lunedì 11 luglio 2011

Calumet della Pace. Ci vogliamo alleare con i NoPup (se cambiano nome)

Leggete qui il programma che quest'oggi i comitati NO PUP (ore 11, sala della pace, via IV Novembre) porteranno in un incontro che presenta il Libro Rosa dei Pup.



Per realizzare i parcheggi interrati in sicurezza
Intervento del Dott. Liborio RIVERA della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale)

Per una qualità delle sistemazioni superficiali
di Arch. Elio Trusiani, Arch. LUCA Scalvedi, Arch. Maria SPINA Intervento dell’Arch. Luca SCALVEDI

Pup e giardini: due realtà incompatibili?
Intervento della Dott.ssa Paola LOCHE, botanico fitosociologo

Città Bene Comune: progettare gli spazi insieme a chi li vive
Intervento di Carlo CELLAMARE, docente di Urbanistica presso l'Università “ La Sapienza”




Insomma a quanto pare i NO PUP (forse anche grazie a noi???) hanno capito che la strada che stavano percorrendo non portava da nessuna parte. Hanno capito che non si poteva continuare a calvalcare l'onda della paura ridicola, dei fiumi sotterranei, del dissesto idrogeologico che non esiste e drammatizzare tutto questo. Hanno capito che il loro ruolo, e in questo possiamo essere alleati, è quello di chiedere che i parcheggi si facciano, ma che si facciano con la massima sicurezza, le massime garanzie, la massima qualità costruttiva, il top per quanto riguarda le coperture superficiali. Ecco, se loro sono cambiati così (ma allora dovrebbe cambiare anche il nome, non più "NO PUP", ma, magari, "PUP, SI PERO'..."), allora perché non firmiamo la resa e ci sediamo, tutti insieme, al tavolo della pace iniziando a percorrere un pezzo di strada in comune? Intanto, oggi, chi va all'incontro ci faccia sapere.

4 commenti:

  1. la cosa positiva è che da diverso tempo proponi delle alleanze con i no-pup...almeno hai perso un pò di superbia.
    Il punto è che i no-pup non hanno bisogno di questo blog (in quanti siete ? 1 compreso te ? ) !

    RispondiElimina
  2. Sarebbe bello se si smettesse di chiedersi di cosa hanno bisogno i no-pup e i pro-pup, e interrogarsi su cosa serve a questa città.

    Chiedo troppo?

    RispondiElimina
  3. si potrebbe fare se il tuo comitato cambiasse il nome propup in "pup, no a meno che..." e fossi in grado di portare iscritti o sostenitori in numero ragionevole. Bisogna concedere qualcosa a chi non la pensa come noi e ha una qualche aspettativa. Ma mi sa che non avete truppa, non avete flotta, non avete idee, e quindi non se ne fa proprio nulla. Next, please!

    RispondiElimina
  4. Non saprei proprio. Non sono una campionessa in diplomazia, lo ammetto, e sono d'accordo con il fatto che non ha senso sbandierare pericoli inesistenti o quanto altro, ma dopo che mi hai chiamata deficiente, idiota, capra, rincoglionita, dopo che hai fatto dell'ironia sul fatto che sapessi parlare in italiano ma che comunque tutto quello che dicevo erano stupidaggini (e non parlavo di pericoli fantasma, no, dicevo cose concrete allora come ora) ma SOPRATTUTTO dopo che hai detto una cosa innominabile su mia figlia, non ti dico dove ti metterei la tua alleanza...resta pure lì dove sei, che stai bene solo.

    RispondiElimina