mercoledì 5 maggio 2010

Tutti giù per terra

Anzi no: tutti sotto terra... Vogliamo segnalare ai nostri lettori questo articolo uscito sul prestigioso sito web Lavoce.info. Si tratta di dichiarazioni e analisi per certi verti sconvolgenti per chi crede che i problemi di mobilità di una città si possono risolvere con autobus puntuali e metropolitane capillari. In realtà, quanto pare, non è così. E non è così da nessuna parte. Il trasporto privato (auto e moto) resta in quasi tutti i casi molto, molto più competitivo. E i tanti miliardi di euro necessari per spostare piccolissime percentuali di pendolari dall'auto al mezzo pubblico sovente non valgono la pena.
Resta una soluzione: rendere sostenibile e non deturpante il traffico privato. Nascondendolo. Sia nel transito (ecco perché l'articolo fa cenno a tunnel urbani, meglio se a pagamento) che, diciamo noi, nella sosta. Replicando nel posteggio lo stesso principio che questo studio propone per il traffico: tutto sottoterra e tutto a pagamento.

Nessun commento:

Posta un commento