lunedì 20 dicembre 2010

Piazza Testaccio. Pro Pup Roma scrive a chi decide


(lettera inviata a Antonello Aurigemma, Fabrizio Ghera, Alessandro Cochi, Yuri Trombetti)

Gentili onorevoli e assessori,

scriviamo all'assessore ai lavori pubblici del Comune, del Primo Municipio, al Delegato ai Parcheggi ed al consigliere Alessandro Cochi per sensibilizzarvi sulla necessità e sulla opportunità di dotare Testaccio di una fondamentale infrastruttura per la sosta che permetta l'obbiettivo di liberare il Rione dalla morsa della sosta selvaggi che lo rende un posto sgradevole dove vivere, difficile da percorrere, impossibile da passeggiare, preda della prepotenza.

Pro Pup Roma è un comitato che punta a sensibilizzare amministrazione e cittadini sulla necessità di modernizzare la città e renderla paragonabile alle altre metropoli occidentali dove ogni piazza è libera dalla sosta e dove le auto vengono posteggiate sottoterra lasciando libere strisce di attraversamento, curve, percorsi pedonali. Oggi non è così da nessuna parte della città e men che meno a Testaccio dove un anziano, una mamma con passeggino, un disabile non ha cittadinanza, non può spostarsi a meno di non voler mettere a rischio la propria stessa vita.

Ecco perché vi chiediamo di lavorare affinché sotto Piazza Testaccio, liberata dal mercato, possa essere sistemata a verde, semi-pedonalizzata e dotata di un parcheggio interrato che permetta (anche grazie all'altro parcheggio, sotto al nuovo mercato) di ridisegnare percorsi pedonali, di allargare marciapiedi, di eliminare fisicamente la possibilità di posteggiare in seconda fila, o in curva, o sulle strisce o davanti agli scivoli per i disabili. Per ristilizzare i marciapiedi occorrono risorse economiche che il comune non ha e che vanno recuperate dagli oneri concessori privati dei posteggi, ecco perché sarebbe importante realizzare un PUP sotto Piazza Testaccio.

Inutile, davvero inutile, anzi dannoso, pensare ad una sistemazione a giardino pura e semplice. Sarebbe un giardino che -come tutti i giardini purtroppo- il Comune non riuscirebbe a manutenere a dovere, ci sarebbe una fontana -è un grande classico- spenta il giorno dopo l'inaugurazione e tutto intorno il solito oceano di automobili in divieto, magari proprio davanti alle entrate del parco. Diverso sarebbe realizzare un parking, obbligare l'azienda a manutenere la copertura superficiale a verde e utilizzare gli oneri concessori per ridisegnare tutto l'arredo urbano della piazza e delle vie circostanti. A vantaggio dei pedoni, della mobilità dolce, degli utenti deboli della strada che oggi, a Testaccio, vivono ogni giorno un incubo.

92 commenti:

  1. Che bello sarebbe se fosse tutta pedonalizzata incluse le strade adiacenti (un po' come Villa Fiorelli), con un bel parcheggio sotterraneo.

    E la viabilità non ne soffrirebbe: lì si va solo per cercare posto, le strade di scorrimento di Testaccio sono altre.

    ISOLA PEDONALE E PARCHEGGIO SUBITO!

    RispondiElimina
  2. Come abitante del rione non condivido l'iniziativa per i seguenti motivi:
    1. la "la necessità e [...] opportunità di dotare Testaccio di una fondamentale infrastruttura per la sosta" può essere soddisfatta realizzando un parcheggio interrato a piazza Albania - si evitano disagi alla popolazione residente intorno alla piazza (contraria al parcheggio), non si rischiano danni ai palazzi circostanti;
    2. "Per ristilizzare i marciapiedi occorrono risorse economiche che il comune non ha e che vanno recuperate dagli oneri concessori privati dei posteggi, ecco perché sarebbe importante realizzare un PUP sotto Piazza Testaccio" - l'argomentazione economica adottata è inconsistente e capziosa: la risistemazione a verde della piazza non comporta oneri economici insostenibili (esistono già enti privati disponibili a finanziare l'iniziativa);
    3. "Inutile, davvero inutile, anzi dannoso, pensare ad una sistemazione a giardino pura e semplice. Sarebbe un giardino che -come tutti i giardini purtroppo- il Comune non riuscirebbe a manutenere a dovere, ci sarebbe una fontana -è un grande classico- spenta il giorno dopo l'inaugurazione [...]". Quest'ultima considerazione è di un qualunquismo disarmante e non merita commenti. Le associazioni di quartiere sono pronte a farsi carico della manutenzione dello spazio verde senza oneri per il comune.
    In sintesi, cui prodest la realizzazione di questo parcheggio che i residenti NON CHIEDONO?

    RispondiElimina
  3. Ma io non riesco davvero a seguirvi nel vostro ragionamento. I residenti non chiedono, ma cosa significa??? Alle le tasse i residenti non le chiedono, eppure per far funzionare una comunità le devono pagare lo stesso. Ma che discorsi facciamo? I residenti hanno o non hanno le auto? Ebbene, se le hanno non le posso posteggiare sul pubblico suolo, bensì devono trovarsi il modo di posteggiarle in maniera regolari lacsiando libere le strade, le piazze, i marciapiedi, i percorsi pedonali. Si può fare un parcheggio in Piazza Albania? Fantastico, facciamolo, ma IN PIU’ rispetto a quello di Piazza Testaccio.
    Come abitante di Testaccio ti consiglio, invece di sparare idiozie simili, di mobilitarti per quello che sta succedendo a Via Zabaglia, dove per consentire la doppia fila il Municipio sta smantellando la bellissima pista ciclabile. Una roba che neppure Cetto Laqualunque…

    RispondiElimina
  4. Vivo a Testaccio da 33 anni. Dubito vi siano persone che rinuncino al "parcheggio" sotto casa o davanti il luogo di lavoro.

    L'automobilista va disciplinato ma coloro che devono occuparsene stanno intanati nei bar o nella auto lontano da questo scempio.

    In allegato a questo articolo, potreste inserire anche le foto che stiamo raccogliendo e inserendo su questa pagina di Facebook:
    http://www.facebook.com/pages/Testaccio-Gli-automobilisti-indisciplinati/161706047202460

    Alessandro Cosimetti

    RispondiElimina
  5. ma davvero qualcuno crede che un romano abitante a testaccio vada spontaneamente a parcheggiare a piazza albania? please. Parcheggio, giardino e via le macchine.

    RispondiElimina
  6. Piccolo scandalo OT:

    http://www.sabait.it/ecms/it/3/pubblicita-nei-parcheggi-saba-italia

    Guardate un po' chi sono i concessionari pubblicitari della multinazionale Saba - Abertis! Le solite ditte recensite da Cartellopoli.

    RispondiElimina
  7. Ex ANONIMO (lorenzo)

    Al signor Massimo Tonelli rispondo che in una moderna democrazia i cittadini sono soliti confrontarsi in merito alle gestione della cosa pubblica. Nessuno discute la necessità di pagare le tasse; possiamo però avere opinioni diverse su come impiegare le risorse. Lo stesso ritengo possa dirsi per le politiche di mobilità urbana (di cui i parcheggi interrati sono uno tra i tanti aspetti).
    Ebbene, se i residenti di un quartiere non desiderano che venga realizzato un parcheggio interrato in una data zona non vuol dire che essi siano pregiudizialmente ostili ai parcheggi interrati in generale – non mi sembra, infatti, che ci siano stati problemi con la struttura in corso di completamento sotto il nuovo mercato; credo invece che sia “democratico” tenere in considerazione le diverse istanze ed elaborare insieme un’alternativa, se possibile.
    Questa alternativa può prendere la forma di un parcheggio interrato in un’altra area (a Benjen rispondo che come me molti testaccini parcheggiano l’auto sia a piazza Albania che sull’Aventino), politiche di mobilità di più ampio respiro (il car sharing mi sembra funzioni bene – ci sono anche altre strategie, più impegnative di un parcheggio interrato perché richiedono un’opera di sensibilizzazione/educazione sulla popolazione ed investimenti pubblici sui trasporti, ma che sul lungo periodo danno maggiori risultati… ma è un argomento troppo lungo da discutere in due righe e non è questa la sede) oppure, perché no, può portare alla constatazione condivisa (e non ad un intervento imposto a forza dall’alto e non compreso) che il parcheggio di cui parli è effettivamente la soluzione migliore.
    Invece di “sparare idiozie” direi che io sono aperto al confronto. Tu? Quanto allo smantellamento della pista ciclabile di via Zabaglia sono pronto a mobilitarmi e mi informerò.

    RispondiElimina
  8. Ma su cosa ci vogliamo confrontare? Non si può abusare, a sproposito, del termine democrazia. Ecco a te: votazione democratica. Oh popolo sovrano, preferisci parcheggiare a membro di segugio sui marciapiedi, sulle strisce pedonali e in seconda fila e non pagare il becco di un quattrino e tra l’altro non rischiare praticamente mai di essere multato o preferisci acquistare, dovendo pigliare un piccolo mutuo quantomeno, un regolare parking sotterraneo? Cosa risponderebbe la democrazia?
    Oppure: caro visitatore notturno, caro protagonista della movida. Preferisci lasciare il tuo suv in tripla fila su Via Galvani, piazzarlo davanti agli scivoli degli handicappati non pagando un centesimo o preferisci ficcare la tua vettura nel posteggio sotterraneo dovendo sborsare 5 o 10 euro per la tua serata a Testaccio?

    Cosa risponderebbe la tua democrazia a questi interrogativi?

    RispondiElimina
  9. Signor Tonelli, non capisco che concetto Lei abbia di democrazia.
    Lei ha la sua idea, io la mia. Io rispetto la sua, Lei non tiene in alcuna considerazione la mia. Io sono disposto a dialogare pacatamente con Lei, Lei ha una totale preclusione nei miei confronti, al limite dell’offesa.
    A quanto pare, purtroppo, non abbiamo un terreno comune su cui incontrarci. Sarà una bella sfida.
    Penso ancora che valga la pena difendere la “mia democrazia”, come la chiama Lei: non credo di abusarne.
    I miei migliori saluti,
    Ex ANONIMO (lorenzo)

    RispondiElimina
  10. Lorenzo, ti ho riportato un esempio pratico. Perché mi rispondi sui massimi sistemi.
    Dove hai posteggiato l'auto ieri sera? Su un suolo che ti sei pagato o sul suolo pubblico? Nella seconda ipotesi credi che sia un tuo diritto?

    RispondiElimina
  11. Sinceramente non capisco proprio i toni offesi di Lorenzo, Tonelli non ha fatto altro che presentare un semplice spaccato del pensiero popolare che alberga nella massa di barbari che cala la sera su Testaccio (come in altri settori della movida romana). E il pensiero è il seguente: pago 10€ per un cocktail annacquato, 3€ al parcheggiatore abusivo che ti fa accomodare sul marciapiedi col rischio (molto blando) di beccarti la contravvenzione MA non sgancio 5-10€ per lasciare la mia auto (magari pagata 30-50 mila euro) al sicuro da vandali/imbranati/multe. E da questo assunto non si scappa, secondo me è il pensiero del 95% delle persone che vengono nel vostro quartiere! A lei signor Lorenzo non è mai capitato che la sua auto regolarmente parcheggiata venisse bloccata da qualcuno in doppiafila? Beh evidentemente no se si oppone ad un Pup proprio sotto casa sua.
    Per convincermi che un Pup non è necessario sotto piazza Testaccio dovrete portare argomentazioni molto più valide della parola "democrazia" appiccicata qua e là...

    E Tonelli sa essere mooolto più offensivo quando si impegna, direi che con lei è stato addirittura "carino"! ;-)

    RispondiElimina
  12. mi intrometto...Perchè parlare di 'democrazia'? A me sembra una semplice speculazione edilizia...in via Zabaglia ci sono già dei parcheggi in vendita.A chi serve il pup oltre che agli investitore privati? io ho sia la mia attività che la mia abitazione sulla piazza e non ho nessuna intenzione di farmi seppellire dai vostri scavi!quindi cercate di trattenere la smania di espanzione...se il problema è il 'suv',la chiusura al traffico notturno funziona,quando applicata,si puo'magari coordinare l'orario con i vari gestori di locali notturni,ma a chi serve un cantiere decennale al centro del rione? .Eliana.

    RispondiElimina
  13. Eccola, ci mancava la figura del commerciante egoista. Del commerciante che "meglio 100 euro oggi che diecimila domani". Semplicemente raccapricciante, lo posso dire?
    Speculazione edilizia? Ma signora Eliana, con tutto quel che guadagna (visto anche il modesto contributo all'erario dello stato, se tanto mi dà tanto) perché non si concede ogni tanto un viaggio in qualche città europea? Basta un'oretta d'aereo sa... Scoprirà che se Piazza Testaccio fosse in qualsiasi città occidentale, avrebbe il suo parking interrato e in superficie pedponalizzazione, verde, tavolini, caffe, negozi che fanno fortuna (non che vivacchiano come ora). Allora come stanno le cose, in Spagna, Inghilterra, Germania, Francia sono tutte speculaizoni edilizie come dice lei? Ma a che dobbiamo tante cretinate?
    Nel segnalarle che espansione si scrive con la 's' e non con la 'z', le faccio presente che i parcheggi degli ultimi pup, anche grazie alle tecnologie moderne ormai testate, durano due o tre anni (Piazza Gentile da Fabriano, Via Teulada...) non certo decine. Dunque anche questa scusa patetica va a farsi friggere.

    Il pup di Piazza Testaccio renderà il rione civile perché offrirà i soldi per eliminare la doppia fila, eliminare la sosta sulle strisce, in curva, sui marciapiedi, davanti agli scivoli per gli handicappati. La qualità della vita aumenterà di molto e i commercianti in soli 3 mesi guadagneranno molto di più rispetto all'incasso perduto durante il cantiere. Anche se non hanno l'ombra dell'intelligenza per capirlo.

    E per la signora Eliana, se ci scrive e ci dà il suo nome e cognome le comunichiamo che ha vinto il premio per il commento più egoista e ignorante dell'anno. Il premio consiste in un bigleitto andata-ritorno per Madrid nel mese di febbraio. Tutto sponsorizzato da Pro Pup Roma. Per vedere come funzionano le città civili e come ragionano i commercianti quelli veri, non i bottegai da campo rom...

    Ci mandi i suoi estremi e le invieremo il biglietto aereo.

    RispondiElimina
  14. Nel segnalare al sign.Tonelli che le persone con diverse abilità (che comprendono anche le mamme con le carrozzine che non sanno dove passare sui marciapiedi) solo da persone ignoranti vengono ancora chiamati "handicappati", mi stupisco di tanto livore verso la sing.a Eliana e verso il suo legittimo commento. Evidentemente questo blog è amministrato da persone che non conoscono il dibattito civile. Entrando in argomento, credo che sia necessario anche sentire le ragioni dei commercianti che hanno la loro attività sulla piazza o nei dintorni (senza inutili livori alla "Roma ladrona o commercianti ladri, altrimenti anche il sign. Tonelli dica quanto guadagna e quanto paga di tasse: ma come si permette di cercare di zittire una persona con questi argomenti?) pensate siano felici di avere di fronte un cantiere aperto per anni? E a chi gioverebbe tutto questo? E noi, condomini che viviamo e affacciamo direttamente sulla piazza, quali garanzie avremmo e tutele rispetto a danni che in OGNI quartiere dove i parcheggi interrati si stanno costruendo, si sono avuti danni importanti ai palazzi?

    RispondiElimina
  15. Nessuno è felice di avere un cantiere aperto di fronte alla propria attività. Ma non si può arrivare al livello di delirio egotico per cui visto che "me danno fastidio" le opere pubbliche non si fanno. Questo si chiama "Nimby" ed è una sindrome tremenda che blocca interi paesi e interi sistemi urbani.

    La signora Eliana -dopo aver fatto un viaggetto a Madrid a spese nostre- farà un piccolo sacrificio per il bene pubblico e per permettere alla città di dotarsi di una infrastruttura importante e fondamentale che permetterà a Testaccio di diventare un posto civile.

    Il dibattito civile, mi permetto di segnalare, è solo quello che punta a far diventare Roma una città NORMALE. Una città, per esempio, dove le strade e i marciapiedi sono dei bambini, delle persone che vogliono passeggiare, delle biciclette, degli anziani, delle mamme col passeggino. Non delle vostre automobili. Così succede in tutto il mondo civile, ma cosa vogliamo dibattere???

    RispondiElimina
  16. Conosco benissimo il delirio egotico definito Nimby, non mi sfidi sul campo delle relazioni urbane. Vivendo nel rione da 30 anni, ma non essendo prenda della "sindrome rionale" e avendo viaggiato molto in Europa e negli Usa per lavoro, NON ho mai trovato esempi di parcheggi interrati nei centri storici delle città, se non in alcune città della Germania che vennero quasi totalmente distrutte dai bombardamenti. La necessità di un rione come Testaccio è semmai quella di avere una piazza accessibile dove le persone possano incontrarsi. La direzione intrapresa dalle civili città europee che ho visitato, senza arrivare all'esempio delle città della Svezia e della Norvegia sicuramente non raggiungibile da una città barbara come quella che è diventata Roma (a proposito, un sentito grazie al sindaco alemanno che ha reso una cosa ridicola la ztl a Testaccio!!!), è la direzione di una mobilità sostenibile, ordinata, incentivi all'uso del mezzo pubblico (come mai in Atac tantissimi impiegati, tra cui ex cubiste, e pochissimi autisti???), car sharing, ecc. E invece la soluzione che sempre si trova in Italia è sempre la stessa: cemento cemento e cemento. Le solite "mani sulla città" ma non vi illudete, questa è Testaccio e la forza della maggioranza democratica di questo rione (che è la netta maggioranza, senz'altro non malata di "Nimby") si farà sentire e porterà le proprie ragioni contro un concetto di città e di quartiere che non ci appartiene. Una città normale è quella in cui, nel centro storico, la viabilità delle auto è aperta solo ai residenti e non fate finta di fare i democratici quando vi appellate al diritto di mamme e anziani al passeggio. Ma chi pensate di illudere sotto questa finta coltre di perbenismo? I vostri interessi (nel vero senso, economico ed utilitaristico del termine) sono palesi, siamo alla fine di un ciclo, le persone si sono svegliate!

    RispondiElimina
  17. Ahhahaah. Meraviglioso. Citare qui il nome di una (UNA) grande capitale europea che non abbia parcheggi interrati in centro storico e che lasci le auto libere di posteggiare dovunque, tra un po' anche DENTRO gli appartamenti, come accade a Testaccio. Vogliamo solo il nome di una capitale. UNA!!! Vienna? Parigi? Madrid? Coraggio, spara. Risponderemo con i link di google street view (dunque immagini visualizzabili immediatamente sul proprio schermo in presa diretta) che dimostrano come stanno realmente le cose. Coraggio, una città. Una sola!!!

    La paura di dover, un giorno, essere costretti a posteggiare le vostre quattro auto a famiglia in maniera civile ve la fa non solo fare addosso, ma vi fa affermare delle mistificazioni senza ritegno. Ogni cittadino romano puo' aprirsi google street view e navigare in tutte le piazze più centrali d'Europa. Da Playa Major a Madrid a Place Vendome a Parigi e vedre come hanno fatto a renderle dei posti piacevoli dove fuoriscno la civiltà e i commerci.

    Hai proprio ragione Irene, le persone si sono svegliate: e non ne possono più di vivere in questo sconfinato campo rom che cittadini come te vorrebbero durasse altri cent'anni. Non vi permetteremo di far rimanere in queste condizioni la città. Non ve lo permetteremo.

    RispondiElimina
  18. Roma è diventata uno sconfinato campo rom, come con malcelato razzismo pari a quello che dimostra verso i "commercianti ladri", grazie a gente come lei che aizza le persone invece di cercare un confronto normale (la normalità di cui invocava nei post precedenti). Non mi metto sul suo piano, la immagino uno delle tante comete di intellettualoidi di destra della schiera alemanno che popola acea, atac, istituti musueali e culturali; ma va bene, ora è il vostro tempo, depredate pure tutto quello che vi è rimasto dalle precedenti giunte. Tornando al confronto Madrid/Testaccio lei sa che Testaccio, i suoi condomini, sono stati costruiti con materiale di scarto, in soli 30 anni, e galleggiano sul fiume Tevere? Senza affibbiarmi etichette, può dirmi come un abitante di uno di questi palazzi può difendersi preventivamente dagli inevitabili danni di stabilità che un parcheggio interrato di 4 piani causerebbe? Alla base del vostro progetto, ci sono studi documentabili su questi aspetti? Ci sono previsioni di tempi rispetto alla durata del cantiere? E soprattutto, gli agognati box (agognati per chi ha 4 auto, certamente gente come lei, non come me che sono abbonato Atac da decenni) che solo i poveri illusi pensano che "saranno per i residenti" QUANTO COSTERANNO? 40.000 euro come quelli che si stanno vendendo nell'ex campo Roma a Testaccio? E quando lo dite alle persone che in realtà, i pochi che potranno permetterselo, ne diventeranno solo usufruttuari e NON proprietari? Le ripeto, ma chi volete illudere con la campagna di pulizia della città? L'operazione "sicurezza" l'abbiamo già sperimentata, invece di andare in giro in Suv prenda il bus o (peggio) la metropolitana qualche volta, o ancora meglio guardi come sono sempre sporche le strade anche di Testaccio...ma vogliamo davvero credere che il problema e l'esigenza prioritaria di Testaccio sia quella di un parcheggio interrato in un rione unico al mondo e storico come questo?

    RispondiElimina
  19. Come mai è scomparso il mio post in cui le rispondevo per le rime?

    RispondiElimina
  20. Riproviamo...rispetto al parallelismo tra Madrid/Testaccio volevo sapere se sei a conoscenza di come e con quali materiali di scarto venne costruita Testaccio 130 anni fa e se sa che i condomini poggiano direttamente sul fiume. Le chiedevo poi se alla base del vostro progetto ci sono previsioni di tempi di realizzazioni, previsione di un piano di tutela per i danni che inevitabilmente si creano ai palazzi e sopratutto se sapete QUANTO COSTERANNO QUESTI BOX. Costeranno 40.000 euro come quelli che si stanno vendendo sotto l'ex campo Roma? E quando direte alla gente che NON SI DIVENTA PROPRIETARI BENSI' USUFRUTTUARI DEI BOX? Rispetto allo sterminato campo rom a cui fa riferimento con malcelato razzismo (lo stesso che ha dimostrato accusando di non pagare le tasse la signora che ha un'attività nel rione) non mi pongo sul suo piano perchè la immagino un intellettualoide di destra salito agli albori in quest'era alemanno, una cometa che farà il suo tempo, in bella compagnia di tanti altri personaggi che popolano acea, atac, istituti museali e quant'altro. Avete fame di affari, ora è il vostro momento, ma ditelo apertamente, vogliamo la nostra fetta di torta fatta di cemento e non mascheratela da battaglia di civiltà che a voi del senso civico, degli handicappati, dei rom, degli extracomunitari e ovviamente del "residente" buono solo ad essere imbonito prima del voto, non importa nulla.

    RispondiElimina
  21. Sulle insinuazioni alla "Emilio Fede" non rispondo neppure, io mi firmo con nome e cognome e ci vuole poco a fare una ricerca per capire che lavoro faccio, da dove provengono le mie idee e quale è la caratura e la qualità del mio impegno civico. Idiozie come quelle della signora Irene (Irene come?) si commentano da sole.

    Veniamo al corpo del problema.
    I parcheggi costano troppo? Bene, parliamone affinché i prezzi diminuiscano.
    I parcheggi non sono eterni? Bene, capisco che la gente che abbandona il suv sulle strisce pedonali consideri il suolo pubblico come DI PROPRIA PROPRIETA', ma sta di fatto che il suolo (e il sottosuolo) è roba pubblica, di tutt e dunque non puo' essere ceduto a vita, ad ogni modo parliamone.

    FERMO RESTANDO CHE I PARCHEGGI VANNO FATTI, COME IN TUTTO IL MONDO. POI SI LOTTA SUL RESTO.

    Testaccio luogo inadatto ai parcheggi? Ci saranno indagini accurate per capirlo. Chissà perché il mega parcheggio sotto al nuovo mercato non ha dato nessun problema. Ma a chi volete darla a bere? L'uomo è andato sulla luna, ha costruito il tunnel sotto la manica e non potrebbe fare un parking in una piazza? Patetico.
    Come patetico parlare di prezzi e di anni.
    50mila euro per 100 anni sono troppi? Sono 500 euro all'anno. circa 40 euro al mese. Servono altri commenti?
    Chi puo' permettersi un'auto da 100mila euro non puo' permettersi 1 euro e mezzo al giorno di parcheggio?

    Non ci casca più nessuno. Non vi permetteremo di lasciare la città nelle condizioni in cui è. Presto un video anche su Testaccio come abbiamo fatto a Via Cesena. E ci sarà da ridere.

    RispondiElimina
  22. Ma come si fa ad avere il cattivo gusto di continuare a dire che tonelli è un affarista o roba del genere. uno non puo' fare un sito civile come pro pup chiedendo semplicemente che roma diventi una città moderna e viene subito infangato, ma fate schifo fate!

    RispondiElimina
  23. Non esiste un solo motivo per non puntare a trasformare ROMA in una metropoli civile. Vinceremo la guerra contro chi vuole farci vivere in un luogo terribile dominato dalle automobili.

    RispondiElimina
  24. Un'automobile da 100.000 euro? Sono abbonata Atac da anni. Firmarsi? Gli altri post sono firmati nome e cognome? Mi stai forse minacciando? Vuoi forse cercarmi su internet e fare bombing su facebook. Non preoccuparti che avremo modo di confrontarci, così magari mi spieghi perchè hai voluto portare su questo piano la discussione. Ma come ti permetti di dare "ladro" a un commerciante, "idiota" a chi esprime un dissenso, di invitare a darti le generalità (stile vigile Celletti, mitico Sordi) per spedire a casa biglietti aerei? E voi sareste gli aspiranti amministratori della nostra città???
    Vedo che finalmente le carte sui costi dei parcheggi/box sono in tavola. L'uomo sulla luna, il tunnel sotto la Manica, certo, come quelli che vogliono il ponte sullo stretto di Messina quando i treni si fermano a Lecce e dopo per proseguire è un'Odissea. Ma lancio un'altra idea magnifica, un'altra idiozia come la chiama Tonelli: PERCHE' NON SPIANIAMO IL MATTATOIO E LA CITTA' DELL'ALTRA ECONOMIA (TANTO SONO POVERI SFIGATI E VENDONO ANCHE ARTIGIANATO ROM...) E CI FACCIAMO UN BEL PARCHEGGIO O UN CENTRO COMMERCIALE STILE EUROMA2 che sicuramente incontra i tuoi gusti?

    RispondiElimina
  25. intanto ringrazio la sig Irene del suo intervento...ma sig. Tonelli,non potrei cambiare il biglietto per Madrid ? ed anche Londra,Perigi,Amsterdam,Lisbona ecc...Che idea vi siete fatti della gente di Testaccio ? quattro analfabeti chiusi dalle mura ? a questo proposito rilegga la sua risposta,anche lei fà errori ortografici...-comunque,devo dire che sono molto soddisfatta della sua risposta, la vedo LIVIDO ..è sempre un piacere vedere com'è semplice scoprirvi!!!!mentre per ciò che riguarda i parcheggi,nelle città già nominate,in centro ,sono in prevalenza fuori terra ,silo.Ringrazio per il premio,e le comunico che anche lei ne ha vinto uno,quelloper aspirante Cafone ! Eliana

    RispondiElimina
  26. Sono una mamma di Testaccio e sono sconcertata da quello che leggo. Forse le due pasionarie qui sopra non hanno mai, in realtà, girato per il nostro povero rione. Forse non hanno mai avuto un figlio o, peggio, un parente con handicap. Forse non hanno mai avuto anziani in famiglia. Sicuramente se parlano così non si sono rese conto che nel quartiere no si puo' camminare. Non c'è una strisca pedonale libera da questo schifo.
    Consiglio alla signora Irene o Elena, non ricordo, di accettare il regalo che il blog gli vuole fare. Voli a Madrid, come sono costretta io a fare per lavoro ogni due mesi e controlli la situazione. A Madrid come in tutte le città Europee che ho visitato negli ultimi 5 anni, hanno risoto il problema della prepotenza di chi parcheggia in due modi che devono per forza andare insieme: parcheggi sotterranei e arredo urbano dei marciapiedi.

    Ma mi spiegate una cosa: ma che problema avete se si cerca di rendere testaccio un posto civile? Che problema avete???

    Ringrazio il blog e scriverò anche io agli amministratori che avete contattao per rafforzare la vostra proposta, finalmente qualcuno in questa città parla la lingua della civiltà. Ma siete di Roma? Temo di no.

    M.P.G.

    RispondiElimina
  27. Visto che la signora Eliana non è una quararaqua, vorrei che mi dicesse per maggiore precisione quali sono i nomi dei parcheggi o delle relative strade del centro di Parigi o di Madrid dove posso trovare gli autosilo di cui parla. Vorrei andare a dare un'occhiata tramite Google Street View. Ci dica, ci dica.

    RispondiElimina
  28. Evidentemente questo blog è manipolato da amici e fan che si conoscono tra loro; facciamocene una ragione sign.a Elena e lasciamoli alla loro autoreferenzialità. Le "mamme di Testaccio"..."ma mi facci il piacere" come diceva Totò...cito un attore napoletano, ma IO sono romana da almeno 4 generazioni, e vivo a Testaccio da 30 anni- Bravi, scrivete ai vostri amministratori e complimenti al sign. Tonelli che con questo blog evidentemente si sta candidando alle prossime elezioni municipali. Poi se ci crollano i palazzi (il nostro ha già pre-esistenti problemi di stabilità, immaginiamo cosa potrebbe succedere con uno scavo di quelle dimensioni, ma solo problemi di noi che ci viviamo no?!) gli mandiamo in massa il conto a casa. Tanto è sempre il cittadino che ci rimette, operazione contro il degrado, vi opponete "alle 4 macchine per famiglia"...ma non vi ho visto incatenarvi davanti alle paline di bus che non passano mai o fare fiaccolate per ripristinare la sacrosanta ztl a Testaccio, misteriosamente sparita.

    RispondiElimina
  29. ...invece di guardare foto ,usate quel biglietto-magari cosi' vi rendete conto che Roma non ha le strade larghe come altre città !e se proprio vi piace Madrid RIMANETECI !per lei sig .mamma,i 40.000 del del box non libereranno certo gli scivoli dei marciapiedi nè faranno migliorare la viabilità-pero'il sig.TONELLI brindera' alla sua e alla mia salute saltellando sul suo nuovo suv!!!!ELIANA

    RispondiElimina
  30. Eccola la sora Eliana uscita allo scoperto. In fondo è un po' la risposta che mi danno tutti i coatti quando faccio notare che certe cose succedono solo da noi e mai all'estero. La risposta è sempre la solita "aho a Roma funziona così, si nun te sta bene vattene all'estero". E' un atteggiamento che fa semplicemente vomitare, non serve neanche spiegarlo.

    RispondiElimina
  31. AHAHAHAHHA. Ma come si fa a tornare dalle vacanze ed a leggere tante puttanate? Ma chi sono queste donnicciole, ingegneri strutturalisti? Balistici? Sono urbanisti provetti? Ma in che città del mondo le scelte di strategia urbana le fanno le bottegaie? Ma non vi rendete conto quanto fate più bella figura a tacere? Le caratteristiche strutturali del nostro amato testaccio per fortuna non le vauterà la signora irene, ma ci saranno fior di professionisti.
    Crollo di palazzi? Ogni parcheggio che è stato fatto si è detta la stessa cosa, poi non è caduto niente.
    Tra l'altro, volendo venire sul vostro ridicolo territorio, possiamo dire che un palazzo che crolla solitamente fa cinque o dieci morti, la sosta selvaggia ne fa oltre 300 all'anno (non parliamo dei feriti). E allora di che stiamo parlando?

    VIA LE VOSTRE CAZZO DI MACCHINE DALLE CURVE, DALLE STRISCE, DAGLI SCIVOLI, DALLA DOPPIA FILA: BESTIE!!!!

    RispondiElimina
  32. Scusate, ma a chi abita in Piazza Testaccio non ci pensate?
    Palazzo ultracentenari che potrebbero subire danni gravissimi, con conseguenti spese da sostenere da parte delle famiglie stesse.
    Sperando poi che i palazzi restino in piedi!
    Poi vorrei fare una domanda a tutti coloro che stanno dando un'opinine sui paercheggi... Ma voi pensate veramente che costruiranno dei parcheggi e li daranno agli abitanti GRATIS... O facendo pagare una spesa minima?
    No perchè se avete questa convinzione vi invito ad andare a vede cosa hanno fatto al campo del Testaccio; campo rifatto, centro sportivo progettato ed in esecuzione e sotto? BOX IN VENDITA DA 40MLA EURO!..... Dai su NO AI BOX! NO AI PARCHEGGI e chi la pensa come noi si unisca alla pagina ufficiale del comitato Testaccio in Piazza:

    http://www.facebook.com/home.php#!/pages/A-TESTACCIO-TROVI-ANCHE-QUESTO/128142577198836

    p.s. vivo a testaccio da 30 anni e so di cosa parlo eh, non sono uno di quelli che vengono da altri quartieri ma vogliono dire la loro!
    Stefano S.

    RispondiElimina
  33. Ma questa gente è fuori di testa completamente. Io non ci posso credere ogni volta che leggo. Vogliono i parcheggi gratis!!! Vi rendete conto.
    Per comprare casa si possono spendere 50mila euro. Per comprare un box non si possono spendere 50mila? Ma perché? Perché ve lo dico io, perché loro danno per scontato che la macchina puo' utilizzare suolo pubblico a scrocco. Senza pagare, ma questa è una cretinata. Per tenere un'auto bisogna pagare la benzina, l'olio, la manutenzione, l'assicurazione, il tagliando, il bollo e il posto auto. CHIARO?????
    Basta vetture in mezzo alla strada.

    RispondiElimina
  34. Maronna ma la gente di testaccio sta al medioevo. Ma cioe' questi vogliono continuare all'infinito a vivere nella zella come stanno ora? Ho cpaito bene?

    RispondiElimina
  35. Ho inteso male io o il popolo di Testaccio ritiene che sia un diritto parcheggiare la maghina a gratis? Ecco come abbiamo ridotto la gente, un sopruso bello e buono lo considerano un diritto. INTERVENIRE SUBITO. ALLARGARE I MARCIAPIEDI, DARE SPAZIO AI PEDONI, AI BMBINI, AGLI ANZIANI E OBBLIGARE QUSTO POPOLINO ZINGARO A METERE LA MACCHINA REGOLARMENTE SOTTOTERRA COME SI FA IN TUTTO IL MONDO CIVILE.
    Un cittadino di testaccio che si vergogna di questi!!!

    RispondiElimina
  36. Leggendo le porcherie che riescono a scrivere i cittadini di Testaccio si comprende perfettamente come possa capitare che in quel Rione si stia smantellando una pista ciclabile pagata con fondi europei per dare spazio alla doppia fila. Una roba che neppure Cetto La Qualunque, neppure nella peggiore Roma di Carraro. E a Testaccio nessuno protesta.

    RispondiElimina
  37. Sono anch'io una residente di Testaccio.
    Sono allibita dalle argomentazioni e soprattutto dai toni violenti del Sig. Tonelli.
    E' evidente che qui dentro è impossibile qualunque dialogo o riflessione su qualunque argomento. Scrivo solo per esprimere la mia solidarietà alla signora Irene, alla signora Eliana a a tutti i cittadini che hanno provato ad esprimere la loro opinione e le loro argomentazioni contrarie al parcheggio.
    E' evidente che chi gestisce questo finto blog (in un blog si può parlare, qui no) ha in mente un nuovo ordine, o forse meglio dire un ordine nuovo?
    Forse riuscirete a farlo questo schifo di parcheggio perché dalla vostra c'è un sistema che non protegge né ascolta i cittadini, che non sono tutti imbecilli e ignoranti come vi augurate e sono capaci di capire chi hanno sopra le loro teste. In Italia non c'è democrazia e questo luogo ne è la più deprimente dimostrazione.
    E per lei, Signor Tonelli, forse la definizione di "violento" è ingiusta: lei è semplicemente un mediocre, e come tutti i mediocri sopperisce al suo nullo spessore umano con l'aggressività.
    Daniela

    RispondiElimina
  38. caro Tonelli è evidente che lei ha gravi problemi psichici.
    ha tutta la mia solidarietà, si curi, mi dia retta.

    un ebreo zingaro e un po' frocio.

    RispondiElimina
  39. Caspita che dibattito!!! A me pare che il gestore del blog abbia solo proposto una riqualificazione urbana di tipo europeo per Testaccio e che, di conseguenza, siate stati voi ad impazzire altro che follia sua.
    Ma la cosa che mi fa più rabbia sono due: vi chiedono delle cose e non rispondete mai sui contenuti solo con slogan ed è ovvio perché per fare una battaglia incivile a favore della sosta selvaggia non si possono avere contenuti seri. Sui parcheggi non avete risposto, sul confronto internazionale non avete risposto. Niente di niente. Ma come mai?

    Un'altra cosa che mi fa rabbia è che parlate a sproposito di democrazia. Ma cosa c'entra la democrazia me lo spiegate? Con il vostro ragionamento bisognerebbe chiedere, democraticamente, alle persone se preferiscono, quando vanno al supermercato, pagare la spesa o portarla via gratis. Scommetto che la seconda ipotesi avrebbe una schiacciante maggioranza, ma sarebbe applicabile?

    Lo stesso vale per i posteggi. Tutti voi, invero un po' burini e cafoncelli perché solo a Roma piace vivere in mezzo ad uno scomposto oceano di lamiere, voterete per continuare a parcheggiare a cazzo di cane senza pagare un euro, mentre la cosa non è fattibile non è logica, non è giusta, crea pericoli, bruttezza ed è una limitazione alle fasce deboli della popolazione (mamme con bambini, minori, disabili, anziani...) che il blogmaster ha citato mille volte e rispetto alle quali si nota solo il vostro fastidio.

    Io fossi in voi mi vergognerei davvero. Non abito a Testaccio, ma abito a Garbatella dove abbiamo avuto una riqualificazione dei marciapiedi pari a quella che auspica il blog e ora si vive un pochino meglio e c'è un briciolo di decenza.
    Barbara Delli Carri


    PS. mi voglio complimentare soprattutto con le persone che, avendo tutto lo spazio per esprimersi liberamente in dozzine di commenti, continuano a ripetere che "qua non si può parlare". La scenetta è davvero comica...

    RispondiElimina
  40. Intervengo nella discussione per dare, da neotestaccino, il mio appoggio a Pro Pup Roma. I vecchi testaccini devono capire che questo rione e i suoi nuovi abitanti non vogliono più stare in questo schifo e che vogliamo i marciapiedi larghi, sul modello di quelli attorno a Roma termini, invece che le automobili. Le automobili mettetele, se proprio non sapete farne a meno, nei box, sotto al nuovo mercato e... NEL NUOVO PUP DI PIAZZA TESTACCIO!!!
    Lucio

    RispondiElimina
  41. Uno dei tanti froci di Testaccio27 dicembre 2010 15:12

    Tonelli, internet è arrivato anche dopo "i tre archi" e pur stando nel medioevo a Testaccio sappiamo ADDIRITTURA cercare il suo nome su google...perchè non fa una battaglia contro la "FROCIO-COMMUNITY" anche a Testaccio come ha già fatto all'Esquilino? (andate su
    http://www.lesbian.tv/article_detail_community.jsp?category=1&article=7702&ArtComment_offset=30)
    In fondo anche quello è degrado (morale) e per raccogliere voti, e stavolta finalmente essere eletto, la battaglia di un parcheggio interrato o quella contro una gay-street va bene comunque no? FRANZA O SPAGNA PURCHE' SE MAGNA

    RispondiElimina
  42. @colui che si firma anonimo e dice: "perché loro danno per scontato che la macchina puo' utilizzare suolo pubblico a scrocco" Non spariamo cretina te per favorem che fate vedere ancora di più che state con il simbolo dell'euro al posto degli occhi, perche volete mangiare su questa cosa dei parcheggi
    @cotraves, nella zella ci starai te, è facile fare lo sbruffone ed insultare dietro ad uno schermo,brutto cafone che non sei altro
    @Massimiliano Tonelli, visto che nn l'hanno eletta con Rutelli, magari adesso prova ad intrallazzare rientrando con qualcun altro? Ma si tanto lo fanno tutti, però almeno faccia veramente gli interessi del Rione.

    per finire vi dico che secondo me ci sono delle zone di Roma che devono mantenere i loro tratti di rione, e zone che possono essere trasformate in city moderne.
    Cmq visto che siete cosi disposti al dialogo, vi iviatiamo a venire ad esporre le vostre valide motivazioni, alla prossima riunione del comitato Testaccio in piazza, che si svolgerà il 29 gennaio.
    Sempre che per voi non sia più facile parlare ed insultare (come fa contraves) dietro ad un pc, piuttosto che volersi confrontare di persona.
    Cordiali saluti

    Stefano S.

    RispondiElimina
  43. Uno dei tanti froci di Testaccio27 dicembre 2010 15:20

    http://www.lesbian.tv/article_detail_community.jsp?category=1&article=7702&ArtComment_offset=30 Tonelli come mai che il post precedente è stato cancellato? Volevo dirle che qui a Testaccio è arrivato internet e pur stando nel medioevo siamo riusciti a trovare su google il suo nome e abbiamo visto le battaglie che ha condotto all'Esquilino contro la gay street quando provò a farsi eleggere nella Lista civica di Rutelli...ora prova con la battaglia pro-parcheggio...FRANZA O SPAGNA PURCHE'SE MAGNA. Leggete leggete come l'aspirante amministratore si batte contro noi poveri degradati morali http://www.lesbian.tv/article_detail_community.jsp?category=1&article=7702&ArtComment_offset=30

    RispondiElimina
  44. Oddio che mi avete fatto ricordare. La mitica battaglia per non far più parcheggiare sul marciapiede i frequentatori della gay street: Tonelli si dovette immolare (spiegò perfettamente la strategia sui suoi blog) andando sui giornali a fare il finto omofobo per far sbloccare la situazione. Risultato, mi sero tutte le fioriere e il marciapiede ritornò ad essere un bene comune. La gente rischiava la vita prima di quel blitz, andatevi a rivedere la storia su Degrado Esquilino. Seguo Tonelli da una vita e i suoi blog, insieme a Riprendiamoci Roma, Malaroma e pochi altri stanno cambiando la testa bacata a centinaia di romani. Questo dà molta fastidio, ma bisognerebbe fare a questa gente un monumento: sono la vera novità in questsa città dai tempi di Argan

    RispondiElimina
  45. Caro Stefano, ma che dialogo ci può essere con chi è convinto che le auto si possano posteggiare a ufo sul pubblico suolo senza pagare? Se non comprendi che questa è una follia pericolosa e vergognosa, di che cosa dobbiamo parlare? Stai affermando come "diritto" qualcosa che invece è un "furto". Se io ho casa piccola e non posso, nel mio bagnetto, permettermi la lavatrice, vi rinunzio, non è che la compro lo stesso e poi la piazza di sotto, per strada.
    Ecco, anche se per voi è più importante di vostra moglie o di vostra madre, la macchina è un elettrodomestico come un altro. Se si ha spazio per tenerla bene, altrimenti si rinunzia. E' così che funziona in tutto il mondo civilizzato ed è così che, volenti o nolenti, funzionerà be presto anche da noi.
    Abbiamo creato questo blog per far passare certi concetti che è impossibile far passare nelle riunioni dei comitati di quartiere dove -unici comitati al mondo- si richiede degrado e non qualità urbana. In quale nazione al mondo "atmosfera di rione" è sinonimo di sosta selvaggia, prepotenze, iompossibilità per disabili anziani e bambini di muoversi? In quale nazione è sinonimo di pericolo per la guida? Di impossibilità di trovare una striscia pedonale senza le vostre auto? Questa non è atmosfera di rione, questo è crimine. Muoiono a Roma per questo motivo 350 persone e 70mila restano gravemente ferite. E questo ogni santo anno.E ci sono degli EGOISTI che voglion che tutto resti così. Questo è lancinante, non ci si può pensare: pur di continuare a parcheggiare a cazzo, preferiscono che la città resti la più caotica del mondo, che si muoia come mosche in mezzo alla strada, che i disabili non possano uscire di casa, che i bambini debbano vivere la città come un posto terrorizzante dove fare sempre ATTENZIONE.
    Questo succede SOLO DA NOI. Non a Parigi, non a Berlino, non a Madrid, non a Londra, non a New York, non a Vienna... Io personalmente -ma ormai siamo tanti, per vostro sommo scuorno- mi batterò fino all'ultimo mio giorno per rendere questa città un posto civile e almeno lontanamente paragonabile agli altri sistemi urbani occidentali.
    Senz'altro, caro Stefano, ce la farete a far restare tutto nelle condizioni ignobili in cui è oggi, ma finirete all'inferno. Su questo ci puoi mettere le mani sul fuoco. Altro che atmosfera di Rione...

    RispondiElimina
  46. E' curioso: nella vostra visione di città un cittadino che si impegna è sospetto è strano è anomalo non lo potete concepire. Dunque Tonelli o è intrallazzato con la politica o è intrallazzato con qualche ditta di parcheggi. E' escluso che si stia impegnando gratuitamente per la sua città. L'impegno civico è cosa che vi è estranea totalmente, non è pensabile per voialtri. Abituati a muovervi solo per interesse egoistico, pensate che tutta la città si mobiliti solo per interesse "particulare" e mai per il bene comune.
    E' molto spiacevole leggervi, a venire qui ad attaccare uno dei blog civici più efficaci e lucidi del panorama romano ci fate davvero una brutta figura, siete fortunati che gli attuali amministratori sono come voi e parlate la stessa lingua da mafiosi!!!!!!!!

    Io sono entusiasta che gente trentenne come il gestore di questo blog ragioni in questi termini, io sono un testaccino (da sessantacinque anni) che ha capito una cosa: dal nostro rione si può andare A PIEDI alla Stazione Ostiense e da li prendere un comodo treno per Fiumicino, avete presente? Da Fiumicino potete andare, con pochi euro, in tutta europa per vedere come sono stati sistemati, negli ultimi 15 anni, i tanti 'testacci' d'Europa. Da Barcellona, che era un disastro, a Parigi, dove vent'anni fa c'erano più auto sul marciapiede che a Roma.

    Tutti sono diventati posti civilizzati puntanto su trasporto pubblico, garage sotterranei e marciapiedi con angoloni agli incroci e paletti a protezione dei pedoni. Guardacaso queste sono le cità che ci hanno messo la freccia e superato nella classifica del turismo. Mi spiegate perché Roma dovrebbe restare arretrata rispetto a questo? Anche a Parigi e Barcellona è pieno di atmosfere rionali, ma le auto sono sempre sottoterra, mai in mezzo alle scatole e spesso i palazzi sono anche più antichi.

    La vostra cattiva fede, ai miei occhi, non ha confini. Voglio solo dire a chi legge che questa gente non rappresenta Testaccio. Non vi dovete permettere di arrestare i processi di riqualificazione urbana che possono farci diventare un luogo civile e tirarci fuori dal letamaio che c'è ora dove vincono e vivono in grazia di dio solo i prepotenti e i bifolchi. Come voi.
    Gustavo R.

    RispondiElimina
  47. Massimiliano, parlo con te perchè mi sembra che il resto qua o insulta dietro il nick ANONIMO, oppure nn sa proprio interagire in blog.
    Io ti rinnovo il mio invito a venire alla prossima riunione e provare a farci capire il tuo punto di vista.
    Se pensi di essere in grado di farlo anche in un contesto che non sia schierato dalla tua parte come questo blog, sei il benvenuto.
    Altrimenti continuate a lanciare anatemi e insulti o cazzate del tipo FINIRETE ALL'INFERNO (credo in senso urbano se ho capito bene).
    Per i restanti veramente poche parole da esprimere con una tastiera, fortunatamente sono abituato a guardare la gente in faccia quando parlo

    RispondiElimina
  48. Scusate, chiaramente il commento precedente è firmato sempre da Stefano S.

    RispondiElimina
  49. E' divertente veder paragonare piazza testaccio (una piccola piazza di quartiere) alle PIU' GRANDI PIAZZE EUROPEE. E' divertente sentire che box da 40000 euro risolverebbero i problemi di famiglie che in buona parte vivono in affitto in condomini del comune o dell'ater. E' ancora più divertente veder ignorare la situazione delle strade di affluenza circostanti alla piazza, stradine dalla capienza limitatissima. Ma di cosa stiamo parlando? vogliamo convincere la gente che con un parcheggio sotteraneo faremo diventare piazza testaccio un centro turisto? siamo seri per favore. vogliamo meno auto? Spingiamo per la disincentivazione dell'auto a favore del servizio pubblico invece di continuare la politica rutelliania del grande sindaco che come ti giri ti fa un traforo sotto casa, per di più in una città in cui apena scendi di 2 metri trovi un'insediamento urbanistico di valore storico che cmq bloccherebbe i lavori per anni... Se avete da intrallazzare o dovete un favore a qualcuno abbiate almeno la decenza di non tirare in mezzo disabili e anziani che troverebbero cmq tutte le auto di chi un box non può permetterselo ed ormai una macchina ce l'ha... Aspetto gli insulti che puntuali arriveranno come sempre quando le argomentazioni sono pretestuose e di parte

    RispondiElimina
  50. Stefano io non lo ritengo opportuno. So come andrebbe a finire. Mi pare umiliante, sia per voi sia per me dover mettermi ad un tavolino e spiegare a dei cittadini che tutto il mondo va in una certa direzione e che non si può continuare ad andare nella direzione opposta solo per dar retta al proprio inguardibile egoismo.
    Ti ripeto la domanda: ma di che cosa dobbiamo parlare, di che cosa dobbiamo convincerci? Tutti (TUTTI, STEFANO, TUTTI) i sistemi urbani danno delle risposte ai problemi della mobilità. Tutte queste risposte, au quattro angoli del mondo, dal canada all'australia, dalla germania alla spagna sono risposte di un certo tipo. Per voi queste risposte sono roba da ospedale psichiatrico. Di che cosa dobbiamo parlare? Davvero questo è un tema su cui merita discutere? Dovrebbe essere pacifico a tutti, no? Dovrebbe essere la prima battaglia dei comitati: liberare le strade dalle auto, riconsegnare a tutti noi la possibilità di camminare, fare footing, uscire con la bici, non morire ammazzati all'incrocio perché l'auto in doppia fila toglie la visibilità a chi transita. E invece no. Ci sono a Roma gli unici comitati di quartiere al mondo che chiedono degrado. Domandano degrado. In nome di cosa: del posto auto gratuito. Come se fosse garantito dalla carta costituzionale.

    E' come se noi organizzassero un dibattito, per restare ad un luogo di testaccio, sulla qualità della cucina del ristorante Satollo e sulla qualità del MacDonalds. Ci vuole un dibattito civico per capire quale luogo è eccellente e quale luogo è una porcheria totale?

    Purtroppo le chiacchiere stanno a zero. In tutto il modo si fa in un certo modo, se voi volete convincere il popolino che l'Italia è un posto fuori dal mondo forse ci riuscite, ma non pensate di convincere noi. E stai certo che lavoreremo sempre di più per spiegare alla gente, quella normale, che vivere sequestrati dalle automobili non è una cosa normale e che succede solo a Roma. Piano piano la gente virerà la propria richiesta. E invece di chiedere "postimaghina", chiederà vivibilità e la "maghina" la metterà sottoterra. Il costo del posteggio se lo ripagherà solo con il risparmio dei giri, ogni giorno, per trovare posteggio.

    E poi leggiti questo: http://www.propuproma.com/2010/06/trentanni-per-tornare-normali-quando.html
    E dimmi cosa ne pensi...

    PS. Mi pare proprio che tu hai capito bene quale è il problema e il suo nocciolo. Dunque, anche tu, non hai alcun bisogno di spiegazioni. E come te tutte le persone dotate di comprendonio. Resta da capire se vuoi continuiare a lottare in cattiva fede, per te stesso e per interessi particolari o se vuoi decidere di cambiare e di lottare per il bene della città e della maggioranza silenziosa dei suoi cittadini che subisce, subisce, subisce le prepotenze in primis degli automobilisti.

    RispondiElimina
  51. http://www.lesbian.tv/article_detail_community.jsp?category=1&article=7702&ArtComment_offset=30
    si capisce bene che il sig. tonelli ha dei problemi di 'circolazione' e "qua si" e "là no" e "mettete dei fiori nei vostri dissuasori". Un uomo ricco di espedienti per realizzare labirinti. Fosse possibile coprire di silenzio il clamore suscitato dai sospetti su certe operazioni urbanistiche. Avremmo finalmente un posto pulito dove posteggiare la fatica di opporsi a tanta arroganza. Parcheggiamo tonelli, anche in divieto, se è il caso. E andiamoci a fare una passeggiata. Se al ritorno fosse stato 'rimosso'.... beh ce ne faremo una ragione....
    Cetto Laqualunque (ebbene si proprio lui-io)

    RispondiElimina
  52. Finirete all'inferno? Ho letto bene? Porca miseria, pensavo di essere in un blog e invece mi scopro in chiesa...

    Caro Tonelli, credi veramente che tutti quelli che combattono contro il parcheggio di Piazza Testaccio siano tutti zoticoni a favore del degrado? Pensi che sia l'unico ad aver viaggiato per il mondo? La tua proposta del biglietto gratuito per Madrid a quella signora è incommentabile e ti qualifica per quello che sei.
    La tua fine intelligenza non riesce a concepire che Madrid Londra e New York non sono Roma e che forse per una città con una storia di più di 2000 anni bisogna avere un approccio diverso, che i metodi e i piani di costruzione non possono essere gli stessi? Che qui non esiste una pianificazione urbanistica degna di questo nome? Che qui c'è un tasso di corruzione altissimo e che la giustizia non funziona per cui se la ditta che ha costruito il parcheggio sotterraneo ti sta facendo crollare il palazzo potranno passare pure 20 anni prima che ti risarcisca e nel frattempo nessuno se ne interessa e sono solo cavoli tuoi?

    Perché non mi paragoni la rete di trasporto pubblico di Madrid solo per citarne una, con quella di Roma? Madrid ha una rete Metro di 267 stazioni ed i parcheggi non sono in pieno centro storico, sempre tenedo in conto che i centri storici di quelle città sono molto ma molto più giovani dei nostri.
    Questo solo per dirti che fare migliaia di buchetti nel centro di Roma per ficcarci dentro le auto dei pochi fortunati forse, e dico FORSE, non è la direzione giusta verso cui andare.

    Veniamo al dunque: IL PARCHEGGIO SOTTERRANEO PER POCHI INTIMI non risolve il problema e ci toglie un altro pezzetto di bene pubblico. Questo lo sai benissimo anche tu, solo che il tuo compito è quello di farci credere che arriva SAN PARCHEGGIO e qui improvvisamente saremo nel paradiso della bellezza, della civiltà e della modernità.
    "In tutti gli altri paesi si fa in un certo modo", come dici tu, caro Tonelli, e nei paesi più civili, le opinioni e le proposte e i progetti dei residenti vengono per lo meno ascoltate dalle amministrazioni pubbliche. Le amministrazioni che devono gestire il bene pubblico non si umiliano nel confronto con i cittadini, perché è il loro dovere, stanno lì perché lì i cittadini li hanno messi a gestire i loro soldi affinché svolgano un servizio utile alla collettività. Solo che qui i soldi della nostre tasse quando si tratta di vederli tradotti in servizi pubblici non si trovano più ed è questo il motivo per cui lo storico mercato del quartiere, invece di essere ristrutturato dal Comune è stato appaltato a un privato che naturalmente ha preferito fare una nuova costruzione, praticamente un centro commerciale con parcheggi e chissà cos'altro, snaturando totalmente l'anima di Piazza Testaccio che è sempre stata il mercato e quindi il cuore di questo quartiere.

    Se non te ne fossi accorto questo non è né un paese moderno né un paese civile, e non perché non abbiamo tutti i parcheggi sotterranei che tu vorresti, ma perché qui la legalità non c'è, vince sempre il più "furbo" quello che le regole non le rispetta, quello che intrallazza e non rischia mai di pagare niente per i danni che fa alla collettività. Vince quello che fa più soldi senza farsi scrupoli e nel minore tempo possibile magari propagandando una operazione puramente commerciale per un grande servizio a beneficio dei cittadini.
    Ma i cittadini non vengono tutti dalla montagna del sapone, hanno cultura, informazione e un cervello pensante, non si fanno prendere per i fondelli così da gente come te. E già che ci sei, risparmiaci i tuoi sermoni sul bene pubblico e la tua personale battaglia per rendere Roma una città civile: la civiltà di un luogo la fanno prima di tutto i loro abitanti con i loro comportamenti e anche con il linguaggio che usano per supportare le loro idee e il tuo concetto di civiltà, espresso in più post in questo blog, fa onestamente orrore.
    Morgana

    RispondiElimina
  53. Beh, innanzitutto sgombriamo il tavolo una volta per tutte da questa storia che voi, poverini, non venite ascoltati. Niente di più falso. Addirittura riuscite ad invadare, con motivazioni anti-parcheggi, un blog a favore dei parcheggi. E non mi pare che siano stati censurati dei commenti anche inqualificabili contro di me, contro il mio nome e cognome che continuo ad essere l’unico ad aver offerto al ludibrio di tutti.
    Messa da parte questa cosa devo dire che hai ragione: non c’è tanta garanzia sui danni in un paese come il nostro dove non funziona la giustizia. Ma è SU QUELLO che bisogna lavorare: rendere più snelle e funzionanti le procedure, non sul blocco delle infrastrutture.
    Non sto dicendo che il parcheggio risolve tutti i problemi. Sto semplicemente dicendo che il parcheggio è una delle strade (le altre sono le metropolitane, ovvio e altro ancora) che ci permette di avere posti auto regolari e non caotici, alla rinfusa e assai pericolosi per tutti. E che queste strutture permettono al comune di guadagnare in termini di oneri di concessione. Guadagni che poi ricadono sul territorio in termini di nuovi marciapiedi. E’ già successo ad esempio, ultimissimamente, in Via Donizetti nella zona di Piazza Verdi: è stato fatto un piccolo pup e la ditta, manco mi ricordo il nome, si è preoccupata di rifare, devo dire alla perfezione, tutti i marciapiedi. Ora in quella zona non so se la gente ha comprato o non ha comprato i box e non mi interessa. So però per certo che non posteggiano più sulle strisce, in curva, davanti agli scivoli per gli handicappati. E so che quel quartiere è diventato più civile.

    Questo bisogna fare pure a Testaccio. Capisco che ad alcuni trogloditi piacciano le piazze piene di automobili buttate lì alla rinfusa, ma il tempo per queste schifezze sta finendo. Occorre lavorare in questo modo: togliere posti auto dalla superficie e metterli sottoterra, a pagamento come è giusto che siano. Se i posti auto iniziano a costare 50mila euro (che abbiamo visto sono 1 euro e mezzo al giorno) quanta gente è disposta ad avere quattro automobili in famiglia? Alzate la mano. E quanta gente invece se ne farà bastare e avanzare una iniziando a girare con altri mezzi alternativi e rendendo la città più bella, pulita, ordinata e vivibile. Perché dobbiamo rassegnarci ad avere 70 auto su 100 abitanti quando tutte le altre capitali europee stanno attorno alle 30 auto su 100 abitanti? Perché a voi fa tanto familiare questo caos e avete una fottuta paura di cambiarlo? Non se ne parla: cambierà. E lo sapete benissimo che cambierà perché non è più accettabile, in occidente, una enorme città tenuta come un campo rom. Lo sapete benissimo ed ecco perché siete così nervosi: il vostro stile di vita dovrà cambiare radicalmente.

    All’inferno ci va chi uccide e chi è complice di chi uccide. Sapete quanti morti dovuti anche solo alle auto posteggiate sulle strisce, in doppia fila, in curva? Avete idea del numero di morti ammazzati ogni anno? E dei feriti? E della gente senza arti, in sedia a rotelle solo perché volete continuare a posteggiare così? Avete idea dei dati?

    Si parla di centinaia di morti e ancora a difendersi: NOI SIAMO SOTTOSVILUPPATI E VOGLIAMO RESTARE COSI A VITA.

    No: cambierà! Eccome!

    RispondiElimina
  54. Scrivo anche io dall'epoca buia del Medioevo...la connessione testaccina è pessima e puzza di coda alla vaccinara ma dobbiamo accontentarci. Allora, caro Tonelli altri finti difensori di mamme, anziani e disabili che paragonate una piazza piccola come quella di Testaccio alle ramblas di Barcellona o a Times Square, mi dite con 96 PARCHEGGI DICO 96 come pensate di risolvere i problemi di cui dite di farvi paladini? O forse questo rapporto di Legambiente sui pup a Roma http://www.legambientelazio.it/stampa/dossier20100623librobiancopup2.pdf è falso???

    RispondiElimina
  55. Si, assolutamente falso. Ma lo capisce un bambino. Abbiamo smontato, una a una, tutte queste argomentazioni nei nostri link in alto, quelli fissi del blog. Vediamo di non tornarci su e soprattutto vediamo di non mettere in mezzo entità come Legambiente che a tutto sono interessate fuorché al bene della città.

    Non so Massimo chi ti ha convinto che Piazza Testaccio è una piazza piccola. Non lo è affatto ed il lotto è perfetto per la costruzione di un bel parcheggio interrato. Ti posso citare forse centinaia di piazze molto, ma molto più piccole con palazzi molto, ma molto più anziani in decine di città italiane e estere. Dunque questa obiezione non ha alcun senso, bisogna passare oltre.

    Mi piacerebbe che il dibattito non scada in questo modo, con cittadini che si improvvisano ignegneri. Restate nel vostro ruolo di paladini della sosta selvaggia, di aguzzini del pedone, del bambino, dell'anziano e del disabile e lasciate perdere la parte tecnica che non è ne affar vostro ne affar mio: ingegneri e archeologi diranno se si potrà o se non si potrà fare.
    D'altro canto abbiamo storie patetiche in questo senso. I vostri degni sodali di Piazza Gentile da Fabriano hanno per mesi urlato al disastro. Ora il pup sotto casa loro è pronto, non c'è stato l'ombra di un problema, il cantiere è durato pochissimo ed è stato indolore. Tra poco la piazza verrà riqualificata (tra l'altro stanno ultimando un bel ponte che la collegherà al Foro Italico) e le uniche differenze saranno in positivo: piazza riqualificata, molto verde, spazi pedonali. O forse per qualcuno avere spazi pedonali al posto di stalli per automobili buttati li a casaccio non è un bene ma un male? Eccolo il punto...

    Parli di 96 posti auto disdegnandoli. Intanto raccontami da dove esce questo numero, ma poi ammesso e non concesso che siano 96 vediamo cosa possiamo fare con 96 auto che si spostano dalla superficie alle viscere della terra. Dunque, vediamo: un incrocio ha quattro angoli. Alcuni incroci sono a T e dunque hanno solo due angoli. Facciamo una media di 3 angoli. Ogni incrocio di Testaccio è ostruito da, facciamo una media, 3 auto per ogni angolo. A impedire l'utilizzo delle strisce a togliere la visibilità a rendere inservibili gli scivoli a costringerci a fare i contorsionisti per uscire dal marciapiede a rendere un vero e proprio incubo il cammino alle mamme con passeggino che sempre più spesso vengono convinte a camminare sulla carreggiata (in attesa che una mamma con il suo bambino passi a miglior vita e poi la colpa sarà, come al solito, dell'automobilista che andava troppo veloce, non dei tanti automobilisti fermi e immobili che non le avevano fatto usare il marcipiede, perché così ragionate, tutti!). Torniamo a noi: 3 auto per ogni angolo. 3 angoli per ogni incrocio. Dunque? 9 auto per ogni incrocio. Con 96 auto in meno per la strada? Riusciamo a mettere in sicurezza rendendo belli, ampi, ariosi, visibili ben 10 incroci del Rione. Praticamente gli cambiamo la faccia. Ma i posti auto in quella piazza ritengo potrebbero essere almeno il triplo.

    RispondiElimina
  56. DAI SU ALZINO LA MANO TUTTI QUELLI CHE CI DEVONO MANGIARE CON QUESTI PARCHEGGI SU....NON MI DITE CHE A GENTE COME LEI SIGNOR TONELLI, FREGA QUALCOSA DI RECUPERARE UNO SPAZIO COME QUELLO DELL'EX MERCATO, SENZA AVERE UN GUADAGNO DAI... AVETE LA FORMA DEGLI EURO SUGLI OCCHI..... VENITE AL COMITATO TESTACCIO IN PIAZZA E FATECI VEDERE QUANTO SIETE PSEUDO INTELLIGENTI.

    RispondiElimina
  57. ho letto il link segnalato
    http://www.lesbian.tv/article_detail_community.jsp?category=1&article=7702&ArtComment_offset=30

    beh, non dubitavo, si curi caro Tonelli, si curi.

    il frocio ebreo e zingaro.

    P.S. Non mi firmo perchè la temo fisicamente, lei è un violento.

    RispondiElimina
  58. Vabuo', non ti firmare, ma almeno argomenta. No?

    RispondiElimina
  59. Argomentare? A che pro? Non c'è alcuna possibilità di comunicare con lei, lei è un sordo nel vero senso etimologico della parola, lei non suona.
    Non so se riuscirete a realizzare le mostruosità che vivono nella vostra psiche ma stia certo che venderemo cara la pelle.
    Ne sia certo.

    il solito frocio ebreo e zingaro

    RispondiElimina
  60. Bè Sig. Tonelli come và ? vedo che sta trovando pane per i suoi denti in quel di Testaccio...! d'altra parte con lei si può spaziare dalla caccia al gay all'arrampicata politica fortunatamente fallita.....si ritiri,a Testaccio non la faremo passare,e questa é una promessa!!! noi amiamo i nostri froci in giro per il quartiere ...Come succede in tutte le città civili del mondo; Madrid compresa !! il suo PUP se lo faccia nella sua Piazza vittorio ! o teme di vedere crollare le case ? La sosta lì è più caotica di Testaccio ! allora ? Pensi a casa sua!!!!! A molti: grazie per la solidarietà! Eliana

    RispondiElimina
  61. Certo Sora Eliana che se c'è uno stereotipo del bottegaio romano lei lo personifica alla perfezione. Ce le ha veramente tutte.
    Lei è una gran coatta, una che si vanta di aver trasformato una proposta urbanistica in una caccia all'uomo che si è risolta in ridicoli e risibili attacchi personali pur di non parlare, mai, del merito della questione. Come tutti i coatti -la città ne è piena- la sora Eliana si guarda bene di approfondire un tema, studiarlo, documentarsi, a lei importa di attaccare qualcuno frontalmente, a lei importa imbruttire chi dice qualcosa che non le va a genio, fino a coprirsi di ridicolo. Mi dice di ritirarmi, come se io possedessi una ditta di parcheggi pronta a iniziare gli scavi. Ma io ho solo inviato una lettera agli amministratori e l'ho solo pubblicata su un blog.
    Lei è una egoista senza confini, ovviamente è impossibile parlare con lei di Nimby perché non ha idea di cosa voglia dire (figuriamoci, fatica a scrivere in italiano corretto), ma l'atteggiamento del "pensate a casa vostra" calza a pennello alla sua stirpe. Come calza a pennello la risposta a chi porta esempi stranieri di qualità: "aho, si ve piace l'estero annatece".
    Lei è una ignorante totale. Proprio persona che ignora, che non sa. Ma con l'aggravante di parlare di cose che non sa. Ridicola l'arrampicata sugli specchi sul confronto con l'estero, arrivando al punto di dire che, in centro, all'estero ci sono parchetti non interrati, ma fuori terra, su silo. Stiamo ancora tutti a ridere. Non sa che a Piazza Vittorio non c'è un parcheggio perché la piazza è tagliata in diagonale dalle canne della metropolitana e per cui non è possibile scavare. Insomma, non sa. Non sa, ma parla...

    Invece di continuare a fare la parte della coatta, dell'ignorante, dell'egoista su questo blog, sora Eliana, lei dovrebbe semplicemente fare come ho fatto io: scriva agli amministratori, spieghi loro le sue ragioni. Ha visto a noi come hanno dato retta? Dopo il primo post su Testaccio l'idea del parking per liberare il quartiere dalla sua amata sosta selvaggia subito la cosa è apparsa sui giornali con la sua credibilità. Beh? Faccia lo stesso, no? Scriva una bella lettera in cui spiega le sue ragioni, in cui dice la puttanata dei palazzi fragili, in cui afferma la roba inaccettabile che a lei poi le calano i fatturati se arriva un cantiere troppo grande (però attenzione, perché i commercianti che hanno fatto così poi sono stati costretti a dimostrare, fatturati alla mano, che il lavoro diminuiva. Ha capito signora Elià? Fatturati... Non so se mi sono spiegato), in cui racconta quanto le piacciono gli incidenti stradali, l'inquinamento, di quanto apprezza il Testaccio completamente ostaggio delle automobili e di come vuole restare così. E vediamo cosa le risponderanno, no? Non è più sensato? E guardi che con gli amministratori che ci ritroviamo il periodo per istanze ignobili e criminali come le sue è il più propizio: io credo che valuteranno la sua proposta, la faccia!

    Se poi non le risponderanno o non la prenderanno in considerazione sarà purtroppo lei a doversi ritirare in un luogo più adatto ai suoi gusti: Il Cairo, Calcutta, Bangalore... scelga un po' lei. Ma non l'Europa, ove le piazze si riqualificano, non si lasciano all'abbandono solo per compiacere il gusto dell'orrido di gentaccia coatta, ignorante ed egoista.

    E infine, mi permetta, accetti questo famoso viaggio per Madrid che ha vinto. Provi a farsi sto weekend in Spagna. Magari riuscirà anche a interloquire con qualche suo collega commerciante della capitale spagnola e le prenderà un coccolone nel costatare l'abisso di cafonaggine che vi separa. Le auguriamo di colmarlo quanto prima, si impegni!

    RispondiElimina
  62. ...nessuno riesce a farla arrabbiare più di me eh?! ..ah, a proposito,sono artigiana.Eliana

    RispondiElimina
  63. Sono capitato su questo blog perchè dopo aver letto l'articolo de Il Messaggero in cui si parlava dell'imminente costruzione di un parcheggio interrato sotto piazza Testaccio, mi sono messo alla ricerca di un comitato NO-PUP nel rione e tra i risultati è comparso questo. Vedo il blog è sponsorizzato, a lato, dalle ditte di costruzione dei parcheggi e quindi immagino anche finanziato e popolato dalla lobby dei costruttori. Siamo un libero mercato e l'operazione è leggittima. Ridicolo appare invece l'ombrello sotto al quale tutto questo viene presentato. Ho letto con interesse tutti i post precedenti e il suo invito a cercare in rete le sue prodezze. Il fatto che lei si firmi con nome e cognome non si chiama coraggio, ma calcolo politico. Non è riuscito a farsi eleggere con la lista Rutelli , cavalcando "il degrado Esquilino" e ora si sposta di rione (pur dicendo, contraddittoriamente, di viverci da 30 anni, ma in un altro sito dice di essere sempre stato all'Esquilino) e cavalca il tema della mobilità, del rispetto delle regole, dei diritti all'accessibilità dei disabili, anziani e bambini. Ma bastano pochi post ben centrati per far emergere il suo vero volto. Vedo che dispensa consigli di viaggi, di approfondimenti culturali, ecc. Gliene fornisco uno io: si candidi come editorialista di "Libero", i suoi toni si confanno più a un "giornalista" di quel pattume, piuttosto che ad un aspirante politico. Ha scritto una lettera aperta ai "suoi amministratori" tra i quali c'è l'arcinoto nel rione Yuri Trombetti. L'abbiamo visto, negli anni, volantinare per conto dei partiti di tutto l'arco costituzionale, sempre con garbo e furbizia però. Alla fine c'è riuscito, e farà carriera in un'italietta come la nostra. Bhè, è sicuramente un faro per lei questa persona, ma ha ancora molto da imparare se ancora non ha capito che la stanno usando per poi appropriarsi di una vittoria (quella della costruzione del parcheggio) che alla fine sarà solo la loro. Ma forse a lei basterà un posto in Atac, in bella compagnia di cubiste e ex-nar dati i suoi toni violenti. Io, come abitante di Testaccio, fatico molto a trovare un parcheggio la sera e maledico l'unica auto che possiede la mia famiglia. Ma mai e poi mai, per i miei interessi personali (trovare un parcheggio!) mi renderei responsabile della deturpazione di quella che potrebbe diventare una bellissima piazza, del cantiere aperto per anni che come sta succedendo altrove causa quasi sempre danni irreparabili ai palazzi che vi affacciano, della chiusura alla viabilità che causerebbe danni alle attività che insistono su quelle strade.

    RispondiElimina
  64. E tutto questo per 96 parcheggi? Si, ho letto che con la sua arroganza lei definisce "un falso" il rapporto di Legambiente. Io amo la mia comunità e non permetterò a gente come lei, per puro apportunismo politico, di svendere una piazza di un rione storico come quello in cui sono nato in nome di valori che prima dice di condividere, e poi calpesta qualche post più avanti. Le lancio una proposta: siete per la mobilità, per il rispetto delle regole di circolazione e di parcheggio, bene. Come mai non avete lanciato una proposta seria per ristabilire la ZTL a Testaccio che questa giunta non ha rinnovato? Si potrebbe fare anche ora questa protesta, durante tutti gli anni che durerà il vostro cantiere (si vostro, perchè ripeto questo NON è nato come un blog di cittadini che esprimono le loro necessità di un parcheggio! Ma chi volete prendere in giro? Almeno potevate avere la decenza di non inserire i link dei costruttori! Le mancano le basi della comunicazione, anche se si definisce esperto!) avere la ZTL potrebbe essere un modo per i testaccini per circolare meglio e in armonia no? Oppure mettersi di traverso a questa giunta non le conviene, perchè non si sa mai, se si mette male si sposta di qua e poi di là...Vogliamo poi fare un'altra battaglia contro il degrado a Testaccio che riguarda l'assurda operazione cassonetti dell'Ama, e ci ritroviamo tutti i cassonetti fuori dai portoni? Vogliamo parlare delle buche (sanate in parte, da riconoscerlo, dal consigliere Trombetti, le ripeto, prenda esempio) a via Marmorata, a via Galvani, ecc.? E la "movida" di cui il rione è preda dal giovedi alla domenica? Si risolve con 96 posti auto o con l'imposizione del rispetto delle regole (rispetto di orari di chiusura, divieto di schiamazzi fuori dai locali), con retate quotidiane contro i parcheggiatori abusivi, con l'istituzione di una delle tante bufale berlusconiane come "il poliziotto di quartiere"? Tonelli, ma chi vuole prendere in giro, i trogloditi, i bifolchi...ma quanti anni ha, quindici, diciotto? Dalla maturità di espressione direi di si. Trovi un altro cavallo di battaglia per la sua prossima candidatura e lasci stare Testaccio che di comete come lei ne ha viste passare tante e hanno fatto la fine del monte dei Cocci:scaraventate sul monte, strato dopo strato, tra melma e fango a far da collante.

    RispondiElimina
  65. Mica mi arrabbio con lei in particolare. Non faccio il suo stesso errore. Ma so bene che lei rappresenta una quantità di cittadinanza molto cospicua. Forse maggioritaria. E questo mi fa tanta rabbia perché non posso accettare di vivere nell'unica città europea che non si rassegna ad essere civile, vivibile, per bene. Non mi potri perdonare di rassegnarmi a questo castigo. Non è un problema di Eliana in particolare, il problema è che di Eliane ce ne stanno decine di migliaia e che questo tipo di atteggiamento. E non mi dovrei arrabbiare? Mi pare assai sano arrabbiarmi...

    RispondiElimina
  66. E voilà un altro cittadino che se ne fotte dei contenuti (neppure mezza parola sul merito della questione eh, mi raccomando, salvo le solite leggende sui palazzi danneggiati: ridicole!) e se ne fotte dei problemi veri di questa città: sosta selvaggia, morti sulle strade da record mondiale, stress alla guida, devastazione di ogni angolo storico o moderno della capitale d’Italia per colpa della sosta selvaggia.

    I tuoi e altri attacchi personali ai quali mi presto volentieri facendo da capro espiatorio la dicono lunga sulla totale mancanza di argomentazioni reali contro questo sacrosanto progetto. E’ ovvio che se dici a delle persone che in tutta Europa si fa in un certo modo, che questo modo porta guadagni a tutti, fa vincere alcuni soldi al comune da reinvestire sul territorio, rende più sicuro il quartiere e chi ci transita e che non c’è altra soluzione all’attuale degrado, beh, è difficile rispondere con argomentazioni di contenuto. Meglio buttarla in caciara diffamando. Peccato che questo dialogo si commenti da se per tutti coloro che vogliono leggerlo. Da una parte chi chiede una riqualificazione civile di una porzione della città, dall’altra chi spinge a perpetrare a vita l’attuale inaccettabile degrado urbano che non ha eguali al mondo. Peraltro senza portare nessuna argomentazione, nessuna pezza d’appoggio… Non è deprimente per voialtri?

    Veniamo alle vergognose diffamazioni: questo è un blog civico, personalmente ne gestisco molti. Uno dedicato all’Esquilino senza aver sponsor dell’Esquilino. Uno che ha avuto un enorme successo dedicato allo scandalo dei cartelloni pubblicitari senza aver come sponsor alcuna ditta di cartelloni. Uno dedicato al bike-sharing senza per questo avere appoggi o finanziamenti dalle importanti multinazionali del settore. Uno dedicato ai parcheggi interrati che non ha mai avuto il sostegno economico o finanziario di nessuna delle ditte interessate a questo business. Si tratta di puro e semplice impegno civico: ripeto, comprendo che per un romano medio come lei, signor Antonio, questo sia impensabile. Non è concepibile per tutti voi che un cittadino si impegni in prima persona per riscattare la propria città da una condizione di estremo degrado e invivibilità. Ci deve pur essere qualcosa sotto, vero? Piglierà i soldi da qualcuno fingendosi impegnato, in realtà è un corrotto…

    Ma magari, caro Antonio. Magari le aziende si decidessero a investire un poco anche sui tanti blog anti-degrado che sono nati a Roma negli ultimi due anni. Sarebbe un eccellente segnale. Non ci sono solo i “miei” blog, ve ne sono molti e tutti hanno bisogno di un minimo di sostegno economico. Spero che le aziende si sveglino e i blogger, nella massima trasparenza, dichiareranno gli oboli ricevuti se mai li otterranno. Ma poi, parlando per paradosso, anche se Pro Pup Roma fosse foraggiato e imbottito di dollari dalle ditte, cambierebbe qualcosa? Le argomentazioni cambierebbero? Il raffronto internazionale cambierebbe? La necessità di rendere FREQUENTABILI marciapiedi e strisce pedonali cambierebbe? Direi proprio di no… Dunque, se si vuole diffamare, occorre farlo anche in quel caso con cognizione di causa.

    [segue]

    RispondiElimina
  67. Riguardo alla mia “carriera” politica, non capisco cosa c’è di male ad avere accettato una proposta che mi venne fatta due anni e mezzo fa. Ho commesso qualche peccato? Ho forse parteggiato a favore della vergogna di Alemanno che poi ha vinto? Ho fatto una campagna elettorale puntando a obiettivi antisociali? Non mi pare proprio. Inutile dire che non ho nessuna intenzione di candidarmi a qualsivoglia competizione politica, in caso contrario sarei veramente un idiota a scagliarmi a favore di soluzioni (parcheggi interrati, allargamenti dei marciapiedi, eliminazione della sosta si superficie, contrasto alla sosta selvaggia) che fanno solo e soltanto –a causa di un elettorato formato da bifolchi, caro il mio Antonio- perdere voti!!!

    Anche qui, se si vuole diffamare o insinuare, occorre farlo con avvedutezza non cadendo in patetiche contraddizioni. E ora magari torniamo a parlare di sosta selvaggia, il video che documenterà le condizioni di Testaccio è in preparazione… Così vediamo chi avrà il coraggio di dire “vogliamo restare così…”.

    Riguardo alla ZTL di Testaccio considero uno scandalo (uno dei tanti di questa amministrazione) averla chiusa. Mi auguro che presto arriveranno i varchi elettronici e che i cittadini di Testaccio reagiranno ai continui ingressi contromano dalle strade senza telecamera.

    Sto battendomi anche per la ciclabile di Via Zabaglia (nessuno dei cittadini che ama la propria comunità l’ha citata) che il Municipio vuole smantellare per far spazio alla sosta in doppia fila. Una roba che non si può commentare.

    RispondiElimina
  68. sì di Eliana ce ne stanno migliaia, ognuna diversa, ognuna unica, ognuna con ua propria identità.
    Migliaia di migliaia di UNO.

    Arrenditi e curati.

    Il frocio ebreo e zingaro

    RispondiElimina
  69. Leggervi è incredibile ed è incredibile vedere che a Roma città dalla quale sono scappata via ormai quattro anni fa se uno ha idee chiare, è preparato su un argomento diventa automaticamente aggressivo. Ovvio, in mezzo all’ignoranza…..
    Da cittadina di testaccio espatriata vi leggo con orrore e esulto ad essere scappati via. Finché la gente avrà questa mentalità l’italia andrà sempre piu’ a fondo sono raggelata…. Gli avete detto le peggio cose, ma il violento è lui vero???
    Brividi.

    RispondiElimina
  70. Tra tutti i "leoni da tastiera" Massimiliano Tonelli è sicuramente quello che non farebbe ridere manche una iena! Ma con quale saccenza si permette di insultare dietro una scrivania dei suoi concittadini? Da millenni proprio la piazza, l'agorà, è la culla della democrazia. Pure lei deve averlo letto in qualche libro, ma forse ormai giace dimenticato proprio in un bellissimo garage...

    RispondiElimina
  71. Beh, basta poco per essere un "leone" nel tuo mondo. Basta saper scrivere in italiano, argomentare, appellarsi alle REGOLE... Basta davvero poco!
    Chi si riempie la bocca di democrazia mi ha sempre fatto profondamente schifo. Chi scambia il concetto di "democrazia" con quello di "anarchia", mi fa direttamente vomitare. E' quello che succede in questo paese, a tutti i livelli. Dove non si capisce, MAI, che la libertà di fare il porco comodo proprio finisce un millimetro prima in cui inizia quella degli altri. Questo vale, ad esempio, anche per un marciapiede, una striscia pedonale e quant'altro.

    Nel mio molto ipotetico garage giusto i libri potrebbero esserci, visto che di automobili mi sono spossessato da tempo. Perché non fai lo stesso? Vedrai che senza quel fardello disintossicherai anche il tuo cervello, iniziando a dire meno stronzate...

    RispondiElimina
  72. Bhe vabbuo ma qua siamo a livelli di TONELLI-RESTO DEL MONDO tre a zero!!!

    RispondiElimina
  73. Vi invito a leggere questo articolo, tratta dalla gazzetta comunista "La Repubblica" diffusa in clandestinità dalle partigiane in bicicletta. Probabilmente alcuni di voi la giudicheranno "un falso" come il rapporto di Legambiente e come al delibera del Comune di Roma che prevede 96 posti auto sotto piazza Testaccio. Svendiamo una piazza per far parcheggiare le vostre schifose automobili!!!! E la chiamate battaglia di civiltà ma chi ci crede? Ecco il link, saluti http://www.repubblica.it/motori/ecoauto/2010/12/28/news/motori_diminuzione_indice_motorizzazione-10653528/

    RispondiElimina
  74. Si, assolutamente fasulla. E non per colpa di Repubblica, che semplicemente riporta un comunicato stampa, ma per colpa di Euromobility. Puoi leggere il motivo dell'inaffidabilità di tutto il rapporto già su www.bikesharingroma.com e oggi pomeriggio su www.degradoesquilino.com.

    Detto questo mi offro per accompagnarti sottobraccio a Péiazza Testaccio, ti accorgerai con i tuoi occhi che la piazza è OGGI svenduta alle auto posteggiate a membro di segugio ed ai furgoni, l'obbiettivo di domani è riqualificarla, renderla per la stragrande maggioranza pedonale e verde, relegando le auto al sottosuolo.

    Vedi che siamo perfettamente d'accordo...?

    RispondiElimina
  75. Eliana, Irene, Lorenzo, Daniela, siete grandi! Un saluto solidale da S.Giovanni, quartiere che sta combattendo i tonelli vari e i suoi amici costruttori-speculatori!
    Patrizia

    RispondiElimina
  76. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  77. Avevo già commentato all'inizio e lo faccio di nuovo ribadendo che abito a Testaccio da 33 anni (il nome e cognome è in firma).

    Leggo solo ora tutti i commenti che mi anticipano. Allora, sono stato a Madrid varie volte e non mi sembra che i parcheggi siano acquistabili o meglio, vengono utilizzati come sosta oraria proprio come le strisce blu.

    Altra cosa, è inutile girarci intorno, il VERO problema è l'ASSENZA degli organi competenti incaricati (e STIPENDIATI) nel far rispettare le regole: i VIGILI URBANI.

    Questa assenza e menefreghismo delle istituzioni c'è sempre stata, dai temi di Rutelli, Veltroni e ora con Alemanno. E'inutile farsi fregare ancora dalle ideologie politiche.

    In quanto a certi esercenti (NON DICO TUTTI!) ce ne sono parecchi che, anche in presenza di un parcheggio libero sulle strisce blu, continuano a parcheggiare davanti ai passi carrabili e in doppia fila, come nel caso di Ne Arte Ne Parte sotto casa mia e di cui scrissi un articolo con tanto di foto:
    http://roma.citycool.it/ne-parte-ne-parte-testaccio-0317.html

    Oltre a questi, aggiungiamoci anche i residenti che vogliono l'auto sotto casa.

    Sono forse l'unico imbecille che non parcheggia MAI in doppia file ne sulle strisce pedonali. Molte volte parcheggio all'Aventino se non trovo il parcheggio vicino casa.

    La ZTL andrebbe benissimo ma deve essere supportata da TOLLERANZA ZERO e INASPRIMENTO delle regole ma ancora prima dalla PRESENZA di questi cazzo di vigili che stanno intanati.

    Il resto, per me, sono chiacchiere pari quasi a zero.

    RispondiElimina
  78. Grazie Patrizia di S.Giovanni, sono d'accordo per unire le forze col vostro comitato, ora che le vacanze stanno finendo ne parlo con gli altri condomini. Comunque per quanto ne dica tonelli o questo finto blog pieno di fan dei parcheggi interrati (?) a Testaccio l'assoluta maggioranza è totalmente contraria e vuole semplicemente che piazza Testaccio sia restituita alle persone e non alle automobili. Tutto il resto, ideologie comprese, è pattume. Resistiamo! Irene

    RispondiElimina
  79. Sono un testaccino e sono assolutamente contrario alla costruzione di parcheggi interrati nel quartiere. Ogni struttura dedicata alle automobili non fa che aumentare il traffico circolante e incoraggia l'uso dei veicoli a motore. Dobbiamo invece dissuadere chi viene nel nostro rione ad usare l'automobile. Dobbiamo incoraggiare la mobilità sostenibile. Invece che smantellare la pista ciclabile presente attualmente, credo che dovremmo costruire una rete di ciclabili. Per quanto riguarda la ZTL credo dovrebbe essere il più possibile estesa nella dimensione e nell'orario e fatta rigorosamente rispettare.

    RispondiElimina
  80. Glauco sono d'accordo con te per quanto riguarda ZTL e piste ciclabili, il fatto è che a Roma (almeno per quanto ho visto), manca, chiamimola, la cultura della bicicletta e sarà dura far capire che una pista ciclabile può tornare utile. Preferiranno sempre la gettata di cemento per il box al parco giochi o alla pista ciclabile.
    La ZTL dovrebbe entrare in funzione tutti i giorni da una certa ora in poi, in modo che possa essere filtrato il traffico in maniera adeguata a garantire un vivibilità del quartiere a chi ci abita.

    RispondiElimina
  81. @Stefano S: putroppo è evidente che a Roma manca la cultura della bicicletta e, aggiungerei, che è difficile anche la vita del pedone. Siamo molto lontani da paesi più civili dove i centri storici sono chiusi alle auto sempre, dove le piste ciclabili sono presenti ovunque e dove persino esistono esempi di quartieri car-free. Comunque, spero che prima o poi anche da noi ci si renda conto che l'utilizzo dei mezzi privati in grande quantità nelle città è insostenibile per l'inquinamento, per il rumore, per gli ingorghi e spero che la coscienza ecologica prevalga. Per quanto riguarda la ZTL sono perfettamente d'accordo con te. Aggiungerei un altro argomento: io eliminerei il luna park notturno della via sotto il Monte dei Cocci e destinerei i locali ad artigiani e artisti.

    RispondiElimina
  82. Grande Glauco, sono completamente d'accordo con te. Via Monte dei Cocci sarebbe fantastica se destinata ad artisti, designer, piccole case editrici, web factory ecc. Se un posto del genere esistesse a New York (e in parte esiste, il Meat Packing District, il vecchio quartiere del Mattatoio e dei macellai) sarebbe diventato questo. Altro che il lunapark, sinceramente dal punto di vista della mia percezione anche parecchio pericoloso (io la sera su via Zabaglia non ci passerei da sola, tra parcheggiatori abusivi che ti approcciano, ubriachi che vomitano, gente in preda a varie sostanze,bottiglie rotte ecc.) altro che questo idiota del blog che si permette di usare parole come "cafon-commercianti" "cretini" ecc. vuol farci bere...Madrid, i parcheggi sotterranei per la vivibilità dei quartieri...sì siamo tutti fessi, mi viene da firmare Alice nel paese delle meraviglie questo post...

    RispondiElimina
  83. @Irene: hai perfettamente ragione. Oltre a causare un traffico notturno che richiede gli straordinari a molti vigili urbani e un rumore assordante che disturba molti testaccini che abitano nelle vie limitrofe, il "lunapark" del Monte dei Cocci è sicuramente un problema anche dal punto di vista della sicurezza, visti i numerosi episodi di piccola criminalità che vi succedono e visto il genere di clientela che frequenta in massa i locali notturni. I parcheggi privati servono solo a far guadagnare chi usa gli enormi flussi di macchine che arrivano nel nostro quartiere.

    RispondiElimina
  84. salve, intanto mi presento, sono daniele, NON sono di testaccio ma sento comunque il bisogno di esprimere una mia riflessione al proposito. Frequento testaccio da 4/5 anni, da quando mi sono iscritto alla facoltà di architettura di Roma3 al vecchio mattatoio. Concordo con tutti voi l'invasività delle auto private che limitano quando non bloccano ogni altra mobilità(parlo da ciclista o comunque da fruitore di mezzi pubblici). Ritengo che il pup non risolva il problema. quello ipotizzato a Piazza Testaccio, a differenza di quello di via Manuzio, andrebbe ad aumentare il traffico nelle piccole vie interne del rione. L'edificazione del parcheggio oltre al REALE rischio per gli edifici circostanti, agli elevati costi di costruzione e dei necessari monitoraggi sui palazzi durante le operazioni di scavo, per evitare lesioni pone inoltre altri 2 problemi di cui uno è la compatibilità con una eventuale ed efficiente ZTL. Fatto il parcheggio bisogna garantirgli l'accesso quindi via vai di macchine, anche all'estero i grandi percheggi pup sono all'esterno delle zone pedonali o semi-pedonali. il secondo mi è stato stimolato proprio da i viaggi consigliati dal sig. Tonelli, è il problema dell'eliminazione dei fumi delle auto che si spostano nel sottosuolo e dell'areazione dello stesso parcheggio. carino un bel parco giochi, il verde, e i bambini che giocano affianco a questi grandi tubi di scappamento!!! quale mamma non sarebbe contenta di ciò! inoltre proprio per ritornare al tema della mobilità ciclabile-pedonale mi meraviglio appunto del totale disinteresse o cmq scarso ad altre "piccole" questioni che invece farebbero fare un bel salto di qualità. come ad esempio la permeabilità pedonale del mattatoio, simbolo di testaccio, e da me tanto amato, che sta venendo parcellizzato, suddiviso nel suo interno in tante piccole micro-aree, separate da reti, cancelli più o meno fisse che impediscono una fruibilità anche solo di passaggio, facendolo diventare un grande isolato impermeabile al pedone, costringendo una persona che da via zabaglia o da monte dei cocci, vuol raggiungere il tevere ad una grande circumnavigazione. immaginatelo invece aperto, dove insegnare a vostro figlio ad andare in bicicletta, dove gli anziani del centro della signora Mirella possono fare una passeggiata.. un'altro tema è la pista ciclabile di V.Zabaglia in via di smantellamento, in tutta italia si costruiscono, si cerca di diminuire il gap che abbiamo con il resto d'europa, ma a testaccio si smantella per permettere una fila in più di parcheggi, il tutto nella quasi totale indifferenza dei testaccini.. inoltre una pista ciclabile ben fatta non facilita solo i ciclisti ma evita più dei normali marciapiedi i parcheggi "alternativi".
    spero di aver dato stimoli in più alla forse poco costruttiva discussione del blog.
    D.

    RispondiElimina
  85. Purtroppo una improvvida affermazione di Renzo Piano, riferita ad altri contesti (New York, Londra) ha convinto alcuni che i parcheggi generino flussi di traffico. La realtà è tutta diversa, poiché la gente non è che è schizofrenica e continuamente entra ed esce dall'autorimessa: i flussi, insomma, sono assolutamente tranquilli. Per un parcheggio da migliaia di posti come quello sotto Villa Borghese cosa dovrebbe crearsi, dunque, il blocco fisso del traffico sul muro torto dove si trovano le rampe? In realtà non succede nulla di simile e difficilmente, transitando verso Piazzale Flaminio, ci si può accorgere di qualche auto che entra o che esce.
    Da studiare, giustamente, la compatibilità tra il parking e la ztl, ma questa non è una buona motivazione per non realizzare una infrastruttura così importante.

    RispondiElimina
  86. Massimiliano, sai che ammiro il lavoro che stai svolgendo su altri blog, ma su questo non mi trovo d'accordo.

    Secondo il mio modesto punto di vista i parcheggi sotterranei sono una finta soluzione. Giunti nel 2011 dobbiamo disincentivare l'uso dell'automobile.

    Il problema delle auto non è relegato solo ed esclusivamente ai parcheggi. Per quanto detesti coloro che parcheggiano in doppia fila, sulle strisce pedonali, davanti alle strutture per i diversamente abili, l'obiettivo deve essere un altro.

    Andrebbero ricostruite sia sul piano del personale, organizzativo e strutturale, le aziende che si occupano del trasporto pubblico (metro e bus) e rendere Roma una città davvero competitiva nel mondo. E' li che dobbiamo puntare con il denaro pubblico.

    Conosco molto bene la Spagna e ad oggi con la crisi che stanno vivendo molti di quei parcheggi sono semi deserti. Ma Madrid, a differenza di Roma ha un servizio di trasporto pubblico che funziona sul serio.

    Cosa facciamo? Premiamo soltanto coloro che possono permettersi un auto e un parcheggio?

    Ad esempio io che non ho mai avuto un auto di proprietà (ho lavorato per anni presso una multinazionale di autonoleggio ed ho una cultura dell'auto differente dall'italiano medioo) ed uso i mezzi pubblici e il carsharing, perché dovrei pagare i parcheggi interrati?

    Testaccio andrebbe ripulita dal malcostume senza scendere a compromessi (il denaro per i lavori per i parcheggi è pur sempre pubblico).

    Rendiamo la piazza zona pedonale e facciamo uscire dalle loro tane i vigili urbani in modo che possano lavorare di giorno e di notte e sanzionare senza pietà gli automobilisti indisciplinati.

    Attiviamo una ZTL che non dia la possibilità ai più furbi di aggirarla con escamotage da terzo mondo (targhe coperte, sportelloni alzati, ecc.)

    RispondiElimina
  87. Alessandro con tutta la stima che abbiamo vicendevolmente ti riscrivo e ti confermo che hai scritto una serie di cose incongruenti e che stai facendo un enorme regalo ai furbetti della sosta che uccidono la città e i cittadini. Ma ti rendi conto di quello che hai scritto?
    “Premiamo solo chi può permettersi un parcheggio”??? Ma con questo ragionamento bisognerebbe mettere gratuite anche le auto, perché esiste il diritto alla mobilità ed allora non si può privilegiare solo chi ha i soldi per comprarsi la macchina. E il bollo? E l’assicurazione che a Roma costa 2000 euro all’anno?
    “Scendere a compromessi”??? Ma quali compromessi? Si tratta di mettere in piedi una gestione della sosta, banalmente (banalmente!!!), come è gestita in tutte le altre città d’Europa.
    “I soldi per i parcheggi sono soldi pubblici”??? Ma che cosa dici. Sono tutti soldi privati, il Comune non spende un euro anzi guadagna dei soldi.
    “I vigili urbani”??? Ma tu Alessandro vuoi scherzare o cosa? Vogliamo mettere un vigile affianco di ogni automobilista? Vogliamo creare un corpo da 2 milioni di vigili urbani? E la domenica? E la notte fonda quando i vigili non ci sono? E durante la pausa pranzo quando scompaiono? Ma ti rendi conto che proporre soluzioni inattuabili è un regalo ai prepotenti che sanno benissimo che i Vigili sono corruttibili, che le multe si possono far togliere, che i Vigili non ci sono quasi mai. Ma perché in tutte le città le strade sono regolate dall’arredo urbano e dalle infrastrutture e non dai Vigili? Perché???
    “Gli ingressi contro mano in ztl”??? Ma possibile che non capisci il motivo per cui la gente entra in ZTL. Ci entra perché sa che lì dentro, in qualche modo, potrà lasciare abusivamente parcheggiata l’auto. Sapendo di non trovare un buco, di trovare strade pedonali, senza sosta selvaggia e solo sosta regolamentata ed a pagamento che cosa cavolo entrerebbero a fare????
    E’ sconvolgente costatare che gente giovane come te sta quaranta anni indietro rispetto ai nostri coetanei a Madrid, a Londra, a Parigi, a Berlino. Ma io mi domando soltanto: PERCHE?????? Perché non abbiamo almeno l’umiltà per capire che non è questo il modello di sviluppo corretto? Che stiamo legittimando una città che uccide 300 persone all’anno a causa di queste politiche di gestione della sosta. Un briciolo di umiltà…
    Ma perché la civiltà continua a farci schifo?

    RispondiElimina
  88. Scusa Massimiliano ma chi investirebbe in queste opere?

    Proprio perché la benzina aumenta ogni giorno e le assicurazioni sono tra le più care in Europa, si dovrebbe disincentivare l'uso dell'auto.

    Il discorso dei Vigili Urbani non mi va giù. Che facciamo, siccome a loro (che tra le altre cose hanno "vinto" un concorso senza che nessuno li obbligasse a presentarsi) non va di lavorare dobbiamo far finta di nulla?

    Il Vigile che non fa il suo dovere o che cancella le multe degli amici o prende le mazzette (basterebbe controllare la propria zona di competenza), deve essere cacciato e denunciato.

    Per l'arredo urbano mi trovi d'accordo ma inteso come struttura negli angoli della strada e paletti contro la sosta in doppia fila, proprio come nel modello di tante altre città europee.

    Stesso discorso per la ZTL. Scusate tanto, ma se non riusciamo a contrastare sta massa di incivili come pretendiamo poi di eliminare la delinquenza e le organizzazioni criminali?

    Cosa fai, privatizzi un'area comune?

    A me risulta che nelle altre città si punti di più a eliminare l'abuso di auto (vedi Amsterdam). Molti miei amici a Madrid neanche hanno l'auto e non solo in questo periodo di crisi, ma da sempre.

    Siamo noi che abbiamo un auto per ogni patentato in famiglia.

    Scusa ancora, quanti numero di parcheggi si prevedono con queste opere? Davvero pensi che coloro che fino ad oggi non pagano il parcheggio e non vogliono parcheggiare oltre i 100 m dall'abitazione, siano disposti a pagare per farlo?

    Te lo dico proprio perché sotto casa mia sia gli abitanti (quando i parcheggi regolari sono occupati) che gli esercenti (non vogliono pagare), parcheggiano in doppia fila perché vogliono l'auto a portata di mano.

    E i passi carrabili? Pensi che coloro che parcheggiano ogni giorno gratuitamente davanti il nostro passo carrabile siano disposti a parcheggiare lontano e per giunta pagando?

    Il Comune non ha i soldi in cassa e per una volta che potrebbe incassarli senza inventarsi strani giochetti con i semafori, cosa fa?

    Si sbrigassero a intervenire altrimenti presto ci sarà un aumento dei fatturati dei carrozzieri, gommisti e ditte che sostituiscono i cristalli delle auto. Ecco dove si andrà a finire presi dall'esasperazione.

    RispondiElimina
  89. Alessandro evidentemente è mia la colpa che non riesco a spiegarmi. Il piano PUP, con tutti i difetti che ha perché ne ha, non è in alcun modo una spesa per l’amministrazione, per la collettività e per il comune. Al contrario è un grosso affare per tutti noi. Il comune concede per alcuni anni (non privatizza, sebbene non ci sarebbe nulla di male, ma concede) il sottosuolo che è di sua proprietà in cambio la ditta che svilupperà quel lotto avrà l’obbligo di mantenere la superficie e di corrispondere una cifra al comune. L’operazione, come vedi, è pensata per far guadagnare l’amministrazione, non per farla perdere. Ad investire sono SOLO i privati, che guadagnano vendendo i box e affittando la sosta tariffata oraria. E’ una situazione –forse per questo dà tanto fastidio- in cui tutti guadagnano: guadagna il comune, guadagna la ditta, guadagna la città che diventa più bella, sicura, pulita e ordinata. Mi dispiace perché così dimostri proprio di non conoscere l’abc del Piano Pup e della sua logica. Ripeto: è zeppo di difetti e molto migliorabile, per carità, ma è un grosso vantaggio per il Comune e ogni “no” ad un parcheggio è un danno erariale. Sono soldi che vengono sfilati via dalla tasca di un Comune già in bancarotta: un vero e proprio crimine che i cittadini fanno contro se stessi. Ma vuoi mettere quanto è meglio un comune in bancarotta pur di dover essere costretti a posteggiare regolarmente?

    Detto questo, andiamo avanti.

    I Vigili Urbani? Non è che dobbiamo far finta di nulla. I Vigili Urbani devono funzionare come funziona in tutta Europa, ma può solo funzionare in un contesto di ordine e logica come è in tutta Europa e di questo contesto ordinato e regolare fanno parte anche i parcheggi interrati. Ma non ci dovrebbe essere davvero nulla da discutere visto che ovunque è così senza alcuna eccezione, ai quattro angoli del nostro continente.
    La lotta, hai ragione, è per ridurre le auto possedute dalla gente. Agendo sulle auto di troppo che le famiglie posseggono (la seconda macchina, la terza macchina, fino alla quinta…). Ma queste auto superflue esistono ESCLUSIVAMENTE perché c’è per loro spazio gratuito a disposizione. Le famiglie si comprano la quarta macchina a cuor leggero perché sanno che in un modo o nell’altro troveranno modo e maniera di posteggiarla gratuitamente per la notte. Questo è il motivo dell’oceano di automobili che avvelena Roma.
    A Madrid i tuoi amici non posseggono l’automobile per due ordini di ragioni, la prima è l’ottimo trasporto pubblico, la seconda è che sarebbe impossibile posteggiarle senza pagare pegno. E se devi mettere in conto il costo del parcheggio, ti fai due calcoli e se l’auto non ti è proprio indispensabile non la comperi. Ma è così difficile da analizzare questo processo?

    Vi sono biglietti a 30 euro andata e ritorno per Madrid: la città è così comoda che si può fare un viaggio in giornata. Io invito tutti a fare un scappata ed a rendersi conto con i propri occhi come si governa la sosta in superficie e interrata in una città grande come Roma e con caratteristiche simili a Roma.

    Non puoi dire Alessandro “credi che quelli che violano le leggi la smetteranno una volta fatto il parcheggio”! Primo perché grazie al parcheggio si potranno fare orecchie e parapedonali che renderanno praticamente impossibile la sosta selvaggia e la doppia fila, dunque i nostri amici prepotenti non avranno molta scelta. E secondo perché con sto ragionamento bisognerebbe, che ne so, depenalizzare i furti al supermercato visto che c’è la crisi e la gente non arriva alla fine del mese. Non è questo il modo con cui si governa una città.
    Spero di averti chiarito tutti i dubbi visto che il tuo appoggio affinché Testaccio diventi un Rione civile è fondamentale come lo è stato fin’ora.

    RispondiElimina
  90. Le orecchie nonchè i nostri amici prepotenti con la supercazzola bitumata in doppia fila. E non mi venite a dire che una volta fatto il parcheggio come se fosse antani la sosta selvaggia con scappellamento a destra in prefettura?!
    Forse non ha capito. Io dicevo che se fosse sosta tariffata a parcheggio sotterraneo, andando su o giù, giù o su, segua col dito, vede, se va giù non va su, se va su non va giù!
    E poi le capitali Europee, ripeto, forse come se fosse antani!

    ProPupRoma siete fantastici!
    Perdonatemi non ho potuto resistere
    UGO

    RispondiElimina
  91. Si si, in settimana torneremo a parlare di Piazza Testaccio.

    RispondiElimina