mercoledì 1 agosto 2012

Aperto il parcheggio di Piazza Cavour. Ora guerra alle auto in divieto tutt'intorno

In questi giorni la Antonella De Giusti è molto attiva. Combatte contro la valorizzazione immobiliare delle aree abbandonate (una roba che si fa in tutte le città del mondo e che, nella fattispecie, servirebbe a salvare il culo all'Atac) e, qualche settimana fa, lottava contro la parziale pedonalizzazione di Piazza Cavour (!). Oggi le vorremo chiedere di lottare contro la sosta selvaggia che, come un cancro, continua a massacrare tutte le zone circostanti Piazza Cavour nonostante la realizzazione del nuovo parcheggio interrato con centinaia e centinaia di posti auto a rotazione. Saprà il XVII Municipio cogliere una occasione storica? E saprà farlo anche il Primo visto che il parcheggio nuovo si trova a 10 minuti a piedi da Piazza Navona e visto che ora non vi è più alcun vero motivo per tollerare episodi inauditi di sosta selvaggia in quell'area dell'Ansa Brocca?

Oppure i nostri amati amministratori vorranno farci ripetere, anche qui, anche in questa importante e tra l'altro bellissima infrastruttura (ue, cosa penseranno gli amici No Pup guardando Piazza Cavour? Con le sue palme, i suoi vialetti, il suo verde. Rosicheranno da matti a non vederla ricoperta di auto in superficie eh?) l'esperienza che si ripete al parcheggio di Villa Borghese: auto in divieto sopra, parcheggio regolare vuoto sotto?

www.parcheggiopiazzacavour.it

18 commenti:

  1. Guardate un pò cosa succede a Milano..

    MILANO - Parcheggi
    Approvato nuovo progetto per box residenziali in via Celio (milano)


    Giunta ottiene blocco prezzi dei posti auto. Castellano: “Competenze specifiche e maggiori responsabilità ai Comitati di vigilanza per rafforzare controlli sui cantieri ed evitare nuovi scempi”

    Milano, 30 luglio 2012 – Con l’approvazione del nuovo progetto del parcheggio residenziale di via Celio potrebbero partire già il prossimo autunno i lavori per la realizzazione di 253 box per residenti in zona via Novara. Il progetto prevede anche la sistemazione dell’area superficiale a carico del concessionario con verde, area giochi, riordino della sosta e dei percorsi pedonali.

    “Stiamo sbrogliando una matassa complicata – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Lucia Castellano – e uno dei nostri obiettivi è proprio quello di promuovere la realizzazione dei parcheggi nelle periferie per incrementare l’offerta di posti auto nelle zone residenziali e favorire l’uso del mezzo pubblico in luogo del mezzo privato. Allo stesso tempo rivedremo, quando possibile, la localizzazione dei parcheggi a rotazione nel centro cittadino: già 6 i progetti stralciati dal Piano urbano parcheggi”.

    Il progetto originale del parcheggio di via Celio, assegnato al concessionario nel 2002, prevedeva 318 posti auto. A seguito di una valutazione tecnica svolta dagli uffici comunali sull’effettivo fabbisogno dell’area, i box sono diminuiti del 20%, arrivando a 253. Ma questo non comporterà aumenti del prezzo stabilito inizialmente, come espressamente chiesto dal Comune.

    “In netta discontinuità con chi ci ha preceduto – aggiunge l’assessore Castellano – e per risparmiare nuovi scempi alla città, è importante che il Comune sia parte attiva nella difesa dei diritti dei cittadini e garante della corretta realizzazione dell’opera. Per fare ciò, l’Amministrazione sta riprendendo il controllo di queste opere, tanto nella fase della stipula della convenzione, quanto in quella delle definizione del prezzo del box e del controllo sul cantiere”.

    A questo proposito, è stata approvata dalla Giunta comunale un’altra importante delibera che rafforza i compiti e le responsabilità dei Comitati di vigilanza per i parcheggi. Ogni Comitato, composto da 2 dipendenti comunali selezionati sulla base delle specifiche esperienze maturate nel campo delle costruzioni, attuerà una vigilanza attenta e costante sul cantiere, anche con controlli bisettimanali. Il Comitato avrà la responsabilità di garantire il rispetto dei termini stabiliti in convenzione e segnalare repentinamente le irregolarità.
    http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/!ut/p/c1/04_SB8K8xLLM9MSSzPy8xBz9CP0os_hAc8OgAE8TIwMDJ2MzAyMPIzdfHw8_Y28jQ_1wkA6zeD9_o1A3E09DQwszV0MDIzMPEyefME8DdxdjiLwBDuBooO_nkZ-bql-QnZ3m6KioCADL1TNQ/dl2/d1/L2dJQSEvUUt3QS9ZQnB3LzZfQU01UlBJNDIwT1RTMzAySEtMVEs5TTMwMDA!/?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/giornale/giornale/tutte+le+notizie+new/casa%2C+demanio%2C+lavori+pubblici/approvato_progetto_box_residenziali_via_celio

    RispondiElimina
  2. Intanto oggi 1 agosto, con la città mezza vuota, le macchine in divieto di sosta sono tutte al loro posto intorno al parcheggio nuovo di pacca, chiaramente sotto lo sguardo amorevole della polizia di Roma Capitale. Mi spiace, ma ad oggi Piazza Cavour non è proprio un buon esempio per zittire i No Pup. Hanno sequestrato il parco del quartiere per un decennio e per ora si sono limitati a ripristinarlo (tolto lo spazio per rampe, discenderie e prese d'aria). La parte pedonalizzata sotto il palazzaccio speriamo che regga (per ora è l'unica cosa positiva), ma conosco i miei polli e sarà dura evitare che diventi il parcheggio privato dei dipendenti della Cassazione. Se non riqualificano subito pesantemente intorno alla piazza, eliminando lo schifo che c'è oggi, Piazza Cavour per me è da considerare un fallimento. Un valido argomento per i No-Pup e per chi sostiene che i parcheggi creano solo traffico. Incrocio le dita e spero di sbagliarmi, ma temo proprio sia il solito film già visto al Gianicolo e a Villa Borghese.
    FWC

    RispondiElimina
  3. http://www.parcheggiopiazzacavour.it

    RispondiElimina
  4. TARIFFE 2.80 euri per la prima ora, 2.20 per le ore successive.
    E' proprio a buon mercato!!!

    RispondiElimina
  5. Dovrebbe costare di meno? Quale dovrebbe essere un prezzo corretto? Io penso che il problema siano i 4 euro per un giorno di parcheggio sulle strisce blu nel centro di Roma. Nessun parcheggio privato può competere con dei prezzi del genere è evidente. Praticamente parcheggiare una giornata nel centro di Roma sulle strisce blu (occupando lo scarso e prezioso suolo pubblico disponibile, nonchè congestionando la città e scostringendo tutti a rispirare i relativi gas di scarico) costa poco più dei 2 biglietti dell'autobus da pagare per raggiungere il centro utilizzando i mezzi pubblici. Decisamente non è un grande incentivo per rinunciare al mezzo privato. Chiaramente parliamo di chi paga le strisce blu e quindi in teoria, perchè intorno a piazza Cavour parcheggiano in sosta vietata (gratis)ovunque. Difficile competere.

    FWC

    RispondiElimina
  6. Ottime osservazioni nei commenti (a parte la lamentela per una tariffa oraria tutto sommato ridicola).
    Purtroppo anche il parcheggio interrato di piazza Cavour si inserisce perfettamente nello squallido panorama romano, checche' se ne dica su queste pagine.
    La piazza aveva gia' il giardino centrale (e meno male che qui sono riusciti a preservarlo, non come il disastro fatto a piazzale delle Muse) e non e' mai stata "ricoperta di auto in superficie".
    Prevedibilmente la situazione della sosta selvaggia non cambiera' in nulla, visto che i vigili in servizio qui sono gli stessi del resto della citta' e la nuova nomina del pur ottimo Buttarelli non potra' cambiare di molto le cose, almeno nel breve.
    Lo scandalo maggiore, ossia la sosta dei veicoli dei dipendenti del palazzaccio che occupano tutte le rampe dello storico stabile e financo i marciapiedi che lo circondano (!?!), non viene neanche sfiorato dal pur impegnativo parcheggio.
    Per cui, tirando le somme, anche in questo caso si e' trattato di un interesse privato della ditta costruttrice, del tutto legittimo, accompagnato dall'interesse privato dei pochi cittadini che hanno potuto acuistare i posti auto, legittimo anch'esso.
    Di vantaggio pubblico e possibilita' di incidere sul problema della sosta selvaggia nessuna traccia. Come al solito ... alla romana.
    Peraltro non risultano contrarieta' all'opera, per cui evidentemente quando si fanno le cose per bene (anche se in questo caso non vi erano stabili privati direttamente interessati dall'intervento) non viene fuori alcun furore no-pup.

    RispondiElimina
  7. Dove sta l'interesse privato della ditta costruttrice se il parcheggio rimane vuoto?

    Più che altro io vedo una grossa miopia di chi costruisce a Roma. Forse pensano di essere a Amburgo o Copenaghen, dove cioè una volta fatto il parcheggio i clienti arrivano automaticamente perchè parcheggiare in superficie è proibito.

    Invece se non si danno una mossa a insistere sull'arredo urbano avremo solo tanti fallimenti.

    RispondiElimina
  8. Il furore no pup te lo spiego io perché non lo vedi. Non lo vedi perché qui, come tu dici, non hai posti auto illegali da togliere. Visto che non c'erano pure prima. Il furore no pup non lo trovi a Via Rolli, non lo trovi a Piazzale delle Muse e non lo trovi a Piazza Cavour? Lo trovi invece a Via Fermi, a Viale Da Vinci, a Via Albalonga. Lo trovi, insomma, laddove ci sono da difendere prepotenza, illegalità, sosta selvaggia. Se gli togli la sosta selvaggia, impazziscono. Se cerchi di sistemare le cose, impazziscono, se invece fai un parcheggio dove la sosta non c'era, fosse anche in pieno centro dove loro dicono che non vanno fatti (stanno raddoppiando Villa Borghese, ma li hai sentiti dire una parola?), allora si può fare.
    E' semplice: chi tocca la loro sosta selvaggia muore. Facci caso.

    RispondiElimina
  9. Tonelli, parli ancora di via Albalonga?Ma nun te vergogni?Hai visto in che condizioni hanno lasciato il cantiere i tuoi amici PUP?I NO PUP non sono folli o malati come dici tu, ascolta le loro ragioni invece di sbraitare sempre e difendere i PUP in ogni modo o maniera, rispondi alle domande e ai dubbi delle persone.Ti è stato chiesto 100 volte dei PUP di. Via Blaserna (abbandonato, giardino sovrastante fatiscente e mai curato)Via Ettore Rolli(cantiere aperto da secoli)Via Fermi(ai NO PUP non hai mai risposto se non con insulti vergognosi)...impara l'educazione e impara a confrontarti con le persone, per giuste o sbagliate che siano le loro idee; non si può dire soltanto: da voi è uno schifo, il PUP risolverà tutto, fidatevi di noi! Devi sentire le ragioni e i dubbi di chi lì ci abita, la ditta costruttrice DEVE farlo, deve dare dati veri e, soprattutto, ci deve essere un CONTROLLORE SUPER PARTES che vigili veramente sul cantiere, dall'inizio alla fine! Tu vorresti dirmi che, qui a Roam, con 'sta giunta de ladri e intrallazzoni, si deve star tranquilli perchè tutto sarà fatto a regola d'arte???

    RispondiElimina
  10. Tariffa ridicola? Ma quanto deve costare l'ora, per voi, un parcheggio?Perchè, e te lo dice uno che usa al 90% il motorino, si devono pagare tasse e balzelli, diretti ed indiretti, sul possesso di un auto(anche di valore prossimo allo zero)esorbitanti ed oltretutto, ogni volta che la si usa, bisogna ingrassare il comune o i costruttori?Vivessimo in una città con dei mezzi pubblici degni di questo nome ok ma siamo a Roma, penso ve ne siate accorti!Da casa mia a piazza Cavour, coi mezzi, impiego minimo 1 ora e mezza...viaggiando come su un carro bestiame e prendeno almeno 3 diversi mezzi(se mi va bene)e non vivo all'estrema periferia, ma a viale Marconi.Quando Roma avrà, se mai li avrà, mezzi pubblici degni di questo nome(e di tutta Europa), allora sì che si potrà "vessare" chi si ostina ad usare l'auto...ma non ora(e non venitemi a raccontare che, senza o con meno auto, l'ATAC funzionerebbe da dio...guardate cosa succede ad agosto, macchine molte di meno...bus inesistenti...quindi, de che stamo a parlà???

    RispondiElimina
  11. scusate se difendo il dr. tonelli che neanche conosco ma credo che la sua azione sia meritoria. d'altronde anche de gaulle disse: chi vede tutti i lati di un problema non vede un bel niente. quindi, bravo tonelli che difende, anche con veemenza talvolta piuttosto pesante, il suo punto di vista. non vedo perchè i no pup (che hanno grande eco su alcuni quotidiani...quasi sempre gli stessi) possono fare e dire quello che vogliono e tonelli no? d'altronde questo è un suo blog e lo articola bene e tutti ci possono scrivere,anche il sottoscritto. bravo tonelli, anche io voglio a roma più parcheggi (interrati, di scambio, moderni, funzionali e a prezzi umani) e piazze riqualificate. il problema è che si ha quasi paura di dirlo. su questo bisognerebbe riflettere. pare che oramai i no-pup siano "il verbo" ma piano piano si uscirà da questa situazione, ci vorrebbe da parte di alemanno e vannini un pò più di coraggio e velocità nell'esecuzione dei progetti, perchè questi tira e molla non fanno altro che dare fiato a chi si oppone un pò a tutto per colpa anche della sindrome del nimby (not in my back yard). traduco, ma credo che già lo sapete, "lavori sì, ma non nel mio giardino - oppure - vicino a dove vivo".

    RispondiElimina
  12. Ho aperto questo blog proprio per questo. Esattamente per questo. Proprio perché "si ha paura a dirlo". Nell'unica città al mondo in cui comportarsi da incivili non è una vergogna, è un vanto. Ecco, da quando c'è Pro Pup si ha sempre paura a dirlo, ma un po' meno...

    RispondiElimina
  13. ho visto con piacere che forse cominciano a fare il park a lung arnaldo da brescia ma adesso pensadoci forse è solo per i lavori sul tratto metro flaminio - lepanto

    RispondiElimina
  14. questo parcheggio lo userò perchè sono a favore dei PUP e tutti dovrebbero farlo..

    però voglio dire una cosa. una sosta media è di almeno 1 ora e mezza.. sono 5 euro con queste tariffe..non è poco.

    lo posso pure fare, perchè lasciare la macchina a schifo mi disgusta ma allora chiedo di non vedere macchine messe in curva, in doppia fila sui muretti ecc.. perchè altrimenti pagare 1 ora e mezzo di parcheggio 5 euro mi farebbe parecchio rosicare. che sono l'unico fesso che paga?

    e poi altra osservazione. con prezzi del genere, questo parcheggio sprofonderà e non lo userà praticamente nessuno. è un errore.

    al mercato trionfale, parcheggio che uso sempre, costa 1,50 l'ora. mi pare onesto come discorso.

    avrei fatto 1 ora 2 euro, seconda ora 1.50.. insomma, un minimo più competitive.. con quei prezzi non lo riempi e le macchine restano in doppia fuori, datemi retta.

    ci volevano prezzi competitivi che invogliassero a metterla dentro, non deve diventare una cosa elitaria solo per cassazionisti milionari.

    Mike

    RispondiElimina
  15. " bravo tonelli, anche io voglio a roma più parcheggi (interrati, di scambio, moderni, funzionali e a prezzi umani) e piazze riqualificate."
    Se fosse vero lo vorremmo tutti ma così non è, e lo sapete benissimo!

    RispondiElimina
  16. ma sul park a lungotevere arnaldo da brescia qualcuno sa qualcosa?

    RispondiElimina
  17. http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/06/foto/piazzale_flaminio_la_discarica_nel_cantiere-40464326/1/

    Eccolo il pup di Lungotevere Arnaldo da Brescia...questo mio post, l'amico Tonelli, l'ha già eliminato 3 volte.
    Strano, eh? Tonelli rispondi coi fatti e con la tua dialettica proverbiale e non usare 'sti mezzucci.

    RispondiElimina
  18. Piccolo e breve intervento
    ho finalmente provato il parcheggio di piazza cavour per cinema pomeridiano con bambini sabato pomeriggio. Opera necessaria e moderna da città avanzata. Entrando noto con stupore che nonostante la giornata fosse quella da grandi folle il parcheggio ha molti posti liberi. Poi dopo circa un'ora e mezza di cinema ho capito il perché. 5 euro 5!! 2.80 per la prima ora e 2.20 per la seconda. Così la battaglia propup (di cui sono un grande sostenitore) è persa in partenza si ricade sempre negli stessi errori se realizzi un parcheggio in zone molto frequentate la tariffa deve essere equilibrata e comunque abbordabile ai più per decongestionare l'esterno e per rendere la sosta una trafila normale come in tutte le città che hanno ripensato l'assetto urbanistico dei centri storici proprio in funzione dell'utilizzo della macchina. Penso a Bolzano e Madrid ad esempio.
    Altri esempi oltre lo stesso Cavour sono il parcheggio dell'auditorium (parcheggio semivuoto e macchine in tripla fila fuori + vigili inesistenti) e quello di villa borghese che è sempre vuoto
    La soluzione potrebbe essere una maggiore vigilanza da parte di vigili urbani latitanti (risolverebbero il problema delle casse municipali) e una drastica revisione delle convenzioni che il comune stipula con i privati realizzatori. Voi che ne pensate?

    RispondiElimina