martedì 20 marzo 2012

Fermate i cittadini incivili e egoisti di Via dei Noci




C'è una nuova piccola Via Fermi, a est. Si chiama Via dei Noci e versa grossomodo nelle stesse condizioni del grande viale che collega Viale Marconi al fiume. I marciapiedi non esistono: sono piedi auto in divieto, in sosta illegale, ferme lì in maniera completamente abusiva benché i residenti continuino a considerare questi "posti auto". Ci sono dei begli alberi brutalizzati, stuprati, torturati dalle auto posteggiate fin sopra le radici, a comprimerle. Gli abitanti di Via dei Noci in questi giorni sono stati a parlare con il presidente del loro municipio, Mastrantonio (a Mastrantonio manderemo anche questo articolo) e sono stati in realtà più sinceri dei criminaletti di Via Fermi. Hanno parlato sì, come fa ogni bravo no-pup ai quattro angoli della città, dei platani (il presidente gli avrà risposto che i platani è OGGI che sono in pericolo a causa delle auto parcheggiate sopra le loro radici e non certo DOMANI quando verranno spostati al sicuro), delle falde sottomarine (il famosissimo fiume sotterraneo che compare sotto ogni garage in costruzione, lo conosciamo bene), ma hanno anche detto chiaro e tondo che non vogliono rinunciare a quei "posti auto gratuiti e disponibili a tutti". Insomma si sono traditi, hanno fatto capire -sarà che a Centocelle sono più veraci- che l'obbiettivo loro è quello di continuare a posteggiare la vettura a sbafo, in mezzo alla strada, sugli alberi, nello spartitraffico, sul marciapiede, laddove, in qualsiasi città occidentale, ci sarebbe quanto meno una aiuola.

Una vergogna alla quale speriamo il presidente, nel suo ruolo istituzionale, abbia risposto a tono. Pare, in effetti, che Mastrantonio abbia confermato la costruzione del parcheggio, che finalmente toglierà le auto da Via dei Noci e la trasformerà in un luogo civilizzato, non appena si concluderà il cantiere della Metro C che ha molto impatto da queste parti.

Roma è piena di queste situazione. L'unico modo per sanarle, in questo momento, è valorizzare il sottosuolo obbligando le ditte che lo fanno di riqualificare il suolo eliminando abusi, illeciti, illegalità e bonificando lo schifo che c'è ora in nome della legalità, del verde, dell'arredo urbano europeo. Questo va fatto in maniera sistematica, aprendo non decine ma centinaia di cantieri (possibilmente previo bando e regolare gara, non su richiesta delle singole ditte, sovente fuorilegge tanto quanto i cittadini che posteggiano da criminali).

45 commenti:

  1. Io vivo proprio lì accanto, e la situazione non solo è tremenda dal punto di vista estetico, ma c'è un problema grande di sicurezza perché le macchine parcheggiate sulle strisce ostruiscono la visibilità dell'incrocio con via delle Robinie. Ci sono già stati incidenti (in media uno ogni 1-2 mesi).
    Fra qualche giorno ti mando le foto del PUP di via dei Frassini, che è stato tanto criticato, ma che ha portato un minimo di riqualificazione dell'arredo urbano e della sosta.
    Però la domanda mi viene sempre: perché i box (63 per la precisione) e non i parcheggi sotterranei?
    Adesso aspetto che arrivi il cretino di turno e cominci a insultarmi.

    RispondiElimina
  2. Centocelle è tutta così. Auto parcheggiate sui marciapiedi, sulle strisce, in curva, sono in tutte le strade del quartiere.

    Finora sono stati costruiti anche un paio di PUP, ma l'arredo urbano intorno è stato spesso trascurato. Anche quando è stato rifatto bene, si sono lasciati comunque troppi posti auto liberi a disposizione nelle immediate vicinanze. C'è sempre la sicurezza di non prendere MAI la multa se si parcheggia irregolarmente.

    Dunque, insieme alla costruzione di nuovi PUP che tolgano al quartiere l'aspetto di garage a cielo aperto presente nel 95% delle vie serve:
    - il ripristino della legalità (non si può chiedere a chi da 40 vive nell'illegalità e nel FAMO COME CAZZO CE PARE di adeguarsi spontaneamente a pagare il parcheggio)
    - l'arredo urbano adeguato che aiuti i vigili nel loro lavoro e dia dignità e rispetto ai pedoni, disabili, bambini del quartiere, che ad oggi non possono fare più di 50 metri senza strusciarsi a una macchina parcheggiata sul marciapiede o sulle strisce.

    RispondiElimina
  3. Scrivete anche voi al presidente del Municipio. Facendogli capire che esiste anche un'altra città, un'altra Centocelle.

    RispondiElimina
  4. Gli ho già scritto sul discorso cartelloni a via di Tor de Schiavi (che conosci benissimo), senza ricevere nemmeno uno straccio di risposta precompilata.
    Ci riprovo comunque...

    RispondiElimina
  5. In realtà in quella situazione, basterebbe uno square centrale rialzato che inglobasse gli alberi (come via Prati Fiscali per capirci) ed impedisse così il parcheggio auto.
    I pup lineari non mi piacciono molto perchè sacrificano tanto verde e lambiscono moltissimi palazzi amplificando così i rischi statici per minimi che siano...
    Un pup come piazza Gentile da Fabriano è per me uno degli esempi da seguire.

    RispondiElimina
  6. Sì però solo con lo square l'unica cosa che ottieni è togliere posti auto senza "educare" nessuno. Secondo me la ragion d'essere dei PUP è rendere i cittadini consapevoli dei costi dell'occupazione di suolo pubblico della propria auto. Ossia, vuoi essere sicuro di trovare il posto? Devi pagare.
    Non è detto che sia l'unico modo: un'alternativa potrebbe essere far pagare la sosta su strada ai residenti. Ossia, la prima auto la parcheggi gratis, la seconda cominci a dover pagare, la terza ti stango alla grande e alla quarta non ci pensare proprio.

    RispondiElimina
  7. Bravo! E' da tempo che sostengo di far pagare la sosta anche ai residenti,agari civilizzando gli spazi in superficie con strisce disegnate ed una bella sbarra. La gente ci penserebbe di più a comprare tre macchine per famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veltroni c'aveva pensato e se l'è subito dovuto rimangiare per la marea di proteste (da sinistra a destra, centro, sopra e sotto!) che gli arrivarono. Anche io ero contrario, ma perché non mi piace l'idea che i residenti parcheggino nelle strisce blu. Quelli sono pensati come PARCHEGGI A ROTAZIONE!

      Basterebbe copiare il modello milanese-londinese. I residenti non possono parcheggiare nelle strisce blu (punto). A loro sono dedicate alcune aree (strisce gialle a Milano, a Londra sono tutte bianche le strisce ma ci sono i cartelli con le regole per singola area di sosta). Chi trova posto bene, altrimenti mette nelle strisce blu e paga. Vedrai che nel giro di pochi anni l'effetto educativo farà ridurre il parco auto.

      Elimina
    2. scusa Alessandro, ma stiamo dicendo la stessa cosa: strisce blu a pagamento per tutti.
      Il concetto è proprio quello delle strisce blu solo a rotazione, chiunque tu sia dopo un pò devi smammare. A meno di non fare come da noi dove hanno svenduto l'abbonamento alle strisce blu per 70 euro al mese !! Una cifra ridicola per qualunque automobilista che ha ammazzato in un attimo l'effetto deterrente della sosta tariffata.

      Elimina
  8. A Via Tor de Schiavi ci starebbe benissimo una linea di tram che dalla Casilina (il trenino dovrebbe essere trasformato in linea tranviaria con l'apertura della linea C), seguendo via della primavera, tor de schiavi, serenissima, fiorentini, monti tiburtini, arrivasse al sandro pertini e poi al nomentano (fino alla FR1). Attraversando zone popolose e mal collegate tra loro (le linee vanno tutte verso il centro).

    Ma naturalmente parliamo di fantascienza. In 4 anni non sono stati nemmeno capaci di spostare il capolinea dell'8 di 300 metri. Teniamoci gli autobus ogni 20 minuti e le macchine sui marciapiedi, evviva.

    RispondiElimina
  9. http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/03/23/news/pup_di_via_albalonga_la_ditta_riprova_ad_aprire_il_cantiere-32060678/

    commenta questo !

    RispondiElimina
  10. Che via dei noci vada riqualificata non c'è dubbio!
    Che i box interrati privati non siano il giusto modo è altrettanto chiaro!

    Ci vorrebbero dei parcheggi a rotazione, anche sotteranei se necessario, e con garanzie che la riqualificazione sia fatta d'avvero.
    Purtroppo l'esperienza degli altri PUP dice che i costruttori una volta finiti i lavori lasciano le cose come stanno forti dei mancati controlli del comune.
    Largo Agosta è un chiaro esempio: non è neanche possibile allacciare l'acqua alle fontanelle perchè l'iter amministrativo della superficie non è stato completato
    Per farvi un'idea date un'occhiata:
    http://www.comitatinopup.it/index.php?section=789

    Infine una parola su questa storia dell'inciviltà dei cittadini (che a volte è vera): chi conosce via dei noci sa che nel marciapiede centrale sono state fatte delle strisce bianche e realizzato un corridoio per i pedoni. Quindi il parcheggio è legale!

    RispondiElimina
  11. Chi conosce via dei Noci sa anche che le macchine oltre a parcheggiare sulle strisce pedonali parcheggiano anche in quel tratto dello spartitraffico dove dovrebbe essere consentita l'inversione di marcia.

    In ultimo, il parcheggio sarà anche legale (è legale per carità), ma è esteticamente devastante.

    Per il resto, concordo sulla parte box privati (meglio sosta a rotazione), ma il punto è sempre quello: chi paga? Se si dice sosta a rotazione nell'illusione che i posti auto siano gratis non si va lontano.

    RispondiElimina
  12. Questo articolo è pieno di falsità.
    1. il presidente del municipio si è pronunciato CONTRO la costruzione del PUP. Tanto che c'è stato un ODG del consiglio municipale (VII) votato all'unanimità (maggioranza + opposizione) che chiede di NON concedere il permesso a costruire

    2.parcheggiare nel marciapiede centrale è perfettamente legale visto che ci sono delle strisce bianche che indicano che si può parcheggiare

    3. la falda acquifera (che l'articolo sottende essere un'invenzione dei NO PUP) è certificata dalle indagini geologiche fatte su incarico della ditta costruttrice (controllare nei documenti del progetto prima di parlare please)

    4. La prescrizione del servizio giardini prevede l'obbligo per la ditta di reperire i platani più grandi in commercio in caso di morte di quelli esistenti, proprio perché è previsto ahimè che questi possano morire a causa del trapianto (sempre controllare i documenti prima di parlare, grazie).

    p.s. una domanda al gestore del sito: come mai non è possibile conoscere il titolare del dominio come per tutti gli altri siti di informazione? Sarebbe certo più autorevole un sito di informazione di cui si conosce il titolare ;)

    RispondiElimina
  13. Il nome del titolare del blog lo conoscono tutti ed è il sottoscritto. Mentre i nomi dei fregnacciari come te che sparano minchiate a alzo zero rimangono sempre ben coperti dall'anonimato vero, ma un briciolo di vergogna no!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Testimone Oculare26 marzo 2012 15:22

      Già...
      insultare è facile!
      Rispondere nel merito un po' meno... ;)

      Elimina
  14. ma scusa nella sezione "un buon pup deve..." scrivete:

    1. Avere una percentuale all'incirca pari di parcheggi in vendita e di parcheggi a rotazione oraria. Per la verità, meglio se ha più stalli a rotazione

    2. Per quanto riguarda i posti pertinenziali in vendita deve presentare una configurazione con stalli aperti, non chiusi (box). Questo perché realizzando box chiusi si riesce a ricavare, rimanendo ferma la dimensione del cantiere, un numero inferiore di posti auto. E soprattutto perché si è verificata la tendenza a sfruttare spazi acquistati come box auto per realizzarci cantine o, peggio, abitazioni di fortuna. Con box aperti questa deriva diventa impossibile.

    Il progetto di via dei noci NON PREVEDE NÈ PARCHEGGI A ROTAZIONE, NÈ STALLI APERTI!

    Allora non hanno torto i cittadini di via dei noci... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimiliano Tonelli, please, risponda a questa affermazione! di @Mr WOLF.
      marco

      Elimina
    2. Ho risposto qui sotto: sono d'accordo, lottiamo insieme per trasformare i box in parcheggi aperti. Ma mi pare invece che i cittadini lottino non per questo, ma per far restare le cose come vergognosamente stanno...

      Elimina
    3. Non giocare con le parole: se vuoi che si realizzino stalli aperti e parcheggi a rotazione non fare la battaglia nettamente a favore dei box-auto privati: perchè a via dei noci questo è il progetto. marco.

      Elimina
  15. Crerdo che a tutti piacerebbe una bella piazzetta piena di verde e magari anche con dei giochi per i bimbi e forse anche un'area per i cani, ma .... i soldi pubblici non ci sono mentre ci sono tantissime auto. Non abbiamo però l'unico destino di lasciare tutto in mano ai privati che trasformerebbero via dei noci per il solo loro interesse. Con i box dimuirebbero i posti auto (quelli legali), sparirebbero 7 grandi alberi (non raccontiamo favole su un loro salvataggio), ci sarebbere anni (non uno nè due o tre , l'eperienza insegna) di grossi problemi per i residenti sempre sperando che i lavori non cerino problemi adesso non previsti. Insomma I box auto non sono una soluzione, se una soluzione ora non si trova non distruggiamoci la possibilità di trovarla in futuro.

    RispondiElimina
  16. Bene, allora lottiamo per aumentare i posti a rotazione e diminuire i box? Ci state? Oppure, come fanno i cittadini disonesti, menefreghisti e egoisti, lottiamo per lasciare le cose come stanno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sanno tutti che l'unico disonesto sei te!
      Pagato da Vannini per fare disinformazione e offendere!

      chissa se paghi le tasse??? uauauauaua

      Elimina
    2. Non so se sei pagato da vannini, ma sicuramente è proprio un caso che il comitato nopup di via dei noci si incontra con vannini senza trovare, ad oggi, punti di compromesso e tu ti scarichi sul comitato con questa violenza? bah.

      Elimina
  17. Non è che chi non la vede come te è menefreghista disonesto e egoista. E poi lottiamo insieme che vor dì, io a Centocelle ce abito e quando m'affaccio alla finestra me piace vede i platani me se allarga er core e mò me li vonno levà, a me e no a te e perchè? pe na speculazione edilizia, ma famme
    n piacere ...

    RispondiElimina
  18. Curioso che ti piacciano i platani visto che sono torturati da tonnellate di lamiere che comprimono le loro radici e tu non dici nulla. Ti piace vedere come reagiscono i platani alle torture? Si chiama sadismo e va curato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attestato che : 1) i box non risolvono nessun problema e anzi possono solo peggiorare la situazione (almeno per quasi tutti i cittadini residenti) 2)il privato giustamente vuole guadagnare e con i box ci guadagna (non con altri tipi di parcheggio)3) soldi pubblici per fare parcheggi di altro tipo non ci sono, la domanda è:
      Cosa fare? Sulla risposta ci possiamo anche diversificare o trovare un accordo (con te come con chiunque altro) fermo restando che per discutere dovresti partire dall'idea che un altro posso avere delle idee diverse senza essere un delinquente
      Passo e chiudo

      Elimina
    2. al netto di non riuscire a realizzare una piazza decente senza lo scempio dei box-auto privati, meglio platani con lamiere che lamiere senza platani! marco

      Elimina
  19. Vabbè abbiamo mandato in vacca un altro post. A questo punto io vorrei fare le seguenti domande:
    1) via dei Noci va bene così com'è? Risposta SI NO
    2) E' vero che il divieto di sosta (strisce pedonali e inversione di marcia) è la regola? Risposta SI NO
    3) E' vero che ci sono incidenti almeno una volta al mese/ogni due mesi causati anche dalle auto in divieto che riducono la visibilità agli incroci? Risposta SI NO

    Se condividiamo queste premesse, si può discutere, se no è inutile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. Via dei Noci va bene così: No. Perchè via dei Noci sarebbe meglio con dei box-auto privati?
      2. E' la regola: SI. Perchè la presenza dei box-auto privati interrati dovrebbe cambiare la cultura del parcheggio su striscie?
      3. Incidenti: Si. Perchè i box-auto privati interrati risolverebbero il prolema?
      marco

      Elimina
    2. OK, allora se non vanno bene i box privati cosa ci inventiamo? Io propongo un parcheggio sotterraneo a rotazione con l'eliminazione di una parte dei posti in superficie con elementi di arredo urbano, tu cosa proponi?

      Elimina
    3. Mi permetto di correggere il buon Privitera. Non una parte, bensì una BUONA parte. Aggiungerei che alcuni posti a rotazione possono essere dati per abbonamento. Ed ecco fatto il nuovo progetto. Sicuramente controfirmo la proposta di fare ZERO box. L'importante per chi scrive è togliere le auto dalla superficie e fare sopra una bella piazzetta europea. Poi se sotto sono box o posti auto ci interessa fino ad un certo punto: dunque se decidiamo posti auto, va benissimo posti auto. E ovviamente è meglio.

      Elimina
    4. Tralascio senza commentare le solite nefandezze non costruttive che espone l'autore del post e rispondo alla domanda ragionevole e costruttiva di Antonio Privitera aggiungendo la mia visione dei fatti.

      1)Via dei noci NON va bene cosi. Essendo abitanti del luogo sicuramente abbiamo più voce in capitolo di altre persone e il nostro interesse è vivere in un luogo decente. Ogni abitante di questa zona ha le sue idee e le sue proposte e bisognerebbe andare incontro alle esigenze di tutti. Il tratto di Via dei Noci in questione è molto ampio ed è gemello a quello di Via dei Frassini, anch'esso adibito a Pup (completato qualche gg fà dopo 4 anni di lavori). Via dei Noci necessita di una riqualificazione senza troppo orpelli e funzionale in modo che il tutto accontenti tutti i residenti. Spazi destinati ad attività sociali, posti auto, zone verdi ect ect. Lo spazio a disposizione è molto e con un progetto dedicato si può ottenere tanto. In questo momento i posti auto ottenibili ai lati della strada sono circa 80 (disposti a spina, con i giusti spazi e rispettando le distanze per i passi carrabili, le zone AMA e i passaggi pedonali). Tuttora la zona centrale (composta da due isole) contiene circa 80 posti auto regolati da striscie bianche poste dal comune qualche anno fà e segnalate da cartelli stradali. Il progetto Pup è previsto solo su una di queste isole e "toglierebbe" circa 40 posti auto e 7 Platani decennali. La parte di strada che ora è usata per l'inversione di marcia dovrebbe far parte del progetto Pup, ma teoricamente è una strada di accesso, quindi non modifica il totale dei posti ma andrebbe ad aumentare la superfice da dedicare agli spazi sociali e al verde (poi dipende dal progetto). IL progetto Pup prevede 63 box auto interrati ad uso privato. Facendo due conti approssimativi a lavori finiti avremmo 40 posti in meno in superficie e 63 box interrati. E fino a qua ci possiamo stare. Ma se tutto questo deve comportare il sacrificio di 7 Platani, la sopportazione di un cantiere che verrebbe a disastrare una zona già piena di cantieri della Metro e dei suoi relativi impianti di aerazione, e una diminuizione drastica di posti auto dovuta ad un progetto che si basa su dati del 2003, ALLORA mi viene a mancare un motivo valido per costruire questi box interrati che oltretutto non hanno tutta questa richiesta.

      2) Le regole vanno rispettate. NON si parcheggia sulle striscie pedonali. Non si mette la macchina in doppia fila, non si parcheggia in spazi non consentiti. Nel tratto di Via dei Noci avviene quello che avviene nelle altre strade purtroppo. Per fare un esempio, via delle giunchiglie è una strada molto larga. Se ambedue i lati fossero adibiti a parcheggio a spina, con il restringimento della carreggiata si eviterebbero macchine in doppia fila e avremmo anche un piccolo aumento dei posti auto e più spazio da dedicare agli spazi pedonali e ai passi carrabili. Il rispetto delle regole fa parte dell'educazione stradale.

      3) Si è vero. Gli incidenti sono aumentati. Li vedo anche io dal mio terrazzo. E la causa è quella che esponi tu. Una riqualificazione di quell'incrocio che contempla anche piazza delle Peonie è necessaria pur mantenendo lo stesso numero dei posti(validi) o quantomeno recuperarli da un altra parte.
      Penso che bisogna essere un pò realistici. Le automobili sono tante ma questo non giustifica che debbano esserci solo parcheggi per auto. Una buona riqualificazione deve tener conto delle necessità di tutti trovando il giusto equilibrio. Non si può avere una strada con 150 posti auto per anni e anni e poi ridurli alla metà. Non si possono buttare giù gli alberi decennali per fare comunque dei parcheggi. Non si può costringere i residenti a subire cantieri permamenti per anni. Insomma si può ottenere molto senza grossi sacrifici e trarne tutti un vantaggio. Io infine penso che questo progetto del pup serva solo a dare un vantaggio a chi lo costruisce, anche se, al posto suo, avrei dei dubbi a riguardo!!:)

      Elimina
  20. Ma non considero delinquente chiunque altro. Solo chi posteggia in quel modo (e chiunque lo difende).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allore ragioniamo anche su quello che ha scritto Antonio. E' chiaro che via dei Noci potrebbe e dovrebbe essere gestita diversamente, così come concordo sulla necessità e sottolineo necessità di una presenza maggiore della municipale che faccia rispettare le regole (e non solo dei parcheggi ma ad esempio anche dell'utilizzo dei marciapedi ed altro da parte dei negozi). Ciò detto è vero anche che la maggior parte dei parcheggi nello square sono regolamentati e che il problema del parcheggio deve essere affrontato con l'intenzione di attutirne l'impatto ma ciò si può fare solo se si adottano politiche di viabilità serie e studiate (tipo sensi unici con aumento dei posti auto ai lati della strado o altro tipo di soluzioni, ci sono fior di ingegneri che studiano queste cose) e non cercando di trovare soluzioni buone sempre e comunque tipo quella dei box sotterranei la cui utilità deve essere senpre contestualizzata (a meno che sia solo un modo di fare cassa da parte del comune). Scusate la lunghezza del post

      Elimina
  21. Allora ragioniamo. Il problema parcheggi è sicuarmente serio ed ha ragione Antonio nel dire (con le sue domande) che via dei Noci è malgestita, penso che una presenza più assidua della municipale potrebbe scoraggiare la sosta selvaggia cui assistiamo (in ogni caso il parcheggio nello square è quasi tutto regolamentare). Ma se si vuole affronatre nell'intersse dei cittadini il problema e non per fare cassa l'idea dei box sotterannei va sempre contestualizzata e non è valida per ogni sito. Sarebbe opportuno fare studi di viabilità (ci sono fior di ingegneri pagati dal coune) e probabilmente si potrebbero adottare politiche organizzative con buoni risultati e soprattuto meno invasivi, ma, ripeto, l'impressione che ho io e quella che il comunte tenda solo a fare cassa.

    RispondiElimina
  22. Sto lasciando questa pagina, magari domani se posso la riapro, in ogni caso ti lasci una provocazione (buona!) perchè non rivedi il titolo? Non è che a via dei Noci si è più incivili del resto di Roma e ti ripeto che nello square centrale la sosta è regolare (le foto che pubblichi magari sono vecchie), inoltre considero molto più incivile chi parcheggia sulle piccole rampe di discesa/salita dai marciapedi per carrozine (bambini o disabili), questo anche per ragioni personali, o sulle strisce. In ogni caso buon lavoro una voce anche se discorde è sempre meglio del silenzio!!

    RispondiElimina
  23. Io non penso che un pup sia di per sé uno strumento di educazione civica. Basterebbe fare dei marciapiedi con angoli rialzati come nel quartiere Prati.

    RispondiElimina
  24. Caro Tonelli, dopo aver risposto ad alcuni commenti ho rileto il tuo articolo e -non volendo essere volgare come invece lo sei tu per stile (cito solo perchè trovo essere le più spregievoli dei concetti espressi le parole "criminaletti" e "bonificando" che fa un pò troppo retrò...)- ti vorrei chiedere solo una semplice cosa partendo solo da ciò che hai scritto:
    - perchè si ai box-auto privati interrati in via dei noci?
    E' una semplice domanda che, se rileggi con attenzione te stesso il tuo testo, non trova risposta nello specifico del contesto di cui parliamo.
    marco

    RispondiElimina
  25. Capisco che continuare questa solfa dei box auto serva al disco rotto dei no-pup, ma da questa parte non troverete assolutamente dei difensori dei box. Anzi, per noialtri meglio posti auto a rotazione: lottiamo insieme per fare posti auto a rotazione? Cosa aspettiamo, se siamo d'accordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Questo è già un buon punto di partenza.
      Il comitato nopup di via dei noci, lo sta facendo: non vogliamo i box privati perchè non risolvono il problema e siamo disponibili a soluzioni che risolvano il problema che siano praticabili nel contesto di cui si parla.

      francesco

      Elimina
    2. Ma non riesci ad esprimere un concetto senza "solfa" delinquenti" o altro del genere...ma tu vuoi discutere o ti serve solo che poi uno ti salta addosso con parole peggio delle tue così ti compiaci di chiudere, per questo, la discussione?

      Detto questo: il comitato nopup via dei noci si incontra tutti i lunedì a quest'ora -alle 18. Presentati, vieni a farci le tue proposte di lotta insieme per posti a rotazione e stalli aperti e magari anche per farti spiegare bene le sacrosante ragioni di chi vive il territorio. Non ti preoccupare non mordiamo, anche se siamo criminaletti. Ci vieni?

      Elimina
  26. Ottimo. Chiediamo parcheggi a rotazione. Facciamolo tutti insieme.

    RispondiElimina
  27. All'ultimo anonimo, che spererei si firmasse. Io vivo in via delle Robinie, sono tendenzialmente contrario ai box ma favorevolissimo ai parcheggi sotterranei a rotazione e alla riqualificazione della via.

    Se mi dite dove vi riunite, e se non mi aggredite, mi piacerebbe confrontarmi con voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio,
      gli appuntamenti del comitato sono pubblici e ne viene data notizia sulla bacheca facebook del comitato e sulla bacheca di legno che si trova a via dei noci, vicino al bar maya.

      l'indirizzo facebook è:
      http://www.facebook.com/ComitatoNoPUPviadeiNOCI

      dai vieni

      Elimina