giovedì 28 luglio 2011

Ancora su Largo Vercelli. Ma il compito di un Municipio è quello di boicottare le opere pubbliche indispensabili al proprio territorio?


La scorsa settimana mostrammo alcune foto di lavori in corso in cantieri pup del IX Municipio. Notammo come a Via Imera si lavorava, come a Via Albalonga si lavorava (oh, ma ve la immaginate domani Via Albalonga senza sosta selvaggia. Qui nella redazione di Pro Pup non stiamo nella pelle), ma che a Largo Vercelli si stava fermi. Ci chiedevamo il perché e la risposta è arrivata direttamente dalla CAM Edilizia srl, la società che ha l'incarico di realizzare questo parcheggio:

Il Municipio IX nella persona dell'Architetto Rossella Caputo a tutt'oggi non rilascia l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico per consentire alla C.A.M. il completamento delle indagini archeologiche.

Siamo noi, quindi, a chiedere al Municipio IX spiegazioni in merito. A tale riguardo la Società C.A.M. nei prossimi giorni procederà con una diffida formale per la richiesta di danni nei confronti del Comune di Roma e nei confronti del Dirigente della UOT Arch. Rossella Caputo.

Si allega materiale relativo al rilevo della sosta effettuato nell'ambito di influenza di Largo Vercelli il 4.06.10 con i seguenti dati riepilogativi:

domanda di sosta: 6422 posti auto
offerta attuale: 4381 posti auto
bilancio: -3326 posti auto
offerta PUP in costruzione: 834 posti auto

deficit: -2492



Cosa possiamo aggiungere noi? Solo un invito, l'ennesimo, a Susi Fantino. A tornare a comportarsi come una esponente della classe dirigente di questa città e non come una movimentista che fa politica (e polemica) pure sui parcheggi, ovvero su infrastrutture indispensabili, necessarie, impellenti e che esistono in tutte le città del mondo.

8 commenti:

  1. "Si allega materiale relativo al rilevo della sosta effettuato nell'ambito di influenza di Largo Vercelli il 4.06.10 con i seguenti dati...offerta pup in costruzione 834 posti auto"

    la CAM si è data la zappa sui piedi e non può richiedere nessuna diffida, anzi dovrebbe pagare lei i danni. Per legge (italiana ed europea) la costruzione di parcheggi che incidono in "un ambito di influenza" superiore a 500 posti, richiede necessariamente:
    - consultazione pubblica con la cittadinanza sul fare o meno l'opera;
    - valutazione di impatto ambientale.
    la normativa rilevante è:
    Direttiva 85/337/Cee
    Direttiva 97/11/CE
    Direttiva 2003/35/CE
    D.lgs 152 del 2006 modificato dal D.lgs 128 del 2010

    RispondiElimina
  2. guarda che il dato degli 834 posti auto si riferisce a diversi pup e non al solo intervento di largo vercelli, le normative e le direttive richiamate la CAM le conosce.

    RispondiElimina
  3. il deficit è ancora alto, ha senso allora un opera del genere?

    RispondiElimina
  4. SE RIDUCE IL DEFICIT QUALUNQUE OPERA HA SENSO. NON HA SENSO NON FARLA.

    RispondiElimina
  5. Anonimo delle 11:16, la soglia dei 500 posti si applica anche quando sono più pup che incidono sullo stesso "ambito di influenza". La giurisprudenza della Corte di giustizia eruopea e del Consiglio di Stato italiano ha più volte ribadito che più opere costituiscono una unica opera se agiscono sullo stesso ambito territoriale. Non cito le sentenze, ma su richiesta...

    RispondiElimina
  6. PER RIDURRE IL DEFICIT SI PUO' RIDURRE LA DOMANDA (cioè meno auto) OPPURE AUMENTARE L'OFFERTA (cioè più parcheggi). I cittadini dovrebbero scegliere quale delle due alternative è la migliore per loro.

    RispondiElimina
  7. Leggo che ancora ci sono dei poveretti che non hanno capito gli scopi e gli obbiettivi di questo blog. Consiglio una rapida lettura dei nostri link in alto "un buon pup deve..." oltre alle leggende metropolitane.

    Così si comprenderà che realizzare 200 posti sottoterra, togliendo 200 posti in superficie non significa affatto aumentare l'offerta di sosta, significa trasformare la sosta caotica, pericolosa e anarchica in sosta regolare, ordinata e sicura. Con vantaggi per TUTTI, salvo per coloro che pensano che per allocare un elettrodomestico di LORO proprietà non si debba pagare.

    Anche io voglio il congelatorone a pozzetto, ma non ho spazio in casa. Che faccio mi compro casa più grande o lo sistemo giù in strada con un filo volante dalla finestra per l'alimentazione elettrica?

    Le auto sono di proprietà di chi le ha comprate e chi le ha comprate deve provvedere a ricoverarle quando non le usa: il suolo pubblico è di tutti e non è di certo un'autorimessa.

    RispondiElimina
  8. ottimo, allora chiama il blog "no-car-roma" o "via le auto dalla città". Tutto il pup di Roma è stato pensato per aumentare i posti auto a Roma, non per togliere le auto dalla strada. Non sono i nopup a dirlo, ma tutti i documenti uffciali di approvazione del piano urbano parcheggi di Roma.
    Vuoi il congelatore a pozzetto, ma non hai spazio in casa? Il pup prende il suolo pubblico e fa spazi per congelatori a pozzetto così più persone avranno il congelatore a pozzetto. E il consumo di energia elettrica aumenta. Non è il Comune a spese di tutti che deve fornire spazio per i congelatori. Più chiaro adesso?

    RispondiElimina