lunedì 18 giugno 2012

Lungotevere: si lavora. Ci auguriamo che la TreviPark faccia mille di questi interventi

Si parte con il parcheggio automatico in cima a Via Zanardelli. Un intervento indolore, rapido, pulito che qualificherà uno dei tanti angoli abbandonati. Solo una cosa vogliamo dire però a Trevi e a tutti gli attori in scena: siamo d'accordo con parcheggi tipo questo solo se realmente hanno un senso e migliorano la qualità della vita. Un esempio? Predente via degli Acquasparta (nelle foto sotto), giusto dietro a questo cantiere, una volta inaugurato il parcheggio rimarrà lo schifo che è oggi o verrà pedonalizzata? Ecco la risposta a questa domanda è una risposta a chi ci chiede se i paarking interrati servono o non servono. Ci raccomandiamo... perché se sopra un parcheggio in pieno centro da 84 posti rimarrà sosta e sosta selvaggia, beh finirà che anche noi diventeremo contrari al pup...

6 commenti:

  1. Tranquilli: faranno il parcheggio senza trovare alcun reperto archeologico ("un intervento indolore, rapido, pulito", come dite voi) e dalla chiusura del cantiere cominceranno a far rispettare in maniera ferrea la disciplina della sosta in tutta l'area (da stabilire poi quanto ampia).

    E poi vi svegliate tutti sudati ...

    Mi raccomando, non ne fate funzionare troppi insieme di neuroni, che magari si confondono.
    Ah ... e nel caso voleste cominciare a fare discorsi seri, la sosta selvaggia va attaccata PRIMA di fare gli eventuali parcheggi interrati, non dopo. Ma a voi che ve frega dei discorsi seri?

    RispondiElimina
  2. Reperti archeologici forse del tuo comprendonio. Quella è terra di riporto messa lì nell'ottocento per fare i muraglioni...

    La sosta selvaggia a dire la verità va attaccata prima, durante e dopo.

    RispondiElimina
  3. Speriamo che non faccia la fine del parcheggio Cornelia, gioiello di tecnologia inefficiente e progettazione mediocre...la Trevi ha esperienza di parcheggi automatizzati?
    Io di questi parking ne farei in ogni singola piazza del centro!

    RispondiElimina
  4. Certo. La Trevi ne ha fatti molti in Italia. Anche a Roma, uno a Via Bruno Buozzi bellissimo.

    RispondiElimina
  5. Comunque in centro è più importente pedonalizzare (allargare i marciapiedi, mettere parapedonali anti sosta)che fare i parcheggi. Il centro è ben servito dalla metropolitana, bisogna "educare" la gente che in centro in macchina non ci si va, box o non box. E'roba da trogloditi.
    I parking dovrebbero essere poi definiti in modo un pò più strategico: di scambio (a rotazione) lungo le fermate periferiche della metro (non mi sembra che sia sia fatto nemmeno per la nuova B1)in modo da convincere chi viene dalla periferia a lasciare la macchina ed andare con i mezzi.
    I box hanno senso solo nella media ed estrema periferia, laddove ovviamente si riqualifichino quelle strade disumane dove palazzoni immensi si affacciano su autentiche autorimesse a cielo aperto.

    RispondiElimina
  6. Il problema e' che anche quando ci sono parcheggi interrati, rimangono vuoti mentre sopra c'e' far west. Guarda sotto e sopra Piazza dei Partigiani, per esempio: http://wp.me/p2hyBb-5c

    RispondiElimina