martedì 22 marzo 2011

Lo schifo di Via Albalonga è una bazzecola rispetto allo schifo di Via Fermi


Nel demi-monde dei parcheggi romani ieri non è stata solo la giornata della violenza fascista e mafiosa dei comitati pro-sosta-selvaggia, pro-prepotenza, pro-inquinamento, pro-incidentalità stradale, pro-sporcizia, pro-caos, pro-rumore di Via Albalonga che hanno dimostrato che, in assenza di argomenti validi che non siano l'egoismo vergognoso di arrivare a vendere la propria figlia al peggior offerente pur di potere continuare a posteggiare a ufo sotto casa, è preferibile arrivare a dare del "buffone" a chi non la pensa come loro. No. La cosa peggiore è avvenuta dalla parte opposta della città a Via Fermi.
Si è verificato ieri un gravissimo scontro istituzionale che ha visto contrapposti non certo i poveri sfigati -questi ancor peggiori di quelli di Via Albalonga- dei comitati locali (che difendono il loro diritto di massacrare i platani della strada invece di farli trasportare in un'area tranquilla dove finalmente sarebbero salvi dalla tortura che quotidianamente gli perpetrano gli abitanti) contro le ditte costruttrici. No. Ma bensì due assessorati di Roma Capitale. Uno scontro istituzionale che ha visto clamorosamente sconfitto l'assessore alla mobilità Antonello Aurigemma (uno che, miracolo, ha capito che l'unica strada per riqualificare la città è togliere le auto dalla superficie stradale: teniamocelo stretto!) nei confronti dell'assessore all'ambiente Marco Visconti.
Dopo mesi di peripezie durante i quali la ditta regolarmente autorizzata ad effettuare una riqualificazione urbana comprendente un parcheggio interrato lungo la immonda Via Enrico Fermi ha dovuto confrontarsi con cittadini ignoranti e Sottindendenze corrotte e politicamente orientate, finalmente ieri era il giorno di start ai lavori di trasloco degli alberi. I soliti 50 cittadini a far cagnara in piazza (raffrontatene la percentuale con le 10mila persone che insistono sull'area e capirete che significato hanno questi movimenti del no-a-tutto), la polizia a tener tutti buoni, ma poi, colpo di scena, arriva una lettera da parte del Dipartimento per l'Ambiente: "non ci fidiamo della perizia, gli alberi stanno gemmando, bloccate tutto fino a ottobre".

Insomma l'assessorato alla mobilità dà l'avvio a dei fondamentali lavori che l'assessorato all'ambiente -previo pressioni politiche ignobili- blocca. Bella roba. Bella roba soprattutto per gli operai, che rimarranno senza lavoro, per la ditta che subirà un gravissimo danno economico e sarà costretta (ce lo auguriamo) a rivalersi contro il Comune e dunque contro tutti noi. Bella roba soprattutto se si pensa che tutto il mondo ambientalista romano si è schierato contro un progetto che tornava a far respirare una strada dove oggi la situazione è quella che vedete nel nostro 'storico' video qua sopra. Questa è la situazione che l'assessorato all'ambiente difende, questa è la situazione che Legambiente difende. Non c'è dibattito e chiacchiera che tenga contro queste immagini: lo scopo di tutti è soddisfare gli appetiti allucinanti del partito della maghina che trasforma gli spartitraffico alberati in volgari drive-in sotto i quali gli alberi subiscono una tortura quotidiana. Cosa pensa di questo l'esperto dell'Università di Firenze che il Comune ha strumentalmente nominato per allungare i tempi e sedare le pressioni politiche partite da chi non vuole rinunciare per tutto l'oro del mondo a parcheggiare a scrocco addosso ai tronchi degli arbusti?
Ci auguriamo che almeno la ditta, nell'attesa dell'autunno, proceda a fare occupazione di suolo pubblico lungo tutto lo spartitraffico di Via Fermi. Intanto togliamo le auto. Intanto salviamo così gli alberi, visto che i cittadini ci tengono tanto mica vorranno continuare a parcheggiarci addosso. O ci sarà qualcuno, magari il solito consigliere regionale postfascista, che alzerà il ditino e urlerà: "non possiamo negare ai cittadini il diritto alla loro brava sosta abusiva"?

37 commenti:

  1. Ma chi è che scrive questi articoli?..
    Ma fatela finita con "i poveri operai che rimarranno senza lavoro"!..
    Ma dobbiamo avere pietà per questa gentaglia che pur di guadagnare ammazzerebbe la madre!..
    Guardate che facce che hanno e guardate pure quelle dei signori che stanno nel punto di contatto per acquistare i box...
    Facce da galera!
    Bisogna fare un azione molto più incisiva.
    Tolleranza zero.
    Attacchiamoli come è stato fatto con il servo Tonelli e prendiamoli a uova marce!
    Se ne devono andare!
    Anche Aurigemma ha capito chi deve ascoltare!

    RispondiElimina
  2. Ma è meglio chi ammazzerebbe la madre per lavorare o è meglio chi si farebbe stuprare la fila per poter parcheggià gratis la maghina come te?

    RispondiElimina
  3. mentre a via fermi il comune fermava la potature dei platani in tutta roma sono in corso ampie campagne di potatura dei platani( piazza epiro , piazza zama, via filarete) il problema è come al solito solo politico, meglio andare dietro a 50 persone e 4 politicanti che al senso civico di migliaia di, purtroppo, silenti cittadini.

    RispondiElimina
  4. Caro Massimiliano, hai ragione. Il video sarebbe vergognoso per una capitale del terzo mondo, figuriamoci per Roma.

    Che tristezza le minoranze chiassose in Italia. Il loro no a tutto è un veto costante.

    RispondiElimina
  5. Il vero problema è che quelli ultimi che hanno scritto sono al soldo dei costruttori!
    Non andate in giro che poi fate certe figure..
    Meglio che ve ne state a casa tranquilli a scrivere i vs messaggi deliranti!
    Per la strada ci andiamo noi e la nostra protesta si allarga a macchia d'olio!
    I no-pup vinconooooo!

    RispondiElimina
  6. Ormai è una guerra civile noi contro voi. Per ogni nopup ci sarà un propup a combattere per quello che in tutta Europa è semplicemente la normalità.

    RispondiElimina
  7. via fermi fa schifo e ribrezzo per come è intasata da traffico e macchine parcheggiate ovunque, così come tutta la zona di viale marconi.. ma ovviamente nessuno protesta. si protesta solo nel momento in cui si cerca di dare una soluzione e ridurre l'illegalità diffusa.

    dovrebbero buttare giù un palazzo su tre e costruire parcheggi multipiano negli spazi che ne derivano per risolvere la situazione. un parcheggio interrato con box a pagamento forse servirebbe veramente a poco, ma non è certo per l'insufficienza della proposta che si protesta..

    RispondiElimina
  8. Anonimo 12,48

    Ma io di pro-pup non ne vedo...
    Per la prima volta abbiamo visto Tonelli ma, dopo la figura che ha fatto voi altri 4 gatti mi sa che ve ne vedete bene dall'esporvi!..
    Statevene a casetta che è meglio!
    Siete buoni solo per fare scempi.

    RispondiElimina
  9. Questa è per Tonelli, lei che si spaccia per l'illuminato, volevo solo farle presente che "ma bensì" non si scrive, comunque andiamo avanti. Punto primo: il blocco alla potatura selvaggia è dovuto alla Guardia Forestale che avendo visto il rinascere primaverile della natura (i platani sono tutti gemmati), ha bloccato per il momento il progetto.
    Punto secondo: la stessa Guardia Forestale ha detto che questi platani che verranno espiantati al 99% non attecchiranno ( a proposito di questo eventualmente non verrebbero più neanche ripiantati in zona, ma spostati in tutto il Municipio XV, quindi noi senza verde,a vantaggio di altri)
    Punto terzo: le radici che secondo lei massacriamo con le auto, sono già coperte dall'asfalto e quindi non ne soffrono (sempre detto da esperti non da gente come lei)....potremmo non parcheggiare sopra al biscotto centrale, lo abbiamo chiesto, abbiamo chiesto le strisce blu, come mai non le concedono? Perchè qui si che ci sono interessi mafiosi in ballo.
    Ah per ultimo, non eravamo 50, ieri mattina...e gli altri non è che non sono scesi perchè d'accordo con lei Signor Tonelli, altrimenti le 5421 firme non le avremmo fatte.
    Per l'anonimo che vorrebbe abbattere i palazzi ...ma io dico capisco la provocazione, capisco tutto, ma l'idiozia proprio no! Voi non vi informate, parlate al vento solo perchè vi hanno fatto la bocca....leggete ed istruitevi in materia, poi potrete parlare..perchè anzichè costruire parcheggi A PAGAMENTO si dovrebbero incrementare i mezzi pubblici ed i parcheggi di scambio,perchè la gente lavora, non gira a vuoto come lei!
    Ossequi
    Leyla

    RispondiElimina
  10. ma perchè se aumentassero i mezzi pubblici lei venderebbe la/le sue auto? e dove le lascerebbe parcheggiate dal lunedi al venerdi? ecco moltiplichi per migliaia di persone e si risponde da solo.

    RispondiElimina
  11. Caro io,
    se aumentassero i mezzi pubblici molto probabilmente mi venderei la moto ed anche lo scooter di mio marito, prenderemmo i mezzi per andare a lavorare, come li prendo quando giro per lavoro nelle grandi capitali europee di cui parla sempre il Tonelli...lì si che si gira la città senza problemi, a Roma non è così.
    Comunque secondo lei quale sarebbe la soluzione? Il PUP? Cosa cambierebbe secondo lei? CI pensi lei e poi se le va mi risponda.
    In ultimo Leyla è un nome da donna eventuale potrei rispondermi da SOLA non da SOLO.

    Leyla

    RispondiElimina
  12. certo, non avevo visto la firma, mi scuso. nel merito: parla con uno che ha girato spesso per lavoro in europa e sa benissimo come funziona e che Roma è una città particolare per i suoi mille motivi non trascurabile quello dell'impunità dei suoi abitanti, ben inteso che i parigini o i londinesi non sono da meno, a loro vengono imposte le regole dall'amministrazione e soprattutto vengono FATTE RISPETTARE, parlo per esperienza diretta, quindi so quello che dico. Credo che nessuno qui voglia far arricchire in modo illecito i costruttori di parcheggi, tuttavia da qualche parte bisognerà pure iniziare, chi manifesta dovrebbe farlo per chiedere di mantenere bassi i prezzi dei box non per opporsi alla costruzione della struttura con la scusa degli alberi, non so in via fermi ma quasi sempre gli alberi fanno parte della riqualificazione urbana dell'intervento

    RispondiElimina
  13. Gli alberi a Via Fermi sono l'unica e l'ultima barriera allo smog che come lei ben saprà in zona Marconi è molto alto, è l'unico viale alberato che rimane in zona e le garantisco che quando lo guarda in primavera inoltrata fa un bell'effetto. E non si vive di solo pane.
    Certo il quartiere dovrebbe essere riqualificato, ma non è questo il modo, gli alberi li espiantano e li ripiantano non in zona bensì nella XV quindi potrebbe essere corviale trullo o boh? Abbiamo proposto le strisce blù, con tanto di aiuola intorno agli alberi in modo da non poter montare sopra al marciapiede. Abbiamo proposto la costruzione dei parcheggi a distanza di 200 metri, dove non ci sono case a 5 metri, ma un posto lasciato abbandonato , a due passi da piazzale della Radio, perchè non prenderlo in considerazione?
    E' finito da circa 2 anni un parcheggio nella strada parallela di circa 250 box, non è mai stato aperto come mai? Non ci danno risposte.
    E poi nei garage locali abbiamo contato circa 1100 posti liberi, quindi la necessità di posti auto a pagamento non c'è
    questo è quanto almeno per via fermi e sinceramente chi dice il contrario è in malafede mi creda...glielo garantisco
    Leyla

    RispondiElimina
  14. Caro Io, il fatto di andare a Londra per fare shopping a Regent Street, non le fornisce nessuna competenza particolare, né l'autorizza a dire sciocchezze. Come dice lei, sig. io, Roma è una città particolare perché ci sono quelli come lei, che parlano senza argomentare o motivare in maniera logica. Il da qualche parte si deve iniziare non giustifica iniziare dalle cose dannose. Forse non lo sa, ma si inizia dalle cose importanti, come dicono a Londra: "first things first". Prima si indica l'obiettivo che si vuole raggiungere e poi si sceglie lo strumento migliore. Per quanto riguarda i pup, si indicano obiettivi contradditori. Faccio un esempio, i documenti strategici del comune sulla mobilità (strategici per modo di dire) riportano che a Roma servono più parcheggi, non sapendo o facendo finta di non sapere, che Roma ha tanti parcheggi quanto a Madrid e Parigi, e molti di più di Londra. Poi viene l'assessore Aurigemma alla mobilità (specie quando la mobilità è la sua) che ci spiega che i parcheggi servono per liberare la strada per farci passare i bus che sono lenti, dimenticandosi di controllare quanti bus passano da quella strada (praticamente nessuno). Eppoi c'è Tonelli, l'esteta, e ci illumina (deus illuminatio mea) con il suo pensiero, e ci fa sapere che non è bello vedere le auto in strada e quindi il suo obiettivo è ripulire le strade dalle auto ferme ma non da quelle in movimento. L'esteta però non spiega perchè preferisce vedere le auto che circolano, le rampe, le grate e le strade senza alberi (già, gli alberi non crescono sopra i garage sotterranei).
    Caro io, se non hai capito nulla, ti devi fidare, perchè io ho vissuto e lavorato in Europa e in America e "parlo per esperienza diretta, quindi so quello che dico". Saluti

    RispondiElimina
  15. Beh, io non ho dubbi che la vettura (quante? una? due? tre?) che la nostra Leyla possiede sia alla nostra Leyla assolutamente indispensabile, c'è tanta gente che ha assoluto e vitale bisogno di una autovettura privata. Il problema, ovvero ciò che la nostra Leyla non vuole comprendere, è che non TUTTA la gente che oggi possiede l'auto ne ha realmente e stringentemente bisogno come ne ha bisogno lei.
    Questo è il punto. E non capire questo passaggio, questo sì, che è una stronzata...

    RispondiElimina
  16. In questa città non cambierà mai niente.

    RispondiElimina
  17. beh Signor Tonelli. io non sono una pseudo ecologista sinistroide post sessantottina,che gira in bicicletta perchè fa chic mi dispiace, io di auto ne ho una e anche piccola la metto in garage e lo pago con il mio stipendio, sa i turni di notte al commissariato sono pesanti e sinceramente 20 chilometri di notte in bicicletta...prima e dopo sono pesanti, io non mi giro i pollici a lavoro e se mi serve la macchina per andarci e tornarci sinceramente sono anche affari miei e non suoi caro , lei è una persona che se non rompesse le scatole agli altri non vivrebbe tranquillo...
    Comunque ho passato un pò di tempo a leggere le stupidaggini che scrive nei blog, spero non lo faccia per lavoro altrimenti staremmo proprio messi male
    Le auguro buon divertimento.
    Ma prima di dire le cose si informi perchè a volte rasenta il ridicolo.
    Leyla

    RispondiElimina
  18. Ma a dire il vero nel mio commento precedente le davo atto di aver bisogno della macchina e giustificato il fatto che lei la avesse, signora mia. Perché mi attacca scompostamente quando le davo ragione, ma semplicemente le facevo notare che se a Roma ci sono 70 vetture per 100 abitanti sicuramente la sua è indispensabile, sicuramente molte altre sono indispensabili, ma che non lo sono tutte e 70?
    Signora mia in questo benedetto garage, oltre a allocarci la sua vetturetta, ci si faccia anche ogni tanto una trombata. Così ne fuoriesce magar meno acida e rancida di come appare. Mi consentirà la sottile metafora...

    RispondiElimina
  19. Signor Tonelli, lei non mi stava dando ragione, e lo sa anche lei, sono nata dopo di lei, ma non sono idiota. La sua ironia nonnè poi così nascosta.
    Per quanto riguarda la sua offesa gratuita,( prob si è sentito pizzicato e preso in castagna) mi sarebbe piaciuto non risponderle affatto, ma sa, invece le rispondo. Non mi sembra sia io la persona acida, solo che io riesco a risponderle educatamente, a metterla in difficoltà ed a farle crescere l'ira , comunque con quella faccia che ha, ho il sentore che sia lei a non trombare, ma alla sua età dovrebbe sapere che può fare anche altre cose da solo .... Mi consenta la sottile metafora senza rancore....a presto

    Leyla

    RispondiElimina
  20. incredibile, alla forestale si sono accorti che in primavera gli alberi germogliano!

    RispondiElimina
  21. Tonelli, già qualcuno ti ha fatto notare più volte che insulti gratuitamente, con mezzi anche bassi (i cittadini sarebbero rom, mafiosi, camorristi etc.). Però dare dell'acida ad una donna, ma mai a un uomo, perché non tromba abbastanza, oltre alla mancanza di equilibrio dimostra uno scarso senso estetico, oltre che logico. Ma se avessi la possibilità che faresti, ci metteresti le bombe?

    RispondiElimina
  22. Signor anonimo lasci perdere a me non ha toccato minimamente ciò che ha detto, è solo un poveraccio ed io dall'alto dei miei 25 anni mi ci sono fatta una risata....non avrebbe meritato neanche una risposta, ma questi tipi ormai li conosco sono solo dei frustrati che dalla vita hanno avuto solo calci in faccia e si rifanno gettando fango sulle altre persone......credendo di essere superiori! :D

    Leyla

    RispondiElimina
  23. caro sig.anonimo e rancoroso delle 18.14 tralascio i commenti sulle sue battutine in merito al mio shopping londinese, come nel più classico e tragico esempio di bue che da del cornuto all'asino proprio lei mi viene a rimproverare di parlare senza conoscere le cose?
    nel merito: a) a Roma ci sono più parcheggi di Parigi, Londra e Madrid certo ma c'è anche il triplo delle macchine quindi il suo paragone non ha fondamento - b) se gli autobus non passano per una strada che era prevista nel percorso probabilmente è proprio perchè l'atac ha fatto il sopralluogo e ha visto che non c'è spazio e questo lo so con certezza perchè è successo sotto casa mia- c) Tonelli avrà pure dei metodi poco condivisibili quando offende ma la sua battaglia contro il degrado è sacrosanta come lo è quella di chi si batte per vivere in una città più dignitosa, le assicuro, con fatica e molte amarezze. per finire le dico che chiunque frequenti capitali europee non può non condividere la lotta contro il degrado nel quale siamo costretti a vivere a Roma, questo mi fa pensare che è lei che non ha mai messo il naso fuori dal Lazio. Cordialmente la saluto

    RispondiElimina
  24. Al Comune sono veramente dei buffoni.

    Ma quale Roma capitale, dovrebbero decidere di chiamarsi Rom Capitale. Incredibili le cazzate che fanno.

    RispondiElimina
  25. Caro Io, è lei che ha cercato di motivare le sue sciocchezze, con un "io ho fatto il militare a Cuneo", che dimostra proprio che lei a Londra c'è stato solo per lo shopping. Per quanto mi riguarda non sono del Lazio, nè del centro Italia. Il fatto che Roma ha tante auto è perchè ci sono tanti parcheggi e pochi bus. Ci sono anche tante prostitute a Roma, che facciamo più piazzole per il sesso? La relazione più parcheggi meno bus è una regola ben nota, e quindi si informi prima di parlare a vanvera. Le direi di studiare di più ma non credo sia portato. Per quanto riguarda il passaggio dei bus, le localizzazioni dei parcheggi a Roma non seguono nessuna direttrice, ma sono concentrati in aree specifiche ad alto valore immobiliare (ne sono previsti 10 intorno a piazza Re di Roma). Non servono ad aumentare la velocità dei bus, ma ad ingrossare le tasche dei Cam, Diveroli etc. e dei politici romani.
    Frequenti le capitali europee, faccia un giro in auto per Londra (ma non a Regent Street per comprarsi le Church che tanto sono italiane), Parigi, Madrid, Amsterdam, Copenhagen...anche Bucarest. Perchè Bucarest? Perchè a Bucarest, persino a Bucarest (la capitale della Romania), tutte le auto rispettano le strisce pedonali e non parcheggiano in doppia fila, per la semplice ragione che ci sono le multe e i mezzi pubblici.
    Facciamo come una qualunque capitale europea, assumiamo un assessore alla mobilità coi fiocchi, che sappia di che si sta parlando, invece di uno che ha nel curriculum il fatto di aver fatto piaceri alla cricca di Anemone e un sindaco che sistema i famigli. Il PdL fino a ieri era contrario ai PUP, ora dono diventati a favore? Follow the money, caro Io.
    Mi creda, ho fatto tre anni di militare a Cuneo.

    RispondiElimina
  26. Sono un antropologo e studio fenomeni urbani in un'università all'estero. Devo dire che leggervi è uno spasso unico per chi fa il mio lavoro. Devo confermare l'intuizione di qualcuno che ha chiamato questi come comportamenti zingari. Non è un confronto azzardato ne razzista: i rom sono infattti una delle poche popolazioni al mondo che ragionano come alcuni signori che intervengono qui che pur di avere un piccolo vantaggio personale (parcheggiare senza dover corrispondere neppure un soldo per l'occupazione di suolo pubblico), sono disposti tranquillamente a tollerare amplissimi strati di degrado e sono pronti a negare l'evidenza dei fatti.
    Grazie per l'ascolto.

    RispondiElimina
  27. Caro antropologo (ecco un altro che deve prima dirci che ha fatto il militare a Cuneo in mancanza di argomentazioni logiche), ma di quale evidenza dei fatti parli?
    Il suolo pubblico è pubblico e quindi deve essere destinato a un uso (quale che sia) secondo un processo pubblico, di consultazione pubblica come prevede, nell'ordine:
    principi generali di democrazia
    la normativa europea
    la normativa italiana
    la normativa regionale
    Qui la popolazione a stragrande maggioranza è contraria. Si faccia un referendum, una consultazione pubblica, un sondaggio, o quello che si vuole per verificare la contrarietà dei cittadini.
    L'avere l'auto o meno, e il volerla parcheggiare gratis, non è affatto la questione di questi pup ed è irrilevante. Non sono i residenti il problema, ma quelli che parcheggiano in doppia fila, che per definizione non risiedono dove parcheggiano in doppia fila. Pensaci.
    Il collegamento logico con gli zingari poi è assolutamente fuori luogo, oltre che razzista. Non credo che tu sappia come ragionano le popolazioni del mondo, altrimenti non avresti scritto "pur di avere un piccolo vantaggio personale () sono disposti tranquillamente a tollerare amplissimi strati di degrado". Il residente, quale che sia il continente, vuole che la sua casa valga di più (vantaggio personale) e non di meno. Poi l'aver citato i Rom e l'aver fatto un collegamento alle "poche popolazioni al mondo che ragionano" che tu non conosca i Rom, non conosca le popolazioni del mondo, sei pieno di stereotipi e che come antropologo sia scarsino assai.

    RispondiElimina
  28. Anonimo mio, continua a dirti male, per tua sfiga frequento anche Bucarest (ho parenti li e a Parigi e amici fraterni a Londra e Berlino) come vedi sono piazzato bene...
    continui a farmi la lezione non capendo quello che scrivo, lo so che a Bucarest parcheggiano bene perchè sennò prendono le multe, lo stesso rigore l'amministrazione della città e lo stato lo applicano a molte cose e non esistono comitati di nessun genere. detto questo io non sto asserendo che o i PUP o morte, sto solo dicendo che i parcheggi INTERRATI (non in superfice) potrebbero essere una delle soluzioni, certo che poi servono più mezzi pubblici, certo che vanno sanzionati quelli che parcheggiano in perenne doppia fila, il piano dei PUP va controllato e se necessario contestato nel merito con delle proposte, come diceva Leyla, non solo boicottato. ti saluto

    RispondiElimina
  29. Caro Io, non le ho fatto nessuna lezioncina, per la semplice ragione che è difficile spiegare quello che è facile da capire. Detto questo, il fatto che abbia dei parenti a Bucarest e Parigi, nonché amici fraterni in Europa non dimostra che lei sappia di che sta parlando. Evidentemente va a fare shopping pure a Parigi. Non continua a dirmi male, perchè non ha detto nulla, tanto meno qualcosa di logico. Ha espresso opinioni, senza argomentare se non con il "ho fatto tre anni di militare a cuneo". Battuta che totò utilizzava per ridicolizzare il provincialismo degli italiani e che le casca a pennello e continua a usare, se ne rendo conto? Il punto non è se abbia o meno amichetti al Castro di San Francisco. Ora la lenzioncina di logica base giela faccio. Prima dica qualcosa, poi indichi i motivi e poi porti qualche evidenza di quello che dice. Il pup è da bocciare per la logica che non ha (sconclusionato a tutti i livelli) e per il fatto che nessuno lo vuole salvo tre o quattro collegati alle imprese costruttrici.
    ps
    Dice che a Bucarest i comitati non ci sono. Ma che vuol dire?

    RispondiElimina
  30. vabbè, tanto è inutile continua a fare battute sceme sui parenti, lo shopping...la saluto, continui a parcheggiare il suo rottame in strada e amen

    RispondiElimina
  31. Vorrei tanto sapere cosa respira il dott.Tonelli. Forse il troppo smog che si respira andando in bicicletta non lo fa ragionare bene. Gli alberi producono ossigeno, quello che le persone normali respirano. Togliendo gli alberi, l'ossigeno non si crea da soli. Bisogna togliere le macchine (non nasconderle sotto terra) e aumentare gli alberi e i mezzi pubblici ecologici...Però così i suoi amichetti non potrebbero guadagnarci...Chissà come potrannno mangiare i loro figli...Poverissimi..Invece l'albero non vuole niente per fare il suo lavoro, solo rispetto e acqua...Gratis..Pensa un pò....

    RispondiElimina
  32. Una cosa, la prossima volta che si organizza qualcosa, la invitiamo e vediamo se ha il coraggio di insultare le persone come fa adesso dietro il suo Mac...

    RispondiElimina
  33. Comunque ho notato una cosa nel filmato...neanche un minuto che il signor Tonelli che cammina e ha già il fiatone...STA IN FORMA IL RAGAZZO...complimenti...continua così che ci fai un favore...

    RispondiElimina
  34. ^^^^ Ammaza che ampiezza di vedute, che profondità di pensiero...

    W I PUP, W LA CIVILTA'!

    RispondiElimina
  35. W i pup, W la civiltà, W i coglioni come quello delle 14,12!..

    RispondiElimina
  36. ma gli alberi rimossi non possono essere sostituiti a fine lavori con alberi nuovi?
    basterebbe far applicare la legge: tutte le auto parcheggiate a via fermi riceverebbero una multa al giorno
    Rob.

    RispondiElimina
  37. NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!! NO PUP!!!

    RispondiElimina