martedì 6 luglio 2010

La fiera delle sciocchezze: "voi di Pro Pup Roma siete in società con chi costruisce i parcheggi"

A parte che la dice lunga, ma davvero lunga, l'atteggiamento sospettoso di chi, vedendo nel prossimo un impegno civico gratuito, disinteressato, deve sempre cercarci il marcio. La gente in cattiva fede, la gente criminale nell'animo, non può accettare la presenza di persone oneste, di persone pulite, di persone specchiate che operano semplicemente in funzione del bene comune e delle buone pratiche internazionali.
Per loro -furfantelli da quattro soldi di professione- è fuori dalla grazia di dio la possibilità che qualcuno si impegni, per del tempo, si infervori e lavori in cambio solamente del tentativo di trasformare la propria città in un posto civilizzato. Per loro ci deve essere qualcosa dietro.

Come abbiamo dimostrato in maniera inconfutabile qui su Pro Pup Roma, i movimenti anti-pup sono composti da persone che hanno delle due una di queste caratteristiche: o sono stupidi, tarati, privi di comprendonio; oppure sono in cattiva fede. Ebbene cosa aspettarsi da questa gentuncola se non l'affermazione "voi difendete i parcheggi perché siete in società con coloro che li costruiscono"?

Bhe, sarebbe buffo. Anche perché dovremmo essere in società con tutti i costruttori, visto che parliamo di tutti, diamo visibilità a tutti, grossomodo difendiamo tutti. Praticamente secondo questa gentaglia, dietro Pro Pup Roma ci sarebbe un imprenditore con quote e partecipazioni in tutte le ditte che si apprestano ad aprire i cantieri dei pup a Roma. Una multinazionale vera e propria, una tentacolare holding industriale con presenze ramificate nel tessuto imprenditoriale della città.
Oppure ci potrebbe essere un pazzo. Un singolo imprenditore di una delle tante ditte che pur di realizzare i suoi cantieri, fa lobbing anche a favore di quelli degli altri. Tra l'altro, come si sa, Pro Pup Roma non è un sospetto progetto isolato che viene fuori dal nulla, bensì è uno dei tanti tasselli, delle tante tessere di un mosaico di blog civici assai vasto e variegato che comprende www.degradoesquilino.com, www.romafaschifo.com, www.bikesharingroma.com e www.cartellopoli.com. Curioso che un costruttore di parcheggi abbiamo il modo, la maniera e il tempo per impegnarsi in una azione di contro-informazione civica così vasta pur di fare lobbing a favore dei suoi cantieri.

Insomma, cari no-pup citrulli e nemici della vostra stessa città, ve lo volete mettere in testa o no che essere a favore dei parcheggi interrati non significa schierarsi a favore di questa o di quella società, bensì schierarsi a favore di un'idea di città che è l'idea preponderante in tutto il mondo? Fatevene una ragione: siete fuori dal tempo, dal mondo, dalla storia e pure dalla geografia. Portate avanti delle battaglie retrograde che danneggiano la città, non vi sorprendete se poi qualcuno reagisce e smerda le vostre argomentazioni dalla alfa all'omega, no?

12 commenti:

  1. E soprattutto, Pro Pup è l'ultimo blog nato, dopo anni e anni di battaglie civiche condotte sugli altri blog.

    RispondiElimina
  2. Eh certo, dopo aver fatto mille blog e mille battaglie -non avendo niente da fare- ci siamo messi a fare i costruttori. Robbbbe da matti...

    RispondiElimina
  3. Ho verificato di persona, PROPUPROMA è assolutamente autonomo, non schierato e indipendente, per questo quello che dice ha più significato, si muove nell'interesse della città, perchè sia più vivibile e bella.
    maurizio

    RispondiElimina
  4. Si vero, ho visto anch'io. Confermo le belle cose di maurizio . Ha ragione , verissimo.

    Francesco Gaetano

    RispondiElimina
  5. Francesco Gaetano. Se è ironia è da quattro soldi.

    RispondiElimina
  6. Pro Pup roma è solo l'ultimo dei blog creati da sessorium, dopo Degrado Esquilino, Roma fa Schifo e Bike Sharing Roma.

    RispondiElimina
  7. vi dico solo una cosa: ieri sera, Lungotevere, striscia blu...vado a pagare il parcometro ed esce fuori il classico parcheggiatore abusivo asiatico che mi fa "amico...buona serata..." e mi rompe le palle dal momento in cui ho parcheggiato fino a che non sono andato via...e sottolineo anche quando ero in macchina con la mia fidanzata a prendere le chiavi e la sigaretta, prima di uscire...lui era li, ad aspettare, con la faccia vicino al finestro, tutto sorridente.
    A questo punto perchè devo pagare 2 VOLTE un parcheggio??
    preferisco di gran lunga un parcheggio sotterraneo in zona, a barriera, in cui pago una volta un prezzo e decido io quando tornare, e non il parcometro o meglio ancora l'ansia per non aver dato nulla all'abusivo col rischio di trovare una sorpresina sulla macchina.
    Pro Pup para toda la vida!!!

    RispondiElimina
  8. Almeno il parcheggiatore asiatico sorride e aspetta la mancia.

    I criminali romani o napoletani che si trovano altrove ti sventrano le fiancate se non paghi!

    RispondiElimina
  9. Ma infatti il parking ATAC di Trastevere è una figata assoluta. E poi è vuoto, la gente preferisce pagare 10 euro a un parcheggiatore gestito dalla criminalità piuttosto che pagare 2 euro nel parcheggio regolare (fornito anche di navetta verso il cuore del Rione...)

    RispondiElimina
  10. Ma Alestracazzo non doveva eliminare i parchejatori abusivi?

    RispondiElimina
  11. Viva il parcheggio ATAC di trastevere...Peccato che sia sempre pieno di auto parcheggiate abusivamente appena intorno gli ingressi.

    RispondiElimina