venerdì 14 maggio 2010

Una riflessione per il finesettimana...

La domanda è molto semplice. Perché Place Vendome, la più rappresentativa piazza di Parigi (ma potremo considerare altre piazze della capitale francese) è tutta pedonalizzata e preclusa alle auto e ha sotto di se un parking sotterraneo con tanto di rampe mentre per Piazza Farnese non può essere così, mentre per Piazza di Spagna no può essere così, mentre per Piazza Navona, per Piazza della Repubblica, per Piazza del Popolo, per Piazza Venezia non può essere così?
E' davvero solo una questione di archeologia. E' davvero vero che una città nel 2010 auto-delibera una eutanasia civile per se stessa solo e soltanto per rispetto di alcuni reperti del passato? E' solo questo il punto? O c'è una questione culturale?
E se c'è una questione culturale quale è la cultura migliore. Quella francese che pedonalizza le piazze mettendo le auto nel sottosuolo o quella romana che per non intaccare il sottosuolo lascia le piazze alla merce' del caos, del malaffare, dei parcheggiatori, della malavita, dell'inquinamento e del pericolo per la circolazione?

12 commenti:

  1. Leggiti i giornali, guarda cosa succede ...guarda !
    http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_maggio_14/metro-C-voragine-Celio-1703016108487.shtml

    RispondiElimina
  2. Gli abitanti NIMBY del Celio a mio avviso stanno decisamente esagerando, visto che i lavori non sono nemmeno iniziati. Il fatto che loro abbiano già una metro a Colosseo non li autorizza a privare gli abitanti degli altri quartieri di un mezzo di trasporto pubblico efficiente.

    RispondiElimina
  3. A costo di cosa ? Della vita ? Ti rendi conto che si è sfiorata una strage ? Anche il silenzio di sessorium è indicativo...starà meditando sui suoi errori... ? Speriamo

    RispondiElimina
  4. Lì la strage si è sfiorata, a causa della sosta selvaggia e delle auto, invece, la strage sulle nostre strade avviene ogni settimana. Tra una strage CERTA ed una SFIORATA scelgo mille volte quella SFIORATA. Voialtri?

    RispondiElimina
  5. Veramente triste, per i tuoi interessi (perchè si tratta solo di questo) sei disposto a far morire delle persone...che dire ? Continua a distruggere le fondamenta dei palazzi, le fondamenta delle scuole e poi quando succede dai la colpa al caso o ai terremoti. Dopotutto l'hanno gia detto in passato, è come un pò di zucchero che cade nel bicchiere e fa uscire l'acqua...era il vajont !

    RispondiElimina
  6. Questo blog non è animato da alcun interesse personale. Il blog è realizzato da una persona, chiamata Massimiliano Tonelli, che fa lavori che con tutto hanno a che spartire ma che nulla c'entrano con i parcheggi. Il blog mira solo a creare un sentiment diffuso che aiuti la città ad arrivare ad un livello di infrastrutturazione (parcheggi compresi) simile alle altre città europee dove, ad esempio, si stanno togliendo le auto dalle strade per metterle sottoterra. Si chiede, banalmente, di fare questo anche qui.

    Squallido, quello si, e vergognoso, e assassino, l'interesse di chi, per non pagare 2 euro di parking, arriva a lasciare l'auto laddove può aumentare l'inquinamento, la congestione, lo stress, i rischi, il degrardo della città. E dove, per diretta conseguenza, può portare al ferimento ed alla morte di qualche proprio concittadino. Ogni divieto di sosta, una incriminazione per tentato omicidio, a nostro parere. Poi se ne riparla.

    RispondiElimina
  7. Mi sembri Proietti in febbre da cavallo, dalle uova passa alle guerra atomica ! Speriamo non ci siano stragi per interessi personali (lo ripeto ok).

    RispondiElimina
  8. Un'altra cosa, non sei aiutato da nessuno a fare il blog ? Forse per questo porti temi sempre inutili e stravaganti...sei troppo impegnato !
    A vedere dai commenti, il blog va molto molto molto e molto male !

    RispondiElimina
  9. Non sono aiutato da nessuno no. Ma questo è un blog piccolino e neonato che tratta di un argomento di nicchia. L'ultimo dei miei blog civici (degradoesquilino.com, bikesharingroma.com, romafaschifo.com e cartellopoli.com) che combattono la Roma fatta da gente come te! Non so se è chiara la metafora...

    RispondiElimina
  10. Innanzitutto ritengo che quella non sia una metafora...parlerei di allusione . Comuqnue a me personalmente gli errori piacciono perchè vuol dire che si scrive in maniera istintiva .

    Io non condivido le tue idee ma sarei pronto a morire perchè tu possa esporle (ovviamente nella civiltà....tu hai capito l'allusione ?). Sui pup abbiamo posizioni diametralmente opposte, ma bada bene fin dalla partenza. Ad es. parlando di argomento di nicchia forse non hai capito bene di cosa si parla (dopotutto queste opere coinvolgono l'intera città...e il tuo approccio di nicchia forse è un pò fuori luogo).

    PS
    mi dispiace sul fatto che nessuno ti aiuti, ritengo che in proposito avrai fatto qualche considerazione. Se condividessi le tue idee e con i miei mille difetti ti aiuterei (ovviamente sempre all'interno della civiltà).

    RispondiElimina
  11. Io noto due figure principali degli oppositori:
    - i pezzenti dell'utilitaria (o auto d'annata) che parcheggiano in divieto perché pensano di non potersi permettere il parcheggio (e allora rinuncia alla macchina, no?)
    - i ricconi-cafoni che credono di essere padroni delle strade

    Bisogna combattere entrambi a suon di multe, anche se è una cosa estremamente impopolare. Ma tremendamente giusta e farebbe aumentare il senso di legalità che in questa città non ricordiamo più cosa sia.

    RispondiElimina
  12. i parcheggi interrati vengono per la maggior parte venduti, non sono parcheggi a rotazione,(perché appunto siamo in Italia, non in Francia, quindi si privilegia l'interesse del singolo, non della collettività). Ben vengano i le strisce blu, proponete ad Alemanno di ripristinarle IN TOTO, altro che strisce mezze bianche e mezze blu, altro che abbonamenti a buon mercato. Da quando Alemanno per ingraziarsi i commercianti ha ridotto le strisce blu, il traffico (e la sosta selvaggia) a Roma sono impazziti.

    RispondiElimina