mercoledì 23 maggio 2012

Ah ma allora anche a Torino son tutti matti?


Ma guarda un po'. Nella Torino di Piero Fassino. Ma che scandalo, che inciviltà, pure a Torino, nell'austera Savoia, comandano i palazzinari? La speculazione? Maddaaai. Ci saranno i No Pup a Torino oppure certe vergognose assurdità esistono solo sotto l'Appennino?
La città non sopporta spese, anzi incamera oneri, e poi si riqualifica la superficie. E si creeranno posti di lavoro e economia. Pare di sentire Pro Pup Roma, e invece è l'amministrazione comunale del capoluogo piemontese in questo articolo qui sotto. Curiosissimo, no?



Nel corso di una riunione della Commissione Viabilità e Trasporti l'assessore Claudio Lubatti ha presentato con il direttore della Divisone Roberto Bertasio e gli architetti Cupolillo ed Orsini il Piano Parcheggi della Città di Torino. Sono state individuate 23 nuove aree distribuite su tutta la città, dove costruire parcheggi pertinenziali. I tecnici hanno sottolineato come il Piano vada a beneficio della forte domanda proveniente dai cittadini: l’ultimo bando infatti risale al 2008.


“La Città utilizzando il sistema della concessione -ha commentato l’assessore Lubatti- non solo non sopporterà costi ma da un lato avrà la possibilità di riqualificare le relative aree in superficie approvandone i progetti di risistemazione e dall'altro incasserà oneri di concessione che verranno individuati nelle singole proposte. Inizieremo da subito la condivisione con le Circoscrizioni e con il Consiglio Comunale” -ha concluso l’assessore- “ma questa amministrazione vuole dimostrare il coraggio del fare rispondendo alle esigenze della cittadinanza, utilizzando sistemi che tra l'altro daranno ossigeno e lavoro alle nostre imprese in questo momento di difficoltà economica”. "Apprezziamo il percorso condiviso con la commissione -ha commentato il presidente della II Commissione Domenico Carretta- ed i consiglieri potranno ancora far pervenire suggerimenti ed osservazioni prima della discussione della delibera di Consiglio per la concessione del suolo pubblico”.
La Città dal 1995 ad oggi ha realizzato, con quattro bandi simili a questo, 6770 posti auto per un totale di 128.106 metri quadrati di aree riqualificate in 62 localizzazioni distribuite su tutto il territorio comunale: tutto questo senza spese per la collettività ma con l'introito di circa 11 milioni di euro. [fonte Eco dalle Città]

1 commento:

  1. Con 6770 posti auto si fa un introito di circa 11 milioni di euro.
    E pensare che a Roma ne servirebbero come minimo 50 volte di più,pensa quanto potrebbe incassare il comune più indebitato d'eurasia.

    RispondiElimina