martedì 24 gennaio 2012

Dopodomani tutti in Campidoglio per rintuzzare le solite argomentazioni strumentali

Guardate che bel convegno che ci si para davanti per dopodomani. C'è un problemino però: il tenutario del blog qui, pur invitato, non può intervenire causa impegni di lavoro in quel di Bologna. Come fare? Beh, questa è un'open call. Chi vuole sostituirmi al convegno? Chi si sente così tanto convinto delle nostre motivazioni -che tanto poi so sempre le stesse suvvia- dal presentarsi e raccontarle soprattutto per contrastare le immonde porcate che ancora continuano a dire i No Pup. Fatevi sotto che è urgente.


ROMA CAPITALE - ORDINE dei GEOLOGI del LAZIO - SIGEA


Il Piano Parcheggi di Roma:


problematiche geologiche, tecniche ed urbanistiche



Roma, 26 gennaio 2012


Sala della Protomoteca in Campidoglio



La realizzazione di parcheggi sotterranei rappresenta una delle principali problematiche legate al corretto utilizzo del sottosuolo urbano (non solo di Roma).

La problematica coinvolge sia aspetti socio-economici, sia ambientali e non di rado sorgono comitati spontanei a favore o contro tale tipo di opera, a seconda che ci si soffermi sugli aspetti meramente commerciali o sui paventati rischi sugli edifici esistenti e sull’ambiente in generale. In realtà, come per tutte le opere di ingegneria civile ed infrastrutturale, il problema non può essere risolto con posizioni aprioristiche (siano esse favorevoli in ogni caso, o contrarie tout-court), ma esso va affrontato in maniera scientifica e razionale, nella piena conoscenza delle problematiche tecniche delle opere e dell’ambiente s.l. (geologico, archeologico, urbanistico, paesaggistico, ecc.) nel quale esse vengono inserite. Solo l’analisi comparata di tutti gli aspetti può permettere da un lato una valutazione oggettiva costi-benefici e quindi un giudizio reale sull’utilità dell’opera e dall’altro una corretta progettazione che deve essere sempre realizzata nell’ottica di garantire la salute e la sicurezza delle persone e dell’ambiente e la sicurezza e l’economicità delle opere.

Roma Capitale, l’Ordine dei Geologi del Lazio e la SIGEA Società Italiana di Geologia Ambientale, da tempo impegnati a Roma, ognuno per le proprie competenze, sulla problematica di tali opere, intendono discutere in pubblico con i vari specialisti e con i vari operatori pubblici, le diverse sfaccettature delle citate interazioni e le possibili soluzioni, nella consapevolezza che un’opera sicura sotto tutti i punti di vista nasce solo da una corretta progettazione e da un attento controllo da parte delle amministrazioni competenti.




COMITATO ORGANIZZATORE


Marina FABBRI, Fabio GARBIN, Gianluigi GIANNELLA, Maurizio LANZINI, Liborio RIVERA, Roberto SALUCCI, Sergio STORONI RIDOLFI


COMITATO SCIENTIFICO


Giuseppe GISOTTI, Gian Vito GRAZIANO, Angela MUSSUMECI, Roberto TRONCARELLI


8.30 - 9.00 Registrazione dei partecipanti



9.00 - 9.30 Interventi di saluto


Antonello AURIGEMMA, Assessore alle Politiche della Mobilità Roma Capitale

Vittorio D’ORIANO, Vice Presidente Consiglio Nazionale dei Geologi

Roberto TRONCARELLI, Presidente Ordine dei Geologi del Lazio

Giuseppe GISOTTI, Presidente SIGEA Società Italiana di Geologia Ambientale



9.30 - 11.00 Gli aspetti generali del Piano Parcheggi


Chairman Roberto TRONCARELLI, Presidente Ordine dei Geologi del Lazio


9.30-9.50 Il Piano Parcheggi di Roma: genesi, obiettivi e gestione

Angela MUSSUMECI, Roma Capitale


9.50-10.10 Il Piano Parcheggi di Roma: aspetti del piano emergenziale

Daniela BARBATO, Roma Capitale


10.10-10.30 Il sistema dei parcheggi e l'urbanistica

Paolo BERDINI, Urbanista


10.30-11.00 Presentazione delle Linee Guida per le attività geologiche connesse alla progettazione e realizzazione dei parcheggi nel Comune di Roma

Fabio GARBIN, Vice Presidente Ordine dei Geologi del Lazio



11.00 - 13.00 La valutazione delle problematiche geologiche per una corretta progettazione ed esecuzione delle opere


Chairman Maurizio LANZINI, Vice Presidente SIGEA Lazio


11.00-11.30 Il modello geologico della città di Roma

Marina FABBRI, Segretario Ordine dei Geologi del Lazio


11.30-11.50 Problematiche geo-archeologiche nella città di Roma

Carlo ROSA, Fondazione Lerici


11.50-12.10 Il modello idrogeologico della città di Roma

Angelo CORAZZA, Dipartimento Protezione Civile


12.10-12.30 La caratterizzazione sismica della città di Roma

Giuseppe NASO, Dipartimento Protezione Civile


12.30-12.50 Il modello geotecnico della città di Roma

Sergio STORONI RIDOLFI, Università degli Studi Roma Tre


12.50-13.00 Domande ai relatori


13.00-14.00 Pausa pranzo


14.00-16.30 La progettazione, l’esecuzione e la manutenzione delle opere

Chairman Francesco Duilio ROSSI, Presidente Ordine Ingegneri della Provincia di Roma(da confermare)


14.00-14.20 intervento 1° sponsor tecnico


14.20-14.40 intervento 2° sponsor tecnico


14.40-15.00 Progettazione strutturale di parcheggi in aree urbane

Andrea CINUZZI, Università degli Studi dell’Aquila


15.00-15.20 L’importanza del monitoraggio nella fase progettuale e realizzativa delle opere

Quintilio NAPOLEONI, Sapienza Università di Roma


15.20-15.40 Progettazione geologica di parcheggi in aree urbane: alcuni esempi nella città di Roma

Maurizio SCARAPAZZI, Libero Professionista


15.40-16.00 Il parcheggio di Via Morelli - Napoli

Felipe LOZANO, Via Ingegneria


16.00-16.30 Domande ai relatori



16.30-18.00 Tavola rotonda: Modalità di comunicazione e di condivisione delle opere infrastrutturali


Moderatore


Sono stati invitati a partecipare:


Angela MUSSUMECI, Roma Capitale

Pierfederico DE PARI, Segretario Consiglio Nazionale dei Geologi

Fabio GARBIN, Vice Presidente Ordine dei Geologi del Lazio

Liborio RIVERA, SIGEA Società Italiana di Geologia Ambientale

Quintilio NAPOLEONI, Sapienza Università di Roma

Alberto ORAZI, Area Difesa del Suolo - Regione Lazio

Presidente Ordine degli Ingegneri di Roma

Presidente Ordine degli Architetti di Roma

Presidente Ordine degli Agronomi

Rappresentante Associazione costruttori

Rappresentante Comitato NO Pup

Rappresentante Comitato PRO Pup

13 commenti:

  1. chi è il tenutario del blog? Visto che sulla locandina non mettono neppure il nome e cognome del PRO PUP invitato?

    RispondiElimina
  2. Prova a chiedere una videoconferenza... Io pure sono impegnato in 2 riunioni dalle 16 alle 18. Sfiga nera...Altrimenti ti avrei sostituito io.

    RispondiElimina
  3. Poverino...scappi a bologna per paura???

    RispondiElimina
  4. Ad occhio e croce, dalla lista degli invitati, sono i NO pup a dover avere paura, visto che saranno in netta minoranza con le loro posizioni a difesa dello status quo d'illegalità e di degrado.

    RispondiElimina
  5. In effetti, i no pup giocano fuori casa, considerando gli sponsor e la presenza della barbato....e' vero...meglio la prepotenza dei soldi che la difesa dei diritti...hai ragione alessandro...

    RispondiElimina
  6. La prepotenza dei soldi e la vergognosa sudditanza dell'amministrazione capitolina ha vinto.
    Per una critica di troppo (intervento di un architetto a cui hanno fatto seguito altri due interventi di "difesa" e una inopportuna entrata di uno striscione No-PUP)il convegno è stato annullato a metà giornata.
    Il commento unanime della platea è stato: Che vergognosa figuraccia ci ha fatto il Comune di Roma!

    Il bavaglio alla cultura e al pensiero è peggio dell'olio di ricino!

    RispondiElimina
  7. ecco che la lobby dei palazzinari, vostri amici da sempre, ha vinto anche stavolta. Invece del confronto ha chiesto l'annullamento del convegno. Complimenti anche a voi propup nel sostenere queste brillanti azioni.

    RispondiElimina
  8. Ieri è successo qualcosa che tutti dovrebbero sapere, ma stranamente oggi i giornali non riportano nulla.....
    Ieri, come dicevo, era previsto nella Sala della Protomoteca in Campidoglio un convegno organizzato dall'Ordine dei Geologi del Lazio e il tema del convegno era il Piano Urbano Parcheggi. Tra i vari interventi era previsto anche quello della portavoce dei NO TUT, pardon No PUP..... Ebbene, sapete come è andata a finire? Alle 12 circa c'è stata un'irruzione da parte di circa 200 NO TUT (stavolta non correggo) che hanno interrotto il convegno impedendone la prosecuzione!!!
    Non contenti, questi grandi esponenti della libera democrazia all'italiana, hanno continuato a presidiare la piazza del Campidoglio fino al pomeriggio, controllati a vista dalla polizia.
    Ogni commento è superfluo.
    Il fatto veramente curioso è che fino a questa mattina nessuna agenzia di stampa, lo so per certo, dava la notizia, tanto meno i quotidiani.
    Finalmente questa gente ha ottenuto ciò che voleva e ciò che questa insulsa giunta capitolina gli ha concesso: LA DITTATURA DEL NON FARE.
    Naturalmente in prima fila c'erano i soliti verducoli d'accatto e altra marmaglia varia ed eterogenea, le forze dell'ordine (quale?) a guardare lo spettacolo.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come mai non risponde più? Si è reso conto di aver detto una cretinata, non essendo presente e non sapendo nulla? Come mai, i suoi amici non l'hanno addestrata bene? Peccato, ha fatto una figuraccia, ma lei ci è abituato ultimamente vero?

      Elimina
    2. Milito, da quello che scrive è evidente che non è equilibrato e tende a distorcere la realtà. In altri commenti su questo blog si era già cimentato in affermazioni false anche nella sua supposta professione di agronomo, che in qualuqne paese serio le avrebbe garantito la radiazione da qualsiasi albo professionale per incompatibilità con il decoro della profesisone, ammesso che lei ne abbia mai fatto parte.

      Elimina
  9. Che grande BUFFONE che sei. Perchè nessuno ne ha parlato? Perchè non è mai successo quello che scrivi. Sei un ignobile uomo che dice solo FALSITA'. Sei patetico nel riportare solo le cose che fantastichi nella tua testa priva di neuroni. Scrivi 200 NO TUT? ahahahahahahahhaha
    Magari fossero stati 200 per zittire i propup e i palazzinari corrotti che rappresenti. Informati meglio prima di dire cazzate. Il tuo adorato convegno è stato annullato dai tuoi amichetti che fanno tanti soldini sulle nostre spalle..ma forse qualcosa ci guadagni pure tu a scrivere falsità!!!!

    RispondiElimina
  10. Oh mio Dio, Signor Milito, perchè è così fazioso? Sono entrate 6 persone che hanno aperto uno striscione con scritto niente di offensivo, e sono rimasti anche in silenzio. SEI PERSONE signor Milito, non dica bugie che è tutto documentato anche con video....Fino a quel momento geologi e l'urbanista hanno massacrato il Piano Parcheggi, ed i costruttori hanno cominciato a schiumare per la rabbia opss a storcere il naso e minacciavano di andare via...Nel frattempo i no pup ascoltavano in silenzio, avrebbero dovuto parlare il pomeriggio....ma è stato deciso di sospendere la riunione con grande delusione anche dei geologi. Fuori queste cattivissime 200 persone ( 6 in effetti) davano volantini e tenevano uno striscione in mano...Le forze di polizia erano li perchè c'era un'adunanza di no Tav e non per quei 6 cattivoni.
    Si faccia raccontare bene le cose, visto che erano presenti anche persone che lei conosce bene....e quindi eviti di dire cose che non rispecchiano la realtà.
    Tanto le dovevo

    RispondiElimina
  11. Il Dott.Franco Milito agronomo, è l'agronomo che ha permesso lo scempio di viale Giulio Agricola. E' colui che, nel 2007 recitava nella sua relazione, che i platani presenti sul viale avevano un diametro del tronco che andava dai 15 ai 50 cm. Nel 2010,invece, recitava che gli alberi "espiantati" (ovvero trucidati e stuprati) avevano un diametro del tronco non superiore ai 15 cm. Considerando che il diametro di un platano aumenta dai 2 ai 3 centimetri l'anno, non potevano esserci, dopo 3 anni, platani con un tronco di diametro inferiore ai 20 cm. Per quanto riguarda il convegno, le persone che hanno aperto lo striscione in assoluto silenzio erano tre e le persone che distribuivano volantini, al di fuori della sala, erano 4/5 persone. Chi ha voluto l'annullamento del convegno sono stati i costruttori, tra i quali Maurizio Frangipane e l'Ing. Marinelli.

    RispondiElimina