giovedì 29 luglio 2010

Maxxi. Un parcheggio ad arte


Non capiamo davvero cosa attendano ad assegnarne la gestione ed a offrire ai (tanti, per fortuna!) visitatori questo ennesimo eccellente servizio, ma a quanto pare il parking sotto al Maxxi, museo d'arte contemporanea al Flaminio, è destinato ai frequentatori del museo. Per fortuna. Roma avrà così due musei che, come tutti i grandi musei europei, dal Reina Sofia di Madrid al Pompidou di Parigi, saranno dotati di parcheggi interrati sotterranei, anche il Macro, infatti, come abbiamo visto qualche settimana fa, è dotato della medesima infrastruttura.
Il passo successivo per quanto riguarda sia l'uno che l'altro museo, è sfruttare questi posti auto messi a disposizione della città per ottenere quante più pedonalizzazioni possibili nei dintorni. Non è possibile che l'ingresso del Maxxi dia su una strada-parcheggio come è oggi Via Guido Reni!
E allora fate presto per il parking del Macro, fate presto per il parking del Maxxi e soprattutto aprite quanto prima i cantieri per il grande parcheggio di Via Guido Reni, strada destinata a trasformarsi in grande boulevard di passeggiata tra il Foro Italico (grazie al nuovo ponte) e l'Auditorium di Renzo Piano attraverso il Maxxi. O qualcuno prefereisce lo scempio del parcheggio in mezzo alla strade che c'è ora?

Nessun commento:

Posta un commento