mercoledì 14 settembre 2011

Domanda alla gentaccia di Via Cesena: ma ora il giardino non vi interessa più? Dov'è la raccolta firme? Esiste un comitato? Dove diavolo siete?




Molto più di altri blog che pure gestiamo in prima persona, Pro Pup Roma ci aiuta a comprendere ed a convincerci di quale parte abbia, nella situazione di indicibile degrado in cui versa la città, la responsabilità dei cittadini stessi.
La schiacciante maggioranza dei cittadini della capitale d'Italia, infatti, è composta da gentaccia. Non vogliamo intendere gente cattiva (anche se il quoziente di cattiveria, un tempo assente in città, è in pericolosa fase di aumento, anzi di moltiplicazione), non gente cattiva, dicevamo, ma gente fondamentalmente stupida, orgogliosa di essere stupida; ignorante, impreparata, incolta, incapace di esprimersi, di informarsi, di approfondire, di leggere. Gente egoista fino all'ennesima potenza. Gente convinta, fermamente convinta, che chi se fa l'affari sua torna sano a casa sua. Gente straconvinta, fino al midollo, che un proprio concittadino può delinquere quanto vuole: ha tutta l'approvazione fintanto che non viene a ledere qualche mio interesse (magari egualmente delinquenziale). Insomma, gentaccia che nella peggiore delle ipotesi campa ai margini della legalità in almeno un terzo della propria esistenza e nella migliore si volta dall'altra parte quando vede qualcosa che non va.

Tutto questo ci si para davanti ogni giorno. E ci si para davanti con maggiore frequenza quando parliamo di infrastrutture che debbano ridurre il livello di "campo rom" della città. Ovviamente tutta la gentaccia, che ormai si sentirebbe mancare la terra sotto ai piedi semmai un giorno Roma dovesse diventare una città normale, si solleva come un sol uomo.

E' successo ad esempio per il cantiere del parcheggio di Via Cesena. Un'area pericolosa, abbandonata, lercia, lurida si stava per trasformare in un giardino. Con parking sottostante per togliere finalmente le auto in sosta selvaggia che umiliano e fanno perdere dignità a tutta la zona. I cittadini (oppure sono i gestori dei parking sotto i palazzi a sobillare la protesta?) sono scesi in piazza, hanno cacciato via le ruspe dicendo che loro volevano un giardino. Il cantiere è stato sospeso (noi speriamo che riprenda DOMANI!) e un normale cittadino, come il lettore Willy che ci scrive qui sotto, avrebbe pensato: ok, ora gli abitanti del quartiere resteranno in piazza fino alla effettiva realizzazione del giardino, mica accetteranno di vivere attorno a questo abbandono e questo schifo? Ecco, dunque, dove casca l'asino. La lettura sarebbe fattibile anche da un poppante: non è vero che i cittadini stavano difendendo il verde, semplicemente i cittadini stavano lottando per poter continuare a posteggiare a sbafo in mezzo alla strada, nel caos e nello schifo più assurdo e profondo. Questa era la loro battaglia. E per questo noi e con noi tutte le persone per bene, li consideriamo gentaccia.
Ecco la lettera del nostro lettore.

***

Oggi passeggiavo dalle parti di Via Cesena e mi sono detto: "fammi vedere il famoso giardino per il quale tanto hanno lottato a che punto è...". Beh, ecco le foto, credo valgano più di mille parole... Questo è ciò per cui hanno lottato quei caproni dei residenti, questo schifo è ciò che ci deve separare da una metropoli europea... Lor signori accettano questo vomito pur di poter continuare a parcheggiare gratis sul suolo pubblico... Dove sono ora i residenti col banchettino? Dov'è la raccolta firme per il giardino? Tutto tace, non si vede piu nessuno... Come mai non continuano a presidiare l'entrata chiedendo a gran voce il "giardino"? Forse perché il costruttore non si avvicina più? Forse perché il progetto PUP è al momento fermo? Ma niente niente l'interesse vero era solo quello di non togliere i parcheggi a sbafo dalla strada?
Willy

18 commenti:

  1. Stessa situazione a Via E.Fermi. Dove i sobillatori sono i garagisti, i commercianti, che si tirano a presso dei residenti, cosi' stupidi e disinformati da non vedere ad un palmo dal proprio naso.

    RispondiElimina
  2. A questa gente ignorante non si puo dare il potere di fermare un progetto importante per la città. Un'infrastruttura che consentirebbe di ridurre il numero delle macchine che occupano suolo pubblico, a discapito di piste ciclabili o corsie preferenziali, nel massimo degrado. Le macchine se occupano suolo pubblico devono pagare. TUTTE ed in TUTTA la città. E poi perchè il giardino non poteva convivere con il parcheggio? In questa piazza si poteva fare il parcheggio sotto ed un parco pubblico sopra, come ad esempio è stato fatto a Berlino a Los Angeles Platz.
    Ale

    RispondiElimina
  3. Si, lo spettacolo al momento non è proprio gradevole ma siamo in attesa di notizie dal Comune per la sua destinazione finale che, purtroppo per voi non sarà un p.u.p.
    Ci apettavamo un vs ritorno sull'argomento.
    Tra poco l'area verrà pulita così si potrà capire meglio che è giusto destinarla a giardino.
    ER basta con gli esempi di Berlino, Parigi, Rotterdam, Dubaj, Bardonecchia, Zagarolo ecc.
    Cambiate un pò....

    RispondiElimina
  4. Massimiliano Tonelli14 settembre 2011 15:38

    Perché nell'attesa delle notizie dal Comune non togliete dal cazzo sto tsunami di orribili vetture in divieto? Paura degli esempi dai paesi civili eh? Gelosi del vostro sottosviluppo? Ma davvero pensate che potrete difendere l'indifendibile a vita? Arriverà il redde rationem!
    Cmq vedo che la da noi affettuosamente chiamata "gentaccia" risponde eccome eh. Naturalmente in forma anonima, in piena buona fede eh!?!?

    RispondiElimina
  5. LA LETTERA
    Scempi e strani appalti
    Il sottopasso fa indignare


    Il progetto del sottopassaggio dell'Ara Pacis oltre a distruggere parte del lungotevere porterà, a causa dei cantieri, un lungo disagio ai residenti. La scrittrice Rosetta Loy: "E i lavori sono assegnati alla "Todini spa" finanziatrice del Pdl e legata alla giunta".
    di ROSETTA LOY

    Scempi e strani appalti Il sottopasso fa indignare Il lungotevere dell'Ara Pacis
    Caro direttore, leggo con un certo orrore del sottopasso all'Ara Pacis, che a parte lo scempio del lungotevere prepara lunghi mesi (forse anni) di disagio per noi romani. Ma il massimo della spudoratezza questo progetto "imperiale" lo raggiunge nella notizia che i lavori sono già praticamente assegnati alla "Todini spa", ditta notoriamente finanziatrice del Pdl e legata a filo doppio con l'attuale giunta in Campidoglio. Giunta che pur denunciando un debito pesante, sta da qualche tempo "ristrutturando" il maestoso Ponte di Brasini (quello che da viale Pilsudski immette su corso Francia), un lavoro che dura da mesi e di sicuro ha richiesto e continua a richiedere una spesa esorbitante ma a noi ignota. Come ignota è la ditta appaltatrice.

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/09/14/news/scempi_e_appalti_il_sottopasso_fa_indignare-21629959/

    Cosa rispondete a questa de@[#]ente che per avere il suo parcheggio privato Gratuito sulla starda di TUTTI vuole togliere a TUTTI i romani e ai visitatori di tutto il mondo uno splendido progetto di "balcone sul tevere", pieno di verde e senza auto. Totalmente pedonale...

    Questa è arroganza pura di interessi privatissimi che impediscono a Roma di essere come tutte le città (anche di provincia) europee...

    Son veramnte inc@##ato..

    RispondiElimina
  6. A Tonè, alias Willy...Ma no n cambi mai!
    Porta intanto rispetto per chi si è sacrificato al famoso banchetto, dove hanno firmato 4000 persone!
    E poi, non finiremo mai di dirvelo, ma pensate che gli intelligentoni stanno solo dalla parte di chi vuole quie cazzo di box?..
    Ma avete visto che facce hanno quei figuri che ruotano attorno a Via Albalonga?...Quelli dell'ufficio vendite!
    I signori di cui sopra ti minacciano appena stai li a curiosare e queste sarebbero le brave persone?
    Ma prima di parlare riflettete un attimo.

    RispondiElimina
  7. Massimiliano Tonelli14 settembre 2011 16:06

    Di scemi di questo tipo ne è pieno il mondo. I giornali che pubblicano le loro farneticazioni, però, stanno solo a Roma!

    Quanto a Via Albalonga se la ditta non va bene pigliamone un’altra (io sono favorevole allo sbarco in massa delle megaditte straniere, figurati), l’importante è togliere le macchine dalla strada. Paura eh? Ad ogni modo a Via Albalonga le uniche aggressioni, documentate, le ho subite io in persona da parte dei civili cittadini del comitato-del-fiume-sotterraneo. Lasciamo perdere vah…

    RispondiElimina
  8. Ma dai che ci sei andato apposta!...

    RispondiElimina
  9. il mio timore è che dietro a chi non vuole che si costruisca il pup su quel campo incolto, ci sia in realtà chi vuole costruirci una palazzina...

    RispondiElimina
  10. Guai a chi tocca Via Cesena!
    Siamo in attesa solo venga risolto il passaggio dal Ministero degli Interni al Comune di Roma. Un volta fatto questo daremo il via al progetto-giardino.
    Non date retta a questi personaggi che scrivono e fotografano cercando di gettare solo fango sul Comitato No Pup!
    Certo che l'area è ridotta ad una discarica, me se avessimo potuto fare un esproprio l'avremmo fatto da un pezzo!
    Meglio agire nella legalità.

    RispondiElimina
  11. Massimiliano Tonelli15 settembre 2011 09:44

    Ma il progetto giardino prevederà anche la sosta selvaggia tutto intorno come amate fare ora (siamo noi che gettiamo fango o voi che parcheggiate a cazzo di cane?)???

    Al posto della ringhiera del giardino, fate un recinto di lamiere?

    RispondiElimina
  12. Secondo me questi quà metteranno dei parcheggi DENTRO il giardino e faranno le aiuole di asfalto per parcheggiare la fiat.
    Mandateci i vostri figlia respirare il tubo di scappamento delle auto mentre giocano a palla burina.

    RispondiElimina
  13. Ma che BELLO!!! Un bel Giardinetto. Che BELLO!!!
    Uhh! Guarda li'!! 100 tonnellate di lamiere fumanti attorno al giardinetto. MA Ancora Piu' bello!!!
    Ma siete fenomenali!!! Grazie Grazie ancora Grazie!!!

    RispondiElimina
  14. A Fabrizio Vienna spero gli fumi il culo!...
    Così ti piacerà di più e sarà tutto più bello!.....
    Le lamiere bollenti te le puoi sempre appiccicare sulle chiappe!...
    Ciao nì.

    RispondiElimina
  15. Ma un area dedicata ad un asilo nido di ultima generazione .... e il resto Dell area fatta a parco no è

    RispondiElimina
  16. Perchè non vengono inseriti gli ultimi aggiornamenti sui P.U.P. di Via Imera ?Considerato che il sito è aggiornato a ottobre 2013 nel mentre la situazione attuale è molto diversa? l'area che dovrebbe dar corpo ai box nel suo complesso sta proseguendo da dicembre 2013. Anche se inizialmente stando agli addetti ai lavoro avevano comunicato che stavano rifacendo i nuovi impianti di scarico delle acque chiare, che erano state occlusi dalla vecchia società poi fallita, per poter predisporre la messa in opera di moltissime colonne in cemento interrate sui due versanti della strada in questione oltre che al centro del manto stradale. grazie.

    RispondiElimina