dell'Atac sono stati recuperati aumentando il biglietto dei bus, tram e metro. Insomma chi prende i mezzo pubblici "paga" chi va in macchina, una roba unica a livello globale. Strategia perfetta che nessun comitato no-pup (ehi ma non erano a favore della riduzione delle auto???) ha manco lontanamente smascherato o contestato. Eppure è un quadro atroce che dovrebbe vedere tutti mobilitati, una serie di scelte allucinanti che hanno cambiato subdolamente la testa dei cittadini. E invece nascono comitati per combattere contro i garage interrati, vi rendete conto? È inaudito, indifendibile...

A scanso di equivoci, visto che a Roma c'è ancora una maggioranza di persone e di amministratori (d'altronde c'è una maggioranza di cani burini) che pensa che il parcheggio su strada debba essere libero, segnaliamo che la sosta a pagamento, dovunque, è la norma in tutta Europa. In foto un parchimetro (realizzato tra l'altro dalla italiana Solari di Udine) nella città di Cracovia dove ci troviamo in ferie vergognandoci di essere italiani - come accade a chiunque voli via dal paese e abbia occhi per vedere -, perché anche in Polonia il parcheggio su strada si paga sempre e dovunque...

21 commenti:

  1. Il problema non è che si preferisce pagare i parcheggiatori abusivi...e che così sapete cosa succederà(come in molte altre zone di Roma)? Si pagheranno le strisce blu e si continuerà a pagare gli abusivi, per nulla scoraggiati dalle suddette strisce e per nulla(e quando mai) cacciati da chi sarebbe preposto!
    Ulteriore, ma non secondaria, osservazione: è inutile portare ad esempio altre città, europee e non...a Roma i mezzi pubblici, specialmente la sera e d'estate, sono, a dir poco, vergognosi! Come può una persona essere incentivata ad usarli quando, ti faccio il mio caso, per andare a lavoro in auto impiego 15 minuti e col bus(bus-metro-bus) 1 ora se mi va bene???E daje su!!!

    RispondiElimina
  2. A Cracovia, o a Parigi, o Londra ce so i parcheggiatori abusivi??? I bus/metro funzionano??? Allora de che stamo a parlà?Per voi basta pagare le strisce blu o i parcheggi interrati e tutto, puf, cambia!
    Se non cambia la città, chi la governa che dovemo pagà???

    RispondiElimina
  3. condivido quello che dici.
    Qui a Roma la categoria degli automobilisti è molto forte e numerosa.
    Motivo per cui:
    - si può parcheggiare liberamente dove si vuole (doppia e terza file, addosso agli alberi, sopra le strisce pedonali e sopra i marciapiedi);
    - le costruzioni dei pup vanno molto a rilento;
    - i vigili spesso chiudono un occhio.

    Certe strade ridotte a sfasciacarrozze esistono solo a Roma...

    RispondiElimina
  4. Metro a cracovia? Se come no.... Per continuare a fare i vostri comodi egoisticamente volete far credere che Roma ha i peggiori trasporti del mondo? Ebbene siete solamente ridicoli. I parcheggi a pagamento ci sono dovunque. Semplicemente dovunque. Anche dove non vi è alcuna metro. Se ne siete capaci dimostrate il contrario, razza di rom ripuliti che altro non siete!

    RispondiElimina
  5. Anonimo delle 12:46...che bella persona a modo che sei...Cosa vuoi sentirti dire che hai ragione?Bravo hai vinto! Cosa vuol dire che i parcheggi a pagamento ci sono dappertutto?Questo significa che, supinamente, tutto va accettato???Pagare pagare sempre?E i servizi? E il far rispettare le regole? Sai che se la municipale facesse le multe, come dovrebbe, altro che gli spiccioli delle strisce blu...avoja a soldi!Le strisce blu sono la soluzione a tutto???Non comprendi o non ti viene il dubbio che, anche se ci fossero strisce blu ovunque, non si risolverebbe granchè?Molti non pagherebbero,multe poche,abusivi sempre...quindi? Oltretutto: ma ve piace pagà per non avere nulla in cambio??? A me dare i soldi al comune(questo comune che fa pietà) fa tanto incazzare...a voi ve piace, non vi confrontate con nessuno, siete soltanto pronti ad inveire contro chi la pensa, un minimo, diversamente da voi...siete come gli amici dei PUP a tutti i costi!

    RispondiElimina
  6. Tonelli sei votato all'insulto, o alla virtù delle figlie o all'intelligenza dei padri e delle madri. Nessun comitato si è sognato di sostenere che la sosta debba essere libera o a basso costo. Se hai un caso specifico da citare, allora citalo invece di fare affermazioni false e opportunisticamente generiche e vaghe. Roma ha oggi molti parcheggi. Sono troppi. E quindi bisogna ridurli, o eliminandoli fisicamente (5 mila all'anno nei cd central business district per 10 anni) oppure aumentando il prezzo (che è poi è equivalente a ridurli in termini economici). Infatti, Roma oltre ad avere più parcheggi di quasi tutte le capitali europee (ad esempio, di più di Londra e tanti quanti Parigi e Madrid), ha anche il record della città con i parcheggi con tariffe più basse. Mostri la consueta incoerenza, vuoi aumentare i parcheggi (il pup prevede appunto l'aumento significativo di posti auto in centro) e poi vuoi aumentare la tariffa? Le due cose sono incompatibili. O stai con i no pup (meno parcheggi=più alte tariffe su strisce e non strisce) o stai con i propup (più parcheggi).

    Chi lamenta servizi di trasporto pubblico insufficienti ha ragione a dolersene, ma non si può ignorare che il flusso di auto a Roma ha dimensioni che non ha equivalenti in nessuna città europea. L'alta disponibilità di posti auto in centro è un problema (favorisce il possesso e l'uso dell'auto). Non è l'unico problema, ma è una parte importante del problema. Bisogna scoraggiare il possesso e l'uso dell'auto, da un lato, e l'aumento della quantità e qualità dei mezzi pubblici, dall'altro lato. Da una parte bisogna cominciare, e non ci si può nascondere dietro argomenti che tradiscono in realtà una passività intellettuale e fisica da filosofi mancati della Magna Grecia.

    RispondiElimina
  7. Sciocchezze su sciocchezze. Il problema non l'alto numero di posti tout court. E' l'alto numero di posti gratuiti. Non creano problemi le auto "utilizzate" (ogni città del mondo è piena di auto utilizzate), creano problemi le auto "non utilizzate" ovvero quelle in sosta. Perché sostano laddove ci dovrebbero essere preferenziali e ciclabili o laddove ci dovrebbero essere ulteriori corsie per il deflusso delle auto "utilizzate". Insomma la questione che crea problemi non è che le carreggiate sono percorse da troppe auto, bensì che le carreggiate sono ingombrate da auto ivi ferme in sosta. E' chiaro o ti debbo fare un disegnino?

    "Nessuno dice che...". Ridicolo, patetico, pericoloso. C'è l'epidemia di ebola, loro si scagliano con la massima veemenza contro il raffreddore e quando gli fai notare che ci sarebbe piuttosto da combattere tutti insieme l'ebola e non possono stare a pensare ad un raffreddore ti rispondo: "eh ma chi ti ha detto che noi siamo a favore del vaiolo". Ipocriti stronzi, con me non attacca, questo è il vostro problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "nessuno dice che..." quello che appunto tu pretendi gli altri abbiano detto. Non hai specificato il "chi" e il "cosa". L'analogia con il raffreddore, l'ebola e il vaiolo è una serie di non sequitur degni di un alcolista all'ora di chiusura dei bar.

      Per quanto riguarda le auto "non utilizzate" e "utilizzate" è una distinzione che non ha senso. Tutte le auto sono "non utilizzate" per la maggior parte del loro tempo. Più auto ci sono in giro, più aumenta la quota di auto "non utilizzate", per stare alla tua nomenclatura. Se ci sono tante auto, queste vengono utilizzate, e tutte le auto utilizzate per il 99% del loro tempo sono poi parcheggiate e restano inutilizzate in aree di sosta. Se non riesci a capire questa cosa, dovresti proprio fare un disegnino. Hai serie difficoltà con il pensiero astratto, e abbisogni di esempi visivi.

      Per quanto riguarda i posti auto gratuiti, è un principio elementare di economia, che se aumenta la quantità di una cosa, il suo prezzo scende. Più posti auto=più bassa la tariffa per la sosta. NOn solo il prezzo della cosa X scende se aumenta la quantità della cosa X, ma scende anche se aumenta la quantità di cose sostitute e analoghe a X. Se aumenta la quantità disponibile di pellicce di visone, scende il prezzo non solo di quelle pellicce ma anche dei cappotti di lana. Se aumentano i parcheggi interrati, scende il prezzo dei parcheggi in superficie, e così via. E' un principio stranoto da molti secoli ormai, è ora che ti aggiorni.

      Elimina
  8. Esatto. Il problema è che quando sono "non utilizzate" non devono stare su suolo pubblico. Tu quando sei "utilizzato" (ovvero devi fare cose) puoi stare in giro, per strada, sul suolo di tutti. Ma quando sei "non utilizzato" (ovvero, per fare un parallelo, quando dormi) devi stare su suolo PRIVATO. A casina tua. Senno' sei un senza fissa dimora e vieni, sperabilmente, sgomberato. E' chiaro il concetto? Le auto sono un elettrodomestico privato e ciascuno deve provvedre al loro ricovero. Come non puoi mettere per la strada la tua cazzo di lavastoviglie perché magari non hai posti in cucina, allo stesso modo non puoi metterci la tua scatoletta di lamiera ridicola e pericolosa. Le strade, caro mio, le usi come strade, non come garage.

    Continua poi pure a parlare di visoni. E soprattutto in presenza dell'epidemia di colera, continua a fare la lotta per combattere il raffreddore. Nella speranza, come al solito, che uno dei 300 di quest'anno sia tu o uno dei tuoi cari. Solo dopo, forse, comprenderai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tonelli, ribadisco che la distinzione tra auto "utilizzate" e "non utilizzate" è irrilevante per quello che vuoi dire (forse non ti sai esprimere compiutamente e volevi dire qualche altra cosa) ma sono d'accordo con te, e non con Mario, quando dici che chi utilizza l'auto deve pagare per lo spazio che usa. Ma questo che coerenza ha con chi vuole i pup come te? Il pup è un regalo fatto dai cittadini a chi costruisce il pup e non riduce le auto ma le aumenta, sia quelle "utilizzate" sia quelle "non utilizzate" che sono una quota proporzionale alle prime. Alla fine della fiera torni a casa con più auto e traffico.

      Sui 300 opliti delle Termopili, come al solito vaneggi non sapendo collegare causa ed effetto.

      Elimina
  9. Tonè ma dove vivi??? A Roma o in una città delle fiabe? Pagare, auto nei box, non usarle, mezzi pubblici...ma ti rendi conto in che città vivi? Ti rendi conto di ciò che paghi e di cosa ti danno in cambio(visto che paghi/amo)? Per quale motivo dovrei impiegare, come minimo, 4 volte il tempo che impiego con l'auto usando il bus? Dobbiamo sempre dare, pagare....? Ma quand'è che 'sta cazzo de città diventa "europea"? Quand'è che i vigili si decideranno a far le multe? Quand'è che i mezzi pubblici potranno dirsi degni di una città? A tutto questo l'unica tua risposta qual'è? PUP, strisce blu, prezzi alti per la sosta, box...ma chi ce li dà i $...e non venirmi a dire che senza auto i bus sono frequenti e puntuali che muoi dal ridere...fatti un giro in questi giorni, poche auto...e i bus??? Tu li vedi,vedi che frequenza hanno, come sono puliti,freschi ed efficienti?E vogliamo parlare della metro???No traffico ma corse ogni 10 minuti, vetture "forno", stazioni merdose e ancora vuoi dirmi che è colpa mia che uso la macchina??? Ma un esame de coscienza te lo fai qualche volta? Mi fate ridere, prezzi parcheggio più alti, box, pup...e fate i confronti con l'Europa...ma gli stipendi(per chi ce l'ha) li avete visti? La macchina a Roma non è un piacere, è obbligatoria cari miei, e già tassatissima dai cari governanti, perchè per loro, le strisce blu, sono solo 1 voce in più a bilancio, non soldi per la riqualificazione e il miglioramento dei mezzi pubblici, ad esempio...Pensateci qualche volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Mario, se hai l'auto e consumi spazio pubblico, allora devi pagare la collettività che te lo fa usare quello spazio. Non puoi avere le cose gratis. Si sa poi che quando le cose sono gratis, uno ne abusa e le utilizza come fossero roba sua a spese degli altri.

      Se invece sei un pezzente e non hai lo stipendio, come pari tu voglia far credere, allora non devi proprio prendere l'auto (non te lo puoi permettere perché devi pagare benzina, assicurazione e, certemanete, anche il parcheggio) ma usare la bici oppure il motorino o finanche il bus bestiame, che è in queste condizioni deprecabili perché gente come te prende l'auto anche quando non se lo può permettere e se ne fotte se poi il tuo sindaco Alemanno mette all'Atac i suoi famigli, o camerati dei suoi campi identitari che frequenta. L'Atac, che gestisce appunto i mezzi pubblici, ha circa 86 dirigenti di cui 49 prendeono oltre 100 mila euro, altri 15 prendono oltre 200 mila euro e qualcuno vola sui 300 mila. Questi super-uber top manager dell'Atac, con stipendi che nemmeno i professori di Harvard e MIT si sognano, saranno allora pronti, anzi prontissimi, ad ascoltare le lamentele di cittadini intelligenti e istruiti come te che producono e contribuiscono allo sviluppo di questa città.

      Elimina
    2. Basta rispondere a questo troll. Manteniamo il livello della discussione sopra un certo standard. Non è rispondendo a chi sostiene che visto che "siamo a Roma" non si può aspirare a niente di decente che si risolve qualcosa. Vi prego di ignorarlo, io mi auguro sempre che gentaglia del genere si faccia il suo blog. Questo blog nasce per migliorare la città, non certo per constatare che è immigliorabile come egli (e quelli della sua razzaccia) sostiene.

      Elimina
  10. Ciò che è rilevante o non rilevante non lo decidi tu. Sta di fatto che le auto in transito sono un problema di un certo tipo (esistente in TUTTE le città del mondo) le auto in sosta sono un altro tipo di problema (esistente SOLO a Roma in questi termini e con questo tasso di abusivismo e illegalità).

    RispondiElimina
  11. Siete farneticanti! Se sei un pezzente??? Bus bestiame per colpa di chi prende l'auto??? Roma è in questo schifo perchè c'è chi prende la macchina?
    Che le multe non vengono fatte, che oltre ai pup per voi non si deve cambiare nulla, che anche questi giorni che traffico non c'è i mezzi pubblici fanno schifo comunque (la metropolitana sempre) NULLA???
    PAGARE PAGARE PAGARE, PUP PUP PUP e Roma cambierà in meglio! A me sembrate matti...oltre che ignoranti ed offensivi come al solito!

    RispondiElimina
  12. Manco te lo decidi Tonè e men che meno i tuoi amici dei pup: ciò che vuoi, ciò che si evince dal tuo blog, è: pup per risolvere tutti i problemi, strisce blu ovunque e BASTA, se i vigili non fanno le multe...PUP, se i mezzi pubblici non vanno...PUP, in barba ad ogni controllo, ritardo, problema...sei cieco o fai finta!!!
    Solo a Roma esiste un problema per le auto in sosta...vorrei farti notare che, forse, solo a Roma abbiamo una polizia municipale di questo genere, solo qui abbiamo dei mezzi pubblici obbrobriosi...ogni tanto prova a pensare anche a questo e smettila di dire: ci sono problemi lo sappiamo ma i pup e le strisce blu devono andare avanti...il resto va in malora ma che ce frega!
    Le strisce blu, secondo te, servono solo e soltanto a scoraggiare l'uso dell'auto ...non ad ingrassare i nostri cari governanti,no no! Se volessero fare ciò potrebbero benissimo, di pari passo, far lavorare i vigili, cercare di far funzionare meglio i mezzi...invece no, pagate pagate e tutto il resto rimane com'è!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Pagare pagare" è quello che deve fare chi "consuma consuma", in questo caso spazio. Le multe non si fanno? Certo, è un problema. Chi non vuole pagare le strisce blu non vuole pagare nemmeno le multe. Sono le stesse persone, gli stessi automobilisti. I vigili assecondano questo gruppo di pressione formato da una minoranza di cittadini automuniti che se ne fotte e non vuole seguire nessuna regola.
      Io sono un nopup, perché il pup è uno strumento per fare beneficenza ai costruttori romani a spese dei cittadini tutti, e perché aumentando i parcheggi aumenta il traffico cittadino e l'inquinamento. Quindi i parcheggi devono diminuire anche come strumento per disincentivare il possesso e l'uso dell'auto. Anche aumentare le strisce blu, o la relativa tariffa, agisce nella stessa direzione, e cioè ridurre le auto. Se l'auto l'avete è perché avete fatto una scelta che comporta delle conseguenze, anche monetarie. I nopup hanno interessi opposti a coloro che intendono usare l'auto in città lasciando che gli altri ne paghino i costi, sia in termini finanziari sia non finanziari (inquinamento, congestione etc.).

      Elimina
  13. Caro anonimo, non far finta di non comprendere, non dico di usare l'auto sempre, ma non mi venire a dire che, coi mezzi pubblici che ci sono qui, l'auto è una scelta e non, spesso, una necessità! Perchè spendere il triplo/quadruplo del tempo, per andare a lavoro, viaggiando su carri bestiame, non sapendo a che ora si arriva e bruciandosi anche ore di permesso? No caro anonimo, no caro Tonelli, mi dispiace ma alla macchina, se non con valide alternative, non ci rinuncio, e non è una scelta ottusa, è ragionata: ho provato, circa 1 mese, ma non è cosa!

    RispondiElimina
  14. Nessun ti chiede di rinunciare. Ti stiamo solo dice che, se la vuoi usare, devi pagare per questo. Tutto qui. Non si capisce perché se uno prende il tram deve pagare 1,5 euro all'andata e 1,5 al ritorno e se uno invece piglia la macchina la debba posteggiare, su suolo pubblico, a gratis!

    RispondiElimina
  15. Oltre al fatto che 'sta guerra fra poveri che fa mi fa ridere Tonè, comunque non capisco perchè tutto,secondo te, si risolverebbe inasprendo i prezzi delle strisce blu/pup. Non fai una parola della merdosa condizione dei mezzi pubblici, non dici nulla sul lassismo totale dei vigili, nulla, queste son cose che, purtroppo son così, le dobbiamo accettare: intanto pagate e pagate. Olte al fatto che, Tonelli caro, io 3 euro all'atac, per viaggiare(quando passano) sui carri bestiame non glieli do davvero, meglio andare a piedi. Una domanda, quanto dovrebbero costare i parcheggi secondo te?Non t'è mai saltato in mente che il comune si fa pagare le strisce blu per i cavolacci loro?Non è che li usino per migliorare nulla, e allora dovrei pure esser contento di pagare? I mezzi pubblici sono una chiavica, le strisce blu a 10 euro l'ora, così Tonelli è contento...quali alternative abbiamo?Facce sapè!

    RispondiElimina
  16. Tonelli Tonelli, fagli domande e lui svanisce....!

    RispondiElimina