venerdì 27 maggio 2011

Le ridicole iniziative di Via Fermi




Accampati lungo i marciapiedi, baracche e disegni per sfottere, per sottolineare che loro ad una città normale, in cui le maghine non stanno addosso agli alberi e in mezzo agli spartitraffico non ci credono, che la considerano una disneyland impossibile. Eccola, in queste foto, la peggiore cittadinanza che la città può esprimere. Scendono in piazza, chiedono soldi (chiedono soldi!!!) e protestano non per lo stato di decomposizione avanzata in cui versa il loro quartiere, non per eliminare la pericolosissima sosta selvatica che aumenta l'inquinamento, rende inguardabile la loro strada, uccide e soffoca gli alberi, rende impossibile anche solo salire e scendere dai marciapiedi. No, protestano perché qualcuno vuole venire a modificare questa situazione, protestano perché un domani la loro strada potrebbe diventare come tutte le strade dell'Europa civile, occidentale e evoluta: una strada con la superficie destinata alla pedonalità, alle bici, alle passeggiate, allo shopping, alla lettura, al footing e il sottosuolo adibito a spazi di sosta per le auto.
E' una cittadinanza ignobile schifosa e ignobile e schifo, sebbene con la scusante del'ignoranza profonda (ma è una scusante?), è qualsiasi cittadino che da ascolto a istanze incivili e criminali come queste.

State alla larga dagli amici della sosta selvaggia. Guardatela, questa gente, col gazebo tutto circondanto da macchinacce in divieto. Quale credibilità? Quale scopo se non quello di salvaguardare la per loro irrinunciabile opportunità di vedere la loro maghina dalla finestra de casa e di posteggiarla senza pagare l'opportuna occupazione di suolo pubblico?

40 commenti:

  1. La cosa che più mi fa ridere (in alternativa dovrei piangere) è che le persone che manifestano contro i pro pup sono per la stragrande maggioranza automobilisti che parcheggiano in doppia fila, sulle strisce pedonali, sopra i scivoli dei diversamente abili, davanti i passo carrabili.

    Allora, se non volete i parcheggi sotterranei, iniziate a comportarvi civilmente e sensibilizzate gli abitanti del vostro quartiere e gli esercenti (le auto davanti i ristoranti non vengono mai multate...mah!)

    RispondiElimina
  2. Qui a Berlino per esempio il progetto per lo sviluppo di Alexanderplatz va proprio incontro all'eliminazione del parcheggio negli spazi pubblici, che è già ridotto, in favore del nuovo parcheggio interrato.

    http://translate.google.it/translate?js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&sl=de&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.stadtentwicklung.berlin.de%2Fplanen%2Fstaedtebau-projekte%2Falexanderplatz%2Fde%2Fplanungen%2Fverkehrsplanung%2Findex.shtml

    Non ricordo di aver visto nessuno protestare. Alla fine forse i Romani si meritano questa gente, è quello che vogliono, fare come cazzo gli pare, "basta che se magna".

    RispondiElimina
  3. Grazie davvero...Ora una bella querela per diffamazione non te la toglie nessuna. Ma come ti permetti? Ma chi credi di essere? Uno pagato da ditte costruttrici si permette anche di parlare! Hai paura che facciamo togliere il lavoro ai tuoi padroni, venduto che non sei altro. Dal tono si capisce proprio che hai paura. Come hai avuto paura a fare queste foto senza presentarti. Se tu fossi un uomo, quel giorno ti saresti presentato e avresti fatto valere le tue ragioni, invece hai fatto le tue foto e sei scappato, da vigliacco quale sei. Come preparati che lunedi ti arrivano due denunce...indovina per cosa

    RispondiElimina
  4. Signor tonelli, perchè non si è presentato anzichè passare quatto quatto vicino a noi? Non siamo certo come lei, infidi e cafoni, le avremmo spiegato personalmente le nostre ragioni...ma invece lei cosa fa? Passa al largo e poi ci infanga su questo insulso sito....Le dissi già tempo fa, che "maghine" lo dice solo lei che forse è un pò cafone ed ignorante (nel senso che ignora la lingua italiana)...noi non vogliamo parcheggiare sulle radici degli alberi, noi vogliamo le aiuole e le strisce blu, vogliamo più vigili che sanzionino gli automobilisti (non di zona) che vengono qui a fare compere e parcheggiano anche sugli scivoli per gli invalidi, vogliamo vedere gli alberi quando ci affacciamo al balcone, non vogliamo vedere cemento ed un tunnel lungo 400 metri. Lei riesce a comprendere ciò o le devo fare un disegnino? La prossima volta che passa, si fermi che glielo faccio volentieri, con la speranza che inizi a mettere in moto quei due neuroni, ma anche loro ormai hanno perso la speranza!

    Ossequi


    Loredana

    RispondiElimina
  5. Il tizio pro pup evidentemente non abita nella zona...e non ha comprato da poco una casa che forse gli crollera' perche' il terreno e' considerato da tutti ad alto rischi idrologico e che togliendo le radici dei platani che assorbono acqua e rendono fermo il terreno si rischia crolli e instabilita' a palazzoni di 7 piani prima di parlare il tizio si informasse e non parlasse solo di sosta selvaggia che potrebbe essere risolta aprendo e bonificando l'ex miralanza visto che ora e' passata in mano al Comune le cose ditele tutte!!! E l'inquinamento sollevato da ruspe e altri macchinari dove lo mettiamo? e le tonnellate di terra che verranno estratte che aria creeranno nel quartiere? E il blocco delle attivita' dei commercianti in una strada considerata dei poveracci perche' non e' Vle Marconi...Invece la rampa del gabbiotto gettata di cemento abusiva e con permesso scaduto dove lo mettiamo?
    VERGOGNATEVI!!!!

    RispondiElimina
  6. Ma, se siete cosi' sicuri delle vostre idee, a dir poco imbarazzanti, perché non organizzate una manifestazione pro pup in via Enrico Fermi? Naturalmente dovreste avere la gentilezza di avvisare gli abitanti della zona con un poco di anticipo per permetterci di fare buona scorta di ortaggi.

    RispondiElimina
  7. Mi sembra una impropria valutazione su un comitato di persone che unisce x esprimere un parere su un'opera non di pubblico interesse. Credo sia utile e giusto confrontarsi in maniera civile e democratica. chi usa attaccare e denigrare non fa nulla di buono. Mi scuso per l'intervento ma quando manca il rispetto delle opinioni si fa "peccato", come si dice dalle mie parti. Pietro Gurrieri

    RispondiElimina
  8. Quartiere in stato di decomposizione avanzata? Ma di che quartiere parla??? Ha idea del prezzo delle case, ad esempio? E ha idea di cosa voglia dire un quartiere in decomposizione?

    Se dovessi dire,è questa la cosa che mi indigna, mentre trovo quasi divertenti gli insulti che si diverte a scrivere per provocare sugli abitanti del Marconi.

    RispondiElimina
  9. No stavolta non ci siamo. Ho letto a volte cose interessanti su questo sito che ho frequenato per poter comparare posizioni diffeerenti. Le ho lette qui come le ho lette per esempio sul sito dei comitati no pup a proposito del decalogo di comportamenti nella realizzazione dei PUP.
    Stavolta come si dice a Roma "hai pisciato fori dal vaso". Non si può denigrare chi per spirito civico, per informazione si fa 9 ore di filato in un gazebo per informare i cittadini. Non le piace come i cittadini sono informati? beh ci si vada a confrontare.
    So benissimo cosa vuol dire "rubare" spazio e tempo agli affetti, alla famiglia per dedicarlo ad un impegno civile o politico.
    Per il finanziamento: beh anche lei cerca contributi. Il comitato no pup chiede contributo per pagarsi la campagna di informazione e gli esperti. E siccome anche io nel mio piccolo ho contribuito alla loro campagna - pur avendo spesso battibeccato con loro - trovo le sue parole veramente disdicevoli. Dopo di che io dico sempre non facciamo le caricature e le distorsioni di quello che dicono gli altri. Non mi pare che i cittadini di via Fermi amino lo stato di confusione e irregolarità della sosta. Cercano altre soluzioni. Non si può essere d'accordo, ma meritano rispetto.

    RispondiElimina
  10. Signori cari, c'è solo una verità, valida in tutto l'occidente evoluto e questa verità recita come segue: LE AUTO IN SOSTA NON DEVONO STARE IN MEZZO ALLA STRADA MA SOTTO TERRA.
    Trovatemi un sistema urbano che non faccia quello che ho scritto qui sopra e mi cospargerò il capo di cenere. Tutto il resto è noia, ignoranza e tanta tanta cattiva fede. Consapevole o no.

    RispondiElimina
  11. Di solito, sottoterra ci fanno le metropolitane in un paese civile. Così come era previsto prima che Alemanno cancellasse la metro D, pensate, avevano anche avviato gli espropri del sottosuolo di piazza Enrico Fermi per costruir la stazione. Se non ci credete controllate sul sito di Romametropolitane. Poi c'e da dire che nel sottosuolo di via Enrico Fermi e viale Marconi ci sono centinaia di garage e di posti auto trasformati dai commercianti in magazzini. Iniziamo a liberare quelli poi ragioniamo. E ancora, il Comune ha fatto la voce grossa e ha ha detto agli abitanti di via Enrico Fermi che tutte le auto parcheggiate nello spartitraffico centrale sono in sosta vietata. Chissà se lo hanno detto anche agli abitanti e, soprattutto ai commercianti di viale Marconi...

    RispondiElimina
  12. Signor Tonelli,
    In tutto l'occidente evoluto "le auto in sosta non devono stare in mezzo alla strada ma sotto terra", ma questo non vuol dire che per parcheggiare devo comunque e sempre "pagare". In tutto o quasi il centro di Roma esistono le strisce a pagamento, eppure le auto in sosta ci sono, le auto in doppia fila ci sono e le auto davanti agli scivoli ed agli incroci ci sono. Sono sempre le auto degli incivili che abitano in Via Enrico Fermi? Ma quanti sono questi incivili residenti di Via Enrico Fermi che spaziano per tutta la città?
    Dove sono stati realizzati i Pup i residenti hanno visto risolti i loro problemi di viabilità e vivibilità del quartiere o rione che dir si voglia?
    Signor Tonelli, il Pup di Via Enrico Fermi non serve ai residenti, serve ai commercianti. I parcheggi per i residenti sono più che sufficienti e le auto ferme in doppia fila non sono dei residenti. Certo, un parcheggio meglio regolamentato piace e lo auspicano a tutti, ma questo non richiede lo stesso impegno economico che serve per realizzare un Pup e non assicura un guadagno futuro a chi lo realizza.
    Non mi firmo - sono abituato a farlo - faccio come ha fatto Lei rimango anonimo. (:>)

    RispondiElimina
  13. Che dice, anonimo, le auto in doppia fila non sono dei residenti? Che fa, va a chierglielo quando stanno fermi, sempre che ci sia qualcuno in macchina?

    Dunque, i parcheggi ci sono e bastano, come dice il Comitato No Pup. Allora, perché di notte le macchine sono parcheggiate sui passaggi per disabili?

    E perché di giorno ci sono le macchine in doppia fila davanti ai bar e negozi di Piazza Fermi e Via Fermi?

    Non è che qualche negoziante parcheggia la macchina davanti al negozio, tanto nessuno gli dice niente? Penso proprio che sia così.

    Comunque, posto che i No Pup qualche ragione cell'hanno - il parcheggio non è stato presentato ai residenti, i lavori dovevano cominciare un mese e mezzo dopo la prima lettera di avviso e si è scoperto che non avevano tutti i permessi e che avevano mentito sulla ricollocazione degli alberi in un parco sul lungotevere che invece non si farà - e che su molte cose hanno convinto anche me, i No Pup non ci hanno spiegato perché se ci sono i parcheggi a disposizione, la gente non li usa.

    Perché?

    Forse c'è bisogno che qualche centinaio di macchine vengano parcheggiate nelle autorimesse di zona, giusto?

    E perché la gente non lo fa?

    I posti ci sono, allora perché la gente parcheggia in doppia fila?

    E voi, non dite niente, non vi lamentate che il quartiere è invaso dalle macchine in doppia fila e sulle strisce?

    Non sento più parlare dell'accordo con i garage di zona per i parcheggi a tariffa agevolata, a che punto sono le trattative?

    Non è che vi siete fermati?

    Se leggete, fatemi sapere.

    RispondiElimina
  14. Come al solito Tonelli da dell'ignorante al prossimo, e sragiona da ignorante. Mai che porti un numero o un dato che sia minimamente verificabile. Solo sciocchezze, contando sulla credulità altrui. Tonelli, studia. Quando ti è stato fatto notare che dicevi sciocchezze non ti sei mai cosparso il capo di cenere.
    Comunque, volevo rivolgermi a Cosimetti che attribuisce ai residenti no pup la piaga della doppia fila. Ma un minimo di logica? Ma è mai possibile che uno parcheggia in doppia fila e poi se ne va a dormire lasciando l'auto in mezzo? Suvvia, un po' di senso della misura.
    L'auto in doppia fila la mette chi "se ne fotte" tanto è solo un attimino per lo shopping, e Tonelli&Co. cercano di trovare una scusa per il loro comportamento. Poverini non sanno dove mettere l'auto. Dove sono stati fatti i pup, la doppia fila è rimasta come prima.
    Nel resto d'Europa si fanno le multe e le metro, non i parcheggi. Si consigliano viaggi di istruzione.

    RispondiElimina
  15. Dunque la sosta selvaggia a Via Enrico Fermi è dovuta ai negozi. Senza negozi ci sono zero auto sullo spartitraffico, zero auto sulle strisce e zero auto in doppia fila giusto? Verremo a fare un sopralluogo di domenica, quando i negozi sono chiusi. Se ci saranno zero (zero!) auto in divieto in divieto mi cospargerò il famoso capo di cenere. Se invece le auto in divieto, come succederà, saranno dozzine e dozzine allora significherà che la vostra cattiva fede da cittadini profondamente incivili ed egoisti sarà ancora più rimarcata. Il vostro scopo è solo uno: possedere due o più automobili a famiglia senza pagare per posteggiarle. Fine. Per ottenere questo risultato, ripeto, vi fareste stuprare la figlia davanti agli occhi senza intervenire. Voi siete gente malata che scopate con le vostre automobili, questa è la tristissima verità. Curatevi.

    RispondiElimina
  16. x Signor Tonelli: noi cittadini profondamente incivili ed egoisti ... anche la domenica (lo facciamo per hobby) ci svegliamo presto, andiamo a prendere la macchina in garage od ovunque sia ben parcheggiata per andare a prendere il caffè( sempre su via fermi) e la lasciamo in doppia fila un pò..e visto che siamo incivili ed ignoranti la lasciamo un bel pò, dopodichè la riprendiamo, ricerchiamo il posto e poi andiamo a casa a pranzo...
    x Les: ha mai sentito parlare di strisce blu? Le abbiamo proposte, e secondo lei perchè non sono fattibili? Visto che fa tanto il saputello, perchè non me lo spiega? Vuole sapere perchè se ci sono i posti nei garage privati la gente non ci mette le macchine? Ha mai sentito parlare di persone che non hanno i soldi per mettere la loro macchina in garage, ma sono costretti ugualmente ad averla perchè non possono fare gli pseudoecologisti e girare in bici come il signor Tonelli? Sinceramente....basta dire stronzate, le strisce blu non farebbero guadagnare la "cricca" e quindi non si fanno...ma davvero pensate che qui a Marconi siamo nati ieri?
    Leyla

    RispondiElimina
  17. Mi scusi Signor Tonelli, ma lo sa che è veramente squallido con quelle battute da bettola di infimo ordine? Lei è un malato, ma forse no...lei è solo uno stronzo assoldato dai poteri forti che ora stanno "rosicando" per la sospensione del pup a via fermi.....poraccio, lei è solo un omuncolo inutile e forse.... anche impotente...
    Un saluto caro

    Carla G.

    RispondiElimina
  18. Io non sono uno pseudo ecologista e non cell'ho con le macchine, dico solo che se non ci sono abbastanza posti su strada, la gente deve parcheggiarle in garage, anche pagando.

    Siamo d'accordo, Leyla?

    RispondiElimina
  19. Noto con piacere che si è fatto riferimento al senso civico, al volere contrastare il parcheggio selvaggio, richiamando anche esempi europei.
    Per arginare il problema traffico-parcheggi gli strumenti sono:
    1) rete di trasporti funzionale e capillare;
    2) “varchi” con multe salate per le zone centrali;
    3) parcheggi a pagamento diffusi;
    4) piani urbanistici che non prevedano la costruzione selvaggia di quartieri dormitorio e centri commerciali in zone periferiche (orribili esteticamente, dannosi dal punto di vista ambientale e non funzionali alla viabilità della città, visto che si crea un enorme traffico e si incentiva l’uso delle autovetture.)
    5) E di sicuro, non scavare per costruire ALTRI parcheggi.

    In Paesi sviluppati e civilizzati, signori miei, si fa tutto questo. E si tutela il verde.
    Londra ha il doppio dei nostri abitanti, è estesa in orizzontale ancora più di Roma, eppure ha meno traffico. E molto meno smog. Appunto perché si fa tutto questo. E vi assicuro che da nessuna parte si fanno pup.
    “Londra ha un trasporto capillare. A Roma non si può fare perché c’è la città antica sotto”, risponderete voi…
    Beh, se si può scavare per costruirei parcheggi a pagamento che poi rimangono vuoti e che quindi il mercato non richiede, perché non scavare per la metro?
    -- NEI PAESI CIVILIZZATI SI FANNO METRO, NON PARCHEGGI INTERRATI.
    -- NEI PAESI CIVILIZZATI QUANDO SI COSTRUISCE NON SI METTONO A RISCHIO PALAZZONI DI 7/8 PIANI. SPECIE SOPRA FALDE ACQUIFERE E IN ZONE A RISCHIO SISMICO.
    -- NEI PAESI CIVILIZZATI NON SI TAGLIANO ALBERI. E NON SI TAGLIANO ALBERI PER COSTRUIRE OPERE AD ALTA EMISSIONE CO2, COME SONO I PUP.

    Da un punto di vista strettamente ECONOMICO:
    Un qualsivoglia progetto si valuta con analisi costi/benefici
    Il progetto pup è caratterizzato da alti costi e assenza benefici. Per tutti.
    Se nel caso dei palazzinari che costruiscono quartieri dormitorio (vedi parco leonardo, porta di roma etc.) c’è un indubbio arricchimento, coi pup non c’è neanche quello, perché pochi se li comprano o ne usufruiscono, come si vede dai parcheggi interrati a pagamento che in zona abbiamo già (CI SONO GIA’!) e sono vuoti… destinati al degrado. Perché allora ne sono previsti altri 3 a viale Marconi (Fermi, Meucci, Radio) ?

    UN NON-SENSO ECONOMICO, OLTRE CHE CIVICO E AMBIENTALISTICO.
    Fossi in voi sarei imbarazzata e in difficoltà, perché trovare argomentazioni valide, sensate e condivise da chi ha un minimo di cultura, istruzione, senso civico ed onestà, è veramente dura.

    Augurandomi un confronto diretto nei nostri "banchetti", saluto cordialmente,

    Alessia Angelini.

    RispondiElimina
  20. QUALI SONO I PUP IN ZONA ?

    RispondiElimina
  21. Il parcheggio a via Blaserna.

    RispondiElimina
  22. Di PUP in zona c'è anche l'edificio dove si trova Scarpe e Scarpe, nei pressi del civico 31 di Viale Marconi, ma siamo almeno a 400 metri dall'inizio di Via Enrico Fermi !

    RispondiElimina
  23. e poi se non erro non è stato costruito un palazzo per parcheggiare a portaportese? Quindi ma di cosa vogliamo parlare? Questa è pura SPECULAZIONE non riqualificazione....

    RispondiElimina
  24. Tonelli dice "Per ottenere questo risultato, ripeto, vi fareste stuprare la figlia davanti agli occhi senza intervenire."

    Non è carino lo sai? Cerchi di fare l'imitazione del sosia di Sgarbi ma non è materia tua. Comunque, il test che suggerisci tu stesso "Verremo a fare un sopralluogo di domenica, quando i negozi sono chiusi etc." è già perso per il 90% dei pup che tu sostieni. Vieni a via Albalonga e dintorni dalle 3 di mattina fino alle 9 di mattina e trovi tanti posti liberi. Vedrò mai cospargerti il capo di cenere? 100% negativo!
    Questo test (che tu proponi) andrebbe applicato a tutti i pup. E infatti, se si fosse seguita la legge europea (che questi pup non seguono) si sarebbe fatta l'analisi dei costi e benefici del parcheggio, che invece non è stata fatta, come invece si fa normalmente in Francia, Spagna etc...e avrebbe dimostrato che i parcheggi andavano fatti da tutt'altra parte, e non in centro (che non è dove ci sono i negozi chic) dove attira altro traffico. Siccome ogni auto che si muove vuole almeno due parcheggi (uno in partenza e uno per l'arrivo), ogni parcheggio incentiva l'auto e pone le basi per l'esigenza di altri parcheggi che a loro volta esigono altri parcheggi, all'infinito. Toh?! Come Roma, la città con la quota di parcheggi più alta in Europa ha fame di altri parcheggi.

    RispondiElimina
  25. Signor Tonelli, lei che insiste tanto con questi parcheggi, a Marconi il parcheggio gia c'è, ed è quello abbandonato di Via Blaserna.Perchè è abbandonato ? E' a soli 100 metri da Via Fermi, dove ne vogliono costruire un'altro e buttare giù tutti gli alberi. Perchè?
    Allora se volete fare come a Berlino, aprite quel cazzo di parcheggio di via blaserna invece di averlo ridotto a un mondezzaio e ricovero di sbandati, eppure è stato finito di costruire 2-3 anni fa, è ancora nuovo, è solo un pò zozzo, basta una ripulita.
    E invece no, quello si lascia abbandonato e se ne costruisce un'altro in nome del dio denaro, e ai cittadini di Marconi si tolgoni gli alberi e gli fate una bella distesa di cemento.

    RispondiElimina
  26. E qui rispondo a Les che dice che c'è bisogno di parcehggi a Marconi... se dovesse essere costruito questo maledetta rovina del pup, i parcheggi non aumenterebbero, ma diminuirebbero.
    Basta fare i conti, ma i conti già li sapete... ma non è questo che a voi interessa, il vostro unico interesse è riempirvi le tasche di soldi... del resto...che ve frega ?

    RispondiElimina
  27. L'ignoranza e la malafede di chi si oppone ai parcheggi in via Fermi e nel resto di Roma è talmente grande che spaventa. Roma muore di sosta e non di traffico! I parcheggi sono indispensabili. E basta con queste storie che restano vuoti (e anche se fosse? ci perderebbe denaro il costruttore e non voi); e smettiamola di vedere fiumi sotterranei e palazzi che crollano. Perchè finora a Roma l'unico palazzo che è crollato veramente era in via di Vigna Iacobini, al Portuense. Ed è venuto giù perchè nel garage, invece di metterci le auto, ci avevano installato una tipografia che aveva manomesso i pilastri. Cari signori, indignatevi perchè il 50% dei garage costruiti negli anni 60 e 70 oggi non ospitano macchine ma supermercati e attività commerciali. E lasciate che il progesso vada avanti e non sia bloccato dall'ottusità e dalla cecità! Fatelo per i vostri figli se non per voi!

    Filippo

    RispondiElimina
  28. signor Filippo invece di spararle grosse si informi prima e poi parli...dunque, palazzi che crollano no, ma a Via Andrea Doria 41 per i parcheggi sotterranei (PUP o non PUP) alcuni abitanti sono stati mandati in un residence, a Via Santamaura esiste una crepa abnorme su uno stabile e dentro gli inquilini (affittuari e proprietari) sono stati costretti A LORO SPESE a mettere dei rinforzi sui soffitti e rischiano rimanendo nei loro appartamenti in quanto sono state dichiarati inagibili alcune stanze degli appartamenti come il bagno e la cucina...allora o andare nei residence o rischiare rimanendo li.... Non lo sapeva o voleva ometterlo? Quindi la faccia finita, esistono altri siti dove fare parcheggi, esistono le strisce blu, esistono altri modi, ma i signori costruttori non guadagnerebbero tanti milioni di euro. La riqualificazione della zona è soltanto la copertura ad una MEGASPECULAZIONE...
    Non so se lei sia in buona fede o meno, ma le dico si informi sulle notevoli collusioni fra ditte costruttrici e politici e poi potremmo parlarne seriamente.


    Loredana

    RispondiElimina
  29. Abito in viale Libia.

    Ho un'automobile, e pago 150 euro al mese per poterla parcheggiare (in regola) in un garage a ore.

    Potrei mollarla sulle strisce pedonali o in curva o sui marciapiedi, come fanno molti miei concittadini, ma è un atto che mi ripugna.

    Il fatto di pagare per posteggiare un'auto mi sembra normale. Certo, mi piacerebbe poter pagare di meno, ma non mi sfiora l'idea che posteggiare GRATIS sia un mio diritto. Perché dovrebbe esserlo?

    Mah, eppure sono convinto di non essere io, quello strano.

    RispondiElimina
  30. Sig. Giuseppe, il suo ragionamento a mio avviso non fa una piega, ma qui non si discute su questo. L'opportunità o meno di creare parcheggi a pagamento per riqualificare una zona.
    Qui la riqualificazione non ci sarà. I parcheggi a pagamento non verranno utilizzati. E cmq a via fermi di parcheggi abusivi e/o tollerati ce n'è qualcuno, ma la stragrande maggioranza non mi pare rientri nella categoria.
    Anche a me, cmq, piacerebbe vedere la via libera, con meno macchine, più ordinata. Ma non è il pup fatto così la soluzione.
    Si dia una letta ai tutti i "contro" elencati nei vari commenti...

    Alessia Angelini.

    RispondiElimina
  31. Io sono per spostare il PUP e riqualificare Via Fermi, che significa TOGLIERE LE AUTO DALLO SPARTITRAFFICO ALBERATO e RIDURRE IL NUMERO DI POSTI AI LATI DEI MARCIAPIEDI, proponendo un eventuale parcheggio a pagamento nell'area ex-Mira Lanza.

    Siete d'accordo?

    RispondiElimina
  32. Alessia: tutte le macchine sullo spartitraffico sono abusive e ogni giorno la gente ci parcheggia, visto che è tollerato dai vigili.

    RispondiElimina
  33. x Les noi da molto tempo chiediamo le strisce blu e le aiuole intorno agli alberi,( come hanno fatto a Viale Giustiniano Imperatore),in questo modo si rispetterebbero le regole e chi viene a fare spese in zona con l'auto, parcheggerà a pagamento come in tutte le strade commerciali. I box a pagamento sono voluti dai commercianti di Viale Marconi, ma molte cose ovviamente le vogliono tenere nascoste, come le varie collusioni fra circoscrizione, società costruttrice e commercianti. Userebbero i box come magazzini ecc ecc....le ripeto non è la riqualificazione di via fermi che vogliono, vogliono speculare, guadagnare e fare come vogliono loro. L'area dell'ex Mira Lanza è stata proposta da noi , ma dicono che non può essere presa in considerazione, come non ci è mai stata risposta sul garage di Via Blaserna mai aperto ed ora diventato ricettacolo di barboni ed immondizia....bah...


    Leyla

    RispondiElimina
  34. Il garage di Via Blaserna lo apriranno, speriamo presto, di certo i posti in superficie vanno diminuiti, se vogliamo riqualificare veramente la zona, saranno pochi stalli ad essere tenuti a bordo marciapiede, tra cui le strisce blu.

    Per questo, una volta liberato lo spartitraffico, i posti su strada diminuiranno di molto e il parcheggio di Via Blaserna non sarà comunque sufficiente ad accogliere tutte quelle auto che oggi parcheggiano al centro e ai lati del marciapiede.

    Una parte di cittadini dovrà comunque parcheggiare nei garage di zona o nei parcheggi di Via Tirone e Città del Gusto, secondo questo progetto che non prevede il PUP Fermi.

    La gente questo lo deve capire, anche senza il PUP i parcheggi lato marciapiede dovranno comunque diminuire, perché adesso Via Fermi sembra un garage all'aperto e non quell'oasi di bellezza che, a mio avviso, dovrebbe essere.

    RispondiElimina
  35. Quoto totalmente il cittadino di viale Libia (zona dove tra l'altro abito anche io e ho speso decine di migliaia di euro per acquistare un box e levare dalla strada la mia auto). Anche quando apparve nelle case la luce elettrica, c'erano persone che gridavano alla stregoneria. Non fermetere il progresso perchè in due palazzi di Roma si sono aperte delle crepe (tra l'altro se i responsabili sono realmente i lavori dei parcheggi, le ditte costruttrici DEVONO risare tutto a loro spese e non c'è discussione).
    Non ci convincerete mai! I parcheggi sono la vita e l'aria. Le auto in sosta sulle strade sono la morte!

    Filippo

    RispondiElimina
  36. Filippo: noi non stiamo nel Medioevo e lei nel 2780... lei chiamo progresso il PUP? beh... allora o lei è in malafede, o non si informa.
    Sul discorso dei due palazzi lesionati ( io ne ho solo elencati 2, ma sono di più )ovviamente a lei non interessano nel nome del progresso, tanto mica ci abita lei, che gli frega.....e poi le ditte costruttrici hanno un capitale sociale irrisorio e delle assicurazioni ridicole, che non coprono neanche il costo di una sola crepa in un unico appartamento.....PERCHE' NON SI INFORMA PRIMA DI SPARARE A ZERO E RASENTANDO IL RIDICOLO? Farebbe sicuramente più bella figura....
    NB Se volesse qualche altra informazione in merito sono a sua completa disposizione!

    Loredana

    RispondiElimina
  37. Filippo, come pensiero futurista viaggi con quasi un secolo di ritardo, mentre sull'idea che il pup sia progresso è come dire che la cocaina o la sigaretta sono il futuro. Fai un'analisi costi e benefici e ti accorgerai che i benefici non ci sono, se non per i costruttori.

    RispondiElimina
  38. Ragazzi scusate, io ho appena acquistato casa in Via Enrico Fermi; io sono PRO pup.Ragazzi ma avete visto cosa è diventata quella strada ? La via piena di smog con auto paecheggiate ovunque; c'è bisogno di una riqualificazione ! Siate realisti ormai la via sta scoppiando!Spero che questa nuova piazza venga fatta alla svelta tanto gli alberi in mezzo a tutto quello smog sono inutili!

    RispondiElimina
  39. ahahahahah tu hai comprato casa a Via fermi e vuoi il PUP? ma sii serio, tu pensi davvero che siamo tutti cretini da crederti caro anonimo delle 22,36?
    Se fosse vero parleresti diversamente, qui si minacciano diversi anni di caos, polvere, polveri sottili, traffico, rumori di camion e di macchine per trapanare. E tu vorresti questo, a fronte di box privati che servono a pochi commercianti di viale marconi?
    Si si mi hai proprio convinto! :D

    NB lapsus froidiano, l'hai chiamata "quella strada" non "questa strada"...sai da psicologa colgo anche queste sfumature....


    Martina

    RispondiElimina
  40. Stendiamo un velo pietoso sull'aninimo delle 22,36.
    Uno che ti dice "tanto gli alberi in mezzo a tutto quello smog sono inutili!" non brilla proprio per acume.
    L'abbattimento di decine di alberi porta degrado, non riqualificazione.

    Pietro.

    RispondiElimina