venerdì 8 ottobre 2010

Il parcheggio? Vallo a cercare nel Vallo


Ce lo avete presente? E' proprio lui, il Vallo Ferroviario che separa in due il Pigneto. Pigneto Citeriore e Pigneto Ulteriore, giusto per affibbiare due nomignoli. Oltre al problema di essere un quartiere tagliato in due e collegato solo dall'istmo di un fetente ponticello, il Pigneto ha la sfiga di avere grossi problemi di parcheggio essendo, com'è, molto frequentato per la movida notturna.
Il sogno ovviamente è presto fatto: grazie ad un grande parcheggio sotto al Vallo ferroviario (unito al parking, già ultimato, dentro la ex-Serono) tutta la parte del Pigneto storica verrà completamente liberata dalla sosta a raso. Un vero e proprio sogno se solo lo immaginate un attimo. In un istante questo potrebbe diventare meglio del Maraias a Parigi, meglio di Chueca o La Latina a Madrid, meglio del Barrio Latino di Barcellona. Un quartiere con vita notturna di qualità. Accessibile a tutti perché privo di auto a ingombrare gli spazi pedonali, i marciapiedi, gli scivoli per gli handicappati.
C'è posto per migliaia di auto da togliere dalla superficie. E c'è posto, sopra, per una sconfinata piazza pedonale (qui dovrà passare anche il tram che deriverà dalla trasformazione del vecchio trenino e che andrà ad unirsi all'attuale linea sulla Prenestina) che sarà uno dei luoghi d'aggregazione più simbolici della città. Ci sono gli spazi per una valorizzazione urbanistica mai vista in città, collegata con tram, bus, metroC e Fr1. E accessibile anche dalla Nuova Circonvallazione Interna che entro il Vallo dovrà transitare. Cosa minchia si aspetta a mettersi al lavoro?

18 commenti:

  1. Magari! Ci abito al Pigneto, e una cosa così sarebbe un sogno!

    RispondiElimina
  2. Intanto le auto parcheggiano sui marciapiedi della Casilina rendendo impossibile parcheggiare.

    Vogliamo un'isola pedonale più grande e le auto sotto terra! Basta fare lo slalom tra le lamiere.

    Rent

    RispondiElimina
  3. Fatevi portavoci di una esigenza di questo tipo verso il Muncipio e poi verso il Comune. Non limitatevi solo a commentare nei blog, fate pressione per ottenere obbiettivi di qualità.

    RispondiElimina
  4. Se ne parla da anni, ma purtroppo non s'è mai realizzato. In effetti bisognerebbe fare qualcosa di più per sensibilizzare chi di dovere ad impegnarsi affinché questo progetto veda la luce.

    RispondiElimina
  5. A parte che, definendovi "comitato on-line", non si capisce perché voi vi limitate a scrivere sul blog mentre i cittadini dovrebbero impegnarsi. E poi moltissime ricerche dimostrano che aumentare i parcheggi non diminuisce ma aumenta il numero delle automobili. Leggete ad esempio su wikipedia: "il traffico indotto può essere evitato se il costo generalizzato del viaggio non diminuisce quando si aggiunge nuova capacità stradale (...). Questo si può raggiungere grazie (...) alla diminuzione della disponibilità di posti auto (...). (http://it.wikipedia.org/wiki/Traffico_indotto). Sono gli interessi speculativi quelli che si nascondono sotto richieste di questo tipo.

    RispondiElimina
  6. Quali interessi speculativi ?
    Secondo voi detrattori dei PUP tutti i PUP sono inutili perchè rimangono invenduti....
    Quindi i costruttori dovrebbero fallire, altro che arricchirsi...

    RispondiElimina
  7. E quali posti auto in più? Qui si parla di mettere sottoterra i posti che oggi sono fuori terra.
    Riguardo alla trita pantomima secondo cui i parcheggi interrati generano traffico, occorrerebbe chidersi perché in TUTTE le città del mondo ogni strada ed ogni piazza ha un parking sottostante e in superficie regna la pulizia, l'ordine, la tranquillità e soprattutto una cosa che voi odiate a morte: I PEDONI, LE BICI, I BAMBINI CHE GIOCANO, I TAVOLINI DEI BAR E DEI RISTORANTI (non a caso a Roma si gioca a far loro la guerra).

    RispondiElimina
  8. pubblicato anche su pigneto.it
    sono proprio curioso di vedere come reagiscono i pignetari online... è dagli anni 50 che si parla di interrare il vallo per farci cose...

    RispondiElimina
  9. Se fossi in voi non parlerei di vallo e starei attento ai vari progetti che potrebbero avere.....

    RispondiElimina
  10. Le machine sono "armi di distruzione di massa" e devono restare fuori delle città come si fà a Londra, costruire parccheggi serve solo a aumentare i tumori nella populazione
    Una mamma

    RispondiElimina
  11. Uh, signora mia. E se i parking interrati e regolari fanno venire il canchero, allora cosa fanno venire i posteggi che tanto apprezzate al Pigneto tanto da battervi sempre per non volere cambiare la situazione? Se i parcheggi sotterranei che sono in ogni strada e piazza di Parigi e Madrid fanno venire il tumore, cosa fanno venire i parcheggi sulle strisce, in curva, in seconda fila, in divieto di sosta, addosso ai percorsi per cechi e davanti agli scivoli per gli handicappati? La peste bubbonica?

    E poi, cara mamma, sicuramente tu per prima ti sarai premurata di vendere la tua auto, dico bene?

    RispondiElimina
  12. Caro Sessorium la guerra ai tavolini dei bar e ristoranti la fanno (per me troppo poco) a quegli esercizi che espandono abusivamente lo spazio loro concesso. Sono come i cartellonari che piantano abusivamente i loro orrori e sono altrettanto pericolosi perchè spesso riducono la carreggiata ai minimi termini. Ora tu dirai che la carreggiata dovrebbe proprio sparire e sarei anche d'accordo in talune strade del centro storico, ma finchè sarà permessa la circolazione questi devono rispettare gli spazi loro assegnati. Prova ad esempio a vedere la situazione in via Mario de' Fiori girando a sx da via della Croce. Io col mio taxi a volte sono costretto a piegare lo specchietto per non urtare qualche testa distratta di un turista seduto. Anzi te la mando io qualche foto appena ci ripasso :)

    RispondiElimina
  13. il tassista che se la prende con i bar....buone notizie dalla giunta ,vero ? Il sindaco che non ti piace e che non voterai ti sta per aumentare le tariffe !
    Provate a protestare contro i tavolini vedi che ve li fa sloggiare tutti !

    RispondiElimina
  14. Queste le polemiche che ci uccidono. In una città primo bisogna dare delle priorità: verde, vivibilità, bambini, pedoni, alla fine commercio e auto. Esperienza diretta a Barcellona, ogni palazzo ha i suoi posti auto, parcheggi sotteranei dove è possibile - tutto a pagamento - ma chi parcheggia in doppia fila o in un posto indecente si portano via la macchina in un lampo. Ora il progetto, pare si chiamasse Dioniso, che prevedeva la copertura del Vallo ferroviario fu il nostro sogno degli anni 80. Allora se i cittadini spingevano sicuramente qualcosa si faceva...ora la situazione economica è compromessa, non per mancanza di soldi (vedi Roma Capitale) ma per la perdita delle istituzioni vicine al cittadino...ora sono vicine alla loro poltrona. Però sognare si può e si deve. Dov'è questo progetto, fateci copia e portatelo alla gente, nei bar, nei locali, nei comitati, prendete nota delle risposte. La bozza definitiva dovrà essere oggetto di referendum popolare...lo si porta al Campidoglio con stampa e cittadini. Almeno si scoprirà chi non ci vuole far volare. Marcomagno

    RispondiElimina
  15. Figurati, ma quale referendum. Ci sono cose NECESSARIE per la vita di una città e ci sono i leader della comunità chiamati a prendersi la responsabilità di fare le scelte. Altrimenti arriveremo a mettere un referendum domandando alla gente se vuole o non vuole pagare le tasse...

    RispondiElimina
  16. Per l'anonimo delle 12.41 ...ehi fermati un secondo io stavo solo punzecchiando Sessorium sul suo sogno di vedere tavolini in ogni piazza e via. Magari avvenisse ma di certo i proprietari dovrebbero pagare l'occupazione di suolo pubblico e rispettare le metrature delle concessioni non credi? E che c'entra la tariffa taxi ora? Vabbè che ormai se dovesse prosciugarsi il Tevere imputereste la cosa alla scorrettezza dei tassisti, ma perchè ogni 3 anni si deve ripresentare sta polemica sulle tariffe?La legge parla chiaro, le tariffe vanno riviste ogni 3 anni,punto. E scommettiamo poi che il 31 ottobre salterà tutto e si rimanderà tutto ad una commissione da designarsi nell'anno 201X ? Questa giunta non è amica di nessuno, solo di se stessa e dei propri interessi personali.
    Scusate se ho divagato ma mi spiegate quali sono i vantaggi di avere parcheggi completamente automatici?Occupano meno spazio?meno sorveglianza?
    Patrizio

    RispondiElimina
  17. Ovvio che dovrebbero pagare (E CARO) e dovrebbero rispettare i limiti. Su quello siamo d'accordissimo. Quello che mi fa incazzare è che a Piazza del Fico un tempo c'erano tavolini e ora automobili disordinatamente buttate lì. A Via della Pace un tempo c'erano i tavolini del Bar della Pace, in un angolo ne hanno trovati tre o quattro non autorizzati, dopo anni glieli hanno fatti togliere e ora ci stanno due macchine tanto che tutta la zona si è trasformata in quel che sembra il piazzale di una concessionaria o di uno sfasciacarrozze.

    Dovunque al mondo tolgono auto e mettono tavolini, qui si fa il contrario. Ma si ha idea anche solo del danno economico? Cosa produce un'auto in divieto? Cosa produce invece in termini di consumi, turismo, lavoro, camerieri un tavolino all'aperto?

    RispondiElimina
  18. vedi caro Patrizio tralasciamo la storia dell'adeguamento delle tariffe ogni tre anni e lasciamo stare anche il numero delle licenze (la verità è diversa da quello che dite come categoria...comunque lasciamo stare).
    Il problema in realtà non è il taxi come non è un tavolino o una bancarella (ora stuzzico io tonelli...) il problema è un pò più complesso. Ma ti rendi conto che il servizio taxi ormai non è per i romani ! Questo è un punto inaccettabile ! Anche i tavolini che vuole tanto sessorium quelli faranno ingrassare solo il padrone del bar/ristorante....per i pesci piccoli (camerieri più o meno regolari e più o meno extra comunitari non ci sarà un bel nulla).
    All'estero la città è fatta per i residenti, questo è un punto che a Roma non riesce passare .Leggo che i tour operator vogliono chiudere i fori imperiali al traffico....ma i tour operator pensano alle loro tasche e non certo ai romani ...!

    RispondiElimina