mercoledì 13 ottobre 2010

Il cantiere di Piazza Santiago del Cile e tutti i nostri dubbi






Una buona sistemazione superficiale. Un eccellente arredo urbano e degli ottimi materiali. Ma, secondo noi, le dimensioni della rotonda di Piazza Rio de Janeiro, dopo la chiusura imminente dei lavori del pup, sono sbagliate. Anche con il cantiere montato e dunque con la carreggiata molto ristretta, le auto trovano il modo di fermarsi in divieto, figurarsi quando il cantiere sarà completamente smantellato.
Fare posteggi interrati e poi vedervi le auto parcheggiate in divieto di sosta sopra è una delle più degradanti che può capitare ad una città contemporanea. Cosa ci vuole a ridurre le carreggiate al minimo spazio indispensabile per il transito evitando così la sosta selvaggia e obbligando chi vuole sostare ad utilizzare il parking?
Sottoterra ci saranno 121 posti auto, quello che è necessario fare è -almeno!- toglierne la metà dalla superficie, altrimenti l'opera pubblica sarà solo utile a far aquistare più macchine ai cittadini.

2 commenti:

  1. Progetto sbagliato o azienda che risparmia in materiale?

    RispondiElimina
  2. Non basta allargare i marciapiedi.

    Bisogna ridurre le carreggiate o mettere parapedonali che impediscano il divieto di sosta rendendo impossibile salire sul marciapiede dalla strada.

    L'impresa se ne deve preoccupare o i suoi box resteranno vuoti, mentre i cittadini si beccano anni di lavori e alla fine ANCORA SOSTA SELVAGGIA

    RispondiElimina