venerdì 29 luglio 2011

Cantieri nel Terzo Municipio


Prosegue alla grande il cantiere (qui in una foto satellitare di qualche mese fa) per il parcheggio a Via Salento, anche questo dentro un'area parrocchiale (come al solito la chiesa si dimostra più veloce dei nostri politici). Tante centinaia di posti auto che, in cambio, tra l'altro, a gratis per il muncipio, comporteranno la riqualificazione di alcuni marciapiedi nei dintorni. Speriamo che il III Municipio controlli affinché i lavori vengano effettuati con la medesima qualità che contraddistingue altri interventi su questo territorio, uno dei municipi con i migliori accorgimenti in tal senso.

giovedì 28 luglio 2011

Ancora su Largo Vercelli. Ma il compito di un Municipio è quello di boicottare le opere pubbliche indispensabili al proprio territorio?


La scorsa settimana mostrammo alcune foto di lavori in corso in cantieri pup del IX Municipio. Notammo come a Via Imera si lavorava, come a Via Albalonga si lavorava (oh, ma ve la immaginate domani Via Albalonga senza sosta selvaggia. Qui nella redazione di Pro Pup non stiamo nella pelle), ma che a Largo Vercelli si stava fermi. Ci chiedevamo il perché e la risposta è arrivata direttamente dalla CAM Edilizia srl, la società che ha l'incarico di realizzare questo parcheggio:

Il Municipio IX nella persona dell'Architetto Rossella Caputo a tutt'oggi non rilascia l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico per consentire alla C.A.M. il completamento delle indagini archeologiche.

Siamo noi, quindi, a chiedere al Municipio IX spiegazioni in merito. A tale riguardo la Società C.A.M. nei prossimi giorni procederà con una diffida formale per la richiesta di danni nei confronti del Comune di Roma e nei confronti del Dirigente della UOT Arch. Rossella Caputo.

Si allega materiale relativo al rilevo della sosta effettuato nell'ambito di influenza di Largo Vercelli il 4.06.10 con i seguenti dati riepilogativi:

domanda di sosta: 6422 posti auto
offerta attuale: 4381 posti auto
bilancio: -3326 posti auto
offerta PUP in costruzione: 834 posti auto

deficit: -2492



Cosa possiamo aggiungere noi? Solo un invito, l'ennesimo, a Susi Fantino. A tornare a comportarsi come una esponente della classe dirigente di questa città e non come una movimentista che fa politica (e polemica) pure sui parcheggi, ovvero su infrastrutture indispensabili, necessarie, impellenti e che esistono in tutte le città del mondo.

mercoledì 27 luglio 2011

A proposito di Santa Maria Ausiliatrice, cara Susi Fantino


Il parking di Via Don Rua è quasi completato. Tra un po' metteranno a disposizione oltre 300 box. Cosa voglia fare, sfruttiamo la cosa per togliere posti auto dalle strade o facciamo finta di niente continuando a lamentarci e basta? Con questa disponibilità di posti auto il municipio consentirà ancora alle auto di posteggiare in divieto o di stazionare negli spartitraffico addosso agli alberi? Che si aspetta a muoversi sfruttando questi grandi investimenti privati che consentono alla gente, finalmente, di parcheggiare (se proprio non possono fare a meno della vettura in un quartiere collegatissimo) regolarmente?

martedì 26 luglio 2011

A Via Volta ci vorrebbe la S-Volta e invece c'è la Ri-Volta


Ci vogliamo rovinare. Sta volta possiamo anche essere d'accordo con chi protesta. Realizzare un cantiere a un metro dalle civili finestre (ma prima delle modifiche la distanza era anche inferiore), è una cosa incivile. Perché non si può scavare un po' più in la? Mha... E poi ci lamentiamo che la gente odia i parcheggi? Smantelliamo un giardino molto bello, montiamo un cantiere che massacra un enorme condominio e alla fine della fiera cosa otteniamo? Forse 1000 posti auto per riqualificare Testaccio? Naa, 90 box. Che per carità saranno pure qualcosa, ma insomma...
Ad ogni modo altrettanto incivile è continuare con questi video che, per carità, spiegano la storia. Ma che dovrebbero smetterla di strumentalizzare gli anziani. I no-pup hanno questo viziaccio in tutta Roma, anziani e bambini a gogo. Non si fa, non ha senso, non è corretto e dimostra la pochezza degli argomenti.

lunedì 25 luglio 2011

Susi Fantino, ora basta!


COMUNICATO STAMPA

Pup; Fantino (Municipio IX): “Comune non ha mai avviato confronto su nuovi interventi”

“Se i ‘pareri favorevoli espressi dai Municipi’ - come si legge nell’ordinanza n. 386 del 5 luglio firmata dal Sindaco Alemanno in qualità di Commissario per l’emergenza traffico – fanno riferimento anche al nostro Municipio, saremmo di fronte a una vera e propria menzogna, aggravata dal fatto che non si tratta di un’opinione politica, bensì di un atto emanato dalla massima autorità capitolina”. E’ quanto dichiara il Presidente del Municipio IX Susi Fantino.

“Il Campidoglio non hai mai chiesto alla nostra amministrazione un parere sul parcheggio previsto in via S. Maria Ausiliatrice – prosegue Fantino - Il Municipio IX, al contrario, con la memoria di Giunta n.7 del 1 dicembre 2010, ha già manifestato la propria contrarietà alla realizzazione di quest’opera. Parere pronunciato a seguito di una richiesta rivolta alla nostra istituzione direttamente da una ditta privata e non dall’amministrazione comunale. Non solo. Il Municipio IX, con un’apposita risoluzione, ha anche chiesto la sospensione di tutti i PUP previsti nel territorio e il blocco di qualsiasi iter propedeutico ai lavori dei parcheggi, sino alla convocazione di un Tavolo di confronto, che non c’è mai stato. Nel nostro territorio, insomma, il confronto a cui fa riferimento l’ordinanza di Alemanno non c’è mai stato”.

“Siamo alle prese con l’ennesimo atto di arroganza del Comune di Roma, oltre che a una ulteriore dimostrazione di incapacità di governo e di una totale assenza di pianificazione ai danni dei territori e dei cittadini. Una modalità che viene percepita dalla cittadinanza come un vero e proprio atto di prevaricazione – conclude Fantino”.


***
Abbastanza assurdo l'atteggiamento della presidente del IX Municipio. Anzi, decisamente assurdo. Parla di atto di arroganza e prevaricazione, senza rendersi conto che la vera arroganza e la vera prevaricazione sono quelle perpetrate dalla sosta selvaggia che ottunde ogni centimetro del territorio da lei amministrato. Peraltro la polemica, contraria ai nuovi PUP istituiti dal Sindaco Alemanno (nelle vesti di Commissario Straordinario all'emergenza traffico), verte su un unico PUP nel IX Municipio che insiste su terreno privato. Dunque, di che cosa stiamo parlando? Una ennesima presa di posizione fortemente e dannatamente diseducativa nei confronti della popolazione. Che grazie a questi comunicati prenderà ancor di più ad odiare una infrastruttura che ha risolto il cancro del traffico in tutto il pianeta terra.
Susi Fantino pensi a investire i pochi soldi che ha a disposizione per proseguire la meritoria opera di riqualificazione dei marciapiedi con la creazione di angoli pedonali che impediscano la sosta selvatica su strisce, scivoli e angoli...

venerdì 22 luglio 2011

Il misterioso parcheggio religioso tra Via Tuscolana e Via Matera all'altezza di Via Vercelli


Qualcuno ne sa qualcosa? Quanto è grande? Quanti posti auto? Quanti oneri ha versato al comune (temiamo alcuno!). Sta di fatto che hanno perforato un muro e hanno aperto l'uscita su strada...

giovedì 21 luglio 2011

Uhhh, ma che schifo piazza Ledro dopo il pup...






...Così poche auto fuori posto, così pochi pericoli, strisce pedonali così libere per fare attraversale la gente con calma. La piazza con le panchine e gli alberelli che crescono e neppure un'auto in mezzo ai coglioni. Ma che porcheria. Ah questi pup, fanno solo casino...

mercoledì 20 luglio 2011

Salviamo Piazza Sabazio. Realizzandovi subito un parcheggio interrato


Curioso che i cittadini della zona si inalberino e si allarmino così tanto. Su Piazza Sabazio infatti insiste un grosso complesso immobiliare in ristrutturazione che ha realizzato numerosi box. Ebbene i box di questo non creano problemi mentre i box eventualmente realizzati nella piazza sì? Ma non è che qualcuno ha paura di perdere la chance di parcheggiare, impunito, pericoloso e prepotente, in sosta vietata in mezzo alla pubblica piazza? Forza con il parcheggio e la pedonalizzazione di Piazza Sabazio, un gioiellino nel II Municipio.

martedì 19 luglio 2011

Ma davvero il problema di questa città è salvaguardare fino all'ultimo albero? Non sarebbe meglio, dovendo scegliere, salvaguardare la vita ai pedoni?


Aiuto!
Stanno trivellando uno dei pochi giardini pubblici di quartiere rimasti alla balduina.
Tra via Cadlolo e Scalea Mezzetti c'è un giardino bellissimo con alberi ad alto fusto e di pregio; l'altro giorno hanno cominciato le trivellazioni per farne un parcheggio a silos. Vi allego la lettera che il comitato da noi formato ha inviato alle autorità: ci serve che ci diate una mano oppure spunti su come fare.
Paolo F.

***

Il quartiere in questione è quello qui sopra nella foto. Ingranditela. Tutto sembra, fuorché un quartiere dove manca verde, alberi, vegetazione. E' un quartiere, invece, e questo lo possiamo dire senza alcun tema di smentita, sommerso dalla sosta selvaggia. Marciapiedi microscopici, tutto lo spazio per le macchine, vetture parcheggiate ovunque: in curva, sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, di fronte agli scivoli per gli handicappati. Il tutto anche a causa di un pessimo arredo urbano.
Dunque a che possono occorrere i parcheggi interrati che GIUSTAMENTE si trivella per farli? Possono venir buoni per togliere un po' di auto dalla strada, ma soprattutto per pagare -gli oneri di concessione del sottosuolo- alla amministrazione (Municipio) quelle risorse che poi potranno essere investite per riqualificare le strade. Capita la filiera? Ecco perché non bisogna opporsi ai parcheggi, anzi bisogna salutarli con favore.

giovedì 14 luglio 2011

Tutti a Caracalla stasera (in bici, in metro o in tram, però)


E per fortuna che non ci hanno inviato. L'ultima volta che abbiamo avuto modo di essere presenti ad una occasione di pubblico dibattito, durante un collegamento del TG3 al quale la tv di stato ci aveva invitato, siamo stati azzittiti da parte del popolo dei no-pup da violentissime urla e insulti (ci mancava il lancio di oggetti). Colpevoli di cosa? Colpevoli di opporre argomenti cui è impossibile rispondere salvo per dire "hai ragione". All'epoca spiegammo come, visto che l'impianto urbanistico delle strade attorno a Piazza dei Re di Roma era un impianto dichiaratamente parigino, occorreva fare esattamente come a Parigi, ovvero togliere le auto dalla superficie -menchemmeno farle stare parcheggiate ai lati dei marciapiedi dei boulevard!!!- e piazzarle sottoterra in appositi parking interrati. Apriti cielo: non potendo argomentare contro questo sillogismo, si sono messi a urlare come dei somari.

Pubblicizziamo comunque l'incontro di quest'oggi nella speranza che -non noi, che rischiamo praticamente la pelle o quasi- ma qualche lettore di buona volontà vada tra il pubblico dell'incontro e ponga agli astanti qualche domandina di quel tipo. Di quelle che spiazzano e lasciano senza risposta, salvo voler rispondere con "aho, ma noi volevo parcheggià ndo ce pare e senza pagà". Non sarebbe male poi far notare agli organizzatori della Festa dell'Unità, o come caspita si chiama ora, lo scempio che quotidianamente viene fatto della Passeggiata Archeologica grazie alle automobili degli avventori che si guardano bene dal fare 300 metri per parcheggiare regolarmente a Via dei Cerchi o a Piazza La Malfa. Uno schifo unico al mondo che si trasforma, da quando è abnorme, quasi in attrattiva turistica come e più delle Terme di Caracalla che guardano attonite...

martedì 12 luglio 2011

Lo scandalo Cornelia si appresta a compiere il suo decimo compleanno. Quanto durerà ancora?


Per prima cosa, vi mando un sentito ringraziamento per il lavoro proficuo che svolgete per la nostra amata città.
Con riferimento al mega parcheggio da 35 milioni di euro costruito a Cornelia, del quale peraltro avete già trattato, e alla luce della sempre maggiore credibilità che giustamente le istituzioni iniziano a riconoscere al vostro Gruppo, volevo proporvi un'ulteriore sondaggio presso gli enti preposti relativamente alla paventata riconversione dello stesso in parcheggio convenzionale, con bando di gara previsto entro il 2011 e apertura entro il 2013, così come documentato in rete alcuni mesi fa (alcuni esempi: link1, link2).
E' solo demagogia o c'è qualcosa di vero? Una simile infrastruttura meriterebbe ben altro destino che non l'abbandono attuale... E sarebbe assolutamente necessario per decongestionare questo quadrante di città.
A presto, e continuate così!
Gianluca Ferrara

lunedì 11 luglio 2011

Eccoli, i nuovi pup


VIA SANTA MARIA AUSILIATRICE (IX) 300 posti

VIA DEGLI AUSONI (III)

VIA DI VILLA RICOTTI (III)

PIAZZA DEI VESPRI SICILIANI (III)

VIA DEI PRATI FISCALI (IV) 102 posti

PIAZZA TALENTI (IV) 100 posti

VIA MATTEO BANDELLO (IV) 80 posti

PIAZZA DALMAZIA (II) 96 posti

LUNGOTEVERE FLAMINIO\VIA PIETRO DA CORTONA (II) 140 posti

VIA DEI QUATTRO VENTI (XVI)

VIA DELLA PISANA (XV) 110 posti

VIA DI GROTTA PERFETTA (XI) 89 posti

VIALE CITTA' D'EUROPA (XII) 111 posti

VIA PENAZZATO (VI) 56 posti

VIA DELLE CALASANZIANE (XIX) 400 posti



C'è anche quello di Via degli Ausoni, che qualche settimana fa proprio qui su Pro Pup abbiamo auspicato (ma cacchio solo 80 posti???). E poi ce ne sono parecchi altri nel III Municipio, un'area dove la offerta di sosta regolare dovrà prima o poi smetterla di giustificare la sosta su strada (più o meno regolare). Bene anche il cantierone sul sul Lungotevere. Benone anche Piazza Dalmazia e Via di Villa Ricotti, tutte aree da stra-riqualificare. Anzi tutte aree bellissime distrutte dalla presenza delle vetture in superficie. Insomma siamo contenti, una delle pochissime cose buone che il Sindaco ha fatto negli ultimi tempi. Vorremmo 15 nuovi parcheggi deliberati ogni mese, porcoggiuda. Ma sei o non sei commissario straordinario al traffico. E allora risolvilo sto problema del traffico. E l'unico modo per risolverlo è mettere le auto sottoterra.

Calumet della Pace. Ci vogliamo alleare con i NoPup (se cambiano nome)

Leggete qui il programma che quest'oggi i comitati NO PUP (ore 11, sala della pace, via IV Novembre) porteranno in un incontro che presenta il Libro Rosa dei Pup.



Per realizzare i parcheggi interrati in sicurezza
Intervento del Dott. Liborio RIVERA della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale)

Per una qualità delle sistemazioni superficiali
di Arch. Elio Trusiani, Arch. LUCA Scalvedi, Arch. Maria SPINA Intervento dell’Arch. Luca SCALVEDI

Pup e giardini: due realtà incompatibili?
Intervento della Dott.ssa Paola LOCHE, botanico fitosociologo

Città Bene Comune: progettare gli spazi insieme a chi li vive
Intervento di Carlo CELLAMARE, docente di Urbanistica presso l'Università “ La Sapienza”




Insomma a quanto pare i NO PUP (forse anche grazie a noi???) hanno capito che la strada che stavano percorrendo non portava da nessuna parte. Hanno capito che non si poteva continuare a calvalcare l'onda della paura ridicola, dei fiumi sotterranei, del dissesto idrogeologico che non esiste e drammatizzare tutto questo. Hanno capito che il loro ruolo, e in questo possiamo essere alleati, è quello di chiedere che i parcheggi si facciano, ma che si facciano con la massima sicurezza, le massime garanzie, la massima qualità costruttiva, il top per quanto riguarda le coperture superficiali. Ecco, se loro sono cambiati così (ma allora dovrebbe cambiare anche il nome, non più "NO PUP", ma, magari, "PUP, SI PERO'..."), allora perché non firmiamo la resa e ci sediamo, tutti insieme, al tavolo della pace iniziando a percorrere un pezzo di strada in comune? Intanto, oggi, chi va all'incontro ci faccia sapere.

mercoledì 6 luglio 2011

Ehi ehi, ma non dovevano crollare tutti i palazzi?





E non doveva uscire fuori un fiume sacro e sotterraneo? E invece il parcheggio di Piazza Gentile da Fabriano, tra il Maxxi e il nuovo Ponte della Musica, è quasi finito e tutto è a posto. Con l'unica differenza che non si potrà più -speriamo- posteggiare alla rinfusa in mezzo alla piazza. Ora attenzione alle sistemazioni superficiali, a riqualificare i marciapiedi e a togliere spazio ai cafoni della sosta in doppia fila, sui marciapiedi, in curva, davanti agli scivoli degli handicappati, sulle strisce ecc.
E appena si chiude questo cantiere coraggio con il parcheggio sotto Via Guido Reni e con quello in Via del Vignola, oggi orrendamente lasciata alla prepotenza delle maghine parcheggiata addosso a poveri platani immediatamente da salvare.

martedì 5 luglio 2011

Le cose strane del bilancio del Comune. Ovvero: il parcheggio su Lungotevere Arnaldo da Brescia non si farà più?

Pare che nel bilancio del Comune - che come per ogni anno da quando c'è Alemanno viene approvato alla fine dell'anno invece che all'inizio - contenga delle robe particolarmente strane e preoccupanti per noi che pensiamo che si debbano realizzare parcheggi interrati per eliminare la sosta selvatica dalla città.
Il bilancio, infatti, stanzierebbe delle somme non indifferenti per la riqualificaizone di strade come Lungotevere Arnaldo da Brescia e come Via Mascagni dove sono previsti dei PUP e dove, dunque, dovrebbe essere il costruttore del parking ad occuparsi -a spese zero per il Comune- delle riqualificazioni stradali.

Non è che il Comune ha rinunziato a questi progetti e ora, oltre al danno di non avere posti regolari, ci presenta la beffa di dover pagare lui di tasca sua il ripristino?

Non ci resta che sperare che i progetti di recupero delle aree siano strutturati, parcheggio o no, per togliere automobili dalle strade.

lunedì 4 luglio 2011

Il parcheggio delle Muse è quasi fatto. Ora è tempo di riqualificare ciò che lo circonda. Dialogo coll'assessorato ai lavori pubblici del II Municipio




mariaspena@mariaspena.it
maria.spena@comune.roma.it

e p. c.:
info@parcheggiomuse.com
sara.deangelis@comune.roma.it


Gentile Maria Spena, assessore ai Lavori Pubblici per il II Municipio,

il cantiere del Parcheggio di Piazzale delle Muse si avvia a terminare il suo lungo e travagliato corso. Dopo gli anni di disagio subiti dal quartiere la cosa peggiore per gli abitanti, i commercianti ed i turisti che visitano i Parioli sarebbe di ripiombare, nonostante gli oltre 500 posti auto regolari che ora si sono resi disponibili, nella situazione di anarchia e degrado che la sosta delle vetture in strada presentava prima di questo importante intervento infrastrutturale.

Riteniamo fondamentale che il Muncipio provveda a riqualificare il più alto numero di strade possibili tra quelle circostanti il nuovo parking. E che lo faccia seguendo le norme del buon senso e del codice della strada predisponendo un arredo urbano e lavorando sulle dimensioni delle carreggiate in modo da scoraggiare e impedire fisicamente la sosta in doppia fila, la sosta in curva agli angoli delle strade, la sosta sulle strisce pedonali, la sosta sul marciapiede. Occorrono parapedonali, allargamenti dei marciapiedi in corrispondenza degli incroci e degli angoli, marciapiedi più grandi per eliminare spazio disponibile alla sosta in doppia fila (nelle strade a senso unico). I soldi che la concessionaria realizzatrice del parcheggio ha versato al bilancio del Comune riteniamo servano anche per questo. Vedere nuove aree di sosta regolari, come quella sotto Piazzale delle Muse, sovrastate dalla prepotenza e della cafonaggine della sosta selvaggia è una umiliazione per tutte le persone per bene.

Visto il considerevole numero di posti che si generano in superficie, peraltro, per non aumentare troppo l'offerta di sosta sul territorio e dunque per non fare dei Parioli un'area attrattrice di traffico privato, occorrerà eliminare dalla sosta in superficie una gran parte dei posteggi che sono stati realizzati sottoterra. Almeno i due terzi. Una amministrazione attenta dovrebbe a questo punto eliminare, di netto, almeno 350 posti auto dalla superficie stradale creando delle strade solo di passaggio (e non di sosta). Dei veri e propri piccoli boulevard (si pensi a Via Duse, per fare solo un esempio) che potrebbero segnare la svolta commerciale per gli operatori economici del territorio, facendo tornare la gente per la strada per una passeggiata oggi impossibile a causa dello strapotere delle lamiere e della pochezza dei marciapiedi.

Ci auguriamo che il II Municipio abbia la lungimiranza per sfruttare l'apertura di questa nuova grande infrastruttura, riqualificando profondamente l'attualmente degradatissimo territorio circostante.

Pro Pup Roma


E DOPO DUE GIORNI:
Condivido in pieno le sue proposte sulle modalità d’intervento per la riqualificazione delle strade con qella serie di accorimenti molti dei quali sono in progetto. Le lascio i miei recapiti 338 96***** - 0669*****9. Se desidera può lasciarmi anche i suoi così potremmo contattarci in prossimità dell’inizio lavori. maria.spena@comune.roma.it