martedì 2 agosto 2011

E adesso sì che a Largo Vercelli si parte...


Per pura casualità, purissima casualità, dopo le pressioni effettuate anche da questo blog nei confronti del IX Municipio con alcuni post nei giorni passati, magicamente è arrivata dopo secoli l'approvazione per l'occupazione di suolo pubblico, con quei due mesetti di ritardo, ma vabbeh.
Per tutto agosto e tutto settembre, insomma, a Via Pinerolo e a Largo Vercelli finalmente partiranno i lavori per le indagini archeologiche e poi di corsa a realizzare posti auto interrati e (purtroppo) anche box.

Il nostro auspicio? E' che le ditte, tutte le ditte che stanno lavorando nel IX Municipio in questo momento (a Via Albalonga, a Via Imera, a Largo Vercelli, anche all'ex deposito oltre Piazza Zama e prestissimo speriamo a Via Cesena) si prodighino a realizzare coperture superficiali di altissima qualità. Che garantiscano spazi qualificati a chi vuole passeggiare, fermarsi a bere un caffe ad un tavolino, mettersi in santa pace su una panchina, banalmente attraversare la strada, portare fuori il cane, girare con una sedia a rotelle o con un passeggino.

Insomma, molto banalmente, bisogna togliere spazio alle vetture recuperando in superficie almeno il 70% dei posti auto che si realizzano sottoterra. Per regalare spazio ai pedoni, ai bambini, agli anziani, alle famiglie, al commecio, ai tavolini all'aperto che dovunque sono una risorsa economica ed un modo civile per passare il tempo e solo a Roma sono visti come nemici pubblici perché la gente preferisce auto parcheggiate sul marciapiede piuttosto che gente a cena sul marciapiede.

Il 70% di posti, almeno. Se si fa un parking di 200 posti, occorre toglierne di mezzo 140 in superficie. Se si fa un parking di 300 posti, occorre toglierne 210 in superficie. O si fa così oppure i PUP non risolvono il problema, e magari lo aggravano pure: le ditte insistano, propongano sistemazioni di livello, investano sulla qualità in progetti che i Municipi abbiano difficoltà a rifiutare.

18 commenti:

  1. strade ad UNA corsia SENZA POSSIBILITA' di doppia fila....

    RispondiElimina
  2. i PUP non servono a togliere necessariamente posti auto in superficie, ma ad aggiungerne insieme ai box, altrimenti sarebbero operazioni inutili.
    servono al massimo ad eliminare le seconde file,

    RispondiElimina
  3. caffé e tavolini? ma per prendere il gas-puccino forse, oppure per fumare l'arghilé direttamente dalle marmitte delle auto.

    I pup servono per aumentare i posti auto nell'area, secondo la giustificazione con cui i costruttori hanno chiesto il permesso per costruire e secondo il piano urbano parcheggi di Roma. Non per altro. Nell'area di Piazza Re di Roma sono previsti 1700 parcheggi in più, e nel Municipio IX un gran totale che supera i 5000 posti auto. E non è prevista nessuna opera di riduzione dei posti auto in superficie se non per lo spazio occupato dalle rampe (una decina per pup). è un invito a far venire più auto o a comprarsene una, che si aggiungeranno a quelle che sono ora già parcheggiate in superficie. Se si voleva eliminare l'auto in superficie si potevano già fare le corsie preferenziali per i bus, le corsie uniche per impedire la doppia fila etc. Magari non tutto in una volta, ma 1000 o 2000 posti all'anno in meno, per dare il tempo agli autodotati e agli autopendolari di adeguarsi in occasione della sostituzione dell'auto. In 5 anni (anno di inizio di questa sessione di pup a palla, cioè il 2006) si sarebbero eliminati 10 mila auto, creando spazio.

    Più auto ci sono in giro, meno mezzi alternativi potranno circolare, a partire dalle bici, che sono incentivate se non ci sono troppe auto in giro, le piste ciclabili trovano più facilmente spazio se non ci sono troppe auto in giro. I mezzi pubblici vanno più rapidi se non ci sono troppe auto in giro. Solo nel Municipio IX, invece, si prevedono 5-7 mila posti auto in più. A Londra, con 8 milioni di abitanti, l'obiettivo, raggiunto, con l'introduzione del congestion charge è stato quello di ridurre 30 mila auto in entrata. Nel Municipio IX, con una popolazione che è meno del 2% quella di Londra, si portano 5 mila auto. Tutti i giorni, se le aspettative del Comune si realizzassero. Altro che tavolino sul marciapiede.

    RispondiElimina
  4. Non è affatto vero. Ci sono tanti pup, e tanti li abbiamo documentati su questo sito, dove l'itera via o piazza dove il pup insisteva è stata risistemata e la sosta è stata eliminata totalmente portandola solo sottoterra. E' così che bisogna fare. E' solo un problema di mettersi d'accordo sulle sistemazioni superficiali e qui la responsabilità è dei Municipio: i costruttori di pup, ovviamente perché a loro conviene, vogliono togliere più posti auto possibile e dunque sono portati -anche se per interesse- a riqualificare. Mentre i politici dei municipi, per paura di perdere voti dei cittadini che valutano più un posto auto gratuito della loro stessa famiglia, tirano il freno e chiedono di lasciare le auto in superficie.
    Anche qui i Municipi devono capire che strade più belle e prive di sosta, alla fin fine, fanno guadagnare consenso anche a loro.

    RispondiElimina
  5. se si può fare ok, altrimenti è necessario cmq mantenere la sosta in superfice

    RispondiElimina
  6. ma se in uno dei post precedenti hai citato proprio la CAM sostenere che il pup di piazza vercelli serviva a soddisfare la domanda di più posti auto...svegliati, vuoi credere che i pup servono a far diventare Roma un quadro di de chirico, ma la realtà è opposta alle tue illusioni...
    e i Municipi non c'entrano nulla, è il Comune che incassa quei quattro soldi dal costruttore, e non è previsto nessun arredo urbano finalizzato alla riduzione delle auto in superficie, solo ad aumentare il totale di posti auto.

    RispondiElimina
  7. Dei motivi per cui la CAM fa i parcheggi me ne impippo. Anche perché sono motivi molto diversi dai miei. Io voglio parcheggi sottoterra per togliere le macchine dalla MIA terra (come si fa in tutta europa) la CAM non so e non mi interessa. Mi auguro che, in parte, voglia anche lei la stessa cosa. E infondo, infondo anche tu dai...

    RispondiElimina
  8. Già, purissima casualità... :)

    RispondiElimina
  9. non abbiamo nulla in comune....io voglio meno auto e quindi sostengo idee che favoriscono la riduzione delle auto, quindi niente pup, tu sostieni i pup e quindi avrai più auto. Gli strumenti devono essere coerenti con gli obiettivi, altrimenti si è degli stupidi. Quindi niente pup su suolo pubblico a spese della collettività. la tua scelta l'hai fatta, e capisco che è difficile ammettere di aver preso una cantonata, anche quando ciò è lampante.
    ho visto che gestisci un blog di bikesharing, questo blog propup e quello sono totalmente in contraddizione, se hai più auto, allora tutto ciò che ha che fare con la bici diventa meno probabile...anzi impossibile se il piano parcheggi di Roma si realizzerà. Perchè se questo piano parcheggi venisse applicato a Londra, Londra diventerebbe come Roma, cioè come Bombay.

    RispondiElimina
  10. Dà fastidio dovere pagare per parcheggiare eh? Bello lasciare la maghina sulle strisce pedonali in mezzo alla strada eh? Ma la ricreazione sta per finire...

    Io l'auto l'ho venduta e giro in bici. Tu?

    RispondiElimina
  11. quando non sai che dire cambi argomento...t'ho detto più e più volte che non c'entra nulla avere l'auto o meno. Comunque, non ho l'auto, la noleggio quando mi serve, eppoi sono bravo, buono, bello e ricco...e quindi?

    dai pensaci, è un principio base di economia, se i parcheggi aumentano il prezzo scende e quindi costerà di meno parcheggiare, a meno che il numero di persone incoraggiate a usare l'auto non aumenta più del numero di extra parcheggi. Both ways, un disastro per la città, il traffico, l'inquinamento, i tavolini del caffé, le bici etc.

    RispondiElimina
  12. Massimiliano Tonelli3 agosto 2011 09:03

    Costerà di meno parcheggiare??? Ma in quale film di walt disney? In quale cartone animato? Ma la piantiamo di utilizzare questo blog, che vuole essere un luogo di dibattito serio, per fare propaganda alla sosta selvatica? I no-pup inizieranno ad avere autorevolezza solo quando li vedremo combattere strenuamente contro le auto in doppia fila, postegiate di fronte agli scivoli per gli handicappati, in curva, sulle strisce, sul marciapiede. Fino ad allora, occorre fare silenzio! E non è un caso se qui io sia l'unico a metterci il cognome e la faccia. Paura di svelare la propria identità? Che qualcuno venga a controllare quale è davvero il vostro stile di vita? Se siete gente per bene o i soliti romani medi che venderebbero l'anima al diavolo pur di parcheggiare a gratis sotto ar semaforo.

    Ma se io tolgo i posti gratuiti e abusivi dalla superficie di Via Albalonga e creo dei posti regolari e ordinati sotto Via Albalonga costringendo chi proprio vuole avere un posto a comprarselo (50-100mila euro) o al limite ad affittarlo (300-500 euro/mese), ma posso sapere come cazzo si fa a dire che diminusco il posto del parcheggio????

    E' del tutto evidente che in questo modo manterrà l'auto chi proprio non può farne a meno ed è disposto a sopportarne i giusti costi di manutenzione. Tutti gli altri inizieranno a pensare di farne a meno ed utilizzare la vicinissima metropolitana.

    Questo è il sistema, unitamente allo sviluppo dei trasporti pubblici, che ha portato tutte le capitali europee ad avere 25/40 auto ogni 100 abitanti, non 70 come noi.

    Per Parigi bastano due ore di aereo, ripeto: andare un weekendino e studiare come sono gestite le politiche della sosta in Francia. Idem Madrid. Ma anche Firenze sta lavorando così. Pianificando tutta una serie di parcheggi (IN CENTRO) che fanno seguito alle pedonalizzazioni volute in questi mesi da Renzi. C'era un articolone sul Corriere della Sera durante lo scorso weekend e pensa che c'è qualche idiota tra i no-pup che va in giro a dire che in Europa i parcheggi non si realizzano in centro, ma solo ai margini della città. Viaggiare, leggere, studiare. Poi parlare: altrimenti ci toccherà iniziare a censurare commenti che sono di puro disturbo.

    RispondiElimina
  13. qui c'è un rendering di come verrà la superfice di Largo Vercelli...
    come vedete l'ipotesi è di togliere, per fortuna, tutti i posti auto

    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=345606506012&set=pu.345550491012&type=1

    RispondiElimina
  14. Mi sembrano un tantino troppo larghe le corsie. Se le proporzioni con le auto sono esatte, sono a rischio sosta selvaggia.

    RispondiElimina
  15. Tonelli, hai venduto l'auto perché evidentemente non hai bisogno, altrimenti la tenevi e la parcheggiavi i strada come tutti, e non ci sarebbe stato nessun problema

    RispondiElimina
  16. Massimiliano Tonelli3 agosto 2011 12:26

    Ne avevo bisogno si, ma non troppo. Quando ne ho bisogno provvedo con l'affitto e il car sharing. Comunque facciamo finta che non ne avevo bisogno, ci sto: ebbene vorrei che tutit quelli che non ne hanno bisogno facciano come me. Vendano o, meglio, rottamino.
    La città cambierebbe faccia.
    Oppure credi che tutte le vetture buttate in mezzo alla strada davvero servano e siano indispensabili ai relativi proprietari?
    No davvero, sono lì solo perché c'è spazio gratuito per tenerle. Altrimenti non ci sarebbero. Ecco dove bisogna lavorare: togliere questo spazio.

    RispondiElimina
  17. Walt Disney?
    ora mi tocca tirar fuori il maestro elementare (anzi da asilo) che è in me.
    Principio base dell'economia è che se aumenta l'offerta, il prezzo scende. Spieghiamo meglio anche per chi è uso leggere topolino. Il prezzo del parcheggio per l'automobilista è dato da un prezzo non monetario e da uno monetario. Quello non monetario è, ad esempio, il tempo legato alla ricerca di un parcheggio, oppure la distanza da dove abito o dove devo andare. Se mi porti 200 parcheggi sotto casa, o vicino al posto di lavoro o alla mia area di shopping, il mio costo non monetario diminuisce. Per una badante che guadagna 8 euo all'ora, se perdo 15 minuti per il parcheggio ciò si traduce in 2 euro in meno in tempo trascorso per trovare o andare al parcheggio. Per l'insegnante che da lezioni private in nero (20 euro l'ora) ciò si traduce in 5 euro, per l'oculista che guadagna 200 euro l'ora il guadagno è di 50 euro. Se il tempo per trovare parcheggio o per andare fino al parcheggio è di 30 minuti, il calcolo lo puoi fare da solo.
    Ora lasciamo stare il costo non monetario, e concentriamoci su quello monetario. Se l'area di Piazza Re di Roma si trova con 1500 posti auto in più, ciò vuol dire che colui che prima parcheggiava al parcheggio Bingo Re oppure da un molisano andrà nei nuovi parcheggi, se questi ultimi costano di meno, oppure rimarrà dov'era se costano di più. Ma se i nuovi parcheggi costeranno di più, allora tutto rimane come prima, e quindi il gestore o colui che s'è comprato il box posto auto dovrà abbassare il prezzo e renderlo concorrenziale, anche se avesse pagato 100 milioni di euro per un posto auto (se uno lo fa per profitto non dovrebbe proprio comprarsi il parcheggio). Quindi i costi monetari e non monetari si riducono anche se i parcheggi venissero venduti a un milione di euro l'uno. Puoi leggere su wiki il lemma sunk cost. In ogni caso, la tariffa di quelli a rotazione non sarà comunque mai molto diversa dal parcheggio in superficie, e anzi inferiore a molti parcheggi dei molisani. Tutto va nella direzione di una diminuzione del prezzo dei parcheggi e quindi in aumento del traffico, della car ownership, dell'inquinamento, dell'impossibilità politica poi di chiedere marciapiedi più ampi etc..

    RispondiElimina
  18. Anonimo,(ma xchè non scegli un nome?)Dici cose sensate. Infatti la creazione di parking, senza la riduzione di posti in superficie porta pochissimi vantaggi sul traffico. Però è almeno un primo passo.
    Se finalmente si procederà in maniera massiccia alla riduzione dei posti auto in superficie, all'aumento delle preferenziali, ci saranno pronte le infrastrutture per "obbligare" la gente a mettere la macchina nei silos.
    Nel frattempo comunque, considero già un vantaggio che persone come me e forse anche come te, quando sono costrette ad usare l'auto, hanno più possibilità di parcheggiarla lontano dalla strada. Tempo fa ho parcheggiato al multipiano di via Tripoli (speso 2 euro per 2 ore). Il parcheggio era semivuoto mentre tutto intorno c'era abbondanza di macchine in doppia fila degli scimmioni e trogloditi vari. Ho provato un pò di rabbia ma poi mi sono detto "almeno io posso sfilarmi da questo delirio, parcheggiando in maniera civile". Poi , con un pò di fortuna arriverà anche il resto.

    RispondiElimina