mercoledì 21 luglio 2010

La lezione dei Castelli


Alle volte basta fare 30 chilometri dal centro di Roma per ritrovarsi in una realtà altra. Come ad esempio quella di Castel Gandolfo, ridente borgo sui Colli Albani famoso per ospitare la residenza pontificia.
Ebbene nel pieno centro della cittadina è successo che il sindaco con il presidente della Provincia Zingaretti abbiano inaugurato un parking interrato proprio sotto la piazza principale. Un'opera che deriva da un bando della Provincia per la riqualificazione dei centri storici e che dunque è stato co-finanziato dall'ente di Palazzo Valentini. Insomma avete capito: un parcheggio è, a Castel Gandolfo, un'opera "di riqualificazione".
Dei quaranta posti ricavati 20 saranno per i residenti che vorranno affittare i box, altri 20, invece, per la sosta a rotazione sotto la piazza che, manco a dirlo, si trasforma così in isola pedonale. Problemi archeologici che hanno bloccato tutto? Niente di tutto questo, a Castel Gandolfo, 30 km da Roma, l'archeologia è una opportunità, non un ostacolo: i ritrovamenti ce ne sono stati e tanti, ma il cantiere non è stato considerato un nemico, al contrario una chance per scoprire qualcosa.
Ah, dimenticavamo: a Castel Gandolfo -ha detto Zingaretti- nei prossimi giorni andrà a gara un altro parcheggio, da 170 posti auto. Tutti da togliere in superficie.

4 commenti:

  1. Te l'avevo detto che l'amministrazione di molti, non tutti, comuni dei Castelli è decisamente migliore...

    RispondiElimina
  2. Daje Zingarè che mo te liberamo un posto al Campidoglio!

    RispondiElimina
  3. Certo che in un paese abitato da quattro gatti un parcheggio sotterraneo è davvero una cosa fondamentale, oh sì, davvero fondamentale. Quaranta posti auto (dicesi quaranta!) poi rappresenteranno sicuramente una soluzione definitiva ai problemi di viabilità e parcheggio...

    RispondiElimina
  4. Forse non hai letto bene: pedonalizzeranno la piazza. Capisco che tu adori posteggiare a cazzo di cane nel centro storico di Castel Gandolfo, ma non potrai più farlo. Ti toccherà posteggiare sotto terra e pagare. Come succede in tutti i paesi da quattro gatti francesi, dove anche i borghetti medievali hanno, all'ingresso del centro, un bel parking e poi tutto pedonalizzato.

    Ad ogni modo -benché non sia granché divertente, ancora una volta, rispondere a commenti imbecilli come questo- occorre segnalare che Castel Gandolfo ha 9mila abitati e che, come purtroppo tutti i paesi dei Castelli, è letteralmente invaso di automobili. Dunque ben vengano i parcheggi per pedonalizzare questi paesi che, senza macchine ovunque, potrebbero diventare belli e civili.

    RispondiElimina