giovedì 3 febbraio 2011

A Piazza Perin del Vaga il problema è una rampa?




Leggiamo sui siti dei NO-PUP questo annunzio:

Piazza Perin del Vaga al secondo posto della classifica del censimento del FAI "I luoghi del cuore" per la città di Roma e al settimo posto per la Regione Lazio. La piazzetta rischia di essere deturpata da una rampa di accesso al previsto parcheggio interrato dell'adiacente Via Stern.

Oh par bleu!!! Conoscendo la solita perfetta buona fede dei NO-PUP, conoscendo che loro sono a favore dell'arte, dell'architettura, degli alberi, della bellezza, siamo andati a Piazza Perin del Vaga, nel potenzialmente meraviglioso Flaminio. Potenzilamente se non fosse per la sosta selvaggia. Ci immaginavamo di trovare una piazze perfetta, impeccabile, assolutamente incompatibile con una rampa. Abbiamo trovato quello che vedete nelle immagini. La piazza praticamente non esiste: le auto, parcheggiate completamente a cazzo, sono piazzate ovunque: sul marciapiede, tra una panchina e un'altra, a mo' di spartitraffico, tutte in girotondo attorno alla rotonda. Una scena da vomito: viene voglia di scappare.

Ci auguriamo non solo che il parcheggio di Via Stern si faccia e che abbia la sua brava entrata o uscita a Piazza Perin del Vaga, ma soprattutto che questo consenta al Comune di riqualificare e ri-arredare la Piazza liberandola dalla sosta (selvaggia e non) in modo, a quel punto si, di renderle omaggio come richiede la sua bellezza. Ma prima che questo accada, prima che a questa piazza venga restitita la propria dignità, voi non dimenticate di passarci. Quanto prima. Per vedere, certa gente, cosa intende tutelare. Quale vergogna intende perpetuare. Per capire, se ce la fate, come è possibile che non si dice nulla per quarant'anni di sosta selvaggia che divora e scarnifica la piazzetta e si fa un comitato per una rampa di parcheggio...
Sull'ennesima vergogna dei NO-PUP lasciamo voce ai commentatori di questo blog che saranno senz'altro più solerti di noi. E se vorrete rispondere con un decoro silenzio a questi nemici di Roma, vi comprenderemo...

6 commenti:

  1. basta che parcheggiano a gratis per il resto della loro vita.... non gli importa altro...

    RispondiElimina
  2. L'occupazione dei marciapiedi non può continuare.

    In un modo o nell'altro i posti auto in superficie stanno diminuendo. Gli automobilisti rispondono puntando ai marciapiedi, con la complicità del comune che glielo consente per incapacità o quieto vivere.
    Spero che questo paradosso (il marciapiedi è dei PEDONI, non degli automobilisti che non hanno trovato parcheggio altrove) si risolva col buonsenso e non con sbocchi più spiacevoli.

    RispondiElimina
  3. A proposito di quella piazza, va detto che sul lungotevere, a poche decine di metri, ci sono sempre diversi posti auto blu liberi. Ma si sa.. non pagare è meglio.

    RispondiElimina
  4. Lo sanno tutti a Roma che i pup sono costituiti da box chiusi che non risolvono assolutamente il problema dei parcheggi. Secondo voi gli abitanti di piazza perin del vaga (i palazzi della piazza sono tutte case popolari) spenderanno 50.000 euro per comprarsi un box?? E gli spettatori del teatro olimpico? 50.000 euro per una poltrona a teatro! Questo blog è ridicolo...chi è vi finanzia, i costruttori?

    RispondiElimina
  5. Se la piazza verrà salvata dalla sosta selvaggia e ri-arredata e se sarà impossibile parcheggiare abusivamente forse non pagherà i 50mila, ma magari deciderà di vendere l'auto perché impossibilitato dal piazzarla in mezzo ai coglioni. In entrambi i casi il risultato sarà ottenuto, viva questo parking.

    RispondiElimina