lunedì 12 settembre 2011

Via Enrico Fermi? Ecco le cartoline. Quelle vere














COMUNICATO STAMPA

I PARCHEGGI INTERRATI SONO LA NORMA IN TUTTE LE CAPITALI OCCIDENTALI. LA SOSTA SELVAGGIA ESISTE SOLO A ROMA

Pup di Via Enrico Fermi. Anche i favorevoli al parcheggio inviano cartoline al sindaco

In risposta all’iniziativa dei no-pup, il blog Pro Pup Roma mostra alle autorità il vero stato della via interessata al progetto di riqualificazione

Partiranno domani, sabato 10 settembre, 1000 cartoline all’indirizzo del sindaco Alemanno, dell’assessore alla mobilità Aurigemma e di svariate personalità dell’amministrazione di Roma Capitale. Il contenuto delle missive? Foto, semplicemente foto del reale stato in cui versa via Enrico Fermi, la strada del quartiere Marconi dove è prevista una ampia operazione di riqualificazione con costruzione di una grande autorimessa interrata. Una riqualificazione contro la quale si sono schierati, come da tradizione purtroppo nell’Italia degli egoismi e del no-a-tutto, i soliti comitati no-pup.

I cittadini contrari alla riqualificazione hanno annunciato l’invio alle autorità di cartoline dedicate agli alberi. Le foto scattate dai no-pup, tuttavia, inquadrano solo la chioma degli arbusti, ma non la base, le radici, il tronco. A ripristinare una corretta angolazione visuale ha provveduto, con queste 1000 cartoline, il comitato Pro Pup Roma. La visione è sconcertante, gli alberi che i cittadini dichiarano di voler difendere sono in realtà soffocati, torturati, martoriati da centinaia di auto in sosta selvaggia posteggiate nello spartitraffico, in divieto di sosta, in seconda fila. Ma soprattutto addossate ai tronchi, posizionate a comprimere le radici dei poveri alberi.

Cosa difendono dunque i cittadini di Via Fermi? La vita degli alberi (che invece secondo il progetto saranno spostati altrove e salvati da questo tormento) oppure la loro possibilità di parcheggiarvi addosso facendoli soffrire e rendendo oscena e pericolosa la strada?

Semplicemente osservando le immagini è possibile darsi una risposta.

26 commenti:

  1. Via E. Fermi: probabilmente la via piu' brutta dell'occidente.
    Domani, sara' un meraviglioso viale dove sarà possibile passeggiare, fare dello shopping, semplicemente incontrarsi, e ....udite udite!!!... anche parcheggiare....SI MA SOTTO PER DIO.
    Ottima iniziativa Bravo!!

    RispondiElimina
  2. La seconda foto è SCIOCCANTE per una capitale europea...
    Avanti tutta coi parcheggi interrati

    RispondiElimina
  3. Bravo!
    Smascheriamoli!

    Basta con la rassegnazione a una città ridotta a parcheggio di drive in.

    RispondiElimina
  4. Veramente secondo il progetto c'era scritto che li mettevano a Lungotevere Pietrapapa e così non sarà, quindi già questo è un inadempimento del contratto approvato dal Comune.

    Ma non mi voglio soffermare su questo, perché quant'è vero che le cartoline del Comitato No Pup sono abbastanza ridicole e patetiche, è pure normale che quelli dall'altra parte (Pro-Pup) facciano notare lo sconcio della sosta selvaggia che ogni giorno invade lo spartitraffico, calpestando le radici di quegli alberi che i detrattori del nuovo parcheggio interrato dicono di voler difendere.

    Allo stesso tempo, se uno conosce un minimo quella porzione di quartiere, sa che un'alternativa al taglio degli alberi e al PUP fermi, ci sta eccome. Basta volerla. Poi se uno non la vuole ed è convintissimo che, per motivi economici e di principio, il PUP sia l'unica soluzione alla sosta selvaggia, libero di pensarlo.

    Io che sono contro la sosta selvaggia, che non ho l'auto, che detesto vedere così ridotta Via Enrico Fermi (e ho litigato più di una volta con i NO PUP) sono convinto che l'alternativa c'è: liberare lo spartitraffico centrale dalla sosta "tollerata", costruire stalli numerati a bordo marciapiede (possibilmente solo da un lato) e obbligare il resto delle macchine a parcheggiare nelle strutture già presenti, alcune delle quali tuttora inutilizzate. Altro punto importante, questo un pò da libro dei sogni lo ammetto, è quello di stipulare convenzioni con i garage di zona, per diminuire il prezzo per i residenti, che - ripeto - saranno costretti a parcheggiare in maniera legale, anche perché, se il PUP non si dovesse fare (questo è l'obiettivo dei comitati di zona) allora il Municipio e il Comune sarebbero tenuti a far rispettare il Codice della Strada in maniera inflessibile come non hanno mai fatto in questa zona letteralmente abbandonata a sé stessa.

    Sarebbe una rivoluzione nel costume e nell'amministrazione di questa città, ma secondo me ne varrebbe la pena, per far diventare Via Enrico Fermi un bellissimo Viale alberato senza macchine in sosta selvaggia.

    La domanda è: sono in grado i comitati di presentare un progetto alternativo serio e credibile? E la politica se la sente di opporsi a un contratto in essere (quello della CAM) e cercare finanziamenti pubblici per riqualificare Via Enrico Fermi? Senza contare che i lavori, probabilmentne, non basteranno e ci vorrà un quotidiano contrasto alla sosta abusiva...

    Tutte incognite assai difficili, ma non è detto che per una volta non si possa lavorar bene, cittadini e politici insieme, per un progetto condiviso con la cittadinanza.

    Si può fare? Non lo so, io ci proverei. Perché tagliare gli alberi per fare un dispetto ai cafoni che ci parcheggiano sopra non mi pare una cosa geniale.

    RispondiElimina
  5. Massimiliano Tonelli12 settembre 2011 12:12

    Ha senso mettere sul piatto illusioni dove si fa il conto senza l'oste? A mio parere no. Via Enrico Fermi necessita di una massiccia opera di riqualificazione. Occorre sistemare lo square, dargli un ruolo, rifare tutti i marciapiedi, i cigli, gli arredi urbani. Una operazione che costa milioni di euro e altrettanti ne costa di manutenzione. Quattrini che Comune e Municipio non hanno ne avranno MAI in futuro. Non scherziamo per favore… Non diamo ai no-pup ulteriore materiale per farci perdere tempo e pazienza.

    E poi, santo cielo, siamo l’unico posto al mondo dove per qualche albero si bloccano le infrastrutture. Ma avete idea, al di là delle ditte che possono starci antipatiche, la quantità di persone che riescono a lavorare grazie ad un cantiere che parte. La quantità di famiglie che possono esistere e stare in vita. Operai, capocantiere, geometri, imbianchini, arredatori, designer, elettricisti, ingegneri, subappaltatori.

    Tutto questo si deve fermare perché qualcuno scambia lo sviluppo per speculazione? Decine di persone devono restare disoccupate perché c'è chi ha più a cuore un albero che una persona? Poi fosse vero: hanno solo a cuora le loro vetturette e lo abbiamo ampiamente dimostrato. E questo vale non solo per i parcheggi, ma anche per nuove ferrovie, nuove metropolitane, nuove autostrade, nuovi ponti e quant’altro.

    Le chiacchiere stanno a zero: lasciate a questo paese la possibilità di svilupparsi.

    RispondiElimina
  6. Personalmente , considerato che non parliamo di piccole piante ma di alberi d'alto fusto, vedrei bene uno square centrale in muratura sagomato a protezione degli alberi con pochi parcheggi "enbeded" ta una albero e l'altro e relativa riduzione della carreggiata.
    Le altre macchine troverebbero posto nei parking inutilizzati presenti nelle vicinanze...

    RispondiElimina
  7. @Marcus sei matto ? ER ROMANO VOLE PARCHEGGIA' SOTTO CASAAAA !!!

    RispondiElimina
  8. Quando furono costruite le case della zona era il 1960 (OLIMPIADI) e i garage per le auto c'erano già. Ma furono venduti separatamente a privati. Quindi sotto ogni palazzo c'è un grande garage ora a pagamento e qualche magazzino privato. Inoltre ora per ogni appartamento (faccio solo un esempio alcuni palazzi della zona hanno 100 appartamenti!!!) c'è almeno 1 auto e o un'altra auto o una moto quindi un numero di mezzi che non entrano nei garage a pagamento. Le soluzioni sono 2 vietare le auto o costruire parcheggi interrati perchè quel viale ha le auto parcheggiate dai 2 lati della strada (ovvero 4 file di auto a spina di pesce!!). Credo che l'ultimo dei problemi sia l'albero in mezzo alla strada o il marciapiedi (invaso da moto). Le foto sono solo dell'area al centro del viale e non delle zone laterali

    RispondiElimina
  9. Egregio Fabrizio Vienna, lei mi sembra un idiota ed ora le spiego anche il perchè: lei crede che dopo i lavori diventerà uno splendido viale? Ma li ha visti gli altri siti dove sono stati fatti da tempo altri PUP? Le poche alberature non sono sopravvissute, perchè nessuno se ne cura più ( quindi si sono seccati)..la sporcizia, le cartacce ed i bivacchi di barboni, non li ha visti? E per ultimo...shopping su via enrico fermi? La maggior parte dei negozi o sono bar o sono officine o sono artigiani. Lo shopping lo va a fare a viale marconi, ma li non si possono fare i parcheggi perchè i commercianti di viale marconi (arvalia C.C.N.)non li vogliono sotto "casa" loro. Quindi prima di dire idiozie si informi e se lo è già lei è in MALAFEDE!


    Egregio Signor LES: Mi piacerebbe sapere perchè sono ridicole e patetiche le cartoline del NO PUP (foto di un albero verdeggiante...dove ognuno ha scritto ciò che pensa..è solo un invito al Sindaco senza calunniare nessuno...) forse lei non ha capito o non ha voluto capire.Bah
    Per quanto riguarda la parte centrale della strada, abbiamo chiesto di fare strisce blu o bianche, come a viale giustiniano imperatore dove hanno salvato diversi pini, senza abbatterli. I comitati hanno presentato diversi progetti alternativi che avrebbero permesso agli alberi di rimanere li, e di salvare la via dalla sosta selvaggia ( che non è poi quella dei residenti, ma quella di tanti di voi che vengono in zona a fare compere)..Ma la Cam è una società mooooolto potente, con mooooolti agganci politici verificabili, e quindi che la speculazione abbia inizio...ma questo il Tonelli non lo dice, ma lo sa benissimo, lui campa così. Ora signor tonelli può ancora riniziare ad offendere bla bla bla come fa sempre, lei non mi tange più di tanto, volevo solo far presente che non è tutto oro ciò che riluce e lei ormai è stato "sgamato" non abbocca più nessuno a parte gli idioti!

    Leyla

    RispondiElimina
  10. Massimiliano Tonelli15 settembre 2011 15:55

    Ma il 9 gennaio, domenica, in mezzo al ponte della epifania, con TUTTI i negozi chiusi, quando sono venuto IN BICI COME SEMPRE a girare quel video, quelle auto di chi erano? Delle persone venute a fare shopping? Capisco che il video faccia male, ma parla chiaro. Non sono chiacchiere al vento...
    Volete continuare a parcheggiare a gratis le vostre tre auto a famiglia in mezzo agli alberi. Che male c'è. Ammettetelo però. E non fate battaglie strumentalizzando le piante, che da quarant'anni state massacrando con le vostre vetture: vendetele come ha fatto chi scrive. E poi (POI) parlate.

    RispondiElimina
  11. Imbecille, ti sei scordato via luca valerio 45 e via enrico fermi 152. Se le scrive però tutte la stessa persona non vale!

    RispondiElimina
  12. Bisogna essere informati e andare a fondo delle questioni.
    ProPUP che ne dici del PUP di Viale L. Da Vinci? Anche li siamo dei pazzi che strumentalizzano gli alberi? Credi che 70 box privati e l'abbattimento di un viale intero siano giustificabili, a scapito della stabilità degli edifici, di una scuola e di un centro per anziani?
    Fatevi un giro a vedere prima di parlare!!! Anzi venite a fare delle foto (che vi piacciono tanto) alle 8 del mattino per vedere la colonna che ha provocato sto PUP...

    RispondiElimina
  13. Non siete pazzi, tutt'altro, anzi: volete fare i furbi. E poi siete imbecilli e sicuramente molto egoisti. Ma ne abbiamo parlato qui: http://www.propuproma.com/2011/06/e-pensate-che-gli-imbecilli-di-abitanti.html

    RispondiElimina
  14. ah poveraccio...stiamo ancora aspetttando le cartoline tue,,,finiti i soldini della cam?

    RispondiElimina
  15. "Non diamo ai no-pup ulteriore materiale per farci perdere tempo e pazienza."

    Questa è la risposta di TOnelli a LEs.....e...mi sorge un dubbio...

    FARCI perdere tempo? Tana per Tonelli

    poraccio

    RispondiElimina
  16. Quoto in pieno il post di Leyla; fatevi un giro in città(le situazioni già le conoscete, fate finta di non vederle),vedete tutti questi fantastici,celestiali pup, vedete come hanno risolto tutti i problemi delle zone in cui sono stati (dopo anni e anni e, a volte ancora in costruzione/abbandonati) costruiti. Parcheggi a rotazione a prezzi "calmierati", nessun box usato per altri scopi (ciao ciao parcheggi), parchi verdissimi, zone della città riqualificate e fruibilissime...un paradiso insomma!
    Cito, come esempio: parcheggio mai utilizzato a via Blaserna (100 m da via Fermi) con "fantastico" giardinetto annesso, pup vicino alla staz. Trastevere(in "costruzione" da anni e anni).
    La situazione di viale Fermi è vergognosa è vero ma non credo davvero che la costruzione del pup con relativa distruzione degli alberi(non si possono spostare alberi così grandi come se fossero pacchi)che getterebbe nel caos quella zona per anni(sempre che lo finiscano) possa essere la soluzione.
    Un'altra domanda...perchè non parlare della "latitanza" totale dei vvuu???

    RispondiElimina
  17. Cito Fabrizio Vienna:
    Fabrizio Vienna ha detto...
    Via E. Fermi: probabilmente la via piu' brutta dell'occidente.
    Domani, sara' un meraviglioso viale dove sarà possibile passeggiare, fare dello shopping, semplicemente incontrarsi, e ....udite udite!!!... anche parcheggiare....SI MA SOTTO PER DIO.
    Ottima iniziativa Bravo!!

    Via Fermi la più brutta?Non dire cazzate, hai mai girato, anche solo un pò, questa città?
    Di posti veramente "orribili", ahimè, ce ne sono a bizzeffe.
    Via Fermi è diventata "la più brutta dell'occidente" da quando gli speculatori (paladini del bello,della natura e dell'ordine) ci hanno messo gli occhi sopra!Fiutato l'affare eh? Diciamo a tutti che lì è orribile e che noi risolveremo, in pochissimo tempo, tutti i problemi (posti per tutti a poco prezzo,giardini,alberi,pulizia, ordine), costruiamo ci facciamo i soldoni e chi s'è visto s'è visto, che ce frega, ha funzionato e funziona in tutta la città...
    Abbi il coraggio di ammettere che l'unica cosa che vi interessa sono i $, a voi non frega nulla degli alberi,della vivibilità della zona, di quanto tempo impiegherete e di come realizzerete 'sto pup, del "fantastico giardino che lo "ricoprirà", finirà tutto come al solito: anni e anni di lavori (sempre che li finiate), polvere, caos, posti auto in meno, totale abbandono della zona. Mi fate ridere quando dite che tutti dovremmo vendere l'auto e prendere i taxi o gli "splendidi" mezzi pubblici: a Roma ci vivete o fate i turisti, avete un lavoro o vi dilettate di passeggiate, giretti, senza fretta, senza problemi?
    Quante cazzate leggo...davvero!!!

    RispondiElimina
  18. Fabrizio Vienna2 dicembre 2011 20:04

    Io continuo a sostenere che le auto vanno sotto e la superficie debba essere riqualificata e ridata ai cittadini, alle famiglie ai bambini. Che oggi sono quelli che di fatto pagano tramite una peggiore qualità della vita, una incidentalità altissima dovuta al traffico di chi gira a vuoto solo per cercare un posto, inquinamento acustico e visivo, aggressività al volante. Questo deve finire, e il prezzo da pagare è l'affitto del posto auto di chi decide di possederna una. La macchina te la puoi pure tenere come del resto la tenevo io quando abitavo in zona, devi solo ficcarla dove non rompa le palle.

    RispondiElimina
  19. Signor Vienna com'è che ora risponde in maniera pacata(e incompleta)?
    Non ha argomenti in risposta a ciò che ho scritto riguardo al fantastico PUP che dovrebbe costruirsi a via Fermi(e a quasi tutti gli altri qui a Roma)?

    RispondiElimina
  20. Fabrizio Vienna5 dicembre 2011 16:10

    Marco, I miei argomenti te lo esposti in tutte le salse. Se poi non li vuoi capire.. Beh questo é un problema tuo. non mi sembra il caso di perdere altro tempo con te.
    Cordialitá :-)

    RispondiElimina
  21. quindi, signor Vienna, ciò significa:
    non si perde tempo con chi non è d'accordo con noi;
    bene, ne prendo atto, cordialità

    Marco

    RispondiElimina
  22. Fabrizio Vienna6 dicembre 2011 17:07

    Ma guardi signor Marco, piu' esattamente , non si perde tempo con chi si nasconde dietro le foglie degli alberi, quando l'ultimo scopo è quello ovvio di lasciare le cose come stanno, cioè da schifo, pur di poter continuare a parcheggiare la macchina alla rinfusa su un viale che altrimenti potrebbe essere meraviglioso. Contenti voi

    RispondiElimina
  23. attenzione- attenzione: il pup previsto in via fermi non avrà posti a rotazione, ma SOLO BOX PRIVATI. quindi un residente che torna a casa dal lavoro e non trova posto, non potrà mettere la macchina nel pup perchè sono previsti solo box privati. allo stesso modo, i clienti dei negozi di viale marconi contiuneranno a parcheggiare dove più gli fa comodo pur di andare per negozi perchè non avranno un nuovo parcheggio a disposizione!

    RispondiElimina
  24. Il residente che vuole utilizzare l'auto si comprerà il box per quando arriverà a casa, altrimenti imparerà ad utilizzare i mezzi pubblici. Non vedo il problema.

    RispondiElimina
  25. Ma perché non considerare l'alternativa delle strisce blu a pagamento come in altri quartieri. Oggi si vorrebbe interrare (e non aggiungere) i parcheggi. Di fatto la politica realizza una estorsione di 80000 Euro a danno di ciascuna famiglia, forzando l'acquisto di un box a puro beneficio di un unico privato. Eppure i parcheggi a pagamento nel quartiere ci sono nelle numerose rimesse private disponbili. Oggi occorre semplicemente disciplinare il parcheggio abusivo e incontrollato.
    In tutti i quartieri del centro, all'EUR, ai Parioli etc.vi sono le strisce blu. Anche il popolare quartiere Fermi potrebbe avere gli stessi diritti e mantenere il viale alberato.

    Carlo D'Andrea

    RispondiElimina