mercoledì 12 gennaio 2011

A Piazza Testaccio è, semplicemente, impossibile camminare. Anche all'ora di pranzo della domenica del ponte dell'Epifania...


Tutti gli angoli e le vie di fuga ostruiti. Tutte le strisce pedonali utilizzate come alternativa -gratuita e senza rischio di essere sanzionati- ai posti blu. Tutti i percorsi tattili per i non vedenti, all'estero ritenuti s-a-c-r-i, che finiscono contro una macchinaccia lurida e polverosa piazzata davanti.
A Testaccio non si può camminare. Non c'è poroprio modo di farlo. O ci si adatta alle auto parcheggiate alla rifunsa dovunque. O si scende a patti con i prepotenti, con i furbetti che me-metto-sulle-strisce-così-l'-ausiliario-nun-me-po-dì-gnente, oppure è meglio starsene su casa. O si fa buon viso a cattiva sorte o ciccia. Quando questo buon viso si è nelle condizioni di farlo, però. E non sono in queste condizioni gli anziani, i bambini (avete mai visto, a Roma, bambini che vanno in giro da soli a 8-10 anni come avviene in tutte le città del mondo civilizzato?), le mamme con il passeggino, gli sfortunati in carrozzella, i non vedenti. Tutte queste categorie di persone (riguardo alla carrozzella avremo da augurarla a qualcuno, magari non a vita ma per qualche mesetto, così vediamo poi come ci si sente nell'unica città in Europa che non vuole gestire la sosta come si gestisce altrove) sono i martiri della mobilità urbana. Non lo sono perché i romani parcheggiano male, attenzione: con un arredo urbano simile, che lascia spazio agli ignoranti, parcheggerebbero male anche in Svizzera! Allora cosa bisogna fare: riqualificare, pesantamente, l'arredo urbano: marciapiedi più larghi, corsie tassativamente di 3 metri e tendenzialmente tutte a senso unico, orecchie salvagente agli angoli, paletti e dissuasori. Tutto questo costa molto e il Comune non ha una lira: ecco la funzione dei parking interrati ed ecco la funzione del parcheggio di Piazza Testaccio che dovrà iniziare ad essere scavato immediatamente, ad Aprile. I denari che la ditta conferirà all'amministrazione per ottemperare la concessione dovranno essere investiti in arredo urbano così che si avrà un doppio vantaggio per il Rione: azzeramento delle auto fuori posto, aumento degli spazi pedonali, più vigore per il commercio, più passeggio, più movimento, più legalità, più ricchezza per tutti (per non parlare dell'aumento dei prezzi delle case, ove sono state fatte operazioni simili).
Chi si oppone a soluzioni lineari come queste buttando nel campo sciocchezze madornali come la stabilità dei palazzi (robe rispetto alle quali ci sono i pareri dei tecnici e ne un blog ne un comitato può esprimersi senza coprirsi di ridicolo: l'unica cosa che si può fare è costatare che qualche metro più in là si è costruito uno scofinato parking e, sopra, uno scofinato mercato-centro commerciale senza che i palazzi distanti 4 metri abbiano lamentato alcunché) o è un ignorante (con tendenza al cretino) o è in cattiva fede. Decidano lorsignori. E intanto si godano il filmato (il primo di molti, la troupe di Pro Pup Tv era rimasta con poca batteria dopo il video a Via Fermi) che ha tanto, come qualcuno vergognosamente ha scritto in qualche commento, quell'atmosfera da rione. Scambiando il folklore locale con l'illegalità e la prepotenza più laida. Vi piace tanto, quello che vedete? Perché non combattiamo insieme contro questo di scandalo? I parcheggi interrati stanno sotto tutte le piazze d'Europa. Sotto la piazza principale di Madrid, sotto la piazza principale di Berlino, sotto la piazza principale di Parigi, sotto addirittura la Cattedrale di Vienna, mentre questa sosta selvaggia che ci ruba la vita e il diritto a spostarci a piedi sta solo da noi. Cosa altro ci vuole a farlo capire alle (per fortuna poche) teste di rapa che vogliono lasciare la situazione così come è per altri sessant'anni?

7 commenti:

  1. Hanno vinto i No PUP:

    http://www.romatoday.it/municipio/11-garbatella/garbatella/no-pup-leonardo-da-vinci-municipio-xi-rivede-progetto.html

    RispondiElimina
  2. Ma no, sono solo manfrine. I Pup li decide il comune, mica il municipio. Anzi li decide il commissario per l'emergenza traffico, giustamente! Si tratta di ordinanze commissariali, altroché!
    E comunque abbiamo scritto a Andrea Catarci, il più bravo presidente di municipio di Roma sicuramente capirà che non può dar retta a chi vuole affossare un parcheggio solo per continuare ad accompagnare i figli a scula col suv...
    Ne parliamo domani.

    RispondiElimina
  3. "Dovrà iniziare ad essere scavato immediatamente, ad Aprile" è un auspicio o è in programma?

    RispondiElimina
  4. Anche io credo che i parcheggi sotterranei vadano assolutamente fatti. Ma non è il caso di umiliare sistematicamente chi teme per la staticità dei palazzi.
    Ti faccio l'esempio carino che mi portò tempo fa un architetto: fai un bel castello di sabbia sulla spiaggia. Inizia a scavare una piccola fossa 10-15 cm davanti al castello. Continua a scavare, scava scava... che succede?
    Allora vuol dire che non bisogna fare i parking?
    Si che li dobbiamo fare, ma in una città con palazzi vecchi o mal costruiti come Roma, dobbiamo sempre assicurarci ce siano progettati (e realizzati) da gente con i "controcoglioni".
    O no?

    RispondiElimina
  5. Sono assolutamente d'accordo. Controlli inflessibili, controlli profesionali, controlli impeccabili, controlli seri. Ma dopo, se si attesterà che i terreni non creano particolari problemi (anche grazie al fatto che ormai le tecnologie sono davvero avanti), allora, per cortesia, si perfori ogni cazzo di piazza e ogni cazzo di strada e si mettano sottoterra ste merda di macchine che umiliano i nostri rioni rendendoli completamente PRIVI DI SOSTA IN SUPERFICIE. Come in Spagna, come in Francia...

    RispondiElimina
  6. E se ne vogliamo parlare ancora, io farei di più...
    All'interno delle mura aureliane ad esempio. In molte delle strade umbertine che si dipanano introno a Via Nazionale, Via XX Settembre, si incontrano decine di palazzi a vetri anni 60 inseriti a forza nel contesto ottocentesco.
    Perchè non demolire alcuni di questi "monumenti all'amianto" (sono tutti uffici)e fare bei parcheggi multipiano?!..
    E'costoso ma con le formule giuste sarebbe fattibile.

    RispondiElimina