venerdì 30 settembre 2011

Osservate con cura Piazza Colonna e Piazza Montecitorio



Avete visto bene, si tratta proprio di quelle due piazze. Incredibile no. Eppure non parliamo di un millennio fa, ma semplicemente nei civilissimi anni Sessanta quando Roma era la città più internazionale e figa del mondo. Eppure, guardate come erano ridotte. Non solo: sembrava impensabile cambiare. Sembrava assurdo che non fosse così. I commercianti non avrebbero mai permesso diversamente. E invece, oggi...
Ecco perché a tutti coloro che pensano di mantenere per sempre lo schifo di cui oggi troppe aree di Roma sono ricoperte chiediamo che guardino queste immagini. E che si rendano conto che, anche da noi, le cose cambiano. E il cambiamento, se non si adegueranno e lo faciliteranno, li travolgerà.

7 commenti:

  1. Queste foto fanno piu male a me che a Roma.

    Provatevi ad immaginare il centro storico interamente pedonale,con piazze e vie arredate con panchine e fioriere,muri e strade pulite
    negozi e botteghe di qualità...
    UN SALOTTO !

    RispondiElimina
  2. Senza arrivare agli anni '60 ma ve la ricordate piazza del popolo negli anni '90?
    Questo è un articolo che lascia molte speranze.

    SI PUO' FAREEEEEEEEE

    RispondiElimina
  3. Roma ha un centro storico meraviglioso che purtroppo è deturpato dalle macchine. La pedonalizzazione del tridente non deve rimanere un sogno e per realizzarla è necessario proseguire con la costruzione dei parcheggi ma ancora piu importante è educare i romani, con multe salate, ad utilizzarli.

    Quando vedo che i vigili passano davanti a macchine in doppia fila o parcheggiate sulle strisce pedonali senza fare la multa, mi chiedo a quanti soldi il comune paga di stipendi inutili e quanti soldi non incassa per multe non fatte.

    Ma a che serve la polizia di Roma Capitale se ti permettono di deturpare la città con le macchine e alcuni parcheggi, tipo quello del Gianicolo o dell'Auditorium, rimangono deserti?

    RispondiElimina
  4. guardatevi la puntata di ieri di "presa diretta", in particolare dal minuto 1.19.00

    da far imparare a memoria ai nostri amministratori!!!

    RispondiElimina
  5. ecco il link http://www.presadiretta.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-03cd89b1-7425-4962-9aa0-0f44ac3b62f6.html

    RispondiElimina
  6. oddio qualcuno che la pensa come me!!!!! che bello!!!! come facciamo a farci sentire?
    Daniela

    RispondiElimina