martedì 19 luglio 2011

Ma davvero il problema di questa città è salvaguardare fino all'ultimo albero? Non sarebbe meglio, dovendo scegliere, salvaguardare la vita ai pedoni?


Aiuto!
Stanno trivellando uno dei pochi giardini pubblici di quartiere rimasti alla balduina.
Tra via Cadlolo e Scalea Mezzetti c'è un giardino bellissimo con alberi ad alto fusto e di pregio; l'altro giorno hanno cominciato le trivellazioni per farne un parcheggio a silos. Vi allego la lettera che il comitato da noi formato ha inviato alle autorità: ci serve che ci diate una mano oppure spunti su come fare.
Paolo F.

***

Il quartiere in questione è quello qui sopra nella foto. Ingranditela. Tutto sembra, fuorché un quartiere dove manca verde, alberi, vegetazione. E' un quartiere, invece, e questo lo possiamo dire senza alcun tema di smentita, sommerso dalla sosta selvaggia. Marciapiedi microscopici, tutto lo spazio per le macchine, vetture parcheggiate ovunque: in curva, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, di fronte agli scivoli per gli handicappati. Il tutto anche a causa di un pessimo arredo urbano.
Dunque a che possono occorrere i parcheggi interrati che GIUSTAMENTE si trivella per farli? Possono venir buoni per togliere un po' di auto dalla strada, ma soprattutto per pagare -gli oneri di concessione del sottosuolo- alla amministrazione (Municipio) quelle risorse che poi potranno essere investite per riqualificare le strade. Capita la filiera? Ecco perché non bisogna opporsi ai parcheggi, anzi bisogna salutarli con favore.

8 commenti:

  1. Ma la Balduina non è stata edificata interamente su materiale da riporto? Si riuscirà a bucare senza fare disastri?

    Comunque è vero, tra via Tito Livio e Clivo di Cinna ci si passa davvero per pochi cm, occorre eliminare una fila di auto e allargare un po i marciapiedi!

    RispondiElimina
  2. Per non parlare del fiume sotterraneo che passa sotto alla Balduina. Questo Pup è roba da criminali!!

    RispondiElimina
  3. L'abbattimento di numerosi alberi d'alto fusto sta diventando una routine nella costruzione dei PUP.
    Questo è assolutamente inaccettabile e te lo dice uno a favore dei parcheggi interrati. Ma parcheggi ed alberi lavorano insieme per miglirare l'ambiente, metterli uno contro l'altro è folle!!
    Molti di voi che scrivono abitano all'Esquilino. Bene , fate una passeggiata per Via Merulana. Passando dal tratto alberato a quello di S.Maria Maggiore privo di alberi, notate qualche differenza? l'aria sembra immediatamtne più calda ed irrespirabile...
    A Viale del Vignola si vorrebbero abbattere decine di platani di 50 anni d'età.
    Avete idea di quale peridita sarebbe?
    Va bene il parcheggio, ma senza dover far fuori gli alberi.

    RispondiElimina
  4. Gli alberi si trasferiscono e si ripiantano. Basterebbe mettere una norma secondo la quale le ditte che realizzano parcheggi sono obbligate a riforestare per un numero di alberi doppio rispetto a quello che sono costrette a espiantare.
    Ma un punto deve rimanere fermo: l'urbanistica di una città non la fanno i platani.

    RispondiElimina
  5. Sinceramente meglio gli alberi... i pedoni fanno un po' di attenzione e via, anche perchè penso che sia piacevole per tutti passeggiare all'ambra di bei alberi, dai

    RispondiElimina
  6. certo, ripiantiamo (magari in numero triplo) gli alberi tagliati in una foresta distante qualche kilometro, e rassegnamoci a vivere in un quartiere che assomiglia a una periferia malfamata (leggi area 'riqualificata'), per non parlare delle auto che si devono moltiplicare giusto per avere quell'extra di inquinamento che ci fa sentire 'ancora vivi'.

    RispondiElimina
  7. "i pedoni fanno un po' di attenzione e via".

    Senza parole.

    RispondiElimina
  8. A via Galvani, a Viale Aventino, a Villa Borghese stanno potando in modo 'severo' i grandi alberi fuori stagione e ne stanno tagliando di netto alcuni centenari.

    lo scempio del patrimonio arboreo di una città che è famosa per le sue aree verdi si sta realizzando.

    I cittadini devono essere salvaguardati, ovvio, ma è questo tipo di potature che rende gli alberi 'deboli e squilibrati' portandoli al declino. Gli alberi salvaguardano la salute dei cittadini di roma rendendola meno inquinata, più fresca...

    Inoltre, non ci sono progetti seri di ripopolamento - basta vedere che fine stanno facendo i giovani alberi ripiantati al centro di Viale Aventino vicino alle rotaie del tram- ed i soldi stanziati vengono letteralmente buttati al vento.

    Anche da questi episodi si deduce come non si sta pensando al futuro, ai bambini, agli anziani...

    RispondiElimina