venerdì 11 febbraio 2011

Vergognarsi di essere concittadini della gente di Via Albalonga





Guardate le loro facce. Non solo le loro ovviamente (ci mettete pochissimo, sono le solite dodici persone), guardate anche quelle degli operai, guardateli negli occhi questi poveri lavoratori che sono costretti a confrontarsi con questo genere di situazioni. Il primo motivo per incazzarsi contro questa gente che ci vergognamo ad avere come concittadini.
Ma il primo motivo non è il più grave, il più grave è un altro. E’ una questione soprattutto geografica. Siamo, come sapete, nel IX Municipio. Questi “cittadini” ritengono opportuno protestare, bloccare la strada, far tafferugli con le forze dell’ordine per impedire la costruzione di un parking interrato in Via Albalonga. Qualcuno forse è davvero un “cittadino”, molti, riteniamo, sono personaggi strumentalizzati sia dai commercials affacciati sulla strada, che così perderebbero quella parte di clientela che non entra in un negozio se non può lasciare in quarta fila davanti allo stesso, sia dai gestori delle attuali micidiali autorimesse sotto i palazzi. Luoghi angusti e insicuri dove lasciare l’auto costa anche mezzo migliaio di euro al mese e gestiti da prepotenti famiglie associate. E’ successo lo stesso a Via Cesena, dove la vera protesta è stata animata da queste realtà…
Ma torniamo a noi: il IX Municipio, dicevamo. Parlare in questa settimana di IX Municipio e di mobilità significa inevitabilmente parlare di Giuseppina Licenziato. Signora settantenne che qualche giorno fa, per l’appunto a Piazza dei Re di Roma, è stata presa sotto da un tir, è stata trascinata per metri, scarnificata e dilaniata e uccisa per la sola colpa che aveva avuto di essere uscita in bicicletta. Un importante blog segnala proprio nella pessima qualità dell’arredo urbano – guarda un po’ - uno dei motivi della morte della signora. Ma veniamo ai nostri comitati ed ai nostri “concittadini”. Da dei comitati civici che operano nella zona di Piazza dei Re di Roma cosa vi sareste aspettati dopo una tragedia simile? Manifestazioni a catena, blocchi del traffico, sit-in per chiedere maggiore sicurezza per le strade, urla di sdegno per i ciclisti ed i pedoni che sono carne da macello. Questo farebbe qualsiasi comitato di quartiere in qualsiasi città civile. Da questi “signori” invece neppure una parola sul dramma della Licenziato, nessun segnale di lutto, nessun simbolo di cordoglio, meglio impegnarsi a lottare per altro, per bloccare quelle infrastrutture che, uniche, possono darci un barlume di speranza, domani, di avere un arredo urbano che salvi la vita a persone come Giuseppina.
Non aprono bocca contro lo scandalo della sosta selvaggia; non aprono bocca per pedoni e ciclisti che muoiono ammazzati a tre metri da casa loro. Ma invece fanno un gran baccato –per carità, sempre in 12 sono- per bloccare un parcheggio. Non vi vergognate anche voi di essere concittadini di gente così? Non vi siete chiesti perché il blocco del traffico, transitando sulle strisce, non siano andati innanzitutto a farlo all’angolo tra Via dei Re di Roma e Via Aosta, dove è morta la povera Giuseppina? In compenso, domani, sabato, lì loro ci organizzeranno una festa, in barba al fatto che nel medesimo Municipio, nella scorsa settimana, sono morti una signora in bici e quattro ragazzini in un campo nomadi. Cose che succedono perché sul territorio non esiste un associazionismo serio, perché non c'è controllo del territori, perché le persone si impegnano in battaglie antisociali e egoiste come quelle contro le infrastrutture invece di concentrarsi su una attività realmente civica: che si vergognino! Semplicemente che si vergognino!

67 commenti:

  1. Gente di merda, non ci posso credere. Ingannano ignoranti e vecchietti.

    RispondiElimina
  2. esagerato....rissa ! Mi sembrava una protesta civile !
    Ma poi comunque sei sempre il primo che incita alla rivolta....vedi i danneggiamenti agli impianti pubblicitari !

    RispondiElimina
  3. Partecipate tutti alla festa del 12 Febbraio a Piazza Re di Roma!
    Anche se qualcuno dice che siamo di merda....Almeno ci facciamo vedere in faccia!
    Gli altri dove stanno?

    RispondiElimina
  4. EGOISTI MALEDETTI, LA ROVINA DELLA CITTA'. INCREDIBILE QUELLO CHE SONO CAPACI DI FAR PER UN POSTOMAGHINA. GLI CROLLA IL MONDO INTORNO E CONTINUANO A DIFENDERE LE LORO MAGHINETTE. FERMATELI.

    RispondiElimina
  5. La signora giuseppina è morta ammazzata grazie al fatto che le macchine parcheggiate stavano messe in curva e non nel sottosuolo come capita in tutti i luighi civili. Chi parteciperà a questa "festa" (VERGOGNATEVI STRONZI, FARE FESTA DOVE E' APPENA MORTA UNA PERSONA, DOVREBBE VENIRE IL MARITO A DIRVENE QUATTRO) sarà complice della uccisione della signora. Si sta toccando il fondo in un modo vergognoso, buon tiramisu a tutti.

    RispondiElimina
  6. Grazie al blog per questo post maiuscolo. Io non aggiungo altro.

    RispondiElimina
  7. x g. Colasante

    A parte il fatto non mi sembra molto corretto parlare di un fatto cosi triste....mentre se sei al corrente di qualcosa vallo denunciare alla polizia . Basta con le sciocchezze dei posti auto sotto terra....portate esempi ridicoli .In altre città del mondo la bici è un reale mezzo usato per muoversi, da noi assolutamente no. abbiamo una città fatta su misura per le auto, senza mezzi pubblici , si creano nuovi quartieri e ci si lamenta che la gente prende la macchina per andare al lavoro. Ma come fai a mettere sotto terra 2 milioni di macchine ?
    Mentre le parolacce e le ingiurie dimostrano che non basta andare in bici per essere civili (ammesso che tu vada in bici).

    RispondiElimina
  8. Che schifo! Mi vergogno di essere loro concittadino, in un municipio dove il consiglio comunale gli da pure spago a questi 4 gatti... Ti ricordi i manifesti abusivi a firma della maggioranza del consiglio municipale? Ecco, questi sono i frutti delle istituzione che fanno sentire dalla parte della ragione color che (più o meno in mala fede) inneggiano alla sosta selvaggia!

    Fantino e soci (Tredicine compreso) DIMISSIONI!

    RispondiElimina
  9. A Colasà...
    Te devi vergognatte solo per la faccia che c'hai!
    Stattene a casa che sei bono solo a fare er sorcio.

    RispondiElimina
  10. Facciamo una grande festa con anziani, giovani, bambini e tutto il popolo che vuole il verde e la qualità della vita e non solo il grigiore di quelle colate di cemento che finiranno per affogare tutti i pro-pup del cazzo!
    Che la festa cominci e voi continuate a starvene nelle vostre tane a prendere ripetizioni da quei bei costruttori!
    A bruttiiii!..

    RispondiElimina
  11. Questioncina: ma se state lottando come cani rabbiosi per far restare Via Albalonga così com'è, allora perché la festa non la fate a Via Albalonga? Tanto mica c'è smog, mica ci sono clacson, mica c'è traffico congestionato a tutte le ore, mica c'è sosta selvaggia! Vi piace Via Albalonga così com'è? Ebbene, la festa fatela lì: gli anziani e i bambini portateli lì, se ne avete il coraggio...

    RispondiElimina
  12. ci sono le impalcature per i lavori....! Comunque credo sia inutile parlarne....si vedrà alla fine dei lavori il disastro e l'inutilità. Perchè non parliamo delle società appaltatrici e del loro capitale sociale ?

    RispondiElimina
  13. Sulle ditte siamo alleati di chi le vuole migliori e più serie. Siamo i primi. Ma un conto è dire: "vogliamo infrastrutture di miglior qualità e garanzia". Un conto è dire: "non vogliamo che costruite niente perché dovemo da parcheggià dove voi dovete fare le rampe"

    RispondiElimina
  14. Tonelli!
    Ma se hai coraggio partecipa pure tu e illustraci la bontà di tali opere!..
    Magari come suggeritore porta qualcuno della ditta che tanto ami!

    RispondiElimina
  15. Tonelli,
    oggi hai toccato il fondo (fondo più fondo di quel "sottoterra" che predichi tanto): strumentalizzare la morte di una signora a sostegno delle tue tesi.

    Vergognati.


    la simpatica signora Angela improvvisatasi urbanista, all'avvoltoio improvvisatosi (maldestramente)democratico

    RispondiElimina
  16. Ma quale bontà dell'opera. VOgliamo scherzare.
    Debbo essere io a spiegarvi la bontà dei parcheggi sotterranei? Ma i parcheggi sotterranei esistono in tutto il mondo, non occorre convincere nessuno: è così che si gestisce la sosta in tutto il mondo punto e basta. Non occorrono comizi. E’ come dover fare un convegno sull’utilità dei marciapiedi, ovvio che sono utili, no? E’ come fare un convegno per spiegare agli astanti che quando il semaforo segna rosso occorre fermarsi o che occorre dare precedenza a destra. A me non sembra proprio il caso di venire a catechizzarvi sull’ovvio: lo sapete benissimo voi meglio di me. Quello che vi anima non è certo la convinzione che sia assurdo fare parcheggi, visto che ci sono dovunque, bensì la vostra cattiva fede e il vostro egoismo.
    E poi, non vi dimenticate, che io sono un cittadino come voi (con l’unica differenza che dico il mio nome e il mio cognome essendomi scocciato di nascondermi visto che dico solo cose civili e civiche), non ho idea di chi sia la ditta che costruirà il parking ne conosco i suoi rappresentanti.

    Ricordo a tutti che il giorno in cui le ditte di parcheggi decideranno di contribuire al lavoro del blog (se sbrigassero, così facciamo un lavoro ancor più professionale!!!) lo scriverò chiaro chiaro sulla homepage. Faccio il giornalista dalla fine degli anni novanta e sono abituato a lavorare così.

    Riguardo alla signora uccisa a Piazza Re di Roma io non strumentalizzo nulla. Tanto è vero che ho già scritto della cosa su altri miei blog. Noto soltanto, con molto rammarico, che NON si scende in piazza per protestare contro strade che sono diventate un mattatoio e si scende in piazza per fermare delle infrastrutture che, forse, possono aiutare a diminuire questo mattatoio. Noto solo che nel IX Municipio si indicono megariunioni contro i parcheggi interrati e non si fanno incontri pubblici per riflettere sui quattro zingarelli morti arsi vivi. No soltanto che questo genere di associazionismo fa schifo. FA SCHIFO. Perché non è associazionismo, è Nimby (lo so, lo so che non sapete cosa significa, pace!) e egoismo fine a se stesso.

    RispondiElimina
  17. Però sorvoli che queste ditte hanno capitale sociale intorno ai 20 mila euro .Sempre ! Per chi non sapesse cosa voglia dire.....significa che quelle ditte hanno capitale sociale di 20.000 mila euro.Se succede qualcosa, ci dicono prendetevela con la ditta e la ditta ha un capitale sociale di 20.000euro ! !

    RispondiElimina
  18. Ma cosa vai dicendo? Ho scritto tremila volte che considero SCANDALOSO che lavori pubblici di questa entità vengano assegnati a ditte che hanno meno capitale sociale di un negozio di biancheria intima. Scandaloso, vabbene? Io non so dalla parte delle ditte, sto dalla parte dei pedoni, degli anziani, dei bambini, dei portatori di handicap. Dalla parte del decoro, dalla parte opposta dell’inquinamento, della prepotenza, della sosta selvaggia, dei morti ammazzati sulla strada che la sosta selvaggia provoca. Dallo stress micidiale che uccide, solo a Roma, molte più persone di una guerra.
    Vorrei tanto vedere dei cittadini che invece di urlare “NUN VOLEMO ER PARCHEGGIO PERCHE CE TOGLIE LI POSTI AGGRATISSE”, affermassero: “SIAMO CONTENTI DI AVERE STRADE RIQUALIFICATE DA UN’INFRASTRUTTURA CIVILE CHE CI DA’ PIU’ SPAZI PER LA PEDONALITA’, MA VOGLIAMO IL MASSIMO DELLE GARANZIE SU EVENTUALI DANNI AGLI STABILI E ESIGIAMO DI AVERE A CHE FARE CON DITTE DI QUALITA’”. Queste sono battaglie civiche, questo deve essere l’atteggiamento di un associazionismo maturo che vuole il bene della città e che non punta, da gran sfigato quale è, a evitarsi due anni di cantiere sotto casa.
    Ma se ci fossero comitati di questa caratura, di questa intelligenza, di questa lucidità, Roma non sarebbe il letamaio che è…

    RispondiElimina
  19. Ma perchè il Sig.Tonelli non spende un quarto dell'energia e impegno che mette riguardo i p.u.p.verso cose che possono rendere un pò meno letamaio questa città?
    Ad esempio i servizi in genere, la manutenzione strade e fogne, il verde pubblico, la sicurezza, le scuole, lo sport...
    E basta con queste colate di cemento che servono ad arricchire queste ditte del malaffare!

    RispondiElimina
  20. Gaurda, mi occupo di bike-sharing, con www.bikesharingroma.com; mi occupo di tutto quello che hai detto con www.romafaschifo.com; ho un urban blog dedicato al territorio dove vivo www.degradoesquilino.com; mi occupo di cartelloni abusivi (questo si è il vero scandalo di Roma e il vero ricettacolo del malaffare) con un blog www.cartellopoli.com che è stato talmente efficace contro le ditte criminali da venire denunziato da tutte loro e attualmente è sotto sequestro preventivo. Devo andare avanti?

    RispondiElimina
  21. parli molto bene....solo che in realtà si parla di un parcheggio ...cioè lo scopo è un parcheggio non certo avere spazi per i pedoni, bambini , anziani ecc. ! hai fatto un bel discorsetto...molto politichese, solo che i politici predicano bene e razzolano male ! Ad esempio come posso criticare veltroni (parlo di uno che era molto bravo con le parole) con tutte le belle cose che dice : dalla cura del ferro alle pedonalizzazione ecc. Poi però la realtà era molto diversa !
    Ecco vogliono costruire un parcheggio con capitale sociale bassissimo o vogliono salvare il quartiere ? Per me la prima cosa, della seconda poco gl'importa. Su D.E. hai fatto un post molto intelligente...ma che fine fanno gli oneri concessori ?

    PS
    ti dò pienamente ragione sulle auto ,guido pochissimo e trovo di gran lunga migliori i mezzi pubblici (in genere).

    RispondiElimina
  22. Bravo: che fine fanno gli oneri concessori? Come vengono spesi? Chi decide la destinazione? Vengono effettivamente versati?
    Su queste cose bisogna accanirsi, come fanno tutti i comitati civici che vogliono essere costruttivi. Non vedersi in piazza per cercare di bloccare il miglioramento delle condizioni di qualità della vita delle strade. Questo è un comportamento da ZINGARI nel senso deteriore del termine. E’ un comportamento da gente che si è così abbrutita che non vuole neppure essere riportata alla civiltà. E’ un comportamento da clan, da tribu selvagge. E basta parlare di politichese, essere contro la sosta selvaggia è a Roma è la cosa più impopolare del mondo. Se avessi voluto fare carriera politica mi sarei fatto vedere in piazza domani a lottare contro il parkng, come infatti fanno TUTTI i politici di TUTTI gli schieramenti. Ma possibile che non si riesce a dare una lettura serena e onesta delle cose?

    RispondiElimina
  23. Sul modo di fare carriera hai ragione....però e anche vero che a qualche politico dici sempre si (quindi un pochino alla carriera ci pensi...) !
    Comunque sbagli ad usare quei termini con una realtà che forse è diversa dalla tua ma non certo inferiore. Non sono zingari (tra l'altro anche questi hanno i loro diritti) ma citadini che scendono in piazza in maniera civile.

    Quando dici ma possibile che non si riesce a dare una lettura onesta e serena delle cose...ti riferisci a te stesso ? Ma rileggiti i tuoi interventi ! Nell'ultimo si legge la parola zingari ! Il problema della lettura serena e che si deve riconoscere pari dignità a tutte le parti in causa e con te e proprio impossibile : termini come zingari , mafiosi , cafoni, criminali ti escono sempre ! Per questo ti è stato chuso il blog, mancanza di serenità (quale efficacia ) .

    RispondiElimina
  24. Sei male informato, il blog sui cartelloni non è stato chiuso perchè davamo dei criminali ai criminali (sai che scandalo!), ma semplicemente perchè avendo pubblicato alcune foto di cartelloni abusivi imbrattati con la scritta ABUSIVO (sai che scandalo!) abbiamo invitato i cittadini a fare altrettanto. Ed è scattata l'istigazione a delinquere, questo lo strattagemma delle ditte fuorilegge che ci hanno denunziato.

    Tornando in tema è una CRETINATA dire che quando ci sono due parti in causa queste due hanno la stessa dignità. Se da una parte c'è Paolo Borsellino che lotta contro Bernardo Provenzano queste due parti in causa NON hanno la stessa dignità, perché uno rappresenta la legge e la civiltà, l'altro rappresenta la prepotenza e la sopraffazione. E' chiaro il concetto o mi dai un numero di fax per spedirti un disegnino?

    RispondiElimina
  25. Inutile chiedersi chi sia Borsellino e chi sia Provenzano tra te e i no pup........ !

    Sono molto preoccupato per quello che sta accadendo in questi blog che si dichiarano palatini della giustizia, lanciano proclami e sono pronti a fare qualsiasi cosa per un non meglio precisato interesse comune. Il paragone che hai fatto la dice lunga sul vostro stato ...paranoia ? delirio ? francamente non so.

    RispondiElimina
  26. tesoro, e chi decide chi è borsellino e chi provenzano?? YU, immagino. sempre e solo TU.

    RispondiElimina
  27. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:18

    Tonelli, capisco perfettamente il tuo punto di vista: infatti se fossi animato da attivismo favorevole al guadagno di pochi anziché del benessere di tutti sarei ancor più incazzato di te. Come si può manifestare un dissenso contro persone per bene che non fanno altro che il loro lavoro di palazzinari?
    CONTINUA

    RispondiElimina
  28. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:19

    Anche io sarei incazzato (mille volte più di quanto lo sia tu) nel vedere immagini di gente anziana che ha paura di perdere la casa per lesioni, come già successo in altre parti della città, e che chiede, sicuramente in malafede, di essere rassicurata con la visione di indagini idrogeologiche fatte a regola d’arte (cioè eseguite da periti geologi NON pagati dalle ditte interessate).
    CONTINUA

    RispondiElimina
  29. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:20

    Sarei letteralmente imbufalito ancor più di te nel rendermi conto che questi poveri palazzinari guadagneranno milioni di euro pagando una minima quota senza riuscire ad affittare per 99 anni ai cittadini che non si possono permettere di chiedere un mutuo per far loro guadagnare ancora di più tutti i box che prevedono di costruire: come faranno, in quanto prestanome, a riciclare i denari che vengono loro consegnati non si sa da chi, visto che i loro capitali sociali sono miserrimi?
    CONTINUA

    RispondiElimina
  30. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:22

    E mi dispiace ancor di più supporre che le ditte costruttrici non riusciranno a buttarli tutti giù i palazzi che gli staranno sopra, perché così potrebbero avere ancora più spazio per mettere le “maghine” sotto terra. E tanto meno riuscire a felicitarsi per tutti i resti archeologici che troveranno nel sottosuolo. Sono veramente disappuntato per questo!
    CONTINUA

    RispondiElimina
  31. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:23

    E come biasimarti quando accusi le persone per bene che la pensano diversamente da te quando costoro, veri zingari, gay o vu’cumprà, che non si rendono conto che se le ditte costruttrici, sempre a causa di verifiche idrogeologiche inesistenti, riescono finalmente a trovare l’acqua, potranno finalmente costruire anche, assieme ai parcheggi interrati, una splendida piscina privata estendentesi dal punto dello scavo alle strade e alle cantine limitrofe dove poter fare accedere i bambini al modico prezzo di 25€ l’ora per ben 99 anni? CONTINUA

    RispondiElimina
  32. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:24

    I genitori, in tal caso, potrebbero organizzare pic-nic in mezzo alla polvere degli scavi e gli anziani potranno respirare tutti assieme, in modo da sommarla allo smog, anche la terra finemente lavorata dalle ruspe che potrà così rendere tutti asmatici ed enfisematosi così che finalmente potranno togliersi dalle scatole e permettere ai nostri amici costruttori di vivere felici (in ville in campagna con piscine e campi da tennis, ben lontani – giustamente - dai lavori che si apprestano a fare). CONTINUA

    RispondiElimina
  33. stefano di biagio11 febbraio 2011 19:25

    Sì, Tonelli, mi hai convinto. Sono pienamente dalla tua parte. Ti devo fare i miei sinceri complimenti per questo blog dove avevo deciso di non entrare mai più: mi sono ricreduto a causa delle bellissime parole che usi. Sono soavi e armoniose, piene di bei propositi e di idee “costruttive”. Tornerò presto per darti man forte. Aspettami.
    Un abbraccio affettuoso
    FINE

    RispondiElimina
  34. Salve, sono una delle facce di merda del video che avete girato, una concittadina di cui vi vergognate. Giro in bicicletta e ho quasi l'età di Giuseppina amo la mia città, non condivido l'uso esagerato delle macchine, vorrei vietare l'uso dei suv in città e chiudere tutto il centro al traffico. Quando hanno tagliato il primo albero a Via Albalonga ho pianto. Non voglio che la mia via venga sventrata in modo scriteriato, non per migliorare la viabilità, ma per l'arricchimento di privati. Non voglio che la stabilità del mio palazzo sia nelle mani di gente che opera solo per il profitto e non ha certamente a cuore la sicurezza e il benessere dei cittadini. Non vedo altro modo di far sentire la mia voce se non manifestando in strada e in piazza il mio dissenso. Fate attenzione con i pubblici insulti e l'uso delle immagini. Difendiamo la nostra dignità nelle strade, ma per certi tipi di offesa si sono tanti modi anche legali per difendersi. Buon prosegiuimento per i vostri percorsi, molto diversi dai miei.....

    RispondiElimina
  35. A T T E N Z I O N E !!!

    DOMANI SABATO 12 FEBBRAIO ORE 10.00

    tutti i "subumani",
    le "facce di merda",
    i "cani rabbiosi",
    gli "incivili",
    i "mafiosi"
    sono invitati a PIAZZA RE DI ROMA per manifestare pacificamente il dissenso verso i PUP.

    RispondiElimina
  36. @Tonelli,
    ma scrivi senza collegare le dita al cervello? Se avessi fatto una qualche minima battaglia, civile o meno, contro qualunque cosa, ad esempio pro o contro l'inquinnamento, sapresti il perchè ci si riunisce in una piazza (Re di Roma) chiusa al traffico e non in via Albalonga (aperta al traffico). Evidentemente tu non hai mai lottato per nulla, a parte stare su una sedia e scrivere solo per il gusto di sentire il rumore delle tue dita sulla tastiera.
    Ok, non è un crimine scendere in piazza, quando si è troppo occupati a lavorare, che è poi la scusa di quelli che si lamentano e non voglono fare nulla, se non guardarsi la TV.

    Lo stile. Non ne hai per nulla. Se sei un giornalista e questo è il tuo massimo, mi dispiace hai sbagliato mestiere, perchè la foga che dimostri è lontana mille miglia dal news journalism o dal narrative journalism (spero che conosca la distinzione). Ma non fa nulla, non so chi siano i tuoi maestri intellettuali, ma c'è molto da lavorare. E questo detto da un tuo concittadino subumano di cui tu devi vergognarti.

    Sul contenuto. Ma che avessi proposto un misero numero in tutto il tuo blog che fosse un numero certo. La tua unica affermazione è che così fanno in tutte le altre cittaà, ma poi quando uno ti dimostra che dici sciocchezze svicoli.
    Mi spiace essere sincero con te.
    Ma purtroppo come te ce ne sono tanti.

    RispondiElimina
  37. Trovo questo modo di esprimere le proprie idee vergognoso. Non possiamo insultare chi non la pensa come noi. Conosco personalmente alcuni membri del comitato di Albalonga e si impegnano perchè vogliono difendere i loro diritti di cittadini.
    Come si può insultare? Massimiliano così non si fa un blog di impegno civile ma si lascia che alcune persone insultino senza limiti. Ognuno ha le proprie idee ma si devono esprimere sempre con educazione e in modo civile. Capisco perché il magistrato ha sequestrato il blog Cartellopoli, se gli interventi erano dello stesso tenore......

    RispondiElimina
  38. Ma guarda lA TUA di faccia, ma probbabilmente non ti guardi mai allo specchio, ti faresti schiffo, sempre che tu riesca a trovare il tempo, tra una righa ed un altra al servizio dei tuoi padroni costruttori speculatori.. Gene

    RispondiElimina
  39. MASSIMILANO TONELLI SEI IL SOLITO PEZZO DI MERDA, TI SCRIVI DA SOLO I PEZZI E I COMMENTI AI PEZZI. E POI DICI CHE A VIA ALBALONGA SONO 12 PERSONE. OGGI A PIAZZA RE DI ROMA CE NE ERANO ALMENO 1.000, SE NON DI PIU'

    RispondiElimina
  40. Le mie voci parlano di centomila presenze, confermate?

    RispondiElimina
  41. Guelfi e Ghibellini, storico male italiano...
    Chi vuole la qualità della vita pianta alberi, chiude le strade al traffico, favorisce l'uso di mezzi non inquinanti e bici (Giuseppina non è deceduta per una pianta carnivora ma per un cammion !), evita di frequentare la Fantino...
    Chi vuole la qualità della vita non può amare chi taglia alberi e scarica cemento !

    RispondiElimina
  42. veramente ragazzi vedere gli alberi tagliati è un'offesa al buon senso ! e ancora, qualcuno, parla di qualità dei progetti ! Che vergogna !

    RispondiElimina
  43. Ahò...
    Oggi a piazza Re di Roma eravamo tanti, ma davvero tanti!
    Foto e filmino mandatelo a Tonelli e a quello che fa i filmati-pirata!
    Aspettiamo ancora la manifestazione pro-pup e intanto pensiamo a nuove forme di lotta, anche con lo scontro duro!
    Degli operai non ce ne frega niente: sono al soldo di questi sfruttatori e l'unica cosa che hanno fatto è abbattere gli alberi.
    Ma Tonelli ti dirà che li ripianteranno...
    Ahahahahahahah

    RispondiElimina
  44. Sig.Tonelli,
    dovresti vergognarti di quello che dici. Sé per té tagliare tutti gli alberi centenari di Via Albalonga, per favorire la speculazione privata vuol dire progresso, significa che non hai capito propio niente, o peggio ancora scrivi in mala fede. Personalmente penso che tu non sià degno di avere un blog che si proclama pro cittadini/qualità della vita. Ma ovviamente tutti bravi a bla bla bla quando non si fanno scempi sotto casa loro.

    RispondiElimina
  45. Siete solo dei rosiconi. Questo sito è finto, fatto da pochi stronzi pagati dalla DIVeroli

    RispondiElimina
  46. I comitati non hanno menzionato la morte della signora investita né tantomeno quella dei poveri bambini rom perché non hanno bisogno (come voi) di usare la morte di qualcuno per farsi pubblicità SCIACALLI DI MERDA

    RispondiElimina
  47. La provocazione iniziale è puerile e superficiale, probabilmente è tratta dai pensierini di un bambino di quarta elementare.

    per dire no a questi pup basterebbe una sola considerazione:

    • il Comune di Roma scarica ogni responsabilità sulla ditta costruttrice, e la ditta costruttrice scarica ogni responsabilità per danni avvenuti dopo la fine dei lavori.

    Di fatto, "se il giorno dopo" crolla un palazzo o si apre una voragine non è colpa di nessuno.

    É sufficiente questo per capire che c'è qualcosa che non va su questi pup: chi affiderebbe la ristrutturazione della propria casa ad una ditta che dice "dal momento in cui consegnamo il lavoro fatto, se crolla tutto noi non c'entriamo niente" ?

    Il discorso della viabilità del quartiere è più ampio, ed il problema delle doppie file davanti un certo bar non si risolve con un cantiere di due anni per avere gli stessi posti auto a pagamento (invece che gratis): sarebbe sufficiente che la polizia municipale facesse il suo lavoro con multe e carri attrezzi come in qualsiasi altra parte del mondo. Chiediamoci piuttosto perchè questo non è mai avvenuto.

    La strumentalizzazione dei morti infine è davvero il fondo del barile della vergogna, come se le due cose fossero collegate. D'altronde quando non si hanno argomenti concreti da portare avanti per parlare alla testa delle persone, si va sempre a cercare qualche cosa di emotivo per parlare "alla pancia". Complimenti !!

    RispondiElimina
  48. Ahoooo!..
    Nun ce vonno sta!..Trivelle, crepe, sprofondamenti, corruzione, alberi tagliati, polizia, transenne..Ecco cosa vuol dire fare un p.u.p.!
    State fcendo una figura de merda e insistete a scrivere!
    Asepttiamo ancora di vedervi in faccia, magari in piazza come abbiamo fatto noi!
    Le auto v'hanno proprio fracicato er cervello!

    RispondiElimina
  49. Caspita che foga nei commenti. E poi tutti commentatori composti, tutti che portano contenuti, dati, relazioni tecniche inconfutabili. Come funziona? Un mini tiramisù a ciascuno che mette almeno tre commenti? Normale o alla fragola?

    RispondiElimina
  50. caro massimiliano tonelli, tu invece di dati non ne hai portato nessuno, l'unica cosa che sai ripetere è la battuta sul tiramisù, come se chi è contario ai pup fosse favorevole al caos creato da pompi... ma per favore, ti stai coprendo di ridicolo !! io toglierei entrambe le cose, guarda un po'.

    hai zero contenuti.

    RispondiElimina
  51. Beh, ma se non ti fidi di me puoi chiedere a qualsiasi ingegnere dei trasporti o a qualsiasi urbanista. Ma non banalmente italiano: francese, tedesco, inglese, spagnolo. Lo inviti, gli fai vedere la situazione della città e del quartiere e poi gli domandi: "ma qui è opportuno fare un parcheggio interrato o è meglio che facciamo restare tutto così come è". E poi mio dici che ti risponde eh, da bravo...

    RispondiElimina
  52. sono d'accordo che la situazione sia insostenibile, nessuno dice che tutto va bene così e che non c'è il problema.

    la questione nasce sulla soluzione.

    questo tipo di pup NON è la soluzione, è solo speculazione.

    - lo scaricabarile di comune e ditta sulle responsabilità è un dato incontrovertibile che è scritto nero su bianco: potrebbe essere danneggiata anche casa tua, e non sarebbe colpa di nessuno.
    - i box costeranno dagli 80.000 euro in su, 15mq. e non diventeranno di proprietà ma avranno una concessione a tempo determinato. Lunga sì, ma pur sempre a scadenza.
    - i posti auto interrati saranno a pagamento... bella fregatura !

    perchè non viene mai preso in considerazione lo spazio all'interno della caserma? è uno spreco enorme, lì ci sarebbe molto spazio x fare molte cose x il quartiere, e molto più utili.

    se venisse un urbanista serio scapperebbe a gambe levate di fronte alle proposte attuali, motivate solo dal far mangiare gli amici. sono soluzioni in malafede che non risolvono il problema.

    RispondiElimina
  53. Ti riconosco la buona fede, ma ne dici talmente troppe che devo cercare di replicare.

    Non è questa la soluzione? Hai perfettamente ragione, ma è una delle soluzioni: il mostro della sosta selvaggia si vince con tante cose: metropolitane, tram, arredo urbano, parcehggi interrati, corsie preferenziali per i bus. Tutte (TUTTE) queste cose vanno fatte, voi la metropolitana ce l'avete, ora si fanno i parcheggi speriamo che presto si faccia il resto, comprese le ciclabili. Uei, perché non combattete in piazza pro-ciclabili? Curioso, no?

    80mila euro per un box in concessione 100 anni. Fanno 800 euro all'anno. Fanno 70 euro al mese. Fanno circa 2 euro al giorno. Dobbiamo ancora parlare di questa sciocchezza o la facciamo finita? DUE EURO AL GIORNO.

    I posti interrati sono a pagamento come sono a pagamento i posti interrati di TUTTO il mondo. Mi citi perfavore un solo parking interrato che non abbia posti a pagamento? Ti faccio sapere, rimarrai tanto sorpreso, che tutti i servizi pubblici essendo beni NON INFINITI devono essere tariffati per poterli regolamentare. Salvo l'ossigeno che respiriamo e la luce del sole tutto il resto, dall'acqua al gas passando per l'occupazione di suolo pubblico alla luce al telefono è TARIFFATO, guarda un po' va tariffata anche la sosta perché se così non fosse allora si che ci sarebbe un aggravio della congestione di auto: le auto si muovo e vengono prese (anche per fare 300 metri, cari pigroni) solo e soltanto perché si sa già, quando ci si mette al volante, che si potrà lasciare l'auto A SCROCCO, senza pagare pegno per il suolo pubblico (PUBBLCO!!! DI TUTTI!!!) che si utilizza. Ecco perché la tariffazione permette di accertarsi che a pigliare l'auto sia soltanto chi ne ha necessariamente bisogno, tutti gli altri col bus, con la metro, a piedi che fa tanto bene alla salute. Mi auguro che tu abbia compreso.

    RispondiElimina
  54. più che "una delle soluzioni" direi che è la soluzione peggiore: l'interesse finale dovrebbe essere riqualificare il quartiere e migliorare vivibilità e viabilità, e non mi sembrano punti considerati nella attuale soluzione.

    tra parentesi, da anni ho un abbonamento annuale metrebus ed uso i mezzi pubblici x andare a lavorare (anche se così casa-lavoro sono 45 minuti, contro i 20 se usassi la macchina), per cui non sono amante della macchina a tutti i costi, anzi.

    il problema così posto però non si risolverà, perchè tra 10 anni anche quei posti auto saranno pochi: ed allora che facciamo? va risolto alla radice con servizi pubblici più efficienti, etc. ma questo che c'entra coi pup? niente.

    sosta in doppia e tripla fila per il tiramisù? sarebbe sufficiente che la polizia municipale facesse il suo mestiere con multe e carri attrezzi. ed invece niente. ma questo che c'entra coi pup? niente.

    tra l'altro anche le famose strisce blu non hanno risolto il problema: l'hanno solo rimandato (ed infatti oggi eccoci qui).

    a due passi dai cantieri c'è uno spazio enorme praticamente in disuso di proprietà del ministero della difesa che potrebbe essere sfruttato x dare respiro al quartiere non solo a livello di parcheggi ma anche come strutture "sociali" per bambini, anziani. Perchè lì no?

    Parlare di occupazione del suolo pubblico se si parla di auto mi sembra limitante: affrontiamo davvero il problema se vogliamo, ma non coinvolgiamo solo i consumatori ma anche chi le auto le produce. Che senso ha continuare a costruire macchine super-ingombranti quando i problemi di tutti i centri urbani sono gli spazi? Che senso ha costuire macchine super-potenti se in città la velocità media nel traffico non supera i 30 Km/h (quando va bene) ed in autostrada il limite è di 130 km/h?

    insomma gli aspetti ambientali, logistici, di vivibilità etc sono anche per me di primo piano e nel mio piccolo credo di comportarmi in maniera coerente. come già detto però non è questa la strada per migliorare la situazione: è solo la più conveniente per continuare ad alimentare le solite connivenze del magna-magna.

    RispondiElimina
  55. Non mi faccio trascinare in discussioni completamente fuoritema da chi crede che per diminuire gli accoltellamenti occorra porre limitazioni alla Upim o alla Oviesse che vendono i coltelli da cucina. Se si vuole parlare seriamente bene, se si vuole dire che la sosta selvaggia deve essere risolta dai vigili urbani (ce ne vorrebbero 10 ventiquattrore su ventiquattro fissi) sinceramente passo la mano...

    RispondiElimina
  56. è vero, la sosta selvaggia è di competenza dei fornai...

    ma quali 24h su 24, sarebbe sufficiente che passassero a Via Albalonga per qualche Venerdì o Sabato sera consecutivo.

    anche perchè quello non è un problema generico di viabilità ma specifico: non si vuole andare a toccare la clientela di un particolare esercizio commerciale, chissà perchè.

    comunque dai sempre più l'impressione di non avere argomenti concreti da portare avanti, solo chiacchiere. peccato.

    RispondiElimina
  57. Lo sanno tutti perché, perché i vigili sono corrotti. Ecco perché è totalmente ipocrita e non ha alcun senso appellarsi ai vigili in una città come Roma. Non è un caso se tutti coloro che dicono "dovrebbero pensarci i vigili" sono coloro che vogliono fortissimamente che nulla cambi, sapendo che i vigili, tanto, non ci penseranno mai.
    Come in tutto il resto del pianeta terra, a badare alla sosta selvaggia non ci pensano certo i vigili, bensì un corretto arredo urbano: restringimento delle carreggiate, eliminazione dei posti auto in superficie e grandi orecchie agli angoli degli incroci. Qualcosina è già stato fatto, occorre andare avanti in maniera RADICALE e l'unico modo per rendere sostenibile queste azione è spostare la sosta dalla superficie al sottosuolo. Come è stato fatto in tutte le grandi capitali occidentali civilizzate.

    RispondiElimina
  58. con tutti i granchi che prendi potresti aprire una pescheria.

    perchè generalizzi sempre?

    hai iniziato dicendo che chi non vuole i pup lo fa per il tiramisù, hai avuto dimostrazione che è esattamente il contrario.

    hai proseguito dicendo che chi non vuole i pup è perchè è troppo affezionato alla macchina, ti ho dimostrato il contrario.

    ora affermi che chi vuole che i vigili facciano il proprio mestiere è perchè spera che in fondo nulla cambi. ennesimo errore! io voglio che le cose cambino, ma in meglio!

    il "corretto arredo urbano" (che non vuol dire nulla, visto che non esiste una definizione univoca di "corretto") ci sarebbe da sempre, se le macchine fossero parcheggiate solo dove sono i parcheggi esistenti e non in doppia fila, se i passaggi per i disabili fossero rispettati, etc.

    le regole ci sono già, ma non vengono fatte rispettare. la tua soluzione è quindi di fare altre regole: ma se non vengono fatte rispettare le prime, perchè dovrebbero esserlo le seconde?

    se come dici tu i vigili sono corrotti la soluzione è sventrare un quartiere per costruire parcheggi a pagamento? o eliminare la corruzione?

    io voglio che le cose cambino, ma non così. non è la cittadinanza che ne trarrà vantaggi (come sarebbe giusto) ma i soliti noti.

    RispondiElimina
  59. Nessuno sventramento, si fa quel che si è fatto sotto ogni strada d'Europa. Primo comandamento: viaggiare! Ripeto: venerdì sera parto da Ciampino per Madrid, chi viene a vedere? Chi viene con me a cercare UNA SOLA PIAZZA DELLA CAPITALE SPAGNOLA che non sovrasti un parcheggio interrato? Una sola, troviamone una sola e vi do un premio.

    Mi domando: è possibile disquisire con chi chiama "sventramento" e "speculazione edilizia" ciò che è la norma in tutte le città del mondo?

    RispondiElimina
  60. ahaha dai non fare il martire, a rileggere tutto di cantonate ne hai prese talmente tante che dovrebbero darti una medaglia per la capacità che hai ogni volta a sviare l'attenzione sulle corbellerie che hai scritto.

    tra l'altro fingi di non capire, fai vedere che sai come vanno le cose quando parli della corruzione dei vigili, ma fai il chierichetto se si parla di concessioni edilizie, appalti? lì non c'è corruzione?

    e poi parli come se io avessi negato l'esistenza di un problema, ma non è così! anche io, come te, riscontro un problema.

    è la soluzione che ci divide.

    Ripeto: usando lo spazio della caserma di Via Etruria di pup ce ne sarebbero entrati quanti te ne pare, e nessuno avrebbe protestato. anzi. lì c'era spazio a sufficienza per parcheggi, parco giochi per bambini, centro anziani, e chi più ne ha, più ne metta.

    quindi come vedi (ma prima o poi ti stancherai di generalizzare sempre) non è che c'è un integralismo aprioristico contro qualcosa: risolviamo un problema, ma con le soluzioni più idonee!

    RispondiElimina
  61. Ma insomma.. avete parlato con i cittadini che abitano in via Furio Camillo??>..sono stati fatti i parcheggi sotterranei..! un dramma: .. box invenduti, fango ed acqua che scorre !!..la strada in superficie completamente abbandonata..!!...questo è il risultato?..

    RispondiElimina
  62. È un piacere vedere questi no pop che ringhiano come delle cagnette a cui è stato rubato l'osso, un vero piacere.

    RispondiElimina
  63. ti capisco matteo....anche per me è un piacere sapere che tu appoggi tutto quello che dice tonelli e combatti per la causa.........ma solo su internet ! Che bello quando alle riunioni fondamentali siete in 7 e i consiglieri capiscono il bluff e finisce come avete vist ehm come hanno visto i 7 !
    Il bluff è un buon punto a poker, fino a che non si scoprono le carte ! Quindi continuate pure cosi !

    ps
    che sia chiaro potresti essere uno dei pochissimi attivi, in quel caso ti chiedo scusa ! Ma scommetto che ridi talmente tanto che non ti schiodi dalla poltrona di casa !

    RispondiElimina
  64. Ma non date importanza a Tonelli e a quei due che gli vanno appresso...
    Lasciatelo marcire in questo blog del cacchio, dove spingono quelli delle ditte che non ricambiano con il tiramisù ma a qualcuno gli promettono il box....gratis!
    Lasciateli perdere e impegnatevi nella lotta anti p.u.p.!

    RispondiElimina
  65. si hai ragione. Mi ha colpito quell'intervento su d.e. sui modi per fare i soldi con un blog ! dalla pubblicità alle donazioni ecc .Mi ha fatto pensare ! Tutto qui ! Più commenti ci sono e meglio è !

    RispondiElimina